web-archive-it.com » IT » A » ANBI.IT

Total: 946

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • DOMANI, GIOVEDI’, CONFERENZA STAMPA ANBI
    Consorzi associati ANBI regionali Gestione attività Documenti Circolari Documenti vari Legislazione Nazionale sui consorzi di bonifica Regionale sui consorzi di bonifica Archivio News Eventi ANBI Eventi dal territorio ANBINFORMA Notiziario Comunicazione Rassegna stampa Filmati Foto Contatti Recapiti e mappa Weblink ANBINFORMA CAP 2020 ANBI Magazine Torna indietro 17 02 2016 DOMANI GIOVEDI CONFERENZA STAMPA ANBI Sarà presentata ufficialmente domani giovedì 18 Febbraio 2016 a Firenze la Conferenza Nazionale Acqua motore della green economy cofinanziata dalla Commissione Europea e che ANBI organizzerà nella ricorrenza del 50 anniversario dell alluvione fiorentina La conferenza stampa si terrà alle ore 11 30 nella sede dell Accademia dei Georgofili nel capoluogo toscano Nell occasione sarà anche annunciata la mostra Paesaggio Bonifica e gestione del territorio in Toscana fra passato e presente sec XVI XXI Cinque secoli di studi politiche e lavori Interverranno Francesco Vincenzi Presidente ANBI Giampiero Maracchi Presidente Accademia dei Georgofili Eugenio Giani Presidente Consiglio Regionale Toscana Marco Bottino Presidente ANBI Toscana Massimo Gargano Direttore Generale ANBI Articoli correlati PSR 2014 2020 SI PARTE INSEDIATO L OSSERVATORIO SULLE RISORSE IDRICHE NEL BACINO PADANO I CONSORZI DI BONIFICA CHIEDONO DI USARE I LAGHI COME RISERVE D ACQUA FRANCESCO VINCENZI CONFERMATO PRESIDENTE DEL LA BURANA DOMANI

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/830-domani-giovedi-conferenza-stampa-anbi (2016-02-18)
    Open archived version from archive


  • PSR 2014- 2020: SI PARTE
    2016 PSR 2014 2020 SI PARTE Presieduto dal Governatore della Calabria Mario Oliverio si è riunito nella Cittadella Regionale di Catanzaro il Comitato di Sorveglianza sul Programma di Sviluppo Regionale 2024 2020 FEASR all ordine del giorno l adozione del regolamento interno l approvazione dei criteri di selezione delle misure un informativa sullo stato di avanzamento della condizionalità ex ante la strategia di comunicazione Ai lavori ha partecipato anche ANBI

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/828-psr-2014-2020-si-parte (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • INSEDIATO L’OSSERVATORIO SULLE RISORSE IDRICHE NEL BACINO PADANO. I CONSORZI DI BONIFICA CHIEDONO DI USARE I LAGHI COME RISERVE D’ACQUA
    DI BONIFICA CHIEDONO DI USARE I LAGHI COME RISERVE D ACQUA Per iniziativa dell Autorità di Bacino si è tenuta a Milano la riunione insediativa dell Osservatorio sulla gestione delle risorse idriche nel bacino padano presenti i rappresentanti delle Regioni dei Consorzi di bonifica degli enti gestori dei grandi laghi e delle società idroelettriche interessati C è piena condivisione per l iniziativa assunta dall Autorità di Bacino del fiume Po che indica la volontà di affrontare preventivamente le probabili criticità idriche che si registreranno nelle prossime settimane con l avvio dell irrigazione nei campi è questo il commento di Francesco Vincenzi Presidente dell Associazione Nazionale dei Consorzi di Gestione e Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue ANBI I dati resi noti dalle A R P A Agenzie Regionali Protezione Ambientale confermano infatti che le precipitazioni delle scorse ore hanno sicuramente dissetato il territorio ma poco o nulla cambiano in merito alle preoccupazioni per le settimane a venire Per questo i Consorzi di bonifica di Piemonte Lombardia Veneto Liguria Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna chiedono di trattenere nei grandi laghi settentrionali la maggior quantità d acqua possibile in deroga ai limiti previsti fungendo così da riserva per le prossime

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/826-insediato-l-osservatorio-sulle-risorse-idriche-nel-bacino-pa (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • DOMANI L’OSSERVATORIO SULL’ACQUA IN PIANURA PADANA
    PUO RIMPINGUARE LE FALDE ACQUIFERE E convocata domani a Milano dall Autorità di Bacino del fiume Po la prima riunione fra tutti gli interessati per dare vita ad un osservatorio permanente sugli utilizzi idrici in atto nel bacino padano l eccezionale situazione meteorologica rende infatti sempre più probabile una difficilissima stagione irrigua estiva Un ulteriore motivo di forte preoccupazione per le zone del riso è il livello del lago Maggiore che oggi assicura un volume pari a meno del 20 della capacità d invaso In vista delle prossime settimane determinanti per l andamento colturale dell agricoltura padana evidenzia Francesco Vincenzi presidente dell Associazione Nazionale dei Consorzi di Gestione e Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue i consorzi di bonifica sono pronti ad iniziare la stagione irrigua attivando contestualmente tutte le iniziative per il più efficiente utilizzo delle risorse idriche disponibili In particolare sarà determinante la capacità di immagazzinamento in falda delle prime disponibilità idriche al fine di poterle poi rilasciare a stagione irrigua avviata svolgendo così l importante ruolo di mitigazione degli effetti delle magre su tutto il corso del fiume Po tipiche dei mesi più caldi e con scarse precipitazioni Giugno Luglio e parte di Agosto Gli effetti

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/822-domani-l-osservatorio-sull-acqua-in-pianura-padana (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • FRANCESCO VINCENZI CONFERMATO PRESIDENTE DEL LA “BURANA”
    CAP 2020 ANBI Magazine Torna indietro 09 02 2016 FRANCESCO VINCENZI CONFERMATO PRESIDENTE DEL LA BURANA Francesco Vincenzi presidente ANBI è stato confermato anche al vertice del Consorzio di bonifica Burana sono stati così premiati l impegno profuso durante le fasi emergenziali ed i risultati raggiunti nei cinque anni appena trascorsi Ciò che abbiamo fatto finora va consolidato ed esteso rimarca Vincenzi Sisma e alluvione hanno assorbito una parte considerevole dell attività consortile anche se l impegno più importante è stato quello di mantenere inalterata l efficacia dell operato quotidiano del Consorzio nell evacuare le acque meteoriche e nel riutilizzarle a favore dei prodotti agricoli e dell ambiente nel suo complesso Non ci siamo mai tirati indietro di fronte alle nuove sfide istituzionali l adozione del Piano triennale di prevenzione corruzione e trasparenza il raggiungimento della certificazione di un sistema di gestione qualità conforme alla norma ISO 9001 2008 la redazione del nuovo Piano di classifica per il riparto degli oneri consortili l aumento dell impegno tecnico economico in territorio montano dal quale dipende anche la sicurezza della pianura Ora ci attendono nuovi obiettivi che vanno nella direzione di un Consorzio sempre più operativo per la salvaguardia del territorio a condizione che si creino le basi legislative affinché l esperienza dell ente possa a tutti gli effetti contribuire all auspicato cambiamento da cui non è più possibile prescindere abbiamo assistito a 60 anni di sviluppo urbanistico indiscriminato su un territorio fragile senza pensare alle conseguenze che ora sono sotto gli occhi di tutti Al riguardo conclude Vincenzi la Legge sul consumo di suolo non può più attendere in quanto è la base per cambiare i modelli di sviluppo del nostro Paese e i consorzi di bonifica hanno le carte in regola per diventare i programmatori del territorio a 360 grazie

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/824-francesco-vincenzi-confermato-presidente-del-la-burana (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • LA PIOGGIA AIUTA, MA NON SUPERA LE EMERGENZE IDRICHE
    Magazine Torna indietro 08 02 2016 LA PIOGGIA AIUTA MA NON SUPERA LE EMERGENZE IDRICHE FRANCESCO VINCENZI Presidente ANBI QUALCHE GOCCIA NON RISOLVE UN EMERGENZA ORMAI STRUTTURALE FONDAMENTALE UNA CABINA DI REGIA PERMANENTE PER LA GESTIONE DELLA RISORSA IDRICA NEL PAESE Lo spirito concreto e programmatorio dell Unità di Missione contro il Dissesto Idrogeologico deve essere replicato nella gestione delle risorse idriche le cui criticità vanno affrontate preventivamente e non in emergenza Qualche goccia di pioggia sta lenendo la sete delle campagne e ristorando i livelli dei grandi invasi soprattutto i laghi Maggiore e di Como ma non risolve la prospettiva di prossime settimane siccitose in periodi determinanti per l agricoltura italiana oggi soprattutto nel Nord Italia per questo riteniamo importante l attivazione di una cabina di regia nazionale perché la raccolta e la tutela dell acqua sono ormai un problema strutturale in tutto il Paese A tornare sull argomento è l ANBI Associazione Nazionale Consorzi Gestione Tutela Territorio ed Acque Irrigue tramite il suo presidente Francesco Vincenzi intervenuto a Bologna alla presentazione del libro Un Paese nel fango di Erasmo D Angelis L Italia deve cambiare passo sul tema della prevenzione elemento dal forte valore economico Per questo sottolinea il presidente ANBI partecipiamo con convinzione a italiasicura contribuendo ad esempio alla stesura delle nuove linee guida per la progettazione del territorio e mettendo a disposizione il nostro annuale Piano per la Riduzione del Rischio Idrogeologico Ma non basta serve l ormai improcrastinabile approvazione della legge contro l indiscriminato consumo del suolo arenatasi nelle secche parlamentari ed è necessario un Piano straordinario di manutenzione dei territori montani il cui assetto idrogeologico è penalizzato dal progressivo abbandono delle attività agricole C è bisogno insomma di un nuovo governo del territorio conclude Vincenzi per la cui gestione i consorzi di bonifica rilanciano

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/818-la-pioggia-aiuta-ma-non-supera-le-emergenze-idriche (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • CRISI IDRICA: ANCHE IN PIEMONTE SI PREANNUNCIA UNA DIFFICILISSIMA STAGIONE ESTIVA
    le irrigazioni del Piemonte orientale ove prevale la risicoltura è il livello del lago Maggiore tuttora in forte deficit idrico Anche per il lago Maggiore sarà quindi determinante l abbondanza delle precipitazioni primaverili che dovranno compensare sia il baso livello idrico sia l accumulo nei numerosi e capienti bacini idroelettrici dighe in Italia e nel Canton Ticino Altrettanto vitale sarà poi la possibilità di raggiungere in primavera la quota di invaso di 1 50 in deroga alle attuali regole che impongono per i mesi primaverili l altezza massima di 1 metro elevata a 1 25 in via sperimentale Il direttore di ANBI Piemonte Roberto Isola ricorda che la crisi idrica dello scorso anno per i consorzi irrigui del Piemonte orientale area risicola è stata superata proprio grazie alla facoltà di tenere il lago all inizio della stagione a 1 25 incrementando considerevolmente i volumi disponibili e consentendo anche un rilascio aggiuntivo a favore del fiume Po non erogato invece dagli altri laghi prealpini Il Presidente Viora sottolinea poi il ruolo fondamentale delle istituzioni e delle organizzazioni di categoria agricole per promuovere l incremento del livello di invaso del lago e la possibilità di ottenere apposite deroghe al rilascio del Deflusso Minimo Vitale DMV in particolari casi di emergenza idrica ricordando il ruolo che può avere ANBI Piemonte nel mantenere viva l attenzione delle organizzazioni agricole e della Regione Piemonte Le preoccupazioni per lo svolgimento della prossima stagione irrigua ed anche per quelle che seguiranno sono accentuate dalla sempre maggior diffusione di nuove pratiche agronomiche ed irrigue che solo apparentemente possono rappresentare un risparmio di risorsa idrica I tradizionali metodi irrigui della pianura piemontese sommersione nel comprensorio risicolo e scorrimento consentono di utilizzare mesi di marzo aprile e maggio acque mediamente abbondanti in un periodo nel quale non potrebbero essere altrimenti

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/820-crisi-idrica-anche-in-piemonte-si-preannuncia-una-difficilis (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • VINCENZI: “LA RISORSA IDRICA E’ UN FATTORE DETERMINANTE PER L’ECONOMIA DEL PAESE”
    ECONOMIA DEL PAESE La questione idrica deve essere centrale per la crescita del Paese perché la carenza d acqua risorsa indispensabile per l 84 del made in Italy agroalimentare è un fattore profondamente economico Invece nell affrontare le conseguenze dei cambiamenti climatici siamo colpevolmente in ritardo la Direttiva Europea sulle Acque è del 2000 eppure ora siamo a rischio di infrazione comunitaria per carenze nella sua applicazione Bisogna emanare subito i bandi per sbloccare i 300 milioni del Piano Irriguo Nazionale e poi concentrarsi per reperire risorse comunitarie le uniche oggi concretamente disponibili Lo afferma Francesco Vincenzi Presidente dell Associazione Nazionale dei Consorzi di Gestione e Tutela del Teritorio e delle Acque Irrigue ANBI intervenuto alla Fieragricola di Verona Di fronte ai preoccupanti scenari di criticità idrica che si stanno delineando per i prossimi mesi prosegue il Presidente ANBI è necessario istituire subito cabine di regia per la gestione dell emergenza cercando di contemperare le diverse esigenze a partire dal rispetto delle priorità di legge nonchè ricordando che l irrigazione serve a produrre cibo ed a salvaguardare l ambiente attraverso il rimpinguamento delle falde Non solo se il territorio italiano è attrattivo per il turista in buona parte lo si

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/814-vincenzi-la-risorsa-idrica-e-un-fattore-determinante-per-l-e (2016-02-18)
    Open archived version from archive



  •