web-archive-it.com » IT » A » ANBI.IT

Total: 946

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • IL CANALE EMILIANO ROMAGNOLO SU RAI 2
    Circolari Documenti vari Legislazione Nazionale sui consorzi di bonifica Regionale sui consorzi di bonifica Archivio News Eventi ANBI Eventi dal territorio ANBINFORMA Notiziario Comunicazione Rassegna stampa Filmati Foto Contatti Recapiti e mappa Weblink ANBINFORMA CAP 2020 ANBI Magazine Torna indietro 03 07 2015 IL CANALE EMILIANO ROMAGNOLO SU RAI 2 Si informa che venerdì 3 luglio alle ore 23 50 andrà in onda su RAI 2 Un Po a Sud Il Canale emiliano romagnolo e i suoi frutti uno dei dodici documentari di Experia Viaggio in Italia nell anno dell Expo dedicati alle eccellenze alle criticità e alle trasformazioni del territorio italiano già presentato in anteprima ad EXPO l 8 giugno scorso Guido Morandini film maker narratore e self tracker munito di un sistema di navigazione satellitare ha percorso itinerari inediti a piedi in barca in bici o in treno da nord a sud riscoprendo le vie di comunicazione le infrastrutture le opere gli ambienti e i paesaggi alimentari che hanno unito l Italia e che nell era dei collegamenti veloci rischiano di risultare invisibili Articoli correlati DOMANI GIOVEDI CONFERENZA STAMPA ANBI PSR 2014 2020 SI PARTE INSEDIATO L OSSERVATORIO SULLE RISORSE IDRICHE NEL BACINO PADANO I CONSORZI DI BONIFICA

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/520-il-canale-emiliano-romagnolo-su-rai-2 (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • AL VIA IL CONTRATTO DI LAGO “SAN PIETRO / AQUILAVERDE”
    Aquilonia e la Fondazione Onlus Insieme per Il contratto di lago rappresenta un processo di governance dei territori lacuali nello specifico il lago di San Pietro sul torrente Osento gestito dall ente consortile così come il relativo bacino assumendo come requisiti strategici gli obiettivi delle Direttive 2000 60 CE e 2007 60 CE che sottolineano l importanza della partecipazione e del coinvolgimento delle comunità locali Nel documento approvato tra le altre cose si legge che la finalità del Protocollo è la formalizzazione delle linee di collaborazione per la condivisione delle iniziative della gestione e dei servizi che consentano di rispondere adeguatamente alle esigenze del territorio di riferimento potenziando da un lato la capacità di promozione turistica ed economica dell area e dall altro di permettere agli Enti coinvolti di offrire un servizio maggiormente qualificato nei rispettivi ambiti di competenza Difatti il processo di costruzione del Contratto di Lago Fiume è basato sul confronto e la negoziazione tra tutti i portatori di interesse coinvolti con l obiettivo di attivare azioni di riqualificazione ambientale condivise nelle modalità di decisione Detto processo al fine di garantire il consenso e l attuabilità si fonda su un approccio interattivo e si configura come un accordo volontario tra le parti soggetti pubblici e privati dell area volto a definire obiettivi strategie d intervento azioni e competenze da attivare Il contratto di lago sostiene il direttore generale dell ente consorziale Francesco Santoro potrà consentire attraverso un piano d azione condiviso che valorizzi i contributi pubblici e privati la realizzazione di interventi e progetti di miglioramento del bacino idrografico in termini di qualità delle acque sicurezza dal rischio idraulico tutela della natura e del paesaggio nonchè sviluppo locale sostenibile in un tempo in cui le emergenze certamente aggravate dai cambiamenti climatici stanno divenendo di primaria importanza Le politiche

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/516-al-via-il-contratto-di-lago-san-pietro-aquilaverde (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • VINCENZI: “IL VERO PROBLEMA NON E’ L’ACQUA PER GLI ALIMENTI, MA E’ L’ACQUA NECESSARIA PER TELEFONINI E MAGLIETTE”
    sui quali stiamo studiando e che non potranno prescindere dal contesto nel quale l acqua viene utilizzata E quanto annunciato da Alessandro Manzardo ricercatore del Centro Studi Qualità e Ambiente del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell Università di Padova intervenuto ad Expo Milano al convegno Nutrire il pianeta acqua per la vita Presente anche il presidente dell Associazione Nazionale Consorzi Gestione Tutela Territorio ed Acque Irrigue ANBI Francesco Vincenzi che commenta E un importante annuncio da parte di una delle più autorevoli fonti italiane che accredita quanto da sempre sosteniamo la water footprint va contestualizzata Il primo problema infatti non è l acqua utilizzata per produrre alimenti ed il cui uso efficiente è perseguito dai Consorzi irrigui perchè resta comunque nel ciclo vitale pur essendo necessaria una riflessione sugli stili di vita nutrizionali il problema sono i quasi 10 000 litri d acqua necessari per un paio di jeans o i quasi 2 500 necessari per una t shirt senza considerare quella necessaria per realizzare telefonini od automobili perché viene restituita all ambiente con qualità peggiore di come viene prelevata Non solo la delocalizzazione fa sì che tali produzioni avvengano spesso in Paesi già a forte deficit idrico peggiorando così

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/518-vincenzi-il-vero-problema-non-e-l-acqua-per-gli-alimenti-ma- (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • METROPOLI PIU’ SICURA
    SICURA Sarà sottoscritto a metà Luglio l Accordo di Programma per la Difesa Idraulica della città di Milano che comprende anche i fondi per gli interventi sul bacino del fiume Seveso a firmarlo saranno Ministero dell Ambiente e Regione Lombardia Lo annuncia il capostruttura di Italia Sicura Erasmo D Angelis sottolineando il ruolo dei consorzi di bonifica nella protezione del territorio e riconoscendo come attraverso il coordinamento svolto dall Unione

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/514-metropoli-piu-sicura (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • PREVENZIONE IDROGEOLOGICA, IL FUTURO POTRA’ ARRIVARE DAL CIELO
    di piccoli velivoli radiocomandati per poter monitorare aree del territorio che altrimenti sarebbero state difficilmente raggiungibili si tratta di un iniziativa all interno del progetto per la manutenzione dei corsi d acqua consortili nei comuni di Civitella in Val di Chiana e Monte San Savino Le foto ed i video ottenuti possono essere facilmente utilizzati per progettare interventi per la salvaguardia ed il controllo del corso dei fiumi La costante ricerca della massima efficienza nel lavoro dei Consorzi di bonifica nella salvaguardia del territorio spiega il presidente ANBI Francesco Vincenzi passa anche attraverso l impiego delle moderne tecnologie Per i rilievi sono state impiegate 2 diverse tipologie di acquisizione dei dati video e fotogrammetria Per alcuni territori è stato ottenuto un filmato con inquadratura a volo d uccello al di sopra delle chiome delle alberature al centro del corso d acqua con inserimento in post produzione di una finestra con l individuazione delle esatte coordinate corrispondenti al frame video visualizzato per altri è stata invece effettuata una mappatura ortofoto ortomosaico fotogrammetria che consente di navigare sul rendering contenente i dati acquisiti Mentre la seconda metodologia consente di effettuare reali misure planimetriche la prima si è dimostrata più efficace per stimare

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/510-prevenzione-idrogeologica-il-futuro-potra-arrivare-dal-cielo (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • BUONI ASCOLTI PER IL CANALE CAVOUR SU RAI 2. OGGI VENERDI 26 GIUGNO SARA’ LA VOLTA DELLA CAPITANATA E DELLA PIANA DEL SELE
    hanno seguito su RAI 2 la messa in onda del documentario Terra d acqua Il canale Cavour e il riso realizzato da RAI Expo con il supporto organizzativo dell Associazione Irrigazione Ovest Sesia nell ambito del progetto Experia altro dato positivo è che gli ascolti sono aumentati nel corso della trasmissione così come tante continuano ad essere le visualizzazioni sull apposita piattaforma Internet Siamo molto soddisfatti da questi numeri commenta Francesco Vincenzi presidente dell Associazione Nazionale Consorzi Gestione Tutela Territorio e Acque Irrigue ANBI che ha collaborato al progetto a dimostrazione che anche la divulgazione di aspetti meno conosciuti del territorio come la sua gestione idraulica possono essere driver di buoni ascolti L auspicio è che confortata da questi risultati RAI prosegua in questa opera di sensibilizzazione precipua del servizio pubblico migliorandone anche la fruibilità grazie ad un posizionamento in orario di maggiore ascolto Venerdì 26 Giugno alle ore 23 55 come ogni venerdì fino a fine Agosto andrà in onda la terza tappa di questa serie televisiva lungo le strade d acqua italiane protagoniste del documentario Sole sale Sele saranno le trasformazioni dell economia agricola nei comprensori dei Consorzi di bonifica Capitanata in Puglia e Destra Sele in Campania Nell anno dell Esposizione Universale a Milano RAI Expo struttura cross mediale nata per promuovere i temi dell evento ha prodotto in collaborazione con Padiglione Italia e Politecnico di Milano Experia Viaggio in Italia nell anno dell Expo una serie di 12 documentari dedicati alle eccellenze alle criticità ed alle trasformazioni del territorio coinvolgendo la realtà dei Consorzi di bonifica in almeno 5 dei video realizzati A piedi in barca in bici o in treno il narratore Guido Morandini munito di un sistema di navigazione satellitare ha percorso itinerari inediti per navigare l agricoltura La piattaforma Experia ospitata sul sito

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/512-buoni-ascolti-per-il-canale-cavour-su-rai-2-oggi-venerdi-26- (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • I CONSORZI DI BONIFICA DEL VENETO AD AQUAE EXPOVENICE 2015
    Veneto i responsabili del Ministero dell Ambiente e del Tavolo Nazionale dei Contratti di fiume Sarà un momento importante per presentare l esperienza e lo stato di avanzamento dei Contratti di fiume in Veneto Il 25 giugno UVB sarà inoltre presente alla giornata dedicata al Water Footprint tematica di assoluta importanza per una gestione sostenibile della risorsa idrica collegata al cibo che mangiamo I Consorzi di bonifica del Veneto ne hanno discusso ad EXPO 2015 nel corso di un workshop tenutosi a Palazzo Italia e sono pronti a portare la loro competenza al tavolo di lavoro IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA Orario Programmazione 10 00 Tiziano Pinato Dirigente Dipartimento della difesa del suolo e foreste Regione del Veneto More room to the water Opere idrauliche e bacini di laminazione in Veneto 10 25 Giuseppe Romano Presidente Unione Veneta Bonifiche La sicurezza idraulica problematiche emergenti nella gestione del territorio 10 50 Antonio Rusconi già Segretario Generale dell Autorità di Bacino dell Alto Adriatico Alcune questioni sul rischio alluvioni nel distretto Nord Orientale 11 15 COFFEE BREAK 11 30 Bernardo De Bernardinis Presidente Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale Coordinamento delle politiche di tutela dalle acque con le politiche di tutela delle acque 12 00 Michele Ferri Dirigente di Riferimento Autorità di Bacino dei Fiumi dell Alto Adriatico L osservatorio dei cittadini una misura di preparazione nel piano di gestione delle alluvioni 12 30 Marco Mancini Professore Ordinario Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale Politecnico di Milano in collaborazione con Raffaele Salerno Centro Epson Meteo Integrated soil moisture measurements for flood and drought predictions PAUSA PRANZO 14 00 Massimo Bastiani Coordinatore Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume EU EIP Water Action Group Smart Rivers Network I contratti di Fiume in Italia risultati e prospettive 14 15 Paolo Angelini Ministero dell

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/508-i-consorzi-di-bonifica-del-veneto-ad-aquae-expovenice-2015 (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • DE CASTRO E VINCENZI: "ALLA BASE DEI DISEQULIBRI ALIMENTARI NEL MONDO CI SONO GLI STILI DI VITA E L’INCAPACITA’ DI ANALISI DEL PRESENTE E DEL FUTURO. BISOGNA INVESTIRE IN RICERCA E COMBATTERE I LUOGHI COMUNI”
    soprattutto futuro della fame nel mondo afferma De Castro non è legato alla quantità di cibo disponibile ma al miglioramento della qualità della vita nei Paesi emergenti dove si sta passando da una dieta proteica di origine vegetale a quella di origine animale Se consideriamo che in Europa si consumano mediamente 100 chili di carne all anno e negli Stati Uniti anche di più è evidente lo stress che sta creando all equilibrio del pianeta l affermarsi economico della Cina i cui abitanti attualmente consumano attualmente solo 50 chili di carne all anno ma domani In altri termini il Pianeta non può reggere l estendersi generalizzato del modello alimentare occidentale Ciò deve obbligarci ad una riflessione sulla sostenibilità verso risorse quali suolo ed acqua individuando pratiche agricole che producendo di più incrementino addirittura la fertilità dei terreni Non è certo un caso prosegue l europarlamentare che si siano rovesciati gli equilibri anche nel campo della ricerca oggi guidata da Brasile Cina e Russia mentre Europa e Stati Uniti rappresentano ormai solo il 30 dell investimento mondiale in ricerca La questione di fondo è che non stiamo capendo la velocità dei cambiamenti sviati anche da alcuni luoghi comuni da smitizzare ad esempio non è vero che l obesità è diffusa soprattutto nei Paesi ricchi così come non è vero che lo spreco alimentare sia colpa soprattutto dei Paesi più avanzati anche le economie povere buttano via cibo pur in una fase diversa della filiera alimentare non essendo in grado ad esempio di conservare gli alimenti Il tema di fondo conclude De Castro è il disequilibrio tra domanda ed offerta in campo alimentare causa di grandi fluttuazioni nei prezzi In questo quadro anche l Italia deve fare la sua parte ma il crescente consumo di suolo nonché le insufficienti risorse destinate alla

    Original URL path: http://www.anbi.it/art/articoli/506-de-castro-e-vincenzi-alla-base-dei-disequlibri-alimentari-ne (2016-02-18)
    Open archived version from archive