web-archive-it.com » IT » A » ARCHEOLOGIASUBACQUEA.IT

Total: 345

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Ritrovamento e recupero di un Rostro a ovest di Levanzo - agosto 2010 - Archeologia Subacquea
    delle Egadi Il progetto che ha come scopo principale quello di effettuare ricognizioni sistematiche dei fondali dell arcipelago trapanese alla ricerca delle testimonianze storiche ed archeologiche riconducibili alla battaglia delle Egadi del 10 marzo del 241 a C si è sviluppato nel quadro di una convenzione di collaborazione scientifica tra i due enti di ricerca Le ricerche sono state condotte sul campo da Jeff Royal per l RPM Nautical Foundation e da Stefano Zangara con la collaborazione di Salvatore Palazzolo per la Soprintendenza del Mare e in questa ultima campagna sono state rivolte all ampliamento della mappatura con multibeam e alle ricognizione con mezzo filoguidato ROV dei fondali intorno alle isole di Levanzo Favignana e Marettimo Anche queste ricognizioni sono state coronate da successo poiché oltre ad un considerevole numero di reperti anforacei e resti di velivoli militari collocabili al secondo conflitto mondiale è stato posizionato e recuperato un rostro in bronzo il terzo nelle acque delle Egadi L importante reperto individuato dalle strumentazioni sonar il 18 agosto è riconducibile alla battaglia che sancì la fine alla prima guerra punica si presentava in perfette condizioni e si trovava adagiato in posizione laterale e semisepolto su un fondale sabbioso a circa

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_content&view=article&id=543:ritrovamento-e-recupero-di-un-rostro-a-ovest-di-levanzo-agosto-2010-&catid=51:ritrovamenti-nel-mediterraneo&Itemid=117 (2016-04-29)
    Open archived version from archive


  • Il centro diving Bludivesalina di Malfa ritrova ancore romane. - Archeologia Subacquea
    comune di Malfa dell isola di Salina in provincia di Messina Le ancore ritrovate tutte nello stesso punto sono di varie dimensioni e risalgono presumibilmente all età bizantina Questo è il primo ritrovamento che faccio dichiara Dario Aliberto subacqueo professionista nativo di Palermo Ho avvisato del rinvenimento i Soprintendenti del Mare della Regione Sicilia Sebastiano Tusa e Philippe Tisseyre Nei prossimi giorni ci immergeremo insieme per ultimare l operazione di

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_content&view=article&id=535:il-centro-diving-bludivesalina-di-malfa-ritrova-ancore-romane-&catid=51:ritrovamenti-nel-mediterraneo&Itemid=117 (2016-04-29)
    Open archived version from archive

  • Nuovo ritrovamento del diving Bludivesalina - Archeologia Subacquea
    accertare Dario Aliberto del centro diving Bludivesalina di Malfa ha effettuato una seconda immersione insieme con i rappresentanti della Soprintendenza del Mare della Regione Sicilia per mostrare il luogo dove meno di una settimana fa ha rinvenuto i tre reperti archeologici Durante il sopralluogo si è aggiunta la clamorosa scoperta di un altro reperto questa volta si tratta di un cannonne che potrebbe risalire al XVIII secolo Il Soprintendente Sebastiano

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_content&view=article&id=534:nuovo-ritrovamento-del-diving-bludivesalina&catid=51:ritrovamenti-nel-mediterraneo&Itemid=117 (2016-04-29)
    Open archived version from archive

  • CONFERENZA STAMPA PRESENTAZIONE SCOPERTE NEI FONDALI DELLE EOLIE SABATO 24 LUGLIO 2010 ORE 17 - MUSEO ARCHEOLOGICO DI LIPARI - Archeologia Subacquea
    da Jan Koblick e Craig Mullen hanno avviato lo scorso 16 luglio la campagna di studi e ricerche strumentali Archeorete Eolie 2010 Il progetto che ha avuto inizio lo scorso anno nell ambito di una convenzione di collaborazione scientifica tra i due enti di ricerca è finalizzato alla ricognizione sistematica dei fondali per la ricerca di testimonianze storiche ed archeologiche con particolare riguardo ai relitti ed al patrimonio sommerso La ricognizione condotta in questi giorni nei fondali intorno le isole di Panarea e Salina mediante l utilizzo di sofisticate apparecchiature di ultima generazione ha consentito di portare alla luce alcuni importanti ritrovamenti Al fine di illustrare i risultati della ricerca anche con l ausilio di immagini e filmati inediti sabato 24 luglio alle ore 17 00 presso il Museo Archeologico Eoliano L B Brea ex Chiesa di Santa Caterina l Assessore regionale dei Beni culturali e dell Identità siciliana Gaetano Armao il Soprintendente del Mare Sebastiano Tusa il Sindaco del Comune di Lipari Mariano Bruno il Sindaco del Comune di Santa Marina Salina Massimo Lo Schiavo ed il Direttore del Museo Eoliano Michele Benfari durante la conferenza stampa incontreranno giornalisti studiosi e tutta la cittadinanza L occasione servirà per fare

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_content&view=article&id=532:conferenza-stampa-presentazione-scoperte-nei-fondali-delle-eolie-sabato-24-luglio-2010-ore-17-museo-archeologico-di-lipari&catid=51:ritrovamenti-nel-mediterraneo&Itemid=117 (2016-04-29)
    Open archived version from archive

  • Sensazionale scoperta di un relitto romano nelle acque di Panarea - Archeologia Subacquea
    immagini del ROV Il carico è formato da centinaia di anfore del tipo Dressel 21 22 databili al I sec d C di fabbricazione laziale adibite al trasporto di garum o frutta fresca o secca oltre che granaglie di vario tipo Le anfore si trovano disposte in posizione leggermente diversa da quella originale nella nave Esse sono infatti quasi tutte coricate su di un lato Ciò indicherebbe che la nave scivolando sul fondo si sia appoggiata su un fianco Tuttavia le anfore mantengono ancora la disposizione originale dimostrando che l affondamento sia avvenuto probabilmente per turbolenza marina che ha fatto imbarcare acqua alla nave facendola scivolare delicatamente sul fondo Al fine di chiarire più precisamente la natura del carico si è prelevata un anfora per accertamenti di natura tipologica cronologica e merceologica L intera sequenza della scoperta del relitto e del recupero dell anfora sarà oggetto di una puntata del magazine televisivo Pianeta Mare in onda su Rete Quattro Il progetto di ricerca Archeorete Eolie è coordinato per la Soprintendenza del Mare dall arch Stefano Zangara e per la Fondazione Aurora Trust dall archeologo Timmy Gambin Il progetto s inquadra nella collaborazione tra la Soprintendenza del Mare diretta da Sebastiano Tusa e la Fondazione Aurora Trust diretta da Craig Mullen e Ian Koblick Le operazioni in mare che hanno portato nella notte tra il 24 ed il 25 giugno 2010 alla identificazione visiva del relitto sono state eseguite in collaborazione con ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale del Ministero dell Ambiente coordinato dal biologo marino Franco Andaloro Le ricerche archeologiche in alto fondale nel mare intorno a Panarea riprenderanno il 15 luglio del 2010 Nell occasione della conferenza stampa riguardante la scoperta di cui sopra si parlerà anche delle iniziative assessoriali di iniziare l iter procedurale

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_content&view=article&id=530:sensazionale-scoperta-di-un-relitto-romano-nelle-acque-di-panarea&catid=51:ritrovamenti-nel-mediterraneo&Itemid=117 (2016-04-29)
    Open archived version from archive

  • DUE SITI SOTTOMARINI SCOPERTI NEL NORD SARDEGNA - Archeologia Subacquea
    patrimonio culturale di Sassari in collaborazione con il nucleo subacquei di Cagliari con la Sezione investigazioni scientifiche di Sassari e con gli archeologi della Soprintendenza ai beni archeologici hanno individuato il primo sito al largo di Costa Paradiso fra Trinita d Agultu e Vignola Sassari su un fondale a oltre 50 metri di profondita sono stati individuati alcuni dolia grandi contenitori di epoca romana risalenti al I secolo d C utilizzati per il trasporto di merci nel Mediterraneo Il secondo sito considerato il piu importante sul piano scientifico si trova nel parco nazionale dell arcipelago di La Maddalena vicino a Cala Corsara dell isola di Spargi non lontano dal luogo in cui nel 1939 fu trovato il relitto della nave romana di Spargi I sub ne hanno scoperto un altro e il relitto di una nave oneraria di epoca romana che risale a un periodo fra il II secolo a C e il I sec D C Sono gia stati recuperati alcuni reperti dell imbarcazione in particolare cinque chiodi in bronzo numerosi frammenti di legno e lamine di piombo provenienti dalla carena Per gli archeologi marini della Soprintendenza di Sassari e Nuoro questi ritrovamenti saranno il punto di partenza per

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_content&view=article&id=529:due-siti-sottomarini-scoperti-nel-nord-sardegna&catid=51:ritrovamenti-nel-mediterraneo&Itemid=117 (2016-04-29)
    Open archived version from archive

  • POZZUOLI (NA). INDIVIDUATA UN'ANTICA ISOLA SOMMERSA. - Archeologia Subacquea
    Inabbissatosi in seguito al fenomeno del bradisismo dragato in buona parte nel corso dei secoli per ampliare e consentire lo sbarco delle numerose imbarcazioni commerciali nel porto di Pozzuoli l antico isolotto dove si ipotizza sia stato condotto San Paolo diretto durante lo sbarco presso la darsena grande dell antica P outeoli giace a soli pochi metri di profondità ricoperto in gran parte da un moderno pontile in calcestruzzo utilizzato per consentire l attracco alle piccole imbarcazioni da diporto Confrontando la veduta aerea del porto Pozzuoli con il rilievo speculare dei fondali della darsena avvalendosi della carta nautica è confermata l esistenza di una breve piattaforma inabbissatasi nei fondali del porto attualmente inglobata tra le struture dello scalo marittimo e la terraferma Un breve lembo di terra dunque posto a sole poche centinaia di metri dalla costa che trova conferma in una rappresentazione cartografica del XVIII sec Il Disegno Bellori infatti datato 1764 è un incisione in acquaforte ripresa da un più antico dipinto parietale rinvenuto durante un opera di scavi nel 1668 sul monte Esquilino a Roma che ritrae fedelemte l antica città di Puteoli L articolo completo è disponibile su questo link http www archeomedia net studi e

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_content&view=article&id=517:pozzuoli-na-individuata-unantica-isola-sommersa&catid=51:ritrovamenti-nel-mediterraneo&Itemid=117 (2016-04-29)
    Open archived version from archive

  • Baia, il satellite riscopre un teatro romano - Archeologia Subacquea
    Subacquea Baia il satellite riscopre un teatro romano By Corriere del Mezzogiorno A pochi metri dalla costa visibili gli antichi resti della cavea della Villa di Cesare Opera d età imperiale nei fondali del castello aragonese NAPOLI Era il lontano 1956 quando Raimondo Bucher ufficiale pilota da caccia scoprì durante una ricognizione aerea giacere a soli pochi metri dalla linea di costa un intera città romana collocata sui fondali del golfo di Pozzuoli Come ebbe a dire poco dopo durante un intervista Era da poco passata la guerra uscivo di pattuglia sul mare partendo dall aeroporto di Capodichino Dall alto in una giornata caratterizzata dalla straordinaria limpidezza del cielo e del mare intravidi forme sottomarine simmetriche e regolari Incuriosito decisi pertanto di scattare dal cielo alcune fotografie che ancora oggi restano per la loro limpidezza testimonianza ineguagliata Dopo lo sviluppo ebbi la sconcertante sorpresa dalle stampe apparvero nella loro chiarezza quelle che inequivocabilmente erano mura strade e costruzioni di un antica città sommersa Erano i resti della antica città romana di Baia L articolo completo è disponibile qui http corrieredelmezzogiorno corriere it napoli notizie arte e cultura 2010 12 gennaio 2010 baia satellite riscopre teatro romano 1602276819530 shtml Joomla SEO

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_content&view=article&id=508:baia-il-satellite-riscopre-un-teatro-romano&catid=51:ritrovamenti-nel-mediterraneo&Itemid=117 (2016-04-29)
    Open archived version from archive



  •