web-archive-it.com » IT » A » ARCHEOLOGIASUBACQUEA.IT

Total: 345

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Valle d\'Aosta - Archeologia Subacquea
    2 Sicilia 2 Sardegna 1 Puglia 2 Liguria 2 Lazio 4 Emilia Romagna 1 Campania 1 Friuli Venezia Giulia 3 Veneto 9 Joomla SEO powered by JoomSEF News Nella giornata del 5 novembre 2015 su iniziativa di un gruppo di studiosi rice Per informazioni scrivere a periplos associazione gmail com Monday August 18 2014 Cyprus Underwater Archaeology Field La prima Edizione del Festival di Archeologia Sperimentale si terrà nella su

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_weblinks&catid=98&Itemid=97 (2016-04-29)
    Open archived version from archive


  • Veneto - Archeologia Subacquea
    30 50 100 Tutti Web Link Visite 1 Il relitto del Mercure Il brick del Regno Italico affondato nella battaglia di Grado del 1812 Progetto di studio e valorizzazione In collaborazione con Nucleo di Archeologia Umida Subacquea Italia Centro Alto Adriatica NAUSICAA Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto 551 2 Recuperato nel cantiere del Mose alla Bocca di Malamocco il relitto del Brigantino inglese Margareth 395 3 Da lavori di salvaguardia a Venezia nuovi reperti del passato 428 4 Il brigantino Margareth 376 5 Le Galee Veneziane 395 6 Le imbarcazioni di Boccalama 431 7 Il Relitto dei Cannoni 448 8 Archeologia a Caorle e la nave romana 374 9 Il Relitto del Vetro 457 Calabria 3 Toscana 2 Sicilia 2 Sardegna 1 Puglia 2 Liguria 2 Lazio 4 Emilia Romagna 1 Campania 1 Friuli Venezia Giulia 3 Veneto 9 Joomla SEO powered by JoomSEF News Nella giornata del 5 novembre 2015 su iniziativa di un gruppo di studiosi rice Per informazioni scrivere a periplos associazione gmail com Monday August 18 2014 Cyprus Underwater Archaeology Field La prima Edizione del Festival di Archeologia Sperimentale si terrà nella su La Nostra pagina su Facebook KA Facebook Fanbox 1 1 JavaScript

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_weblinks&catid=82&Itemid=97 (2016-04-29)
    Open archived version from archive


  • is a very important step in the history of the safeguarding of cultural heritage declared Koïchiro Matsuura Director General of UNESCO This represents an essential addition to UNESCO s standard setting apparatus From now on it will be possible to offer legal protection to the historical memory that is in underwater cultural heritage thus curtailing the growing illicit trade by looters The Convention adopted in 2001 by UNESCO s General Conference aims to ensure more effective safeguarding of submerged shipwrecks and ruins The international treaty represents the international community s response to the increased looting and destruction of underwater cultural heritage which is becoming ever more accessible to treasure hunters See the List of States Parties The 2001 convention is based on four main principles the obligation to preserve underwater cultural heritage in situ preservation i e under water as a preferred option no commercial exploitation of this heritage and cooperation among States to protect this precious legacy to promote training in underwater archeology and to raise public awareness of the importance of sunken cultural property The Convention does not arbitrate ownership claims nor prejudice the jurisdiction or sovereignty of States The Convention s Annex establishes rules for activities directed

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?view=article&type=raw&catid=47&id=385&tmpl=component&print=1&layout=default&page=&option=com_content&Itemid=125 (2016-04-29)
    Open archived version from archive


  • img arw gif function getimagesize failed to open stream HTTP request failed HTTP 1 1 404 Not Found in web htdocs www archeologiasubacquea it home libraries tcpdf tcpdf php on line 3694 TCPDF error Missing or incorrect image file http

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?view=article&type=raw&catid=47&id=382&format=pdf&option=com_content&Itemid=125 (2016-04-29)
    Open archived version from archive


  • dotazioni supplementari a una bombola di riserva da almeno 10 litri ogni cinque subacquei imbarcati contenente gas respirabile e dotata di due erogatori e in caso di immersione notturna di una luce subacquea stroboscopica b in caso di immersioni che prevedono soste di decompressione obbligate in sostituzione della bombola di riserva di cui alla lettera a è richiesta una stazione di decompressione La stazione è dotata di un sistema di erogazione di gas respirabile in grado di garantire l esecuzione delle ultime due tappe di decompressione ad ogni subacqueo impegnato in tale tipo di immersione c un unità per la somministrazione di ossigeno con caratteristiche conformi alla norma EN 14467 d una cassetta di pronto soccorso conforme alla tabella A allegata al decreto del Ministero della sanità 25 maggio 1988 n 279 e una maschera di insufflazione indipendentemente dalla navigazione effettivamente svolta e un apparato ricetrasmittente ad onde metriche VHF anche portatile indipendentemente dalla navigazione effettivamente svolta 2 Le immersioni subacquee a scopo sportivo o ricreativo richiedono la presenza di una persona abilitata al primo soccorso subacqueo Art 91 Segnalazione 1 Il subacqueo in immersione ha l obbligo di segnalarsi con il galleggiante di cui all articolo 130 del decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968 n 1639 2 In caso di immersione notturna il segnale di cui al comma 1 del presente articolo è costituito da una luce lampeggiante gialla visibile a giro di orizzonte ad una distanza non inferiore a trecento metri 3 In caso di più subacquei in immersione è sufficiente un solo segnale Ogni subacqueo è dotato di un pedagno o pallone di superficie gonfiabile di colore ben visibile e munito di sagola di almeno cinque metri da utilizzare prima di risalire in superficie in caso di separazione dal gruppo 4 Il subacqueo deve operare

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?view=article&type=raw&catid=47&id=382&tmpl=component&print=1&layout=default&page=&option=com_content&Itemid=125 (2016-04-29)
    Open archived version from archive


  • a porre riparo agli effetti all epoca tanto contestati della normativa Urbani sulla dismissione del patrimonio immobiliare pubblico Paesaggio Le modifiche alla parte Terza del Codice riguardante il paesaggio muovono dalla considerazione di recente ribadita dalla Corte Costituzionale con sentenza 14 novembre 2007 n 367 che il paesaggio è un valore primario e assoluto che deve essere tutelato dallo Stato prevalente rispetto agli altri interessi pubblici in materia di governo e di valorizzazione del territorio Partendo da questo presupposto le novità introdotte dal provvedimento rafforzano la tutela del paesaggio a vari livelli definizione di paesaggio Sulla scorta dei principi espressi dalla Corte Costituzionale è stata formulata una nuova definizione di paesaggio adeguata ai principi della Convenzione Europea ratificata nel 2004 nonché alle finalità di tutela del Codice pianificazione paesaggistica Viene ribadita la priorità della pianificazione come strumento di tutela e di disciplina del territorio Pur rientrando la redazione del piano tra le competenze delle regioni è riconosciuta al Ministero dei beni culturali la partecipazione obbligatoria alla elaborazione congiunta con le regioni di quelle parti del piano che riguardano beni paesaggistici vincolati in base alla Legge Galasso o in base ad atti amministrativi di vincolo Ciò dovrebbe servire a stabilire fin da principio delle regole certe e univoche dalle quali non possono sottrarsi gli strumenti urbanistici e gli atti di autorizzazione alla realizzazione di interventi sul paesaggio La finalità è anche quella di eliminare data la certezza delle regole un inutile e attualmente cospicuo contenzioso sulle autorizzazioni oggi richieste in base all insussistenza di regole autorizzazione degli interventi sul paesaggio Attualmente le Soprintendenze rivestono un ruolo marginale essendo ad esse consentito un mero controllo di legittimità successivo sull autorizzazione rilasciata dai comuni Col nuovo Codice le Soprintendenze dovranno emettere un parere vincolante preventivo sulla conformità dell intervento ai piani paesaggistici ed

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?view=article&type=raw&catid=47&id=214&tmpl=component&print=1&layout=default&page=&option=com_content&Itemid=125 (2016-04-29)
    Open archived version from archive


  • del Presidente della Repubblica del 26 novembre 2007 n 233 pubblicato in G U n 291 del 15 dicembre 2007 Supplemento Ordinario n 270 viene approvato il nuovo Regolamento di riorganizzazione del Ministero per i beni e le attivita culturali

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?view=article&type=raw&catid=47&id=165&tmpl=component&print=1&layout=default&page=&option=com_content&Itemid=125 (2016-04-29)
    Open archived version from archive

  • Normative - Archeologia Subacquea
    per una nautica e una subacquea amiche dell ambiente Presentazione L estate 2007 sarà all insegna di sub e diportisti ecologicamente corretti almeno all interno delle 26 aree marine protette italiane Gli appassionati del mare avranno infatti a disposizione due novità per orientarsi meglio un protocollo per regolamentare le attività subacquee e un protocollo per la nautica sostenibile file in formato pdf messi a punto dal ministero dell Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare con tanto di bollino blu per gli scafi eco compatibili Le nuove regole applicabili da ora in avanti alla nautica permetteranno a determinate imbarcazioni provviste di tecnologie pulite di accedere alle aree marine protette soppiantando il vecchio criterio di accesso legato alla dimensione dello scafo Sul fronte della subacquea debutta invece il Codice etico che permetterà ai sub immersioni più rispettose dell ambiente e una fruizione maggiormente consapevole e rispettosa della biodiversità e dell ecosistema marino Entrambi i Protocolli elaborati in piena concertazione tra associazioni di categoria e associazioni e rappresentanti del mondo ambientalista contribuiranno ad avvicinare neofiti e appassionati di mare alle bellezze marine nel pieno rispetto del patrimonio italiano Tra i principali punti del decalogo del sub non danneggiare o prelevare reperti archeologici non uccidere danneggiare o prelevare organismi marini non effettuare esercitazioni subacquee nei siti vulnerabili o di particolare interesse naturalistico non abbandonare sott acqua o in superficie alcun tipo di materiale star light piombi etc segnalare all Autorità competente eventuali irregolarità e la presenza di rifiuti o materiali pericolosi reti da pesca abbandonate lenze batterie etc Codice dei beni culturali e del paesaggio By argouno Last Updated 29 Dicembre 2006 Il Codice dei beni culturali e del paesaggio decreto legislativo numero 42 del 22 gennaio 2004 Gazzetta Ufficiale numero 45 del 24 febbraio 2004 Supplemento Ordinario numero 28 abroga il

    Original URL path: http://www.archeologiasubacquea.it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=47&Itemid=125&limitstart=5 (2016-04-29)
    Open archived version from archive



  •