web-archive-it.com » IT » B » BOLOGNA.IT

Total: 1858

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Servizi Offerti | Servizi e Sportelli Sociali | Rete civica Iperbole
    un contributo a fondo perduto o consistere nell erogazione di un prestito può avere ad oggetto una somma di danaro o buoni utilizzabili per l acquisto di beni determinati Il sostegno economico è finalizzato al perseguimento dei seguenti obiettivi contrastare il fenomeno della povertà favorire la vita autonoma e la permanenza a domicilio sostenere le responsabilità familiari favorendo l armonizzazione del tempo di lavoro e di cura familiare Interventi in Emergenza Gli interventi in emergenza vengono attivati quando vi è l urgenza di far fronte a gravi situazioni contingenti di carattere sociale e perseguono i seguenti obiettivi contrastare emergenze sociali rispondere a richieste di intervento conseguenti a provvedimenti dell Autorità giudiziaria accogliere persone in stato di abbandono Scuola e Servizi prima Infanzia Ricomprende i servizi erogati in ambito scolastico educativo e o comunque rivolti alla fascia di età 0 3 Servizi demografici Procedure di carattere amministrativo gestite dai servizi demografici e riguardanti in larga misura i temi della cittadinanza e dei permessi di soggiorno Servizi di Comunità Vengono ricompresi nell ambito dei servizi di comunità tutte quelle iniziative risorse servizi spesso realizzati in una logica di rete promossi dalla società civile e rispetto ai quali il ruolo delle amministraziioni comunali è di promozione sostegno integrazione Ad esempio possono essere citate le campagne di sensibilizzazione le iniziative di auto organizzazione di utenti e famigliari le banche del tempo Servizi di trasporto Sono qui ricompresi i servizi e gli interventi relativi ai trasporti erogati a determinate fasce di popolazione con difficoltà nell ambito della mobilità Servizi per l accessibilità La sezione comprende interventi e servizi per facilitare l accessibilità e l eliminazione delle barriere architettoniche nell ambiente urbano nell edilizia pubblica o aperta al pubblico nella edilizia residenziale Servizi ed Interventi Domiciliari Le azioni a sostegno della domiciliarità consistono in interventi progettati e svolti da operatori qualificati aventi ad oggetto la cura della persona e dell ambiente domestico il supporto all inserimento di minori nel nucleo familiare il supporto alle relazioni familiari e allo sviluppo socio educativo dei minori Le azioni a sostegno della domiciliarità sono rivolte a cittadini con difficoltà psico fisiche tali da compromettere le autonomie di base necessarie a garantire dignità nella gestione delle attività quotidiane e sono finalizzate al perseguimento dei seguenti obiettivi contrastare l istituzionalizzazione delle persone favorendone la permanenza presso il domicilio sostenere la famiglia nel superamento degli eventi critici che possono accompagnare alcune fasi della vita garantire l informazione sulle opportunità di scambio fra famiglie e territorio Servizi per il lavoro Sono qui ricompresi gli interventi per facilitare l avvio al lavoro ed alla formazione professionale di fasce di popolazione a rischio di rimanerne escluse Servizi Residenziali I servizi residenziali sono rivolti a persone non assistibili nel proprio ambito familiare in considerazione del loro stato di non autosufficenza in difficoltà nel mantenere la propria autonomia psicofisica e relazionale e perseguono i seguenti obiettivi assicurare trattamenti socio assistenziali e sanitari di base tesi al riequilibrio di condizioni psicofisice deteriorate e al mantenimento della dignità della persona

    Original URL path: http://www.comune.bologna.it/sportellosociale/articoli/2570 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Dove e Quando | Servizi e Sportelli Sociali | Rete civica Iperbole
    è lo sportello Guarda la mappa torna al menu Quartiere Navile Zona Bolognina via di Saliceto 5 tel 051 4151313 56 centralino tel 051 4151311 fax 051 7095015 Zona Lame via Marco Polo 53 tel 051 6353612 37 centralino tel 051 6353611 fax 051 7095015 E mail serviziosocialenavile comune bologna it www comune bologna it quartierenavile orari apertura sportello Zona Bolognina martedì e giovedì dalle 8 15 alle 17 30 Zona Lame martedì dalle 8 15 alle 13 30 Lo sportello Navile zona Lame di via M Polo rimane chiuso nei mesi di gennaio e febbraio 2016 causa carenza di personale Dov è lo sportello zona Bolognina Guarda la mappa Dov è lo sportello zona Lame Guarda la mappa torna al menu Quartiere Porto via della Grada 2 2 tel 051 6498421 431 fax 051 6498471 E mail serviziosocialeporto comune bologna it www comune bologna it quartiereporto orari apertura sportello martedì e giovedì dalle 8 15 alle 17 30 Dov è lo sportello Guarda la mappa torna al menu Quartiere Reno via Battindarno 123 tel 051 6177831 49 centralino tel 051 6177811 fax 051 7095164 E mail serviziosocialereno comune bologna it www comune bologna it quartierereno orari apertura sportello martedì e giovedì dalle 8 15 alle 17 30 Dov è lo sportello Guarda la mappa torna al menu Quartiere San Donato via Rimesse 1 13 centralino tel 051 340868 fax 051 4296013 E mail serviziosocialesandonato comune bologna it www comune bologna it quartieresandonato orari apertura sportello martedì e giovedì dalle 8 15 alle 17 30 Orario estivo 2015 Dal 16 6 al 15 9 solo al mattino 8 15 14 00 leggi le ulteriori avvertenze relative all orario estivo Dov è lo sportello Guarda la mappa torna al menu Quartiere San Vitale via Rimesse 1 13 centralino tel 051 340868

    Original URL path: http://www.comune.bologna.it/sportellosociale/pagine_indice/3371 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Domande Ricorrenti | Servizi e Sportelli Sociali | Rete civica Iperbole
    la carrozzina riservato prioritariamente alle persone che utilizzano carrozzine o altri ausili per gli spostamenti Le tariffe sono quelle del normale servizio taxi è attivo 24 24h anche nei giorni festivi vedi esitono alcune associazioni che effettuano attività di trasporto di tipo saltuario o continuativo per lo più legate a visite mediche frequenza a centri o altre esigenze quotidiane o di tempo libero vedi infine il trasporto pubblico urbano gli autobus Con il continuo rinnovo del parco mezzi aumenta sempre di più la percentuale di autobus dotati della rampa per l accesso e di un alloggiamento interno per le carrozzine Tuttavia viaggiare in bus non dipende solo dalle caratteritiche del mezzo ma anche dall assetto delle fermate marciapiede pensiline apposite in relazione anche alle condizioni del traffico in quella via auto in sosta larghezza della carreggiata Ne approfittiamo per ricordare che esistono altri servizi interventi agevolazioni legate ai trasporti contrassegno handicap per circolazione e sosta accesso corsie e zone controllate da telecamere realizzazioni di parcheggi riservati sotto casa e al luogo di lavoro facilitazioni per trasporto in aereo e treno abbonamenti scontati per bus urbani ed extraurbani agevolazioni fiscali su acquisto auto e bollo contributi su acquisto auto e attrezzature per adattamenti alla guida Consultare le schede informative apposite nella sezione Disabili vedi A mia moglie è stata diagnosticata la sclerosi multipla una malattia evolutiva Come possiamo rimanere informati ed adattarci via via come famiglia alle sue esigenze vedi Gentile signore ha già ben sottolineato nella sua domanda i nodi del problema essere informati per non sentirsi soli per cogliere le opportunità per sapere bene doveri e diritti e saperlo fare nel tempo man mano variano le necessità di sua moglie per l età e per l evoluzione della malattia e delle sua famiglia A Bologna le occasioni non mancano Può iscriversi alla newsletter gratuita sulla Disabilità degli Sportelli sociali che le arriverà mensilmente con le principali novità locali e nazionali vedi Sono disponibili anche altre newsletter utili magari di argomento medico riabilitativo per essere aggiornati su questi aspetti o dedicate a singoli argomenti le barriere il lavoro lo sport vedi Poi esistono le riviste specializzate che hanno vari tagli quella prodotta dall AISM l associazione che si occupa in specifico di sclerosi multipla e ancora riviste medico scientifiche riviste di dibattito culturale sulla diversità emarginazione riviste ancora dedicate a questo o quel tema turismo accessibile sport ausili e tecnologie legislazione vedi Se desidera approfondire ulteriormente e quindi consultare libri e riviste esiste a Bologna anche una Biblioteca specializzata in tema di disabilità gestita dalla Associazione CDH vedi Infine per ogni esigenza e domanda può rivolgersi agli Sportelli sociali nei Quartieri Mio padre è stato colpito da ictus e verrà ad abitare con noi Lo stabile ha molte barriere come dobbiamo regolarci con gli altri inquilini per fare lavori vedi Il tema è delicato soprattutto la dove dovesse esistere un clima condominiale spesso problematico Per i lavori da effettuarsi nelle parti comuni ascensori allargamento porte installazione di rampe è necessario il parere dell assemblea condominiale così come per i lavori fatti in casa serve il consenso dell eventuale proprietario La cosa migliore è rivolgersi all amministratore del condominio per avere un suo aiuto sia nelle relazioni con gli altri condomini sia per gli aspetti legati alle normative ed ai regolamenti condominiali Può essere utile allestire un piccolo schizzo che illustri come saranno i lavori da eseguire informare sulla legislazione che tutela in materia le persone disabili prevenire eventuali domande su aspetti legali come l eventuale lesione del decoro dello stabile il rispetto delle norme sulla sicurezza l impatto eventuale dei lavori sulle proprietà altrui o sulle parti ad utilizzo collettivo ecc Consigli in tal senso possono essere presi anche presso i Sindacato Inquilini in particolare il Sunia di Bologna ha un gruppo di lavoro proprio su queste tematiche In caso di parere favorevole l assemblea può autorizzare i lavori e decidere che le spese sono a carico dell interessato a carico del condominio a carico di una parte degli inquilini ad esempio un ascensore interessa la persona disabile ma magari anche vari inquilini anziani che ne potrebbero usufruire In caso di parere contrario si deve andare per vie legali Se l assemblea condominiale non da risposta entro 30 gg dalla richiesta ufficiale della persona disabile l installazione di opere removibili servoscala rampe mobili o l ampliamento delle porte di ingresso allo stabile la legge autorizza ad eseguire tali lavori senza autorizzazione e a proprie spese Leggi la scheda sui contributi per abbattimento barriere legge 13 89 vedi Una collega mi ha informato che potrei usufruire di permessi dal lavoro per accudire mia madre diventata invalida Di cosa si tratta vedi Probabilmente lei si riferisce alle cosiddette agevolazioni lavorative previste dalla legge 104 del 1992 ved i Per usufruirne non basta il certificato di invalidità ma serve la certificazione di handicap in situazione di gravità prevista dalla legge 104 stessa La si può ottenere tramite visita presso le Commissioni mediche dell ASL vedi Queste agevolazioni lavorative considerando tutte le tipologie sono rivolte ai genitori di disabili ai famigliari di disabili ai disabili stessi che lavorano Hanno diversa articolazione a seconda dei casi riduzione dell orario giornaliero permessi mensili prolongamento del periodi di astensione facoltativa post maternità esenzione dal lavoro notturno scelta della sede di lavoro più vicina al domicilio impossibilità ad essere trasferiti senza consenso La materia è estremamente complicata dato che le variabili sono molteplici suddivisione delle agevolazioni tra i due genitori presenza di più disabili in famiglia maggiore o minore età del figlio le disposizioni di legge si susseguono ed intrecciano continuamente modifiche nelle leggi finanziarie circolari di INPS e INPDAP sentenze e pareri di Organismi vari e dalla data di emanazione del provvedimento si sono susseguiti circa 20 ulteriori atti in materia le interpretazioni della norma spesso non sono univoche tra le varie sedi di enti previdenziali patronati sindacati uffici personale di Enti e ditte le agevolazioni previste dalla legge 104 si possono intrecciare assommare ad altre agevolazioni

    Original URL path: http://www.comune.bologna.it/sportellosociale/domande_ricorrenti/2093 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Sportelli Sociali in Italia | Servizi e Sportelli Sociali | Rete civica Iperbole
    sportelli sociali nella provincia di Bologna in Welfare oggi Maggioli n 3 2014 vedi Bifulco L Le politiche sociali Temi e prospettive emergenti Carocci Roma 2005 vedi Bonaugurelli A La sperimentazione dello Sportello sociale Alcuni esempi dall Emilia Romagna in Autonomie locali e servizi sociali n 12 2005 Lo sportello sociale analisi dell esperienza in Emilia Romagna di A Bonaugurelli 85Kb Cesari M I Servizi Sociali Il nuovo ruolo dei Comuni nella organizzazione e gestione del sistema integrato di welfare Maggioli 2005 vedi CISIS Il nomenclatore nazionale dei servizi e degli interventi sociali in Autonomie locali e servizi sociali n 2 2008 Nomenclatore nazionale dei servizi e degli interventi sociali 60Kb Città metropolitana Bologna IRESS Gli sportelli sociali tra funzioni di accesso e cambiamenti istituzionali esiti dei percorsi laboratoriali con gli operatori dei servizi sociali territoriali della provincia di Bologna 2013 14 Città metropolitana Bologna 2015 pp 60 vedi Devastato G Welfare dell accesso in Prospettive sociali e sanitarie n 18 2008 Le funzioni del welfare dell accesso G Devastato 183Kb Devastato G Un percorso di innovazione sociale gli uffici della Cittadinanza in Umbria in La Rivista del Servizio Sociale ISTISS Roma n 2 2008 Devastato G Nel nuovo welfare Rimini Maggioli 2009 vedi Edelstein C Goberti A Karadole C Ragazzini F a cura di L arte di comunicare nel colloquio breve allo sportello documentazione del percorso formativo 2013 per operatori degli sportelli sociali ed operatori degli sportelli Informafamiglie a cura Regione E Romagna in Gift genitorialità e infanzia famiglie e territorio Quaderni a cura della rete regionale E Romagna dei centri per le famiglie n 19 docembre 2013 a cura Centro documentazione politiche famigliari Comune Ferrara vedi Eiss Ente italiano di servizio sociale Studio e documentazione del servizio d informazione sociale nei paesi europei in Problemi sociali del nostro tempo n 58 Roma 1997 Fabbri V Lippi A 2007 Il segretariato sociale Storia e modelli organizzativi Carrocci Roma vedi Ferrera M 2006 Le politiche sociali Il Mulino Bologna vedi Fontanelli S Criteri comunicativi attraverso cui costruire un progetto per la realizzazione di uno Sportello sociale vedi Forni M Paltrinieri F Ragazzini F L accesso sociale il nuovo sportello sociale La sperimentazione della Regione Emilia Romagna e l esperienza della Provincia di Bologna in Salute e Società n 1 09 L accesso sociale il nuovo sportello sociale 86Kb Frau G Il punto unico di accesso come modello organizzativo per la presa in carico delle persone in Prospettive Sociali e Sanitarie n 18 2008 vedi Gori C a cura di Le riforme regionali per i non autosufficienti Roma Carocci 2008 vedi Gori C Pesaresi F Il welfare futuro una mappa del dibattito in Network Non Autosufficienza L assistenza agli anziani non autosufficienti in Italia Rapporto 2009 Rimini Maggioli 2009 vedi Grassi F Lo sportello sociale e delle opportunità in Pavarin Raimondo Maria a cura di Disagio sociale e marginalità a Bologna Carocci Roma 2007 Iseppato I Rimondini S Le reti dell accesso per la sanità e l assistenza Franco Angeli 2009

    Original URL path: http://www.comune.bologna.it/sportellosociale/pagine_indice/3370 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Il sistema dei servizi | Servizi e Sportelli Sociali | Rete civica Iperbole
    servizi possono essere raggruppati per popolazioni target in 5 tipologie di soggett i Minori e famiglie Adulti in condizioni di vulnerabilità sociale Persone con disabilità Anziani over 65 Immigrati a Accesso generalistico ai servizi Il canale di accesso dei cittadini alle informazioni ed alla eventuale presa in carico da parte dei servizi sociali è rappresentato dallo Sportello Sociale Nel territorio del Comune di Bologna sono attivi attualmente sette Sportelli sociali Il cittadino in situazione di bisogno più rivolgersi direttamente allo Sportello sociale del proprio Quartiere di residenza Lo Sportello svolge un ruolo di informazione orientamento ad esempio verso altri servizi di ambito sociale erogati da altri sportelli informativi specializzati del Comune e di erogazione diretta di alcuni servizi ad esempio di compilazione bandi modulistica ecc Attiva inoltre laddove necessario con il passaggio al Servizio Sociale professionale il processo di valutazione e presa in carico elaborazione PAI Al cittadino preso in carico a seconda dei bisogni valutati verranno poi erogati i servizi o gli interventi di cui necessita b Accesso specialistico ai servizi L accesso ai servizi di carattere specialistico avviene attraverso diversi canali a seconda del tipo di bisogno del cittadino richiedente In particolare nel territorio bolognese sono attivi i seguenti punti di accesso specialistici Ausl USSI Disabili adulti rappresenta il punto di accesso ai servizi per le persone con disabilità tra i 18 e i 65 anni Istituzione per l inclusione sociale Don Serra Zanetti gestisce percorsi di accompagnamento per persone vittime della tratta che abbiano compiuto il 18 anno Settore Servizi sociali gestisce il servizio di Pronto intervento sociale per situazioni indifferibili e urgenti che è attivabile non a richiesta dei cittadini ma solo e unicamente dagli Ospedali dalle Forze dell Ordine e da altri servizi pubblici di emergenza Asp Città di Bologna si occupa deli interventi per

    Original URL path: http://www.comune.bologna.it/sportellosociale/articoli/80043 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Programmazione | Servizi e Sportelli Sociali | Rete civica Iperbole
    assistenziali a sostegno dei cittadini e delle famiglie prestazioni socio sanitarie per rispondere ai bisogni di salutee di mantenimento delle autonomie personali Alla base di questo sistema c è l importante concetto di centralità della person a intesa come la necessità di g arantire a ciascun cittadino risposte personalizzate ai propri bisogni anche complessi e afferenti diverse sfere e ambiti dalla salute all inclusione sociale alla casa alla sicurezza economica al lavoro all ambiente alla cultura agli stili di vita In sostanza la persona è al centro di un percorso volto a garantire il massimo dell equità del benessere e della cura possibili Tale obiettivo si deve realizzare attraverso l integrazione delle politiche sociali con le altre politiche in particolare quelle sanitarie sviluppando reti assistenziali che coinvolgano e integrino le azioni di tutti i soggetti pubblici e privati che operano per l affermazione dei diritti di cittadinanza e di benessere sociale in un ottica di sussidiarietà Lo strumento di programmazione e governace di cui la Regione si è dotata per mettere in pratica e realizzare questi importanti obiettivi è il Piano sociale e sanitario regionale che viene poi declinato a livello locale attraverso gli strumenti dell Atto di indirizzo provinciale e del Piano di Zona Distrettuale 2 Strumenti di programmazione Il processo di programmazione e governance della Regione Emilia Romagna si fonda su tre livelli r egionale provinciale e distrettuale Il Piano sociale e sanitario regionale è lo strumento triennale di programmazione con cui la Regione definisce politiche integrate tra i diversi settori della vita sociale ed in particolare in materia di politiche sociali sanitarie educative e formative del lavoro culturali urbanistiche ed abitative In particolare il Piano regionale definisce gli obiettivi di benessere sociale da perseguire le caratteristiche quantitative e qualitative dei servizi e degli interventi e i criteri generali di accesso e fruizione dei servizi Definisce inoltre le modalità per il raccordo tra la pianificazione regionale e quella zonale distrettuale definendo in particolare linee di indirizzo e strumenti per la pianificazione di zona Lo strumento di programmazione a livello intermedio territorio Ausl è l Atto di indirizzo emanato dalla Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria C T S S organismo che garantisce il coordinamento delle politiche sociali sanitarie e socio sanitarie per il livello metropolitano ed il raccordo tra il livello regionale e quello distrettuale L Atto di indirizzo è uno strumento di programmazione che individua gli indirizzi e le priorità strategiche della programmazione distrettuale e territoriale Inoltre la C T S S assicura l equa distribuzione delle risorse fra gli ambiti distrettuali e definisce i criteri di riparto del Fondo Regionale per la Non Autosufficienza Lo strumento di programmazione distrettuale è il Piano di zona per la salute e per il benessere sociale di durata triennale Il Piano di zona per la salute e il benessere sociale viene approvato dal Comitato di distretto e dalla Giunta comunale sulla base del Profilo di comunità comprensivo dell analisi dei bisogni e dell Atto di indirizzo e coordinamento triennale assunto dalla

    Original URL path: http://www.comune.bologna.it/sportellosociale/articoli/80044 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Accreditamento | Servizi e Sportelli Sociali | Rete civica Iperbole
    e valorizzando e tutelando la professione del lavoro di cura La regolazione dei rapporti tra committenti pubblici e soggetti produttori pubblici o privati avviene mediante contratti di servizio Il sistema di accreditamento prevede dunque precise garanzie sulle professionalità impiegate nei servizi sia per numero di professionisti da impiegare che per formazione sulla continuità assistenziale tenendo conto dei bisogni e delle abitudini degli utenti sulla trasparenza e sull unitarietà nella gestione superando i sistemi a gestione mista sulla qualità la sicurezza e l organizzazione delle strutture sulla valutazione del servizio svolto per migliorarlo anche con l aiuto di famigliari e utenti La Regione con la delibera della Giunta regionale 514 2009 ha definito i requisiti e gli standard per l accreditamento di Assistenza domiciliare Casa residenza per anziani non autosufficienti Centro diurno assistenziale per anziani non autosufficienti Centro socio riabilitativo residenziale per disabili Centro socio riabilitativo semiresidenziale diurno per disabili In un arco di tempo prestabilito dalla Regione fase di accreditamento transitorio ciascuno di questi servizi è stato quindi chiamato a progettare un proprio percorso di adeguamento graduale e progressivo ai requisiti ed agli standard definiti dalla normativa regionale la normativa attualmente non tocca invece gli altri servizi che prestano assistenza

    Original URL path: http://www.comune.bologna.it/sportellosociale/articoli/80045 (2016-02-10)
    Open archived version from archive

  • Progetti innovativi | Servizi e Sportelli Sociali | Rete civica Iperbole
    dimora e attivare percorsi di accompagnamento e collegamento con i servizi per le persone risultate positive allo screening Il progetto si rivolge a tutti coloro che conducono una vita di strada e sono ospiti delle strutture di accoglienza per adulti In particolare sono previste azioni di individuazione delle persone che devono essere coinvolte nello screening per la prevenzione dei tumori al collo dell utero alla mammella e al colon retto e azioni di accompagnamento sia agli esami di primo livello che in caso di positività dei test ad esami più approfonditi Sono previste inoltre azioni e momenti di sensibilizzazione al fine di motivare le persone interessate alla prevenzione anche per il superamento di eventuali timori Progetto Tutti a casa Housing first Bologna Promosso da Associazione Amici di Piazza grande Ausl e Comune di Bologna il progetto si pone l obiettivo di promuovere l emancipazione di persone senza dimora attraverso percorsi di integrazione socio sanitaria finalizzati alla promozione di una maggiore autonomia abitativa L obiettivo è infatti quello di promuovere una strategia mirata a migliorare la qualità della vita delle persone uscendo dall condizione di senza dimora In sintesi il progetto prevede che l associazione Amici di Piazza Grande prenda in affitto da privati cittadini immobili sfitti da destinare ai senza fissa dimora Il tutto attraverso azioni integrate mirate sia alla definizione dei criteri di accesso e individuazione dei soggetti beneficiari che alla promozione di percorsi e azioni realizzati in sinergia tra Servizi Sociali del Comune Csm Sert e associazione mirati a seguire e monitorare il percorso di autonomia delle persone incontri periodici di monitoraggio raccordo con i Sert e i Csm per persone con problemi di dipendenze o salute mentale Area anziani I progetti che seguono progettati per il target anziani in stato di bisogno rientrano in un piano di azioni del comune per sperimentare nuove forme di domiciliarità supportando le famiglie e puntando sull emersione e la qualificazione del lavoro delle assistenti familiari Emersione e qualificazione del lavoro di cura delle assistenti familiari Il Comune offre la possibilità di accedere a contributi economici mirati a coprire totalmente o in parte le spese di regolarizzazione del contratto con un assistente familiare e promuove percorsi di formazione sia per le assistenti familiari che per i caregiver i familiari cioè che si prendono cura della persona in stato di bisogno Con questo progetto il Comune punta anche a conoscere anziani non in contatto con i servizi per valutarne l eventuale stato di bisogno assistenziale mediante visita di un assistente sociale del nucleo per la domiciliarità di Asp Città di Bologna Inoltre già dal 2011 è attivo presso Asp un Punto Unico d accesso per sostenere le familie nella ricerca delle assistenti familiari e per avviare le procedure di accesso al contributo economico sopracitato Progetto pronta attivazione assistenti familiari Il progetto promosso da Comune e Ausl si propone di dare risposta immediata ai cittadini e alle famiglie già nel momento in cui insorge la situazione di bisogno di assistenza dell anziano in fase

    Original URL path: http://www.comune.bologna.it/sportellosociale/articoli/80051 (2016-02-10)
    Open archived version from archive



  •