web-archive-it.com » IT » C » CBTC.IT

Total: 202

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Eventi meteorici significativi - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    Dati tecnici scaricabili Amministrazione trasparente IL TRIBUTO DI BONIFICA Introduzione al tributo Piano di classifica Perimetro di contribuenza Piano di riparto Avvisi e Cartelle di pagamento Calcolo del tributo La nostra attività interessa i bacini idrografici in sinistra del fiume Arno tra Rignano sull Arno e Marcignana di Empoli nei comprensori di bonifica n 21 Valdelsa e n 22 Colline del Chianti Eventi meteorici significativi Evento del 21 e 24

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=256 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Pubblicazioni tecniche - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    di classifica Perimetro di contribuenza Piano di riparto Avvisi e Cartelle di pagamento Calcolo del tributo La nostra attività interessa i bacini idrografici in sinistra del fiume Arno tra Rignano sull Arno e Marcignana di Empoli nei comprensori di bonifica n 21 Valdelsa e n 22 Colline del Chianti Pubblicazioni tecniche Impianti policiclici e multifunzionali Primo esempio in Toscana Scarica Atlante della bonifica della Toscana Scarica The ancient bridge Romajolo

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=243 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Convegni, corsi e seminari - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    del Chianti Convegni corsi e seminari Difendersi dai fiumi o difendere i fiumi Accademia dei Fisiocritici Siena 23 maggio 2014 Scarica Rischio idrogeologico e calamità Il caso del Fiume Greve Palazzo Medici Riccardi Firenze 29 novembre 2013 Scarica Bonifica e Agricoltura a ottanta anni dalla Legge Serpieri Accademia dei Georgofili Firenze 12 novembre 2013 Scarica Strutture arginali vulnerabilità monitoraggio sicurezza La certificazione degli argini Firenze 16 giugno 2010 Scarica Scarica Riqualificazione di aree di pertinenza fluviale con impianti di arboricoltura da legno Sambuca Val di Pesa 28 maggio 2010 Scarica Il Piano di Gestione dell Appennino Settentrionale il governo delle acque nell azione dei Consorzi di Bonifica Firenze 28 ottobre 2009 Scarica Il Torrente Ambra Approccio integrato per la valutazione dello stato ambientale come strumento di governo del territorio Bucine 18 aprile 2008 Scarica Acqua e paesaggi cultura gestione e tecniche nell uso di una risorsa Firenze 29 30 maggio 2008 Scarica L ingegneria naturalistica in ambito fluviale Firenze 19 ottobre 2007 Figline Valdarno Greve in Chianti Val di Pesa 24 ottobre 2007 Scarica La funzionalità fluviale del Fiume Greve Greve in Chianti 20 settembre 2007 Scarica Biodiversità e progettazione sostenibile dell ambiente fluviale Firenze 22 giugno 2007 Progettazione integrata

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=238 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Tirocini universitari e post-universitari - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    Agostino Mastrangelo Interventi per la mitigazione del rischio idraulico in Pian del Casone SI 2010 Giacomo Corsetti Verifiche di area vasta mediante modellazione idraulica dei bacini del t Pesa e del f Greve 2010 Lorenzo D Amico Studio idraulico del tratto vallivo del Torrente Ema correlato al completamento delle opere di laminazione delle piene nei pressi di loc Capannuccia 2009 Scarica Laura Nesterini Samuele Varvaro Studio di fattibilità di un invaso idrico sul torrente Pesa 2008 Scarica Francesco Brestolani Analisi idraulica per la realizzazione di un intervento di protezione di sponda e di sistemazione di versante sul borro della Gavinaia in Greve in Chianti 2008 Filippo Barbanera Modellazione idraulica del Torrente Greve nel tratto dell abitato di Greve in Chianti 2007 Scarica Marco Mignacca Modellazione del sistema idraulico della cassa di espansione di Madonna della Tosse possibili contributi di tipo gestionale 2007 Scarica Marco Pianigiani Modellazione idrologica di bacino un caso sperimentale 2007 Scarica Lorenzo D Amico Studio per l installazione di una stazione idrometrica sul Torrente Ema 2006 Scarica Paolo Abbracciati Studio di un modello idrologico di piena di versante applicato su parcelle sperimentali nell Azienda agricola di Montepaldi 2006 Francesco Pizzi Progetto di interventi strutturali per la riduzione del rischio idraulico nella piana di Scandicci 2006 Pierantonio Tassielli Modellazioni idrauliche e del trasporto solido finalizzate ad analisi di fattibilità di un sistema di opere di laminazione nel bacino del Torrente Ema 2005 Giovanna Vardeu Cassa di espansione di Turbone verifiche e interrimento 2005 Gianni Boretti Ipotesi di interventi strutturali di laminazione per la riduzione del rischio idraulico nella piana di Settimo a Scandicci 2005 Rosa D Alise Studio geomorfologico finalizzato alla riqualificazione fluviale del Torrente Pesa 2005 Maria Luigia Tedesco Contributo della geochimica delle acque e dei fanghi per la valutazione dello stato ambientale dell area di Settimo

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=301 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Stato di attuazione del Piano Stralcio Rischio Idraulico - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    elimini il problema del rischio idraulico nel bacino della Pesa trascurando però il fatto che per esempio il giorno 8 10 1993 si ebbero esondazioni diffuse nell alto e medio bacino che coinvolsero anche i centri urbani di Lucarelli e Sambuca ovvero a monte delle previsioni di intervento del Piano Tale evento risultò molto severo alcune stazioni pluviografiche registrarono piogge associabili a tempi di ritorno elevatissimi per es la stazione di Società Agr Caparsa nel comune di Radda in Chianti registrò un picco orario tra le ore 15 e 16 di 70 mm di pioggia tale valore facendo riferimento alle Linee Segnalatrici di Possibilità Pluviometrica per le stazioni di Empoli e Poggibonsi ottenute mediante adattamento alla legge di distribuzione di Gumbel del massimo valore e regressione lineare multipla Viti e Pagliara 1990 è associabile ad un evento a tempo di ritorno di circa 200 anni facendo invece riferimento alla LSPP della stazione di Ferrone nell ipotesi di comportamento scala invariante delle precipitazioni ed adattando il fattore di frequenza alla distribuzione di Gumbel Piano di Bonifica 1996 tale evento risulta associabile a tempi di ritorno ancora maggiori Risulta a parte la severità dell evento sopra citato opportuno procedere alla riduzione del rischio anche nell alta Pesa Il Piano di Bonifica e Tutela del Territorio del Val di Pesa giugno 1996 ha individuato interventi e metodi per la mitigazione del pericolo idraulico nell intero bacino ed in particolare nella parte alta e media nella logica della complementarietà al Piano di Bacino Si tratta di un percorso di ricostruzione delle pertinenze fluviali con interventi che vanno dalla realizzazione di vere e proprie casse di espansione strutturate comunque di basso impatto all eliminazione di arginature longitudinale alla realizzazione di argini trasversali a campagna all acquisizione di aree golenali e restituzione alla pertinenza fluviale al semplice allargamento delle fasce ripariali Sono state già realizzate peraltro opere comprendenti interventi come quelle suddetti a Campomaggio ed a Lucarelli nel comune di Radda in Chianti tra Petrazzo e la Casina nei comuni di Castellina in Chianti Greve in Chianti Tavarnelle Val di Pesa in questo caso tra gli interventi di sistemazione di un tratto di corso d acqua è stata realizzata una verta e propria cassa di espansione strutturata a basso impatto Dunque l attuazione del Piano di Bacino permette il raggiungimento degli obiettivi per quanto riguarda il contributo di piena all asta dell Arno e la mitigazione del rischio idraulico nel basso bacino della Pesa per l alto e medio bacino bisognerà invece procedere secondo le previsioni del Piano di Bonifica e Tutela del Territorio del Val di Pesa Risulta attualmente già realizzata la cassa di espansione del M no dell Ospedale in sinistra idraulica in prossimità dell abitato di Montelupo Si ritiene poi che sussistano le condizioni per innescare un importante progetto di ricerca La progettazione di un sistema di laminazione costituito da una serie di casse di espansione off stream lungo il torrente Pesa è l occasione per una proposta di sistemazione fluviale in senso ampio river restoration lungo l intero tratto interessato dalle opere circa 20 25 km di sviluppo La necessità perciò di un approccio multidisciplinare è condizione necessaria per pervenire ad una proposta progettuale a valore aggiunto ovvero che raggiunga l obiettivo di cui al Piano Stralcio Rischio Idraulico ai fini della mitigazione del pericolo idraulico persegua la riqualificazione del tratto fluviale intesa come obiettivo dello stato comunque dinamico di un corso d acqua che permette di ottimizzare una serie di funzionalità che possiamo indicare in senso ampio ambientali dello stesso attraverso azioni che indirizzano verso una configurazione stabile dal punto di vista geomorfologico ed ecologico L approccio multidisciplinare permetterà l analisi delle varie funzionalità del corso d acqua individuando la soluzione che ne ottimizza l insieme attraverso valutazioni e scelte condivise anche dai vari portatori di interesse locali Discipline fondamentali possono considerarsi Idraulica fluviale Geomorfologia fluviale Ecologia Scienze naturali Scienze forestali Architettura del paesaggio Obiettivi della quota di progetto di ricerca afferente la progettazione preliminare delle casse di espansione possono essere guidare le scelte progettuali al fine di dare valore aggiunto agli interventi del Piano Stralcio Rischio Idraulico impostare una successiva eventuale fase di monitoraggio e valutazione post intervento delle scelte perseguite rendere trasparente la procedura di scelta tra le varie soluzioni aiutare a definire un protocollo condiviso dell attività di tutela e difesa diffusa da parte del soggetto manutentore dell intervento da considerare in senso ampliato il piano di manutenzione dell intervento per quanto riguarda la componente naturale Le valutazioni speditive del Piano per quanto riguarda il torrente Greve indicano deficit di volumi utili alla laminazione per raggiungere livelli significativi di sicurezza rispetto alle stesse previsioni di Piano In particolare si considerano obiettivi da raggiungere le laminazioni dei picchi di piena fino a 200 mc s Greve a Ferrone e 450 mc s Greve a Scandicci l idrogramma di piena dei giorni 3 6 novembre 1966 ha registrato alla sezione terminale 505 mc s mentre quello di progetto si stima in 680 mc s tenendo conto di eventuali innalzamenti arginali i volumi individuati come sopra scritto secondo il Piano sembrano insufficienti per cui si auspica il reperimento di altri 0 9 Mmc Allo stato attuale molte delle casse di tipo B soprattutto nel tratto più alto risultano già realizzate anche se probabilmente da adeguare per ottimizzarne l efficienza La modellazione più puntuale prevista in fase di progettazione permetterà di valutare con precisione le eventuali carenze volumetriche obiettivo da raggiungere sarà pertanto anche una proposta di soluzioni tecnicamente ambientalmente ed economicamente accettabili in aggiunta alle opere oggetto del presente documento per massimizzare la sicurezza idraulica dell area Le casse invece nel tratto a valle di Scandicci torrente Greve allo sbocco in Arno servono a laminare oltre che le piene della Greve anche quelle dell Arno In particolare comunque le aree più a monte di destra Greve sembrano essere impegnate da insediamenti e infrastrutture di recente realizzazione Potrà essere studiato un parziale utilizzo per l autocontenimento delle acque basse della Piana di

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=349 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Open Data CBTC – Dati tecnici scaricabili - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    tecnici scaricabili Rete di livellazione T Pesa 2007 Rete di livellazione T Ema e F Greve 2007 Rete di livellazione T Virginio 2005 T Ema Sezioni da Case Rinforzati a Meleto 2007 T Ema Sezioni da Meleto a Ponte a Ema 2007 T Ema Sezioni da Ponte a Ema alla confluenza nel F Greve 2007 F Greve Sezioni da Molino del Piano a Greti 2007 F Greve Sezioni da Greti al Ferrone 2007 F Greve Sezioni dal Ferrone a Tavarnuzze 2007 F Greve Sezioni da Tavarnuzze a Le Bagnese 2007 F Greve Sezioni da Le Bagnese alla confluenza nel F Arno 2007 T Pesa Sezioni da Lucarelli a Petrazzo 2007 T Pesa Sezioni da Petrazzo a Sambuca Val di Pesa 2007 T Pesa Sezioni da Sambuca Val di Pesa a Bargino 2007 T Pesa Sezioni da Bargino a Ponte Rotto 2007 T Pesa Sezioni da Ponte Rotto a Cerbaia 2007 T Pesa Sezioni da Cerbaia a Ginestra Fiorentina 2007 T Pesa Sezioni da Ginestra Fiorentina alla confluenza nel F Arno 2007 T Virginio Sezioni da Fornacette a Baccaiano 2005 T Virginio Sezioni da Baccaiano a Ginestra Fiorentina 2005 Galleria fotografica 3 foto Questa sezione contiene dati tecnici scaricabili da parte

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=2901 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Amministrazione trasparente - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    Avvisi e Cartelle di pagamento Calcolo del tributo La nostra attività interessa i bacini idrografici in sinistra del fiume Arno tra Rignano sull Arno e Marcignana di Empoli nei comprensori di bonifica n 21 Valdelsa e n 22 Colline del Chianti Amministrazione trasparente Avvisi di formazione elenchi per incarichi e procedura negoziata Avvisi di avvenuto affidamento Bandi di gara e contratti Galleria fotografica 3 foto La pubblicazione on line dei bandi di gara e di tutta la documentazione connessa nonchè gli adempimenti di post informazione ad avvenuta aggiudicazione rappresentano una delle forme previste dai testi normativi Codice dei contratti D Lgs 163 2006 e smi e suo Regolamento di attuazione DPR 207 2010 per assicurare la massima trasparenza delle procedure poste in essere nonchè per consentire la più ampia partecipazione delle imprese In questa sezione sono disponibili tutti i dati relativi agli avvisi per la formazione di elenchi per affidamento incarichi inferiori a 20 000 00 e di elenchi di imprese per contratti di lavori mediante procedura negoziata gli esiti delle procedure negoziate e dei cottimi fiduciari gli avvisi di avvenuto affidamento e la pubblicazione dei dati relativi alle gare ATTENZIONE Ai sensi della L R 79 2012 il Consorzio

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=5121 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Introduzione al tributo - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    della rendita catastale in caso di fabbricati e o del reddito dominicale in caso di terreni moltiplicati per il coefficiente di riparto delle spese determinato dal Piano di Riparto e per l indice di beneficio di ciascun immobile determinato dal Piano di Classifica del Territorio In esso si tiene conto di un concetto di beneficio non strettamente collegato alla possibilità di essere interessati da allagamenti o esondazioni dei corsi d acqua naturali bensì esteso anche alla tutela dell assetto idrogeologico ed ambientale dell intero bacino idrografico suddiviso in Unità Funzionali composte da diversi fogli di mappa catastali per ciascuno dei quali è individuato il grado di beneficio Il tributo è un obbligo di legge ma soprattutto serve a realizzare i lavori concertati ogni anno tra il Consorzio e Enti locali senza troppi passaggi intermedi La filiera corta del tributo permette ai cittadini consorziati di vedere direttamente riversato il proprio contributo in opere per la sicurezza e la tutela ambientale Il tributo di bonifica è obbligatorio l art 53 sez IX dello Statuto del Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale prevede che la spesa a carico della proprietà consorziata per l esecuzione la manutenzione l esercizio delle opere di bonifica nonché quella relativa alle altre finalità istituzionali del Consorzio è ripartita in ragione dei benefici conseguiti sulla base di apposito piano di classifica Tale articolo è in perfetto rispetto degli artt 812 860 del Codice Civile degli artt 7 11 17 21 59 del R D 215 33 e dell art 16 della L R T 34 94 e successive mm e ii Così come anche indicato all art 16 della L R T 34 94 con il PIANO DI CLASSIFICA si individuano dunque i criteri generali per l applicazione del PIANO DI RIPARTO delle spese consortili tra i proprietari degli

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=368 (2016-05-01)
    Open archived version from archive