web-archive-it.com » IT » C » CBTC.IT

Total: 202

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Piano di classifica - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    DI BONIFICA Introduzione al tributo Piano di classifica Perimetro di contribuenza Piano di riparto Avvisi e Cartelle di pagamento Calcolo del tributo La nostra attività interessa i bacini idrografici in sinistra del fiume Arno tra Rignano sull Arno e Marcignana di Empoli nei comprensori di bonifica n 21 Valdelsa e n 22 Colline del Chianti Piano di classifica Sintesi Approfondimento Galleria fotografica 3 foto Il PIANO DI CLASSIFICA è uno strumento che mediante l utilizzo di parametri tecnici ed economici individua e quantifica i benefici che gli immobili ricadenti all interno del perimetro di contribuenza traggono dalle opere e dall attività di bonifica Le entrate tributarie ruoli necessarie perché l Ente possa svolgere i compiti affidatigli da legge vengono pertanto ripartite tra i proprietari di immobili del comprensorio secondo questo piano che dunque valuta come il tributo si ripartisce sul territorio sulla base del beneficio relativo tra gli immobili Il Piano di Classifica garantisce cioè grazie ad una approfondita ricerca una puntuale individuazione di benefici e quindi un corretto esercizio del potere impositivo Piani di Classifica PDF ATTENZIONE Ai sensi della L R 79 2012 il Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale è stato soppresso il 28 febbraio 2014 e

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=382 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Perimetro di contribuenza - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    in sinistra del fiume Arno tra Rignano sull Arno e Marcignana di Empoli nei comprensori di bonifica n 21 Valdelsa e n 22 Colline del Chianti Perimetro di contribuenza Galleria fotografica 3 foto Il PERIMETRO DI CONTRIBUENZA è l area territoriale che ricomprende gli immobili che ricevono beneficio dalla gestione dei corsi d acqua per la diminuzione del rischio idraulico per la difesa del suolo e per la tutela del territorio e delle sue risorse ambientali operata quotidianamente da un Consorzio di Bonifica Tutti i proprietari degli immobili agricoli ed extragricoli che ricevono beneficio dalle opere di competenza consortile e che per tale motivo sono inclusi nel perimetro di contribuenza sono associati obbligatoriamente ad un Consorzio di Bonifica art 15 della L R 34 1994 e sono chiamati a contribuire in proporzione al beneficio ricevuto dall attività consortile secondo i criteri indicati nel PIANO DI CLASSIFICA e secondo la ripartizione stabilita dal PIANO DI RIPARTO Il Perimetro di Contribuenza del Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale non coincide indiscriminatamente con l intera estensione territoriale dei comprensori di bonifica n 21 Val d Elsa e n 22 Colline del Chianti bensì individua le aree soggette al tributo perchè interessate dall attività

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=401 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Piano di riparto - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    Valdelsa e n 22 Colline del Chianti Piano di riparto Galleria fotografica 3 foto Il PIANO DI RIPARTO degli oneri a carico della proprietà consorziata provvede a ripartire la previsione di entrata tributaria sulle proprietà consorziate In sede di bilancio preventivo si prevedono entrate tributarie a copertura delle attività istituzionali Per la ripartizione a carico della proprietà consorziata agricola ed extragricola di tali entrate si utilizzano gli indici di beneficio valutati nel PIANO DI CLASSIFICA Il rapporto tra entrate tributarie e somma delle rendite immobiliari a cui sono applicati gli indici di beneficio per i Comprensori di bonifica n 21 Val d Elsa e n 22 Colline del Chianti definita anche rendita consorziale totale produce il coefficiente di riparto k Agli immobili extragricoli che si trovano in agglomerati urbani serviti da fognatura di cui alla Convenzione stipulata con AATO 3 Medio Valdarno e alla Convenzione con AATO 2 Basso Valdarno viene applicato il coefficiente di riparto k Questo si ottiene applicando al coefficiente di riparto k la riduzione percentuale ottenuta dal rapporto E AATO SUMj Tj dove E AATO è l onere a carico del gestore del servizio idrico integrato di ATO 2 e di ATO 3 SUMj Tj è l entrata tributaria derivante dagli immobili extragricoli di agglomerati urbani serviti da fognatura in carico al gestore del servizio idrico integrato di ATO 2 e di ATO 3 Piani di Rpiarto PDF Riportiamo di seguito i valori sintetici dei coefficienti di riparto degli ultimi anni anno 2004 k 0 364308 anno 2005 k 0 364308 anno 2006 k 0 3723228 anno 2007 k 0 37948285 k 0 32502158 anno 2008 k 0 383277679 k 0 328271795 anno 2009 k 0 383277679 k 0 328271795 anno 2010 k 0 395445224 k 0 338693122 anno 2011 k 0 405727 k 0 347500

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=403 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Avvisi e Cartelle di pagamento - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    e Cartelle di pagamento Avviso Cartella Modalità di pagamento In caso di errori Deducibilità Fabbricati rurali Galleria fotografica 3 foto La gestione dell attività di riscossione del tributo di bonifica viene svolta dall Ufficio Servizi su tributo e catasto consortile del Consorzio Ai sensi dell articolo 18 della Legge Regionale 34 94 viene istituito presso ciascun Consorzio il CATASTO CONSORTILE che contiene i dati degli immobili di proprietà ricadenti nel perimetro del Consorzio stesso Tale catasto è regolarmente aggiornato attraverso le segnalazioni dei singoli utenti e l acquisizione annuale dei dati conservati presso gli uffici provinciali dell Agenzia del Territorio ex U T E del Ministero delle Finanze a cui il Consorzio è obbligato a riferirsi per legge In concreto ogni anno i dati relativi ai beni immobili su cui viene calcolato il tributo sono prelevati direttamente dall archivio dell Agenzia del Territorio ed è sulla base di questi che alla data di riferimento del contributo e individuati i titolari delle unità immobiliari consorziati il Consorzio emette il ruolo di contribuenza Ufficio Servizi su tributo e catasto consortile Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale Via Giuseppe Verdi 16 50122 Firenze FI 4 PIANO Telefono 055 240269 055 2639288 Fax 055

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=406 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Calcolo del tributo - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    del tributo La nostra attività interessa i bacini idrografici in sinistra del fiume Arno tra Rignano sull Arno e Marcignana di Empoli nei comprensori di bonifica n 21 Valdelsa e n 22 Colline del Chianti Calcolo del tributo Galleria fotografica 3 foto La simulazione di calcolo del tributo è relativa agli immobili iscritti a ruolo perché ricadenti ricadenti all interno del perimetro di contribuenza dei comprensori di bonifica n 21 Val d Elsa e n 22 Colline del Chianti ed ha valore solamente indicativo L importo esatto del tributo di bonifica è riportato negli avvisi cartelle di pagamento del Consorzio recapitati notificati direttamente all intestatario della contribuzione il quale può provvedere al pagamento soltanto nei modi e nei tempi indicati nelle suddette comunicazioni ufficiali Per gli immobili ricadenti nel territorio degli ex Consorzi Idraulici Riuniti di Empoli soppressi con Delibera del Consiglio Regionale della Toscana n 11 del 12 02 2008 con consegunete passaggio di tutte le funzioni e le competenze territoriali al Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale il primo ruolo di bonifica emesso nell anno 2011 risulterà eccezionalmente biennale tributo 2010 tributo 2011 Per effettuare il calcolo del tributo è necessario cliccare su questo link ATTENZIONE Ai sensi

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?page_id=431 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • CONSORZIO DI BONIFICA N. 3 – MEDIO VALDARNO - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    meteorici significativi Pubblicazioni tecniche Convegni corsi e seminari Tirocini universitari e post universitari Stato di attuazione del Piano Stralcio Rischio Idraulico Open Data CBTC Dati tecnici scaricabili Amministrazione trasparente IL TRIBUTO DI BONIFICA Introduzione al tributo Piano di classifica Perimetro di contribuenza Piano di riparto Avvisi e Cartelle di pagamento Calcolo del tributo La nostra attività interessa i bacini idrografici in sinistra del fiume Arno tra Rignano sull Arno e Marcignana di Empoli nei comprensori di bonifica n 21 Valdelsa e n 22 Colline del Chianti CONSORZIO DI BONIFICA N 3 MEDIO VALDARNO Con la deliberazione dell assemblea consortile n 1 del 26 febbraio 2014 è stato istituito il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno a seguito dell insediamento dei relativi organi Ai fini amministrativi e procedurali l istituzione formale Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno decorre dal 1 marzo 2014 Con l istituzione del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno il Consorzio di Bonifica Toscana Centrale insieme ai Consorzi di Bonifica Area Fiorentina e Ombrone Pistoiese Bisenzio sono stati soppressi Pertanto a decorrere dal 1 marzo 2014 il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno subentra in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi del Consorzio di Bonifica Toscana Central

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?p=5102 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • NASCE IL NUOVO CONSORZIO MEDIO VALDARNO. MARCO BOTTINO ELETTO PRESIDENTE - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    e n 22 Colline del Chianti NASCE IL NUOVO CONSORZIO MEDIO VALDARNO MARCO BOTTINO ELETTO PRESIDENTE Galleria fotografica 5 foto Si è tenuta oggi la prima assemblea del Consorzio di Bonifica n 3 Medio Valdarno nell ufficio di presidenza il vice Adriano Borgioli e Caterina Biti per il Comune di Firenze FIRENZE 26 02 2014 Si è tenuta oggi la prima assemblea del Consorzio di Bonifica n 3 Medio Valdarno costituito ai sensi della recente riforma del settore della Regione Toscana LRT 79 2012 Il nuovo ente va a sostituirsi nelle funzioni di difesa del suolo ai precedenti Consorzio di Bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio Consorzio di Bonifica Area Fiorentina Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve e Unione dei Comuni Val di Bisenzio Alla riunione costitutiva del nuovo ente gestore convocata dall Ing Carlo Ferrante commissario regionale per la gestione della fase transitoria erano presenti i 15 membri eletti in occasione delle elezioni dell ultimo 30 novembre 5 rappresentanti dei Comuni Firenze Pistoia Calenzano Prato Quarrata 2 rappresentanti dei Comuni montani Borgo San Lorenzo e Londa 3 rappresentanti delle Province Firenze Siena Prato e 1 rappresentante della Regione Stefano Gamberi per un totale di 26 membri dell Assemblea Nel corso dell assemblea è stato eletto a larga maggioranza il presidente Marco Bottino che sarà affiancato nell ufficio di presidenza dal vicepresidente Adriano Borgioli e da Caterina Biti in rappresentanza del Comune di Firenze di cui è Assessore all Ambiente Revisore dei Conti sarà Catia Buti Nel corso del suo primo intervento in qualità di presidente Bottino ha ringraziato per la fiducia promettendo di voler svolgere il proprio lavoro in stretta collaborazione con i territori e le comunità del comprensorio Medio Valdarno le Colline del Chianti la Val d Elsa la Piana Fiorentina la Val di

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?p=5068 (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • MONASTERO DELLA CERTOSA: IMPORTANTI LAVORI DEL CONSORZIO ALLA CONFLUENZA FRA LA GREVE E L’EMA - Consorzio di Bonifica – Toscana Centrale
    LAVORI DEL CONSORZIO ALLA CONFLUENZA FRA LA GREVE E L EMA Galleria fotografica 7 foto Posizionata una scogliera protettiva ai piedi della sponda e restaurata la cerchia muraria del monastero Durante i lavori scoperto un misterioso cunicolo passaggio segreto o fogna Esattamente nel febbraio del 1342 Niccolò Acciaioli personaggio di spicco dell ambiente politico ed economico trecentesco appartenente ad una delle famiglie di banchieri più ricche della Firenze di allora stilava la carta di donazione delle terre su cui sarebbe dovuta sorgere una nuova certosa benedettina Quelle terre del Monte Acuto furono scelte per la posizione elevata ma soprattutto per il fatto di essere circondate da due torrenti confluenti la Greve e l Ema che garantivano il necessario isolamento per un adeguata vita monastica Di contro la limitata superficie a disposizione costrinse i costruttori ad innalzare massicci muri di contenimento e imponenti bastioni per poter edificare il complesso monastico proprio su quel colle Mura solide ben fatte che sorreggono la Certosa di Firenze ormai da quasi 700 anni ma che nel tempo hanno subito cedimenti e crolli in diversi punti spesso proprio a causa della capacità erosiva dei torrenti che le circondano Molti i segni delle ricostruzioni nel tempo a difesa della stabilità e dell isolamento della Certosa ultimo ad essere intervenuto il Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale che dopo aver stabilizzato il piede di sponda con un apposita scogliera ha recentemente terminato un importante lavoro di restauro del muro di retta del terrapieno e del muro di cinta sovrastante sul quale si era aperta un evidente lesione Durante i lavori condotti a partire da un attenta analisi strutturale e del contesto paesaggistico nonchè da una profonda ripulitura dell area in cui in passato erano stati abbandonati parecchi rifiuti il progettista e direttore dei lavori l Architetto Marco Parrini

    Original URL path: http://www.cbtc.it/?p=5036 (2016-05-01)
    Open archived version from archive