web-archive-it.com » IT » C » CENTROANZIANI.IT

Total: 319

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • La Norvegia ed il fascino dei fiordi | CENTRO SOCIO CULTURALE ANZIANI
    ed il fascino dei suoi fiordi Viaggio affascinante tra le meraviglie della natura che nel territorio della Norvegia manifesta la sua spettacolare veste I fiordi sono una sua opera l acqua del mare ha riempito le vallate a forma di U dopo il ritiro dei ghiacciai creando questo merletto di rocce Il terreno presso le rive è coperto da una flora rigogliosa si possono vedere foche e focene ed il cielo solcato da aquile ed altre specie di uccelli E forse se si è fortunati si potrebbe anche osservare l aurora boreale Comunque per informazioni più dettagliate il programma la quota di partecipazione rivolgersi a Marisa entro il 18 febbraio Il Presidente del Centro Aldo Pastore Questo articolo è stato pubblicato in Gite Notizie da admin Aggiungi il permalink ai segnalibri 2 pensieri su La Norvegia ed il fascino dei fiordi aldo il 29 gennaio 2015 alle 19 36 scrive Franca sei eccezionale ma dove le trovi queste informazioni che tra l altro esponi in maniera veramente ammirevole Rispondi admin il 5 febbraio 2015 alle 20 07 scrive Per ogni cosa che scrivo mi riservo di raccogliere le informazioni più svariate e poi cerco di illustrarle in modo semplice Questo

    Original URL path: http://www.centroanziani.it/la-norvegia-ed-il-fascino-dei-fiordi/ (2016-04-30)
    Open archived version from archive


  • Il giorno della memoria il 27 gennaio 2015 per non dimenticare. | CENTRO SOCIO CULTURALE ANZIANI
    malcelata ci descrive la realtà di quel periodo I primi versi introduttivi della poesia sono ispirati all antica preghiera dello Shemà spiegandone il titolo Nella sua sensibilità e grandezza umana Primo Levi vuole far conoscere quel tragico momento della nostra storia Nella sua poesia egli ha voluto rendere partecipe l umanità di quante ingiustizie sono state commesse contro gli ebrei Noi che viviamo di sicurezze affettive economiche ed abitudine comode dobbiamo ricordare che in quel periodo gli uomini non avevano più dignità non avevano un nome ma un numero stampato sul braccio e dal quel numero l individuo veniva riconosciuto Questi uomini morivano per motivi futili le donne venivano private dei capelli dei loro figli dei loro vestiti ridotte in manichini senza più memoria perché forse anche preferivano non ricordare i momenti belli della loro vita di mamme moglie sorelle nonne pieni di libertà e allegria Dopo la guerra si aveva un timore di parlare di quello che era accaduto forse la paura era entrata nel dna delle persone Ma negli anni seguenti si è cercato e si è riusciti a parlare incominciando dalle scuole facendo convegni per tramandare il ricordo con rabbia repressa ma con ragionevole comprensione per capire ed analizzare le vicende successe e non farle ripetere mai più La poesia di Primo Levi registrato nel campo di sterminio di Auschwitz con il numero 174 517 in quanto ebreo Se questo è un uomo ci fa vivere come spettatori virtuali la vita nel campo di concentramento dove lui ha trascorso una parte della sua vita Di seguito la sua poesia Nelle vostre tiepide case voi che trovate tornando a sera Il cibo caldo e visi amici Considerate se questo è un uomo Che lavora nel fango Che non conosce pace Che lotta per un pezzo di pane Che

    Original URL path: http://www.centroanziani.it/il-giorno-della-memoria-il-27-gennaio-2015-per-non-dimenticare/ (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Kemp Dances di e con Linday Kemp | CENTRO SOCIO CULTURALE ANZIANI
    on 17 gennaio 2015 by admin Il Centro Socio culturale V Veneto di Latina organizza la visione presso il Teatro Brancaccio a Roma dello spettacolo di danza di Kemp Dances con Lindsay Kemp per Sabato 14 marzo Lindsay Kemp vero genio e mostro sacro del teatro internazionale con la sua company creano un magico spettacolo e tutto ruota intorno al suo carisma come interprete non importava se in ruoli di donna uomo elfo marionetta o altro Lo spettacolo offre 4 magnifici e contrastanti ruoli per il trasformismo di Kemp il Diavolo in una versione breve di L Histoire du Soldat che si diverte a travestirsi in 5 ruoli un onirica Identificazione lirica con Violetta Callas in Ricordi di una Traviata poi un viaggio dentro la pazzia mistica del leggendario ballerino de Les Ballets Russes Nijinsky che scrive il suo diario rinchiuso in manicomio e alla fine ne L Angelo un anima che trascende ogni identità per diventare un simbolo dell essenza umana dalla recenzione del Teatro Brancaccio La quota di partecipazione è di 37 Si potrà prenotare e pagare la quota entro il 21 gennaio 2015 rivolgetevi alla signora Marisa tel 3403629150 La partenza è fissata per le ore 18

    Original URL path: http://www.centroanziani.it/kemp-dances-di-e-con-linday-kemp/ (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Chiarimenti sulla certificazione di idoneità | CENTRO SOCIO CULTURALE ANZIANI
    La Nuova Primavera Il Comitato I Collaboratori Contattaci Navigazione articolo Precedente Successivo Chiarimenti sulla certificazione di idoneità Posted on 12 gennaio 2015 by admin Questo articolo è stato pubblicato in Notizie da admin Aggiungi il permalink ai segnalibri Lascia una

    Original URL path: http://www.centroanziani.it/chiarimenti-sulla-certificazione-di-idoneita/ (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Un pomeriggio di solidarietà presso l’ “ICOT” a Latina | CENTRO SOCIO CULTURALE ANZIANI
    ha realizzato presso l ICOT di Latina un piccolo spettacolo di beneficenza Notevole la partecipazione degli malati La maggior parte donne pochi uomini i volti toccati dall età e dalla malattia Essi ci guardavano incuriositi ed alla fine dello spettacolo si sono mostrati grati per la nostra esibizione i nostri sorrisi i nostri incoraggiamenti Quante storie dietro quei volti quanti drammi quante gioie Ma la filodrammatica del Centro ha saputo donare dei momenti di spensieratezza a queste persone donne ed uomini la memoria della nostra società Da qui inizierà sicuramente un cammino per la realizzazione di spettacoli mensili per allietare qualche ora di questi splendidi anziani Una mia riflessione frequentare ospedali centri anziani come volontari non rattrista anzi ci aiuta nella nostra vita ci arricchisce perché questa è la vita sempre che l amore circondi senza tabù senza reticenze senza dubbi come quando si è innamorati e si dona tutto di noi alla persona amata E l amore che guida nella via retta l uomo inteso come membro di una società dove purtroppo la corruzione la miseria morale ed il denaro dominano incontrasti sul destino della società umana Pubblico alcune foto dell incontro Questo articolo è stato pubblicato in Accademia

    Original URL path: http://www.centroanziani.it/un-pomeriggio-di-solidarieta-presso-l-icot-a-latina/ (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Solidarietà | CENTRO SOCIO CULTURALE ANZIANI
    Solidarietà 1 Risposta Un pomeriggio di solidarietà presso l ICOT a Latina In primo piano Posted on 4 gennaio 2015 by admin 1 La Filodrammmatica I Giovantenni del Centro Socio culturale V Veneto di Latina ha realizzato presso l ICOT di Latina un piccolo spettacolo di beneficenza Notevole la partecipazione degli malati La maggior parte donne pochi uomini i volti toccati dall età e dalla malattia Essi ci guardavano incuriositi ed alla fine dello spettacolo si sono mostrati grati per la nostra esibizione i nostri sorrisi i nostri incoraggiamenti Quante storie dietro quei volti quanti drammi quante gioie Ma la filodrammatica del Centro ha saputo donare dei momenti di spensieratezza a queste persone donne ed uomini la memoria della nostra società Da qui inizierà sicuramente un cammino per la realizzazione di spettacoli mensili per allietare qualche ora di questi splendidi anziani Una mia riflessione frequentare ospedali centri anziani come volontari non rattrista anzi ci aiuta nella nostra vita ci arricchisce perché questa è la vita sempre che l amore circondi senza tabù senza reticenze senza dubbi come quando si è innamorati e si dona tutto di noi alla persona amata E l amore che guida nella via retta l uomo inteso come membro di una società dove purtroppo la corruzione la miseria morale ed il denaro dominano incontrasti sul destino della società umana Pubblico alcune foto dell incontro Continua a leggere Pubblicato in Accademia Teatro Solidarietà 1 Risposta Cerca Calendario aprile 2016 L M M G V S D mar 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 Articoli Articoli Seleziona una categoria Accademia Salotti dell Accademia Accademia Teatro Appuntamenti Attività Convenzioni Cultura Feste Gite Medicina Notiziario Noi

    Original URL path: http://www.centroanziani.it/category/solidarieta/ (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Prevenzione cecità: Conversazione con il prof. Elio Genovesi | CENTRO SOCIO CULTURALE ANZIANI
    3 gennaio 2015 by admin E importante controllare la vista e fare prevenzione cercare di non diventare cechi Approfittate di questa occasione che vi offre il Centro V Veneto sempre attento a ciò che vi possa essere utile vi dà l opportunità di fare una conversazione con il prof Elio Genovesi già primario chirurgo oculista presso l ospedale S M Goretti di Latina Alcune nostre considerazioni La vista è il senso più importante del corpo umano Si sono fatti vari studi cercando di paragonare il senso dell udito a quello della vista come il saggio che ha fatto Schopenhauer che sosteneva che la natura della vista è attiva e quella dell udito è passiva non è assolutamente possibile riuscire a creare qualcosa di analogo alla musica per il senso della vista una musica per gli occhi è semplicemente un ipotesi assurda Il suono della musica crea delle vibrazioni che hanno un effetto immediato sullo spirito La vista con la luce i colori la bellezza della natura che ci circonda gli occhi ingenui di un bambino gli occhi di un cane che sono le sue parole incidono ugualmente sullo spirito della persona Vi aspettiamo numerosi per parlarne di più ma anche

    Original URL path: http://www.centroanziani.it/prevenzione-cecita-conversazione-con-il-prof-elio-genovesi/ (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Malala, Premio Nobel per la Pace, all’ONU: Pace e Scuole | CENTRO SOCIO CULTURALE ANZIANI
    morte forza energia e coraggio sono nati Io sono la stessa Malala Le mie ambizioni sono le stesse Le mie speranze sono le stesse E i miei sogni sono gli stessi Cari fratelli e sorelle io non sono contro nessuno Né sono qui a parlare in termini di vendetta personale contro i talebani o qualsiasi altro gruppo terroristico Sono qui a parlare per il diritto all istruzione per tutti i bambini Voglio un istruzione per i figli e le figlie dei talebani e di tutti i terroristi e gli estremisti Non odio nemmeno il talebano che mi ha sparato Anche se avessi una pistola in mano e lui fosse in piedi di fronte a me non gli sparerei Questa è il sentimento di compassione che ho imparato da Maometto il profeta della misericordia da Gesù Cristo e Buddha Questa è la spinta al cambiamento che ho ereditato da Martin Luther King Nelson Mandela e Mohammed Ali Jinnah Questa è la filosofia della non violenza che ho imparato da Gandhi Bacha Khan e Madre Teresa E questo è il perdono che ho imparato da mio padre e da mia madre Questo è ciò che la mia anima mi dice stai in pace e ama tutti Cari fratelli e sorelle ci rendiamo conto dell importanza della luce quando vediamo le tenebre Ci rendiamo conto dell importanza della nostra voce quando ci mettono a tacere Allo stesso modo quando eravamo in Swat nel Nord del Pakistan abbiamo capito l importanza delle penne e dei libri quando abbiamo visto le armi Il saggio proverbio La penna è più potente della spada dice la verità Gli estremisti hanno paura dei libri e delle penne Il potere dell educazione li spaventa Hanno paura delle donne Il potere della voce delle donne li spaventa Questo è il motivo per cui hanno ucciso 14 studenti innocenti nel recente attentato a Quetta Ed è per questo che uccidono le insegnanti donne Questo è il motivo per cui ogni giorno fanno saltare le scuole perché hanno paura del cambiamento e dell uguaglianza che porteremo nella nostra società Ricordo che c era un ragazzo della nostra scuola a cui un giornalista chiese Perché i talebani sono contro l educazione dei ragazzi Lui rispose molto semplicemente indicò il suo libro e disse I talebani non sanno che cosa c è scritto in questo libro Loro pensano che Dio sia un piccolo esseruccio conservatore che punterebbe la pistola alla testa delle persone solo per il fatto che vanno a scuola Questi terroristi sfruttano il nome dell islam per i propri interessi Il Pakistan è un Paese democratico amante della pace I Pashtun vogliono educazione per i loro figli e figlie L Islam è una religione di pace umanità e fratellanza che dice è un preciso dovere quello di dare un educazione a ogni bambino La pace è necessaria per l istruzione In molte parti del mondo in particolare il Pakistan e l Afghanistan il terrorismo la guerra e i conflitti impediscono ai bambini

    Original URL path: http://www.centroanziani.it/malala-canditata-al-premio-nobel-per-la-pace-allonu-pace-e-scuole/ (2016-04-30)
    Open archived version from archive