web-archive-it.com » IT » C » CLAUDIAPORCHIETTO.IT

Total: 376

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Il lavoro non lo creano i dilettanti
    delle idee sul futuro dell Italia Gente che da anni analizzava i problemi e pensava le soluzioni Che quasi sempre sono complesse controintuitive e richiedono anni di duro lavoro sui dati sulle leggi sul funzionamento dell economia e della società Insomma mi pareva che nel giornalino a fumetti del sindaco di Firenze un posto di rilevo fosse riservato anche ad Archimede pitagorico non solo allo zio Paperino e ai suoi simpatici nipotini Vedo ora che le cose non stanno così Il mercato del lavoro è probabilmente l oggetto più complesso di cui la politica possa essere chiamata ad occuparsi Riformarlo in modo non disastroso richiede competenze di economia e di diritto che si acquisiscono solo in anni e anni di studi E infatti molto saggiamente Renzi aveva fatte sue diverse proposte degli esperti e segnatamente il Codice semplificato del lavoro di Pietro Ichino un testo frutto di anni di lavoro e ormai perfettamente pronto ad essere trasformato in legge dello Stato Una riforma a costo zero che renderebbe più facile fare impresa in Italia e che si può varare in pochissimo tempo se c è la volontà politica Ora invece in una situazione in cui non si sa neppure se il governo arriverà a maggio Renzi parla di presentare notate bene presentare non approvare il Codice semplificato entro 8 mesi ossia entro settembre Jobs Act Parte C punto 1 Che cosa è successo Renzi non condivide più il testo che egli stesso ha sottoscritto più di un anno fa Ne ha pronto un altro e diverso Perché far passare tanto tempo Che fine ha fatto il decisionismo del sindaco di Firenze Come si fa ad accusare lo zio Paperino di inerzia di lentezza di praticare la politica degli annunci se poi Qui Quo Qua con l unico disegno di legge pronto perfezionato in anni e anni di lavoro e di consultazioni prevedono di presentarlo l autunno prossimo Di per sé questa esitazione non sarebbe preoccupante se il resto del documento contenesse proposte precise piani dettagliati idee incisive e ben strutturate Ma non è così La bozza del Jobs Act è per ammissione dei suoi stessi estensori poco più che un insieme di spunti su cui dicono ci apriremo alla discussione Con tutti Ma che tipo di discussione E che significa con tutti La risposta ce la dà lo stesso Renzi nell intervista di ieri al Corriere della Sera Abbiamo sottratto la discussione agli esperti e l abbiamo portata in pubblico I dilettanti hanno fatto l arca Gli esperti hanno fatto il Titanic Come dire la specie si è salvata con l arca di Noè opera di dilettanti il disastro del Titanic è quel che ci aspetta se ci affidiamo agli esperti Curioso Negli ultimi anni un simile elogio dell incompetenza l avevo sentito solo dalla deputata Pd Marianna Madia metto la mia inesperienza al servizio del Paese nelle cui dichiarazioni tuttavia almeno si poteva avvertire una punta di autoironia Con Renzi no La metafora dell arca di Noè e l

    Original URL path: http://www.claudiaporchietto.it/print.php?type=edicola&id=65 (2016-05-02)
    Open archived version from archive


  • Fine della "Guerra Civile Fredda"
    tutti i parlamentari hanno accolto con favore la nascita del governo Letta nel Pdl c è il gruppetto di chi avrebbe preferito tornare subito alle elezioni visti i favorevoli pronostici dei sondaggi nel Pd vi sono esponenti che giudicano come un incubo il governo con Alfano e quasi un dettaglio dunque che a presiederlo sia il vicesegretario del Pd stesso Ma soprattutto c è il fatto che a ritenere inaccettabile ogni accordo tra Pd e Pdl nonostante l assenza di alternative e quale che sia la gravità della situazione economica del Paese sono settori di opinione pubblica per anni educati o diseducati sarebbe meglio dire a concepire la politica come guerra contro il nemico I risultati di quest opera di educazione all estremismo si percepiscono a destra e a sinistra Ma appaiono marcati soprattutto nella base del Pd per l utilizzazione che questo partito ha fatto negli anni dell antiberlusconismo sia per superare o nascondere le divisioni politiche presenti al proprio interno sia per dare unità ad alleanze di centrosinistra altrimenti troppo eterogenee In questo l antiberlusconismo ha svolto a sinistra la stessa funzione di collante politico che sull opposto versante del centrodestra veniva invece svolta dalla presenza di Berlusconi Comunque sia se oggi il 60 per cento degli elettori del Pd si sono dichiarati contrari a un governo con il Pdl Corriere della Sera del 27 aprile è perché sono stati educati per anni a pensarsi alternativi non solo politicamente ma antropologicamente al centrodestra La nascita del governo Letta consente di sperare che tutto questo stia per finire ma ciò non potrà avvenire se tutto il Paese non cercherà di muoversi in questa direzione ciascuno nel proprio campo e secondo le proprie possibilità C è una parte consistente di opinione pubblica che per anni si è sentita chiamare alla

    Original URL path: http://www.claudiaporchietto.it/print.php?type=edicola&id=64 (2016-05-02)
    Open archived version from archive

  • E Wall Street scopre l'incubo di un'altra crisi
    di Cipro Panicos Demetriades il cui nome è tutto un programma ha predetto che almeno il 10 dei depositi sarà scomparso se e quando le banche riapriranno questa settimana Visto il frangente di quasi panico la stima di Panicos sembra ottimista Tassare i depositi è stato un errore clamoroso A Cipro come a Wall Street le banche sono sempre e comunque in competizione con i materassi Se i risparmiatori non credono che i soldi che depositano allo sportello oggi saranno ancora lì domani li mettono sotto al letto La tassa di Nicosia ha creato un economia del materasso dall oggi al domani distruggendo la seconda banca di Cipro la Laiki che non riaprirà mai più e dovrà essere salvata dal governo e creando un circolo vizioso da cui sarà difficilissimo uscire La fiducia è l ingrediente più importante per la stabilità del settore finanziario Investitori risparmiatori e contribuenti perdonano molto alle banche basta pensare ai miliardi spesi dal governo americano per salvare le varie Citigroup Aig e Bank of America durante la crisi del 2007 2009 Ma la fede nella santità del sistema finanziario non è un bene rinnovabile Una volta persa non si recupera più Ed è per questo che gente come Makis Adams un impiegato della Banca Laiki ha detto ai miei colleghi del Wall Street Journal che si prenderà tutti i suoi soldi ed emigrerà in Australia con moglie e due bambini Non crede più nelle parole ormai vuote di governi e banchieri Cosa succederà ora Dipende tutto da come i mercati interpretano il pasticciaccio di Cipro La parola che nessuno vuole sentire è contagio È possibile che Cipro precipiti nel caos finanziario rimanga senza banche ed esca dall euro senza compromettere la stabilità della moneta unica ma solo se gli investitori sono convinti che rimarrà un

    Original URL path: http://www.claudiaporchietto.it/print.php?type=edicola&id=63 (2016-05-02)
    Open archived version from archive

  • Il mercato dell’auto torna ai livelli del ’79
    una quota del 21 cioè 0 3 punti percentuali in più rispetto a tutto il 2011 Anche a dicembre la quota del marchio è in crescita è al 20 9 rispetto al 20 4 dello stesso mese del 2011 Nel 2012 è la Panda la vettura più venduta in Italia con quasi 118 mila immatricolazioni e il 44 di quota nel segmento A dove è stabilmente l auto più richiesta Alle sue spalle la Punto quasi 80 mila le vetture registrate nell anno con una quota del 18 7 nel segmento B dove è sempre l auto più venduta Positivi risultati anche per la 500 registrata nell anno in 43 mila esemplari che ottiene il 16 di quota nel segmento A Bene anche Freemont e 500L la prima è la più venduta del suo segmento con 14 400 immatricolazioni e il 26 4 di quota la seconda in vendita solo nella seconda metà dell anno è già nelle posizioni di vertice del suo segmento con l 8 8 di quota In tutto il 2012 la Lancia registra quasi 71 500 vetture e la sua quota è del 5 1 in crescita rispetto al 2011 di 0 2 punti percentuali In dicembre il marchio ha immatricolato oltre 4 100 vetture per una quota del 4 8 cioè 0 1 punti percentuali in più rispetto a un anno fa La Lancia Ypsilon è la terza fra le vetture più vendute nell anno e nel segmento B con una quota del 10 4 è seconda soltanto alla Punto Nel 2012 Alfa Romeo registra oltre 42 mila vetture e la sua quota è del 3 Il marchio a dicembre immatricola quasi 2 600 auto e ottiene una quota del 2 95 in crescita di 0 2 punti percentuali sia rispetto a dicembre 2011 sia

    Original URL path: http://www.claudiaporchietto.it/print.php?type=edicola&id=62 (2016-05-02)
    Open archived version from archive

  • Nella giungla dei concorsi truccati non c'è spazio per il merito
    hoc per favorire questo o quel candidato di esclusioni paradossali dalle selezioni pubbliche di commissioni d esame costruite in modo sospetto Addirittura di ricorsi al Tar che inspiegabilmente si bloccano mentre ricorsi gemelli procedono speditamente fino a spalancare a chi li ha presentati di solito giovanotti dal nome eccellente la strada di una prova d appello spesso risolutiva Certi concorsi pubblici assomigliano moltissimo a certi appalti pubblici nei quali si sa già in partenza chi sarà il vincitore Le cronache sono sempre più piene di casi sconcertanti Come quello del famoso chirurgo Mario Lanzetta un luminare della ricostruzione della mano al quale per nove anni è stata negata la cattedra di ortopedia nonostante cinque sentenze a lui favorevoli Oppure quello del cardiochirurgo diventato professore dopo aver superato l esame davanti a una commissione composta da due igienisti e tre dentisti ma era figlio del rettore di una grande università nella quale già insegnavano moglie e figlia O ancora quello di un certo ateneo meridionale dove l autorità Anticorruzione allora guidata dall ex prefetto Achille Serra aveva scoperto che frequenti rapporti di parentela affinità o coniugio legano nel 50 per cento dei casi il corpo docente con personalità del mondo politico forense o accademico E non succede soltanto nelle università Giuseppe Oddo ha raccontato martedì sul Sole 24 ore di un concorso per dirigenti della Regione Lombardia mai apparso in Gazzetta ufficiale vinto da 31 persone molte delle quali guarda caso appartenenti al movimento di Comunione e liberazione il cui esponente più noto ha sottolineato il giornalista è il presidente della Regione Roberto Formigoni fra di loro anche il nipote di un vescovo e il biografo del fondatore di Cl don Alberto Giussani Un concorso poi dichiarato illegittimo tanto dal Tar quanto dal Consiglio di Stato ma grazie a un cavillo

    Original URL path: http://www.claudiaporchietto.it/print.php?type=edicola&id=61 (2016-05-02)
    Open archived version from archive

  • Prezzolini: i tecnici, che nullità
    nulla per illustrarsi Che cosa potevano capire del momento presente Che uomini potevano scegliere Tutte in generale prese personalmente brave persone ed io sono il primo a riconoscerlo Ma tutti insieme l assoluta nullità il gruppo che non poteva suscitare nessun entusiasmo Un vero blocco ma un blocco di tiepidezza e di garbatezza dal quale nessuna battaglia poteva essere guidata La Voce 13 luglio 1914 l Italia ha degli interessi propri degli interessi che non sono quelli delle nazioni alla coda delle quali ci vorrebbero portare Il primo dovere di un paese è l autonomia Il miglior modo di collaborare alla civiltà umana è quello di portarvi intatta la propria libertà e la propria natura Noi non siamo nè la Francia né la Germania Sia pure uno di questi paesi più civile dell altro noi non tradiremmo la civiltà ponendoci al suo servizio La Voce 28 agosto 1914 Io credo che se l Italia non si muoverà il nostro paese sarà finito sarà finito materialmente se vincono i tedeschi che ci sopraffaranno come sopraffanno tutti Domando come farà questo Governo a giudicare bene se gli mancherà l elemento principale ossia la disposizione del paese Bisognerà far sapere a questo Governo come la pensiamo noi Ciò che non si deve fare è la propaganda del quietismo della rassegnazione al governo dell obbedienza bestiale della disciplina tedesca che sarà bene ricordarlo a coloro che vogliono un Italia indipendente dalle altre nazioni non è la disciplina italiana L italiano è inutile per quanto metodo tedesco farete ingollare nelle scuole l italiano resterà sempre per sua fortuna un popolo che vuole essere convinto di ciò per cui si batte La Voce 13 novembre 1914 È il 13 luglio 1914 quando Giuseppe Prezzolini allora direttore de La Voce pubblica sulla sua rivista un articolo intitolato

    Original URL path: http://www.claudiaporchietto.it/print.php?type=edicola&id=60 (2016-05-02)
    Open archived version from archive

  • Le riforme all'improvviso - ClaudiaPorchietto.it
    di voler porre rimedio anzitutto il difetto forse maggiore è la mancanza nel nostro ordinamento di autorevoli organi di confronto e mediazione fra esigenze nazionali ed interessi regionali e locali che possano ridurre se non prevenire tanti conflitti Non a caso in tutti i Paesi con forti autonomie territoriali esiste a livello parlamentare una Camera in un modo o nell altro rappresentativa delle realtà locali sostanzialmente investita del compito di aiutare la produzione di leggi accettabili nella specificazione delle generali linee costituzionali di riparto delle competenze fra centro ed entità territoriali Ma poi in Italia la riforma del 2001 non è stata come invece sarebbe stato del tutto doveroso seguita dall adozione di tutta una serie di leggi indispensabili per farla funzionare norme cornice o di principio trasferimenti di apparati amministrativi disciplina dell autonomia finanziaria ecc che avrebbero potuto anche ridurre molto le varie aree di frizione In questi anni quindi la Corte Costituzionale è stata chiamata a cercare di riportare ordine in rapporti troppo conflittuali per tutti questi motivi e non già solo per la cattiva scrittura di alcune disposizioni costituzionali che ora si vorrebbe mutare Pur con grande fatica essa è riuscita a contenere le maggiori forzature regionali ma anche statali poiché non di rado il nostro legislatore nazionale ha operato come se le innovazioni costituzionali del 2001 non esistessero Ridurre ora il problema del nostro regionalismo ad un problema di diminuzione dei poteri regionali tra l altro in concreto finora largamente contenuti dal legislatore nazionale e dalla giurisprudenza costituzionale senza metter mano a tutto il resto appare quindi molto criticabile Ma soprattutto un tema del genere non può essere affrontato all improvviso alla fine di una difficile legislatura mentre al legislatore nazionale e a quelli regionali non mancano certo tante altre serie urgenze La stessa operazione di

    Original URL path: http://www.claudiaporchietto.it/edicola.php?id=59 (2016-05-02)
    Open archived version from archive

  • L'amore perduto per l'Europa - ClaudiaPorchietto.it
    cosa pubblica lo concerne Movimenti simili fanno pedagogia l Italia era una nazione passiva non diversamente dalla Germania ovest che dopo il crollo del 45 era un paese non sovrano mutilato smemorato Passare dalla passività alla partecipazione è una rivoluzione benefica Ma anche qui s annida l illusione alimentata da nuovi vizi come il disprezzo delle istituzioni e perfino della Costituzione giudicata insopportabilmente immobile non malleabile S annida anche la disinformazione Casaleggio cita spesso l esempio islandese i cittadini che sul web ridiscutono la Costituzione ogni volta che sarà ritenuto necessario lo ripropone nel libro che ha scritto con Grillo nel 2011 Siamo in guerra Chiarelettere Ma le cose non stanno così Non solo l Islanda è un paese piccolissimo poco più di 300 000 abitanti ma quel che è accaduto dopo il 2008 quando il paese sfiorò la bancarotta è un innovazione senza precedenti che preserva tuttavia l idea della delega e della rappresentanza La costituzione islandese è copiata dalla Danimarca da cui l I slanda s emancipò nel 44 si è rivelata insufficiente lo sono quasi tutte nell Unione europea e la revisione in effetti è cominciata online Ma lo scopo era di eleggere un assemblea costituente selezionando 25 cittadini fra 522 candidati I Venticinque preferiscono dirsi portavoce non essendo capi di partito ma per forza diventano un corpo intermedio una rappresentanza in cui il popolo web decide di avere fiducia Non solo il progetto costituzionale è stato presentato in Parlamento e l iter si concluderà con un referendum questo 20 ottobre che voterà sulla Carta approvata sia dai 25 sia dai parlamentari Un referendum non vincolante che servirà da guida al governo e al Parlamento Il modello di Grillo non è un ininterrotta assemblea online che fa e disfa istituzioni a seconda delle opinioni vincenti L idea di istituzioni che durino indipendentemente da maggioranze e governi permane Rivoluzionaria è la discussione preliminare in rete Ma l approdo è solo in parte democrazia diretta e le istituzioni esistenti non sono considerate in Islanda ingombri zavorra Se hanno fallito facilitando il tracollo finanziario del 2008 è perché mancava un efficace sistema di controlli e contrappesi checks and balances Un sistema che presuppone istituzioni e rappresentanze forti Altrimenti di chi è il contropotere Chi frena l arbitrio di lobby di chiese garantendo la laicità dello Stato Di zavorra si parla molto in questi giorni troppo Sono ingombrante zavorra i diritti le responsabilità delle imprese le regole le rappresentanze le regioni votate per loro stessa natura a sprofondare nella corruzione Lazio e Lombardia ma nella lista ci sono anche Calabria Campania Molise L ex Presidente della Corte Costituzionale Valerio Onida non ha torto quando mette in guardia contro il desiderio diffuso di cercare il colpevole di tutto in una o altra istituzione senza mai domandarsi quali siano le vere cause dei nostri guai e se non si debba chiedere conto di ciò che ci scandalizza non a questa o a quella istituzione della Repubblica ma ai nostri concittadini elettori i quali

    Original URL path: http://www.claudiaporchietto.it/edicola.php?id=58 (2016-05-02)
    Open archived version from archive