web-archive-it.com » IT » C » CONSORZIOOMBRONEBISENZIO.IT

Total: 488

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Cos'è il consorzio di bonifica
    ed aventi lo scopo di realizzare e mantenere le caratteristiche e le condizioni necessarie ad un conveniente utilizzo del suolo per gli insediamenti in genere residenziali produttivi commerciali etc oltre che per l esercizio dell attività agricola Il Consorzio di bonifica è un Ente con personalità giuridica pubblica amministrato dai propri consorziati e retto dal proprio Statuto Opera in base alla legislazione ordinaria e speciale in materia di bonifica difesa del suolo e uso delle risorse idriche La normativa regionale di riferimento è contenuta nella Legge Regionale 27 dicembre 2012 n 79 che sostituito la precedente Legge Regionale 5 maggio 1994 n 34 Norme in materia di bonifica La spesa per la manutenzione l esercizio e la custodia delle opere di bonifica ed idrauliche nonché quelle necessarie al funzionamento del Consorzio è sostenuta dai consorziati ed è ripartita in ragione del beneficio procurato agli immobili terreni e fabbricati dall attività di bonifica in conformità ai criteri fissati nel Piano di classifica Il Piano di classifica mediante opportuni parametri economici fisici e territoriali quantifica il grado di beneficio goduto da ciascun immobile incluso nel perimetro di contribuenza oltre all eventuale concorso di altri soggetti non consorziati chiamati a contribuire per legge e costituisce lo strumento per il corretto esercizio del potere impositivo da parte del Consorzio di bonifica La spesa per la realizzazione di nuove opere da eseguire sulla base degli atti di pianificazione e programmazione definiti dalla normativa in materia di bonifica è a carico del bilancio regionale salvo il concorso degli Enti Locali in funzione del risparmio di spesa ottentuo ai fini dello svolgimento delle rispettive funzioni Le proprietà immobiliari attraverso il consorzio di bonifica concorrono a sostenere la spesa per la realizzazione o la ristrutturazione di nuove opere secondo le modalità stabilite dalle specifiche norme oltre che nel caso in cui sia riconosciuto a loro carico uno specifico vantaggio derivante dalla realizzazione delle stesse opere La L R 34 1994 prevedeva che ogni cinque anni i consorziati eleggessero fra di loro i componenti elettivi del Consiglio dei Delegati Ai componenti elettivi si aggiungevano i componenti nominati dalla Provincia destinataria della delega delle funzioni amministrative di competenza regionale per lo specifico comprensorio di bonifica I componenti nominati erano individuati fra gli amministratori dei Comuni e delle Comunità Montane i cui territori erano interessati dal comprensorio di bonifica All interno del Consiglio dei Delegati venivano eletti il Presidente il Vicepresidente ed i componenti della Deputazione Amministrativa Le ultime elezioni del Consiglio dei Delegati del Consorzio di bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio si sono tenute il giorno 11 dicembre 2005 Gli Organi consortili insediati a seguito delle elezioni dell 11 dicembre 2005 a seguito della naturale scadenza del loro mandato sono stati sostituiti dal 1 gennaio 2011 al 31 dicembre 2011 dal Commissario Straordinario individuato nella persona del Presidente uscente Paolo Bargellini in applicazione dell art 2 della Legge Regionale 5 agosto 2010 n 47 Detto regime commissariale transitorio è stato successivamente prorogato fino al 31 dicembre 2012 in applicazione degli articoli

    Original URL path: http://www.consorzioombronebisenzio.it/index.php/l-ente/cos-e-il-consorzio-di-bonifica (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • I numeri
    opere idrauliche di terza categoria Ha 14 674 Area soggetta a contribuzione riferita alle opere di bonifica Ha 6 335 Province interessate dal comprensorio Pistoia Prato Firenze Comuni interessati dal comprensorio Pistoia Agliana Lamporecchio Marliana Montale Quarrata Serravalle P se Prato Carmignano Montemurlo Poggio a Caiano Campi B zio Capraia e Limite Signa Sviluppo delle opere di bonifica in manutenzione km 72 8 di sponde argini Sviluppo delle opere idrauliche in manutenzione km 506 3 di sponde argini LE SEDI Uffici Pistoia Via Traversa della Vergine 81 85 Prato Via del Serraglio 98 dal 21 gennaio 2013 Centri operativi Quarrata Via della Costaglia 151 Signa Via Montefortini Loc Castelletti c o Impianto Idrovoro IL PERSONALE DIPENDENTE situazione aggiornata al 22 05 2012 Direttore 1 Quadri 2 Impiegati delle strutture amministrative e di servizio 15 Impiegati delle strutture tecniche 12 Operai 17 I MEZZI D OPERA PROPRI Fuoristrada 10 Autocarri leggeri 3 Camion tre assi con carrello 1 Rimorchio agricolo per trasporto macchine operatrici 1 Escavatori cingolati idraulici 1 Dragline 1 Escavatore semovente ragno 1 Trattrici gommate con decespugliatore frontale o braccio laterale 5 Trattrici cingolate con decespugliatore a braccio laterale 5 Terna attrezzata con braccio anteriore decespugliatore e braccio posteriore per scavo 1 Pale meccaniche cingolate 1 Prec Succ Il consorzio L Ente Cosa fa Cos è il consorzio di bonifica I numeri Il Consorzio di bonifica Statuto e Regolamenti Regol Servizi Forniture in Economia Regol Lavori in Economia Statuto Regolamento opere di bonifica Il territorio Il Comprensorio di bonifica n 3 Il Comprensorio di bonifica n 15 Il perimetro contributivo Organi rappresentativi Ambito tecnico Opere di competenza Gore di acque pubbliche Opere idrauliche di III categoria Opere di bonifica Lavori Concessioni Info concessioni on line Regolamento Informazioni Ambito amministrativo Atti amministrativi Organigramma GARE E CONTRATTI Archivio bilanci Comunicazione Eventi

    Original URL path: http://www.consorzioombronebisenzio.it/index.php/l-ente/i-numeri (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Il Consorzio di bonifica
    n 30 del 16 febbraio 2005 pubblicata sul supplemento al Bollettino Ufficiale della Regionre Toscana n 11 del 16 marzo 2005 All atto della sua istituzione il Consorzio di bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio è subentrato nelle funzioni del soppresso consorzio idraulico di terza categoria e di miglioramento fondiario del torrente Ombrone Pistoiese ed affluenti che operava dal 1932 nella porzione del bacino del citato torrente estesa nella parte valliva ad ovest del fosso di Iolo comprendente l intero territorio del comune di Agliana e parte dei territori dei comuni di Pistoia Montale Quarrata Serravalle Pistoiese Montemurlo Carmignano e Prato Successivamente dal 1 gennaio 2002 il Consorzio di bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio è subentrato nelle funzioni esercitate fino ad allora dal Consorzio di bonifica Area Fiorentina sulla porzione del comprensorio di bonifica n 15 posta ad est del fosso di Iolo ed estesa su parte del territorio dei comuni di Prato Campi Bisenzio e Signa Dal 1 gennaio 2007 in esecuzione della deliberazione del Consiglio Provinciale di Pistoia n 23 del 23 gennaio 2007 il Consorzio di bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio è inoltre subentrato nelle competenze esercitate dal Consorzio Pistoiese Utenti Acqua Pubblica sulle gore destinate alla distribuzione di acque pubbliche situate nei comuni di Pistoia e Marliana In applicazione della Legge Regionale 27 dicembre 2012 n 79 il consorzio di bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio verrà accorpato nel consorzio di bonifica Medio Valdarno Prec Il consorzio L Ente Cosa fa Cos è il consorzio di bonifica I numeri Il Consorzio di bonifica Statuto e Regolamenti Regol Servizi Forniture in Economia Regol Lavori in Economia Statuto Regolamento opere di bonifica Il territorio Il Comprensorio di bonifica n 3 Il Comprensorio di bonifica n 15 Il perimetro contributivo Organi rappresentativi Ambito tecnico Opere di competenza Gore di acque pubbliche Opere idrauliche di III

    Original URL path: http://www.consorzioombronebisenzio.it/index.php/l-ente/il-consorzio-di-bonifica (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Regol. Servizi Forniture in Economia
    ove provenienti dallo stesso e non da pubbliche amministrazioni Articolo 13 Affidamento contratto prestazione d opera intellettuale 1 Il Consorzio può qualora risulti documentata e accertata la necessità di acquisire determinate prestazioni professionali e ove le competenze ed il carico di lavoro del personale in servizio non consentano oggettivamente di farvi fronte provvedere all acquisizione di prestazioni d opera intellettuale attraverso il conferimento di incarichi a professionisti esperti di particolare e comprovata specializzazione come previsto dall art 7 comma 6 D Lgs 30 marzo 2001 n 165 2 L incarico individuale viene conferito con contratti di lavoro autonomo ai sensi dell art 2222 c c la prestazione che ne forma oggetto ha natura occasionale o coordinata e continuativa nel contratto devono essere preventivamente determinati durata luogo oggetto e compenso della collaborazione la prestazione deve essere di natura temporanea e altamente qualificata 2 1 Nell affidamento dell incarico professionale deve comunque essere garantito il rispetto dei principi trasparenza non discriminazione parità di trattamento pubblicità e proporzionalità libera concorrenza anche ove l importo del compenso sia inferiore alle soglie comunitarie TITOLO II AFFIDAMENTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI Articolo 14 Categorie delle forniture e dei servizi in economia 1 In attuazione dell art 125 comma 10 del D Lgs 12 aprile 2006 n 163 nel rispetto degli stanziamenti del Bilancio di Previsione le acquisizioni in economia di beni e servizi potranno avere ad oggetto le seguenti categorie Forniture a Cancelleria b Timbri e lavori di stampa e tipografia c Spese di rappresentanza e per omaggi di rappresentanza d Pubblicazioni in genere libri riviste giornali ed abbonamenti a periodici e Materiale fotografico f Carte e valori bollati g Beni per l igiene e la pulizia dei locali consortili h Farmaci e prodotti sanitari i Vestiario ed indumenti per il personale tecnico e di cantiere j Buoni pasto da erogare al personale consortile k Attrezzature antinfortunistiche dispositivi di protezione individuale l Spese per consultazioni elettorali m Arredi macchine ed attrezzature per locali stanze ed uffici consortili n Apparecchiature informatiche o Programmi informatici p Automezzi macchine agricole ed operatrici in generale q Carburanti lubrificanti ricambi per mezzi ed automezzi pneumatici r Materiale di ferramenta s Materiale inerte t Locazione di beni mobili e immobili e locazione finanziaria u Beni mobili in genere posti a corredo per il funzionamento e per la manutenzione dei beni immobili e degli impianti consortili v Attrezzature e mezzi di funzionamento in genere destinati allo svolgimento di attività consortili w Beni e apparecchi per la telefonia fissa e mobile televisori registratori radio x Attrezzature ed apparecchiature ordinarie e speciali per misurazioni ricerche e sondaggi y Ogni altro bene necessario per garantire lo svolgimento e la continuità delle attività ordinarie dell Ente Servizi a Servizi di pulizia derattizzazione disinfezione smaltimento rifiuti speciali facchinaggio trasloco e servizi analoghi b Servizi di manutenzione e riparazione impianti macchinari automezzi e attrezzature consortili beni mobili registrati e beni mobili in genere c Servizi di trasporto in genere d Servizi finanziari assicurativi bancari legali notarili e di consulenza tecnica scientifica economica ed amministrativa e Assicurazioni per la copertura di rischi ordinari f Canoni per apparecchi radiofonici televisivi telefax trasmissione dati trasmissione voce via etere e ponte radio telefonici e spese di allacciamento o installazione g Servizi e prestazioni attinenti all informatica assistenza tecnica e manutenzione di hardware e software h Servizi di traduzione ricerca copiatura catalogazione interpretariato i Spese per pubblicazione e divulgazione di bandi di gara e altri avvisi a mezzo di stampa o altri mezzi di informazione j Spese per formazione ed addestramento professionale dei dipendenti partecipazione e organizzazione di convegni e congressi k Spese postali e servizi di spedizione ed imballaggio l Servizi informativi e di stampa m Servizi di registrazione televisiva audiovisiva e radiofonica di trascrizione e sbobinatura n Servizi di ristorazione o Servizi per la custodia e la sicurezza servizi di vigilanza notturna e diurna p Tasse di immatricolazione q Ogni altro servizio che si renda necessario per garantire le ordinarie attività del Consorzio r Servizi attinenti all architettura e all ingegneria di cui all allegato II A del Codice Appalti numero di riferimento Cpc 867 numero di riferimento Cpv da 74200000 1 a 74276400 8 e da 74310000 5 a 74323100 0 e 74874000 6 Le forniture e i servizi sopra indicati costituiscono l elenco non tassativo di forniture e servizi strumentali al normale funzionamento del Consorzio e che possono essere acquisiti in economia 2 Sono consentite come acquisizioni in economia anche quelle seppur non espressamente indicate al comma precedente e fermi restando i limiti d importo di legge comunque riconducibili ad una delle seguenti ipotesi a previa valutazione e documentazione ad opera del RUP circa la necessità o convenienza in funzione del rispetto del termine previsto nel contratto risoluzione di un precedente rapporto contrattuale con conseguente necessità di affidare ad altro operatore economico l esecuzione delle prestazioni ancora necessarie esecuzione in danno del contraente inadempiente delle prestazioni dovute o necessitate b previa istruttoria e documentazione ad opera del RUP della impossibilità di imporne l esecuzione nell ambito del contratto medesimo necessità di completare le prestazioni di un contratto in corso ivi non previste c prestazioni periodiche di servizi e forniture a seguito della scadenza dei relativi contratti nelle more dello svolgimento delle ordinarie procedure di scelta del contraente nella misura strettamente necessaria d previa istruttoria del RUP avente ad oggetto la rilevazione e documentazione di cause stato di fatto possibilità alternative di intervento idoneità allo scopo di ciascuna rischi attuali e futuri per il caso di intervento immediato o ritardato urgenza determinata da eventi oggettivamente imprevedibili al fine di scongiurare situazioni di pericolo per persone animali o cose ovvero per l igiene e la salute pubblica ovvero per il patrimonio storico artistico e culturale Articolo 15 Pubblicità e comunicazioni 1 Alle procedure di acquisto in economia di forniture e servizi non si applicano le norme del Codice che prevedono obblighi di pubblicità e comunicazione in ambito sovranazionale 1 1 Il Consorzio assicura comunque che le procedure in economia avvengano nel rispetto del principio della massima trasparenza 2 L esito degli affidamenti in economia è soggetto ad avviso di post informazione mediante pubblicazione sul profilo del Consorzio Articolo 16 Modalità di esecuzione delle acquisizioni in economia 1 Le acquisizioni in economia di forniture e servizi possono essere eseguite nelle forme di cui all art 3 del presente Regolamento 2 Per ogni acquisizione in economia il Consorzio opera attraverso un Responsabile del procedimento ai sensi degli artt 7 e 8 del presente Regolamento 3 Alle condizioni e secondo le modalità previste dal D Lgs 12 aprile 2006 n 163 è sempre ammesso il ricorso alle procedure di cui alla parte II del Codice medesimo E quindi sempre consentito l esperimento di procedure aperte e ristrette ex art 55 Codice procedura negoziata previa pubblicazione del bando ex art 56 Codice ove ne ricorrano i presupposti di legge la procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando art 57 Codice ove ne ricorrano i presupposti di legge il dialogo competitivo ex art 58 Codice ove ne ricorrano i presupposti di legge Articolo 17 L amministrazione diretta 1 Le acquisizioni di forniture e servizi in amministrazione diretta non configurano un contratto di appalto Nell amministrazione diretta le acquisizioni sono effettuate con materiali e mezzi propri o appositamente acquistati noleggiati e con personale proprio del Consorzio o eventualmente assunto per l occasione sotto la direzione del Responsabile del procedimento 2 Quando è scelta la forma di esecuzione in amministrazione diretta le acquisizioni ed i servizi sono direttamente gestiti dal Responsabile del procedimento cui competono la direzione il controllo e l organizzazione dei mezzi necessari Articolo 18 Modalità di stipula del contratto 1 Il Responsabile del procedimento nell ipotesi di cui all art 17 dispone con propria decisione l acquisto o il noleggio dei materiali o l effettuazione del servizio assumendone la gestione e l organizzazione 1 1 I contratti che si rendono necessari sono stipulati mediante scrittura privata che può avere anche forma atipica ammettendosi a titolo esemplificativo il contratto composto dai seguenti documenti buono d ordine preventivo accettazione anche apposta sul medesimo preventivo purché recanti le informazioni necessarie alla realizzazione ed esecuzione dei servizi e delle forniture e comunque contenenti le previsioni relative ai termini di esecuzione e pagamento Articolo 19 L affidamento diretto 1 Per servizi o forniture inferiori a Euro 40 000 00 è consentito l affidamento diretto da parte del Responsabile del procedimento 2 Il decreto che autorizza l acquisizione contiene la motivazione anche succinta della decisione di ricorrere all affidamento diretto 3 I servizi e o le forniture sono affidati tramite la consultazione e l utilizzo dell Elenco operatori tenuto dal Consorzio oppure previa istruttoria e o indagine di mercato sui prezzi e sulle condizioni correnti e nel rispetto dei criteri di trasparenza e rotazione L affidamento diretto costituisce procedura semplificata tramite la quale individuare l operatore economico aggiudicatario e negoziare con lui soltanto i contenuti del contratto La scelta dell operatore economico aggiudicatario avviene a cura del Responsabile del Procedimento nel rispetto dei principi generali e per le acquisizioni di importo complessivo inferiore a euro 3 000 previa istruttoria informale e semplificata per le acquisizioni di importo compreso tra euro 3 000 e euro 6 000 previa acquisizione da parte dell Ufficio Tecnico di tre o più preventivi presso tre o più operatori economici diversi operanti sul mercato che vengono valutati direttamente dall Ufficio Tecnico alle cui valutazioni il Responsabile del Procedimento può attenersi senza compierne di ulteriori per le acquisizioni di importo compreso tra euro 6 000 e meno di euro 40 000 previa acquisizione da parte del Responsabile del Procedimento di tre o più preventivi presso tre o più operatori economici diversi operanti sul mercato che esso stesso valuta direttamente ai fini dell aggiudicazione Anche in questi casi il Responsabile del Procedimento può eventualmente avvalersi della collaborazione dell Ufficio Tecnico o di altro personale del Consorzio Articolo 20 Elenco operatori economici Il Responsabile del procedimento sulla base di avvisi pubblicati sul proprio sito internet può predisporre elenchi di operatori economici dotati di determinati requisiti all interno dei quali può individuare l operatore economico al quale affidare i servizi e le forniture in via diretta e gli operatori economici da invitare alle procedure negoziate applicando i principi di trasparenza rotazione e parità di trattamento Il Responsabile del procedimento può anche affidare contratti o effettuare inviti ex art 21 del presente Regolamento nei confronti di operatori economici diversi da quelli iscritti negli elenchi motivando la relativa decisione in relazione per esempio alla non rispondenza tra le necessità di acquisto e le caratteristiche degli operatori economici iscritti e o alle condizioni contrattuali da loro praticate Sono esclusi dai suddetti elenchi gli operatori economici che secondo motivata valutazione del Responsabile del procedimento hanno commesso grave negligenza o malafede nell esecuzione delle prestazioni affidate dallo stesso o che hanno commesso un errore grave nell esercizio della loro attività professionale Tutti gli operatori economici interessati possono in ogni momento domandare l iscrizione nei predetti elenchi che sono aggiornati con cadenza annuale previa verifica della sussistenza dei requisiti in capo ai richiedenti medesimi Agli aggiornamenti provvede un Responsabile del procedimento nominato dal Direttore o in mancanza di nomina quest ultimo L istruttoria ai fini degli aggiornamenti può essere condotta con l ausilio di uno o più dipendenti del Consorzio che operino come ausiliari del Responsabile del procedimento Possono essere richiesti informazioni e documenti integrativi agli operatori economici che hanno richiesto l iscrizione negli elenchi La mancata produzione nei termini assegnati dei documenti e l omissione delle informazioni richiesti rappresentano manifestazione di carenza di interesse e determinano la non iscrizione da parte del Consorzio Articolo 21 L istruttoria e le indagini di mercato 1 L istruttoria e le indagini di mercato consistono in attività di verifica con ogni mezzo a cura del RUP anche tramite suoi ausiliari personale del Consorzio e o Ufficio Tecnico circa le condizioni praticate dagli operatori economici sul mercato preliminari alla procedura d acquisto e a carattere conoscitivo svolte per acquisire informazioni su prodotti o servizi disponibili sulle imprese fornitrici e sui prezzi correnti 1 1 Le indagini di mercato possono essere eseguite tra l altro secondo le modalità di cui ai commi seguenti Quali che siano le modalità di svolgimento dell istruttoria o dell indagine di mercato ne è dato atto in una apposita relazione che è predisposta dal Responsabile del procedimento ed allegata all atto di invito o di affidamento ovvero riportata nella narrativa del decreto stesso o potrà essere oggetto di apposito verbale 2 Il Consorzio quando intende espletare l indagine di mercato propedeutica ad un affidamento diretto di servizi e forniture può pubblicare sul proprio sito internet l avviso pubblico contenente l indicazione dell oggetto di appalto e della procedura di scelta del contraente i requisiti generali e di qualificazione economico finanziaria e tecnico professionale richiesti per le acquisizioni oggetto di appalto le modalità di partecipazione all indagine di mercato e i relativi termini le modalità di svolgimento dell indagine di mercato i criteri di individuazione del contraente e di aggiudicazione 2 1 I termini di pubblicazione partecipazione e aggiudicazione sono determinati dal Responsabile del procedimento avendo riguardo alla complessità e rilevanza dei contratti oggetto di affidamento 2 2 Ricevute e prese in esame le manifestazioni di interesse e o le offerte il Consorzio le valuta ed eventualmente aggiudica applicando i criteri stabiliti ed indicati negli atti con cui è stata indetta la procedura 3 Le indagini di mercato possono anche consistere nell acquisizione ad opera del Direttore del Responsabile del procedimento o di un istruttore di uno o più preventivi presso operatori economici operanti sul mercato di riferimento che saranno valutati senza formalità dal Direttore o ove nominato dal Responsabile del procedimento ai fini dell acquisizione che potrà essere disposta anche in favore di operatori economici diversi da quelli cui sono stati richiesti i preventivi 3 1 Gli operatori economici cui richiedere i preventivi possono essere individuati utilizzando gli elenchi di cui al precedente art 20 purché quelli iscritti presentino le caratteristiche necessarie Possono essere individuati anche mediante altri criteri o procedure purché rispettosi dei principi generali a tutela di concorrenza e mercato 3 2 L acquisizione dei preventivi può avvenire anche tramite fax o Pec e i termini possono essere anche di assoluta brevità purché proporzionati alla complessità e alla rilevanza economica del contratto da affidare ed indicati agli operatori economici 3 3 Il RUP può avvalersi di ausiliari ai fini delle attività istruttorie di indagine di mercato e può affidarne l espletamento anche a determinati Uffici del Consorzio che abbiano le competenze specifiche che consentano una selezione degli operatori economici più efficace ed efficiente Articolo 22 Modalità di stipula del contratto di affidamento diretto 1 Le acquisizioni in economia tramite affidamento diretto sono disposte in conformità a quanto previsto dallo Statuto del Consorzio 2 L affidamento diretto di servizi e forniture si perfeziona attraverso un contratto con forma scritta che potrà avere anche forma di buono d ordine o scambio di preventivo e accettazione o altra forma semplificata e dovrà contenere a la descrizione dei servizi forniture oggetto dell affidamento b la quantità ed il prezzo degli stessi con l indicazione dell I V A c la qualità e la modalità di esecuzione d la forma di pagamento e gli obblighi di tracciabilità ex L 13 agosto 2010 n 136 e le penali per la ritardata o incompleta esecuzione nonché l eventuale richiamo all obbligo dell assuntore di uniformarsi alle vigenti norme di legge e regolamenti Articolo 23 La procedura negoziata semplificata o cottimo fiduciario ex art 125 d lgs 163 2006 previa consultazione di almeno 5 operatori economici 1 Per servizi o forniture di importo pari o superiore a Euro 40 000 e fino ad Euro 200 000 l affidamento mediante avviene mediante procedura negoziata semplificata nelle forme di cottimo fiduciario di cui all art 125 D Lgs 12 aprile 2006 n 163 nel rispetto dei principi generali e in particolare di quelli di trasparenza rotazione e parità di trattamento previa consultazione di almeno cinque operatori economici se sussitono in tale numero sul mercato 2 Quanto alla disciplina degli elenchi si rinvia all art 20 3 Relativamente alle indagini di mercato effettuate dal Consorzio che possono avvenire anche tramite la consultazione dei cataloghi elettronici del mercato elettronico di cui all art 328 D P R 5 ottobre 2010 n 207 propri o delle amministrazioni aggiudicatici si rinvia a quanto precisato all art 21 4 Per la consultazione degli operatori economici di cui al comma 1 il Responsabile del procedimento predispone la lettera d invito contenente a l oggetto della prestazione le relative caratteristiche tecniche e il suo importo massimo previsto con esclusione dell IVA b le garanzie richieste all affidatario del contratto c il termine di presentazione delle offerte d il periodo in giorni di validità delle offerte stesse e l indicazione del termine per l esecuzione della prestazione f il criterio di aggiudicazione prescelto g gli elementi di valutazione nel caso si utilizzi il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa h l eventuale clausola che preveda di non procedere all aggiudicazione nel caso di presentazione di un unica offerta valida i la misura delle penali determinata in conformità alle disposizioni del Codice e del presente Regolamento l l obbligo per l offerente di dichiarare nell offerta di assumere a proprio carico tutti gli oneri assicurativi e previdenziali di legge di osservare le norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro e di retribuzione dei lavoratori dipendenti nonché di accettare condizioni contrattuali e penalità m l indicazione dei termini di pagamento n i requisiti soggettivi richiesti all operatore economico e la richiesta allo stesso di rendere apposita dichiarazione in merito al possesso dei requisiti soggettivi richiesti 4 1 Il Consorzio dunque richiede ai soggetti invitati i preventivi redatti secondo le indicazioni contenute nella lettera d invito Per partecipare alla selezione gli operatori economici forniscono insieme con le informazioni e i documenti richiesti anche il proprio indirizzo di Pec che sarà lo strumento privilegiato per tutte le comunicazioni che seguiranno Articolo 24 L espletamento della procedura negoziata semplificata ex art 125 D Lgs 163 2006 o cottimo fiduciario 1 Qualora emergano nel corso della gara elementi che richiedono una migliore calibrazione dei criteri di valutazione ovvero una diversa specificazione delle prestazioni o delle condizioni contrattuali tutte le imprese inizialmente interpellate sono invitate a presentare una nuova offerta sull oggetto o sui criteri così come ridefiniti Tale richiesta è rivolta contemporaneamente a tutti gli operatori economici invitati e per tutti contiene i medesimi termini informazioni e domande Se uno o più operatori economici chiedono chiarimenti al Consorzio il Responsabile del procedimento risponde contemporaneamente a tutti gli operatori economici invitati 2 Ciascun concorrente non può presentare più di un offerta L offerta è vincolante per il periodo indicato nell invito e in caso di mancata indicazione per centottanta giorni dalla scadenza del termine per la sua presentazione Il Responsabile del procedimento può chiedere agli offerenti il differimento di detto termine Relativamente all aggiudicatario l offerta rimane vincolante comunque fino allo spirare del termine di 60 giorni per la conclusione del contratto o per quello eventualmente prorogato ex art 11 del D Lgs 12 aprile 2006 n 163 Articolo 25 Aggiudicazione del contratto 1 Nella procedura negoziata ex art 23 del presente Regolamento il Consorzio seleziona la migliore offerta mediante uno dei criteri previsti all art 29 Al termine della procedura è dichiarata l aggiudicazione provvisoria a favore del miglior offerente Effettuati i controlli sull effettivo possesso dei requisiti dichiarati dagli operatori economici il Consorzio provvede all aggiudicazione definitiva che non costituisce assunzione di obblighi contrattuali i quali sorgeranno soltanto dalla successiva stipula del contratto L aggiudicazione provvisoria e quella definitiva sono soggette ad approvazione secondo le norme di cui allo Statuto del Consorzio L aggiudicazione definitiva acquista efficacia dopo l eventuale fase integrativa dell efficacia in conformità alle norme che ne disciplinano il funzionamento e in particolare di cui allo Statuto Articolo 26 Stipula del contratto 1 La stipula del contratto ha luogo nel termine massimo di 60 giorni o in quello minore indicato nell invito ad offrire od in quello differito espressamente concordato con l aggiudicatario 2 Il Contratto è stipulato tramite scrittura privata che può anche essere sostituita da apposita lettera con la quale in Consorzio dispone l ordinazione dei forniture servizi e in tal caso affinché il contratto sia perfezionato è necessaria anche la sottoscrizione dell esecutore Ove si configuri come appalto dovrà recare anche l espressa accettazione delle clausole di cui agli artt 3 e 6 della legge 136 2010 Articolo 27 Forniture e servizi complementari 1 Qualora in corso di esecuzione delle forniture e di prestazione dei servizi di cui al presente regolamento si verifichino cause impreviste ed imprevedibili che richiedano prestazioni aggiuntive necessarie ed indispensabili il Responsabile del procedimento può affidare direttamente all impresa esecutrice le prestazioni complementari nel limite del 20 dell importo di aggiudicazione 2 Per le acquisizioni di forniture e servizi di importo non superiore ad Euro 40 000 e funzionali a lavori eseguiti in amministrazione diretta di somma urgenza è consentito l affidamento diretto anche in deroga alle procedure di cui al Codice ed al D P R 5 ottobre 2010 n 207 nel rispetto dei principi fondamentali di cui all art 2 2 1 L offerta può essere negoziata in corso di affidamento Articolo 28 Accordo quadro 1 Il Consorzio può ricorrere all accordo quadro per l affidamento dei servizi di manutenzione e riparazione dei propri mezzi d opera e delle autovetture nonché per servizi standardizzati e ripetitivi Non sono ammessi per i servizi di natura intellettuale quindi neppure per i servizi di architettura e ingegneria 2 Ai fini della stipula dell accordo quadro è esperita una delle procedure di aggiudicazione consentite dalla legge e dal presente Regolamento Ai fini dell individuazione della procedura esperibile il valore da prendere in considerazione è il valore massimo stimato al netto del complesso degli appalti previsti per l intera durata dell accordo medesimo 3 L accordo quadro non può avere una durata superiore a 4 anni 4 L accordo quadro può essere stipulato con uno o con più operatori economici nel secondo caso dovranno essere minimo tre 5 I rapporti con gli operatori economici l aggiudicazione dell accordo quadro nonché i successivi affidamenti dei contratti derivati sono governati dai principi generali in materia di contratti pubblici ivi compreso quello di rotazione 6 Ai fini della stipula di un accordo quadro il Consorzio rileva e valuta il fabbisogno attuale e atteso e la possibilità di legittimo ricorso alla formula dell accordo quadro L istruttoria e la motivazione hanno ad oggetto tipologia e esatto oggetto del contratto esclusione delle ipotesi relative a servizi intellettuali o di progettazione e limitazione per i lavori alla sola manutenzione individuazione delle possibili alternative modalità di affidamento confronto tra le possibilità legittime di acquisizione e affidamento e scelta discrezionale ipotesi di affidamento mediante accordo quadro con uno o con più operatori economici calcolo dell importo valutazione del pregresso del fabbisogno delle risorse economiche da destinare alle acquisizioni stima del costo totale di tutti gli affidamenti che ne saranno oggetto valutazione delle procedure esperibili legittimamente per la scelta del i contraente i la procedura esperibile per l individuazione del dei contraente i è quella prevista dal Codice per lo scaglione di importo stimato Esemplificando se complessivamente i contratti avranno un costo inferiore ad euro 40 000 l affidamento diretto se tra euro 40 000 e 200 000 allora procedura negoziata semplificata cottimo fiduciario ex art 125 per tutti gli altri importi procedure aperte ristrette e negoziate come da Codice 7 Il Consorzio redige in via preliminare la lex specialis per la scelta del i contraente i oltre che dei capitolati e contratti che ne conseguiranno 8 Se nell accordo quadro saranno definiti tutti i contenuti dei contratti derivati allora la lex specialis per i relativi affidamenti sarà limitata alla indicazione dei criteri tramite cui ricorrere a ciascuno degli operatori contraenti altrimenti sarà estesa a quelli relativi alla determinazione di ogni altro contenuto 9 Nel caso di aggiudicazione di un accordo quadro sarà acquisito un CIG per il medesimo che sarà riportato in relazione a ciascuno dei contratti derivati Articolo 29 Criteri di aggiudicazione 1 Per gli affidamenti di servizi e forniture previsti dal presente Regolamento il confronto tra le condizioni che gli operatori economici possono soddisfare nell affidamento diretto e l individuazione della migliore offerta nelle procedure negoziate sono effettuati applicando uno tra i seguenti criteri prezzo più basso offerta economicamente più vantaggiosa 2 Quando il contratto è affidato con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa la lettera d invito stabilisce i criteri di valutazione dell offerta pertinenti alla natura all oggetto e alle caratteristiche del contratto Nella lettera vengono elencati i criteri e sub criteri di valutazione Il Consorzio precisa il peso ponderale attribuito a ciascuno di essi espresso con un valore numerico determinato oppure indica l ordine decrescente di importanza dei criteri La lex specialis è redatta in modo da consentire che per l attribuzione dei punteggi in relazione a ciascun criterio o sub criterio sia individuabile il percorso logico motivazionale che l ha determinata Il Consorzio si riserva la possibilità ove lo ritenga opportuno di fissare una soglia minima di punteggio che i concorrenti dovranno acquisire in relazione a taluni criteri di valutazione Tale soglia di sbarramento sarà individuata nei documenti di gara in relazione ai criteri di valutazione ritenuti di particolare rilievo 3 I criteri stabiliti ed individuati dal Consorzio dovranno essere collegati all oggetto dell appalto essere specifici e oggettivamente quantificabili e rispettare i principi del trattato UE parità di trattamento di non discriminazione di proporzionalità e di trasparenza 3 1 Il Consorzio ove lo ritenga necessario precisa per ciascun criterio di valutazione prescelto sub criteri e sub pesi o i sub punteggi Qualora esso non sia in grado di stabilirli tramite la propria organizzazione provvede a nominare uno o più esperti con la determina a contrarre affidando ad essi l incarico di redigerli I pesi o punteggi da assegnare ai criteri di valutazione eventualmente articolati in sub pesi o sub punteggi devono essere globalmente pari a cento Non è mai ammessa una successiva integrazione neppure ad opera della commissione dei predetti criteri e sub criteri 3 2 In una o più sedute riservate la commissione valuta le offerte tecniche e procede alla assegnazione dei relativi punteggi applicando i criteri e le formule indicati nella lettera di invito secondo quanto previsto nel D P R 5 ottobre 2010 n 207 allegato G Successivamente in seduta pubblica la commissione dà lettura dei punteggi attribuiti alle singole offerte tecniche procede alla apertura delle buste contenenti le offerte economiche e data lettura dei ribassi espressi in lettere e delle riduzioni di ciascuna di esse procede secondo quanto previsto dall art 121 D P R 5 ottobre 2010 n 207 ai fini dell individuazione della soglia di anomalia Articolo 30 Commissione di gara e commissione giudicatrice 1 Quando la scelta della migliore offerta avviene con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa il Consorzio si avvale per la valutazione delle offerte di una commissione giudicatrice composta da 3 membri dei quali almeno 2 hanno competenze adeguate nello specifico settore cui si riferisce l oggetto del contratto gli altri membri compreso il presidente devono avere competenze di livello adeguato ancorché eventualmente non afferenti l esatto oggetto dell affidamento La valutazione delle competenze e professionalità disponibili in organico o da reperire all esterno è parametrata alla complessità e rilevanza economica del contratto da affidare La commissione può essere presieduta dal Responsabile del procedimento I commissari diversi dal presidente sono di regola selezionati tra i funzionari del Consorzio Solo previo accertamento della assenza delle professionalità competenze necessarie in organico nonché nei casi in cui ricorrono esigenze oggettive e comprovate il Consorzio provvede alla nomina di commissari esterni scelti tra funzionari di altre amministrazioni aggiudicatrici ovvero con un criterio di rotazione tra gli appartenenti alle seguenti categorie a professionisti con almeno dieci anni di iscrizione nei rispettivi albi professionali nell ambito di un elenco formato sulla base di rose di candidati fornite dagli ordini professionali b professori universitari di ruolo nell ambito di un elenco formato sulla base di rose di candidati fornite dalle facoltà di appartenenza 1 2 Possono essere nominati esperti di supporto alle attività valutative della commissione di gara laddove il contenuto delle offerte risulti di particolare complessità e richieda il possesso di una preparazione tecnica che va al di là del grado di competenza pur richiesto ai commissari o in presenza di eventi straordinari non sopperibili con la struttura burocratica dell Ente 2 Quando il criterio di aggiudicazione utilizzato dal Consorzio è quello del prezzo più basso la nomina della commissione è facoltativa e le operazioni di gara fino all aggiudicazione sono svolte dal Responsabile del procedimento 2 1 Nel caso in cui il Consorzio ritenga comunque di nominare una commissione la stessa prende il nome di seggio di gara al quale è possibile applicare estensivamente le norme in materia di composizione e funzionamento Il provvedimento di nomina di commissari esterni essendo facoltativo è qui motivato sulla base delle risultanze dell istruttoria svolta dal Responsabile del procedimento 3 L attività della commissione di gara e del seggio di gara deve sempre svolgersi nel rispetto dei principi di pubblicità trasparenza di continuità delle sedute di gara celerità e di imparzialità A tal fine la commissione non appena insediata se rileva che non ci sono le condizioni per completare tutte le operazioni di gara in un unica seduta adotta un calendario dei lavori ed autodisciplina le modalità ed i tempi di svolgimento delle sedute Articolo 31 Gestione dell esecuzione del contratto 1 L esecuzione del contratto avente ad oggetto servizi forniture è diretta anche ai fini delle verifiche di regolare esecuzione e di esatto adempimento dal Responsabile del procedimento che può avvalersi del personale del Consorzio anche a tal fine Articolo 32 Il Direttore dell esecuzione del contratto 1 Il Responsabile del procedimento svolge nei limiti delle proprie competenze professionali anche le funzioni di direttore dell esecuzione del contratto salva diversa volontà espressa dal Consorzio che eventualmente nomina un soggetto diverso quale Direttore dell esecuzione attraverso una delega scritta controfirmata per accettazione delle funzioni e dei poteri che gli vengono attribuiti 2 Costituisce buona prassi e ove possibile è preferibile che il direttore dell esecuzione del contratto sia un soggetto diverso dal Responsabile del procedimento nel caso di prestazioni particolarmente complesse sotto il profilo tecnologico che richiedono l apporto di una pluralità di competenze caratterizzate dall utilizzo di componenti o di processi produttivi innovativi o dalla necessità di elevate prestazioni per quanto riguarda la loro funzionalità In tali ipotesi il Consorzio può altresì nominare uno o più assistenti del direttore dell esecuzione cui affidare anche senza formalità uno o più compiti 3 Al Direttore dell esecuzione o ai suoi ausiliari così come agli ausiliari del Responsabile del procedimento ai fini della successiva accettazione delle prestazioni e della fatturazione e liquidazione dei corrispettivi possono essere delegati gli accertamenti necessari in corso di esecuzione e all esito sulla regolarità delle prestazioni anche in contraddittorio con gli esecutori Articolo 33 L avvio dell esecuzione del contratto 1 Dopo che il contratto di cui agli artt 22 e 26 è stato stipulato il Responsabile del procedimento autorizza l avvio dell esecuzione della prestazione Nei casi di contratti aventi ad oggetto prestazioni non di particolare complessità e o di modesti importi tale autorizzazione può essere effettuata senza particolari formalità 2 Il Responsabile del procedimento può autorizzare l esecuzione anticipata della prestazione dopo che l aggiudicazione definitiva è divenuta efficace o nelle seguenti ipotesi a quando il contratto ha ad oggetto beni o servizi che per la loro natura o per il luogo in cui deve essere eseguito il contratto debbono essere immediatamente consegnati o svolti b in casi di comprovata urgenza imprevista imprevedibile e non dipendente da volontà o responsabilità del Consorzio L esecuzione di urgenza è consentita nei limiti di legge e in particolare nei limiti di cui all art 11 D Lgs 12 aprile 2006 n 163 Articolo 34 Verbale di avvio dell esecuzione del contratto 1 L avvio dell esecuzione può avvenire senza formalità per i contratti di modesto rilievo economico e che non presentano complessità o criticità esecutive previa redazione di un verbale di avvio nei casi in cui il Responsabile del procedimento o il Direttore dell esecuzione lo ritengano opportuno specie in relazione all oggetto del contratto alla sua particolare complessità ad eventuali criticità esecutive alle caratteristiche dell esecutore e o dei luoghi in cui deve svolgersi la sua attività 1 1 Nel caso in cui venga redatto il verbale di avvio dell esecuzione del contratto questo può contenere a seconda della natura della prestazione i seguenti elementi a l indicazione delle aree e degli ambienti interni ed esterni in cui l esecutore svolge l attività b la descrizione dei mezzi e degli strumenti eventualmente messi a disposizione dell esecutore dal Consorzio per l esecuzione dell attività c la dichiarazione che gli ambienti nei quali devono effettuarsi le attività oggetto del contratto sono liberi da persone e cose ovvero che in ogni caso lo stato attuale degli ambienti è tale da non impedire l avvio e la prosecuzione dell attività 2 Il verbale è redatto e firmato dal direttore dell esecuzione e dall esecutore copia conforme o un secondo eventuale originale può essere rilasciata all esecutore ove questi lo richieda 3 Qualora per l estensione delle aree o dei locali o per l importanza dei mezzi strumentali all esecuzione del contratto l inizio dell attività debba avvenire in luoghi o tempi diversi rispetto a quelli stabiliti il direttore dell esecuzione del contratto provvede a dare le necessarie istruzioni nel verbale di avvio dell esecuzione del contratto ovvero in altri atti idonei comunque resi noti tempestivamente all esecutore 4 Qualora l esecutore intenda far valere pretese derivanti dalla riscontrata difformità dello stato dei luoghi o dei mezzi o degli strumenti rispetto a quanto previsto dai documenti contrattuali è tenuto a formulare esplicita contestazione sul verbale di avvio dell esecuzione a pena di decadenza Il Consorzio può in ogni caso subordinare la presentazione delle offerte o l aggiudicazione del definitivo alla previa effettuazione di un sopralluogo all esito del quale gli operatori economici attestano che non hanno rilevato e non sussistono difformità o elementi ostativi ad una corretta esecuzione Il verbale di tale sopralluogo è allegato al verbale di avvio dell esecuzione L avvenuto sopralluogo ove funzionale alla corretta formulazione delle offerte e a tal fine richiesta per la partecipazione alle procedure di affidamento costituisce presupposto indefettibile per l ammissione degli operatori economici Articolo 35 La verifica di conformità 1 La verifica di conformità dell esecuzione è riconosciuta quale facoltà del Consorzio che la effettua ogni qual volta lo ritenga opportuno con la cadenza adeguata per un accertamento progressivo della regolare esecuzione delle prestazioni tenuto conto della natura di queste del contenuto del contratto e di ogni altra circostanza Compete al Responsabile del procedimento o ove nominato al Direttore dell esecuzione Può avvenire nella forma da loro ritenuta la più opportuna 2 Le attività di verifica di conformità sono dirette a certificare che le prestazioni contrattuali siano state eseguite a regola d arte sotto il profilo tecnico e funzionale in conformità e nel rispetto delle condizioni modalità termini e prescrizioni del contratto Per semplificarne l adempimento ed ottimizzare i risultati il Consorzio può inserire nei contratti o negli atti di affidamento e o di indizione delle relative procedure previsioni specifiche relative ad oggetto modalità e o calendario delle verifiche 3 Nei casi in cui le particolari caratteristiche dell oggetto contrattuale non consentono tale verifica di conformità per la totalità delle prestazioni contrattuali o non consentano di effettuarla secondo le previsioni che seguono il Consorzio effettua detta attività in forma semplificata facendo ricorso alle certificazioni di qualità ove esistenti ovvero a documentazioni di contenuto analogo e ad ogni altro documento che possa attestare la conformità delle prestazioni eseguite alle prescrizioni

    Original URL path: http://www.consorzioombronebisenzio.it/index.php/statuto-e/regolamento-ssff (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Regol. Lavori in Economia
    tali prescrizioni sono da ritenere nulle Articolo 9 Attestazione dei requisiti 1 Salvo quanto precisato dall articolo 10 l operatore economico concorrente attesta il possesso dei requisiti richiesti mediante dichiarazione sostitutiva in conformità alle previsioni di cui al D P R 28 dicembre 2000 n 445 in cui indica anche tutte le condanne penali riportate ivi comprese quelle per le quali abbia beneficiato della non menzione 1 1 Tali dichiarazioni da redigere e presentare con i contenuti di cui alle disposizioni legislative regolamentari e di cui alla lex specialis sono utilizzabili per la sola fase di ammissione alle selezioni e comportano assunzione da parte del dichiarante di tutte le responsabilità anche penali per errori omissioni e falsità 2 Ove i dati e le informazioni dichiarati dagli operatori economici siano reperibili in certificati e o altri documenti amministrativi l interessato ne fornisce nella dichiarazione sostitutiva gli elementi indispensabili per l individuazione e o il reperimento Articolo 10 Verifica dei requisiti di gara 1 Il Consorzio acquisisce d ufficio le informazioni e o le certificazioni attestanti i dati oggetto delle dichiarazioni sostitutive rese dagli operatori economici ivi compreso il DURC 2 I controlli di cui al precedente comma 1 devono essere effettuati come per legge in ogni caso sempre sull aggiudicatario sul secondo classificato ove vi sia Possono comunque essere effettuati anche su tutti gli altri concorrenti o candidati Nel caso di affidamento diretto i controlli sull effettivo possesso dei requisiti possono essere effettuati durante la negoziazione che conduce alla stipula del contratto e dunque all atto di affidamento diretto con l operatore economico scelto In tal caso l esito positivo dei controlli medesimi costituisce presupposto dell affidamento stesso possono essere effettuati dopo che l affidamento diretto si è perfezionato e dunque dopo la stipula del contratto In tal caso l esito positivo dei controlli medesimi ne costituisce condizione sospensiva dell efficacia 3 Per l ammissione alle gare l aggiudicazione e la stipula dei contratti di servizi di architettura e ingegneria di importo inferiore o pari ad Euro 20 000 gli operatori economici possono produrre una dichiarazione sostitutiva ai sensi dell art 46 comma 1 D P R 28 dicembre 2000 n 445 in luogo del DURC La predetta dichiarazione sostitutiva non è sufficiente ai fini dei pagamenti neppure per i contratti di cui al presente comma 4 per procedere ai quali il Consorzio dovrà preventivamente acquisire d ufficio il DURC Articolo 11 Banca dati nazionale dei contratti pubblici 1 I concorrenti possono partecipare alla gara fornendo l auto dichiarazione riferita al possesso dei requisiti di ordine generale e speciale e non devono comprovare alcuno dei dati e delle informazioni dichiarati in sede di autocertificazione 2 Il responsabile del procedimento verifica che le autocertificazioni siano prodotte nelle forme previste dalla legge a pena di invalidità e quindi inutilizzabilità delle stesse 3 Il responsabile del procedimento acquisisce d ufficio e quando sarà in funzione presso la Banca dati nazionale dei contratti pubblici istituita presso l Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici la documentazione comprovante il possesso dei requisiti dichiarati dai concorrenti Se presso la Banca Dati non risulterà reperibile la documentazione predetta il Consorzio non potrà procedere all ammissione degli operatori economici interessati alla gara né ad alcune delle successive fasi del procedimento E onere degli operatori economici medesimi dimostrare che la trasmissione dei dati e dei documenti è avvenuta come per legge e in tal caso il Consorzio acquisiti tardivamente i documenti necessari tramite la Banca dati potrà agire in autotutela ed eventualmente ri ammetterli alle selezioni 4 Per le finalità di cui al comma 1 il Consorzio osserva quanto stabilito dall Autorità con propria deliberazione circa i dati concernenti la partecipazione alle gare e la valutazione delle offerte in relazione ai quali è obbligatoria l inclusione della documentazione nella Banca dati nonché i termini e le regole tecniche per l acquisizione l aggiornamento e la consultazione dei predetti dati contenuti nella Banca dati 5 Ove la disciplina di gara richieda il possesso di requisiti economico finanziari o tecnico organizzativi diversi da quelli di cui è prevista l inclusione nella Banca dati il possesso di tali requisiti è verificato secondo le modalità previste dall art 10 del presente regolamento TITOLO II PROCEDURE DI GARA E CONTRATTI Articolo 12 Categorie di lavori in economia 1 Sono eseguibili in economia i lavori e per lavori si intendono le attività di costruzione demolizione recupero ristrutturazione restauro e manutenzione di opere riconducibili alle seguenti categorie a manutenzione o riparazione di opere od impianti quando l esigenza è rapportata ad eventi imprevedibili e non sia possibile realizzarle con le forme e le procedure previste dalla legislazione vigente b manutenzione di opere o di impianti opere idrauliche o irrigue di bonifica c interventi non programmabili in materia di sicurezza d lavori che non possono essere differiti dopo l infruttuoso esperimento delle procedure di gara e lavori necessari per la compilazione di progetti f completamento di opere o impianti a seguito della risoluzione del contratto o in danno dell appaltatore inadempiente quando vi è necessità ed urgenza di completare i lavori 2 I presupposti di imprevedibilità necessità e urgenza saranno valutati dal Consorzio secondo criteri oggettivi e previa istruttoria semplificata ad opera del responsabile del procedimento relativa a situazione contingente cause possibili soluzioni alternative rischi danni per l ipotesi di mancato intervento Della sussistenza di tali presupposti si darà conto nella motivazione della determina a contrarre e eventualmente anche del provvedimento di avvio della procedura di affidamento o nell atto di affidamento 3 Compete al responsabile del procedimento effettuare e documentare le attività istruttorie utili a motivare il fatto che un determinato lavoro ove consentito seppur non espressamente indicato in questo articolo sia comunque riconducibile ad una delle categorie indicate nei commi precedenti La relativa decisione è motivata richiamando la relazione del responsabile del procedimento Articolo 13 Modalità di esecuzione di lavori in economia 1 I lavori in economia possono essere eseguiti nelle seguenti forme mediante amministrazione diretta mediante affidamento diretto previa istruttoria semplificata o formale mediante procedura negoziata semplificata ex art 125 d lgs 163 2006 o cottimo fiduciario mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando con le modalità di cui all art 57 comma 6 d lgs 163 2006 2 Le procedure per gli affidamenti dei lavori in economia sono limitatamente alle tipologie di lavori di cui all art 12 del presente Regolamento l affidamento diretto per importi inferiori ad Euro 40 000 disciplinato dall art 16 del presente Regolamento limitatamente alle tipologie di lavori di cui all art 12 del presente Regolamento la procedura negoziata semplificata o cottimo fiduciario ex art 125 d lgs 163 2006 previa consultazione di almeno 5 operatori economici per importi pari o superiori ad Euro 40 000 e non superiori ad Euro 200 000 disciplinato dall art 19 del presente Regolamento in ogni caso la procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara nelle forme di cui all art 57 comma 6 d lgs 163 2006 che per i lavori in economia è sempre utilizzabile essendo questi sempre compresi nel limite di importo 1 milione di Euro di cui all art 122 comma 7 d lgs 163 2006 disciplinata dall art 19 del presente Regolamento Articolo 14 Lavori in amministrazione diretta 1 L assunzione di lavori in amministrazione diretta nei limiti di legge non configura contratto d appalto 2 Nell amministrazione diretta i lavori sono realizzati con materiali e mezzi propri o appositamente acquistati o noleggiati e con personale proprio del Consorzio o eventualmente assunto per l occasione 3 Quando viene scelta la forma di esecuzione in amministrazione diretta i lavori sono gestiti dal responsabile del procedimento cui competono la direzione il controllo l organizzazione dei mezzi necessari e che gestisce a proprio rischio il compimento dell opera Articolo 15 Modalità di stipula del contratto nell amministrazione diretta 1 Il responsabile del procedimento nell ipotesi di cui all art 14 dispone l acquisto dei materiali ed il noleggio dei mezzi necessari per la realizzazione dell opera o dell intervento stabilito L autonomia di spesa del responsabile del procedimento è esercitata in conformità a quanto previsto dallo Statuto del Consorzio 2 I contratti che si rendono necessari per gli acquisti e o per i noleggi vengono stipulati mediante scrittura privata che può anche avere forma semplificata ammettendosi per esempio il contratto composto dai seguenti documenti buono d ordine preventivo accettazione anche apposta sul preventivo medesimo purché recanti le informazioni necessarie alla realizzazione ed esecuzione dei lavori oltre che i termini di esecuzione e pagamento ed eventualmente la sospensione di questi ultimi per le ipotesi di cui agli articoli 4 e 5 del D P R 5 ottobre 2010 n 207 Articolo 16 L affidamento diretto 1 L affidamento diretto da parte del responsabile del procedimento consentito per i lavori di importo inferiore a 40 000 Euro nelle forme di cui all articolo 17 che segue consiste nella individuazione con modalità semplificate dell operatore economico aggiudicatario con il quale negoziare il contenuto del contratto che può avere anch esso forma semplificata 2 Il Consorzio per l individuazione degli operatori economici aggiudicatari di affidamenti diretti non si avvale di un elenco ufficiale di operatori economici 3 I lavori sono affidati a cura del responsabile del procedimento valutati i prezzi e le condizioni correnti sul mercato e valutati altresì i requisiti e le caratteristiche prestazionali e curriculari degli operatori economici ivi operanti nel rispetto dei criteri di trasparenza rotazione e comunque dei principi generali vigenti in materia di contratti pubblici Articolo 17 L istruttoria finalizzata all affidamento diretto 1 Ogni affidamento diretto è preceduto dall istruttoria di cui al precedente art 16 comma 3 2 Per lavori di importo inferiore a 7 000 Euro l istruttoria che conduce all affidamento diretto è effettuata a cura del RUP senza formalità Parimenti informale è l istruttoria che conduce all affidamento diretto nei casi in cui l esecuzione dei lavori sia motivata dal verbale di urgenza di cui all art 26 del presente Regolamento 3 Per lavori di importo superiore a 7 000 Euro e inferiore a 40 000 Euro l istruttoria che conduce all affidamento diretto è effettuata in forma di indagine di mercato a cura del RUP anche con l ausilio di altro personale del Consorzio secondo le modalità che ritiene le più appropriate considerati la tipologia la complessità e l importo dei lavori Il RUP può altresì utilizzare a scelta una delle due diverse procedure descritte alle seguenti lettere a e b a il responsabile del procedimento chiede all Ufficio Tecnico di eseguire l istruttoria a seguito della quale vengono individuati uno o più operatori economici ritenuti i più idonei sul piano tecnico e ai quali può altresì chiedere di fornire preventivi economici relativi ai lavori da affidare L Ufficio Tecnico valuta la idoneità degli operatori economici tenendo conto di tutte le caratteristiche che il responsabile del procedimento individua come rilevanti ai fini dell affidamento Il responsabile del procedimento può procedere direttamente all affidamento in favore di uno degli operatori economici così individuati oppure acquisire ulteriori informazioni dagli interpellati direttamente o tramite il medesimo Ufficio Tecnico per poi procedere all affidamento b il responsabile del procedimento effettua una verifica tramite l acquisizione di un numero di preventivi proporzionato all importo ed alla complessità dei lavori da affidare I termini entro i quali dovranno pervenire sono indicati preventivamente ai soggetti interpellati e devono essere ragionevoli proporzionati al rilievo economico ed alla complessità dei lavori da affidare e delle offerte da predisporre La richiesta dei preventivi può avvenire in qualunque forma per posta elettronica posta elettronica certificata fax segnalazione sul profilo del committente e richiesta di manifestazione di interesse avvisi altrimenti pubblicati Le modalità sono decise dal responsabile del procedimento in modo tale da garantire il rispetto dei principi di par condicio e trasparenza oltre che di ragionevolezza e proporzionalità ed in conformità agli obblighi di legge I preventivi così acquisiti sono tra loro confrontati al fine di individuare i migliori offerente e offerta Possono condurre o alla aggiudicazione in favore dell operatore economico che tra quelli consultati ha documentato la migliore offerta garantendo i migliori standard prestazionali o alla aggiudicazione in favore di un operatore economico estraneo alla indagine altrimenti comunque noto al Consorzio e che offra condizioni complessive più convenienti rispetto alle migliori tra quelle acquisite nel corso dell indagine Articolo 18 Modalità di stipula del contratto nel caso di affidamento diretto 1 L acquisizione in economia tramite affidamento diretto disposta con apposito decreto dal Direttore del Consorzio si perfeziona con l atto contratto nel quale sono manifestate le volontà di contrarre del Consorzio e dell aggiudicatario 1 1 Per lavori di importo inferiore a 7 000 Euro il contratto è stipulato di regola in forma di buono d ordine che reca i contenuti essenziali relativi alle prestazioni richieste agli esecutori ed al pagamento loro dovuto ivi compresi quelli imposti dalle norme vigenti anche in materia di tracciabilità dei flussi finanziari ex artt 3 e 6 L 136 2010 1 2 Per lavori di importo pari o superiore a 7 000 Euro e inferiore a 40 000 Euro il contratto è stipulato in forma di scrittura privata sottoscritta dal Direttore e dall aggiudicatario 1 3 In ogni caso il contratto o buono d ordine reca anche in forma sintetica almeno nella misura essenziale i seguenti contenuti a la descrizione dei lavori oggetto dell affidamento b la quantità ed il prezzo degli stessi con l indicazione dell I V A c la qualità e la modalità di esecuzione d la forma di pagamento e le penali per la ritardata o incompleta esecuzione nonché l eventuale richiamo all obbligo dell assuntore di uniformarsi alle vigenti norme di legge e regolamenti f tutte le clausole e le informazioni di cui alla legge 136 2010 Articolo 19 Le procedure negoziate 1 Per lavori di importo pari o superiore a 40 000 Euro e fino a 200 000 Euro l affidamento può avvenire mediante la procedura negoziata semplificata di cui all art 125 del D Lgs 12 aprile 2006 n 163 previa consultazione di almeno cinque operatori economici 2 Per tutti i lavori in economia l affidamento può avvenire con procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando nelle forme di cui agli artt 122 comma 7 e 57 comma 6 d lgs 163 2006 3 La scelta degli operatori economici da invitare alle procedure negoziate avviene nel rispetto dei principi di trasparenza rotazione parità di trattamento 4 La consultazione nell ambito delle procedure negoziate in economia deve coinvolgere sempre almeno cinque operatori economici individuati dal Responsabile del Procedimento È legittimo l invito di un numero di operatori economici inferiore a 5 solo se il Responsabile del procedimento all esito di apposita istruttoria attesta e documenta che non sussistono in tale numero soggetti idonei L idoneità è valutata avendo riguardo alle caratteristiche dei lavori da affidare ed ai conseguenti requisiti necessari 5 Con cadenza biennale il Direttore personalmente o avvalendosi del personale del Consorzio effettua verifiche interne finalizzate a verificare ed attestare il rispetto del principio di rotazione riguardo gli affidamenti che si sono realizzati nel biennio precedente Se l esito della verifica non è del tutto positivo il Direttore elabora anche con l ausilio dell Ufficio Tecnico o di altri dipendenti del Consorzio ovvero avvalendosi di una consulenza esterna a tal fine affidata buone prassi e regole procedimentali funzionali alla implementazione dei livelli di efficienza e trasparenza delle acquisizioni in economia Articolo 20 Aggiudicazione del contratto 1 Al termine delle procedure negoziate di cui al precedente art 19 è dichiarata l aggiudicazione provvisoria a favore del concorrente che ha presentato la migliore offerta 2 L aggiudicazione definitiva diventa efficace dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti e non equivale ad accettazione dell offerta Articolo 21 Stipula del contratto 1 La stipula del contratto ha luogo nel termine massimo di 60 giorni in quello indicato nell invito ad offrire od in quello differito espressamente concordato con l aggiudicatario I 60 giorni corrono dopo che l aggiudicazione definitiva è divenuta efficace 1 1 Se la stipulazione del contratto non avviene nel termine fissato l aggiudicatario può mediante atto notificato al Consorzio sciogliersi da ogni vincolo o recedere dal contratto All aggiudicatario non spetta alcun indennizzo salvo il rimborso delle spese contrattuali documentate Articolo 22 Il contenuto del contratto da stipulare all esito delle procedure negoziate 1 Il contratto deve indicare secondo quanto richiesto dall art 173 del D P R 5 ottobre 2010 n 207 a l elenco e la descrizione dei lavori affidati b la quantità e i prezzi unitari con indicazione dell iva per i lavori a misura e l importo di quelli a corpo c le condizioni e modalità di esecuzione d il termine di ultimazione dei lavori e le modalità di pagamento e tutte le clausole e le informazioni di cui agli artt 3 e 6 della L 136 del 13 agosto 2010 f le penalità in caso di ritardo e il diritto del Consorzio di risolvere il contratto in danno del contraente privato mediante semplice denuncia per inadempimento dell esecutore ai sensi dell articolo 137 del Codice g le garanzie a carico dell esecutore h il codice identificativo della gara rilasciato dall Autorità di vigilanza sui contratti pubblici i la quantificazione dei costi della sicurezza Articolo 23 Accordo quadro 1 Il Consorzio può ricorrere all accordo quadro per l affidamento dei lavori di manutenzione nonché per lavori standardizzati e ripetitivi 2 Ai fini della stipula dell accordo quadro è esperita una delle procedure di aggiudicazione consentite dalla legge e dal presente Regolamento Ai fini dell individuazione della procedura esperibile il valore da prendere in considerazione è il valore massimo stimato al netto del complesso degli appalti previsti per l intera durata dell accordo medesimo 3 L accordo quadro non può avere una durata superiore a 4 anni 4 L accordo quadro può essere stipulato con uno o con più operatori economici nel secondo caso dovranno essere minimo tre 5 I rapporti con gli operatori economici l aggiudicazione dell accordo quadro nonché i successivi affidamenti dei contratti derivati sono governati dai principi generali in materia di contratti pubblici ivi compreso quello di rotazione 6 Ai fini della stipula di un accordo quadro il Consorzio rileva e valuta il fabbisogno attuale e atteso e la possibilità di legittimo ricorso alla formula dell accordo quadro L istruttoria e la motivazione hanno ad oggetto tipologia e esatto oggetto del contratto limitazione per i lavori alla sola manutenzione individuazione delle possibili alternative modalità di affidamento confronto tra le possibilità legittime di acquisizione e affidamento e scelta discrezionale ipotesi di affidamento mediante accordo quadro con uno o con più operatori economici calcolo dell importo valutazione del pregresso del fabbisogno delle risorse economiche da destinare alle acquisizioni stima del costo totale di tutti gli affidamenti che ne saranno oggetto valutazione delle procedure esperibili legittimamente per la scelta del i contraente i la procedura esperibile per l individuazione del dei contraente i è quella prevista dal Codice per lo scaglione di importo stimato Esemplificando se complessivamente i contratti avranno un costo inferiore ad Euro 40 000 l affidamento diretto se tra Euro 40 000 e 200 000 la procedura negoziata ex art 125 per tutti gli altri importi procedure aperte ristrette e negoziate come da Codice 7 Il Consorzio redige in via preliminare la lex specialis per la scelta del i contraente i oltre che dei capitolati e contratti che ne conseguiranno 8 Se nell accordo quadro saranno definiti tutti i contenuti dei contratti derivati allora la lex specialis per i relativi affidamenti sarà limitata alla indicazione dei criteri tramite cui ricorrere a ciascuno degli operatori contraenti altrimenti sarà estesa a quelli relativi alla determinazione di ogni altro contenuto 9 Nel caso di aggiudicazione di un accordo quadro sarà acquisito un CIG per il medesimo che sarà riportato in relazione a ciascuno dei contratti derivati Articolo 24 Criteri e modalità di aggiudicazione nelle procedure negoziate 1 Per gli affidamenti dei lavori previsti dal presente Regolamento l individuazione della migliore offerta è effettuata applicando uno tra i seguenti criteri prezzo più basso offerta economicamente più vantaggiosa Nelle procedure negoziate ex art 19 le offerte devono pervenire presso il Consorzio in plichi sigillati con le modalità indicate nella lex specialis in conformità agli obblighi di legge L apertura dei plichi avviene in seduta pubblica Sempre in seduta pubblica la commissione procede alla verifica della completezza e correttezza della documentazione amministrativa della completezza dei documenti recanti l offerta tecnica ove richiesta della presenza e sigillatura della busta contenente l offerta economica 2 Si ricorre al criterio del prezzo più basso qualora l acquisizione di lavori oggetto del contratto debba essere conforme ad appositi capitolati o disciplinari tecnici come descritti nella lettera di invito o nella determina a contrarre non suscettibili di migliorie o valutazioni afferenti contenuti e parametri diversi da quelli economici Il prezzo più basso inferiore a quello posto a base di gara è determinato con le modalità specificate nella lex specialis e quindi a per i contratti da stipulare a misura mediante ribasso sull elenco prezzi posto a base di gara ovvero mediante offerta a prezzi unitari b per i contratti da stipulare a corpo mediante ribasso sull importo dei lavori posto a base di gara ovvero mediante offerta a prezzi unitari c per i contratti da stipulare parte a corpo e parte a misura il prezzo più basso è calcolato mediante offerta a prezzi unitari Quanto alle modalità specifiche di aggiudicazione al prezzo più basso determinato mediante offerta a prezzi unitari si rimanda a quanto previsto dall art 119 del D P R 5 ottobre 2010 n 207 3 Quando il contratto è affidato con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa nella lettera di invito si stabiliscono i criteri di valutazione dell offerta pertinenti alla natura all oggetto e alle caratteristiche del contratto La lettera di invito è redatta a cura del responsabile del procedimento Deve recare tutti i criteri ed eventuali sub criteri che saranno utilizzati dalla commissione per la valutazione delle offerte e per l aggiudicazione del contratto Nella lettera di invito per ciascun criterio o sub criterio è precisato il peso che assume nelle valutazioni predette e tale peso è espresso con un valore numerico determinato Il Consorzio si riserva la possibilità ove lo ritenga opportuno di fissare una soglia minima di punteggio che i concorrenti dovranno acquisire in relazione a taluni criteri di valutazione per essere ammessi alla eventuale aggiudicazione Tale soglia di sbarramento deve essere indicata nella lex specialis 3 1 I criteri e sub criteri di valutazione devono essere motivati in relazione all oggetto del contratto alle caratteristiche dei lavori quindi alla rilevanza economica ed alla complessità degli stessi Devono altresì essere specifici e oggettivamente quantificabili e rispettare i principi del trattato UE parità di trattamento di non discriminazione di proporzionalità e di trasparenza 3 2 Se a causa della complessità dei lavori da affidare il responsabile del procedimento e o il personale del Consorzio non siano in grado di stabilire i criteri e sub criteri di aggiudicazione allora è consentita la nomina di uno o più esperti cui affidare l incarico di redigerli o l attività di consulenza di supporto per la redazione L individuazione dei criteri e sub criteri di valutazione delle offerte e aggiudicazione del contratto non può in alcun caso essere demandata alla Commissione ne intervenire in un momento successivo a quello della redazione e comunicazione agli interessati della lettera di invito La somma dei punti da assegnare ai criteri e sub criteri di valutazione deve essere pari a cento 4 In una o più sedute riservate la commissione valuta le offerte tecniche e procede alla assegnazione dei relativi punteggi applicando i criteri e le formule indicati nella lettera di invito secondo quanto previsto nell allegato G al D P R 5 ottobre 2010 n 207 Successivamente in seduta pubblica la commissione dà lettura dei punteggi attribuiti alle singole offerte tecniche procede alla apertura delle buste contenenti le offerte economiche e data lettura dei ribassi espressi in lettere e delle riduzioni di ciascuna di esse procede secondo quanto previsto dall articolo 121 D P R 5 ottobre 2010 n 207 ai fini dell individuazione della soglia di anomalia Articolo 25 Commissione giudicatrice 1 Quando la scelta della migliore offerta avviene con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa il Consorzio si avvale per la valutazione di una commissione giudicatrice composta da tre membri dei quali almeno due sono esperti nello specifico settore cui si riferisce l oggetto del contratto La commissione è presieduta dal Direttore del Consorzio I commissari diversi dal presidente sono selezionati tra i funzionari del Consorzio 1 1 La commissione di gara può avvalersi di supporto tecnico che può essere ottenuto ricorrendo ad apporti collaborativi esterni nei casi in cui la valutazione delle offerte richieda il possesso di una preparazione tecnica che va al di là del grado di competenza pur richiesto ai commissari trattandosi di offerte che presentano effettivamente aspetti di particolare complessità Il ricorso a consulenti esterni di supporto alla commissione è ammesso altresì in presenza di eventi straordinari cui non è possibile fare fronte con la struttura burocratica dell Ente A tal fine il responsabile del procedimento avvia un istruttoria per verificare se vi siano in organico le competenze e professionalità adeguate o se sia invece necessario nominare esperti di supporto esterni La valutazione è parametrata alla complessità e all importo dei lavori 2 Le funzioni di responsabile del procedimento non sono incompatibili con quelle di presidente della commissione 3 Quando il criterio di aggiudicazione utilizzato dal Consorzio è quello del prezzo più basso le operazioni di gara fino all aggiudicazione sono svolte dal responsabile del procedimento che provvede a tutti gli adempimenti richiesti dalla procedura di affidamento In tali casi la nomina della commissione è facoltativa 3 1 Nel caso in cui anche per l aggiudicazione secondo il criterio del prezzo più basso il Consorzio opti per la nomina di una commissione la stessa prende il nome di seggio di gara al quale è possibile applicare estensivamente le norme previste per la commissione giudicatrice Il provvedimento di nomina di commissari esterni essendo facoltativo è qui ampiamente motivato sulla base delle risultanze dell istruttoria svolta dal responsabile del procedimento 4 L attività della commissione di gara deve sempre svolgersi nel rispetto dei principi di pubblicità trasparenza di continuità delle sedute di gara celerità e di imparzialità Articolo 26 Lavori d urgenza 1 Nelle ipotesi in cui l affidamento dei lavori in economia è determinata dalla necessità di provvedere in via d urgenza e l esecuzione sia improrogabile per causa di eventi imprevisti ed imprevedibili ricorrendo i presupposti di legge il Consorzio con apposito verbale indica lo stato di fatto ed i pericoli o le necessità attuali le cause che lo hanno provocato i lavori necessari per rimuoverlo le possibili conseguenze per le ipotesi di non intervento o di ritardo nell intervento ogni eventuale valutazione circa le modalità alternative di intervento 1 1 Il verbale è compilato dal tecnico all uopo incaricato e controfirmato dal Direttore Al verbale segue prontamente la redazione di una perizia estimativa quale presupposto necessario per definire la spesa dei lavori da eseguirsi permettere la relativa copertura finanziaria e la formalizzazione dell autorizzazione per l esecuzione dei lavori Articolo 27 Lavori di somma urgenza 1 In circostanze di somma urgenza che non consentano alcun indugio chi si reca per primo sul luogo nel quale è necessario intervenire in somma urgenza può provvedere contemporaneamente alla redazione del verbale di cui al precedente articolo ed a disporre l immediata esecuzione dei lavori entro il limite di 200 000 00 Euro o di quanto indispensabile per rimuovere lo stato di pregiudizio della pubblica incolumità 1 1 L esecuzione dei lavori di somma urgenza può essere affidata in forma diretta ad uno o più operatori economici individuati e incaricati anche senza formalità affinché provvedano a quanto immediatamente necessario Le verifiche circa i requisiti di idoneità degli operatori economici e la legittimità dell affidamento possono avvenire successivamente purché appena affrontata la situazione di somma urgenza e come stabilito dai commi seguenti 1 2 Il prezzo delle prestazioni ordinate è definito consensualmente con l affidatario in difetto di preventivo accordo e sempre ché non si possa provvedere con affidatario diverso si procede con l ingiunzione prevista all art 163 comma 5 del D P R 5 ottobre 2010 n 207 2 Il responsabile del procedimento o il tecnico incaricato compila entro 10 giorni dall ordine di esecuzione dei lavori una perizia giustificativa degli stessi e la trasmette unitamente al verbale di somma urgenza al Direttore che controfirma la perizia e provvede ad assicurare la copertura della spesa e la presa d atto dei lavori 3 Qualora un opera o un lavoro intrapreso per motivi di somma urgenza non riportino l approvazione del Direttore si procede alla liquidazione delle spese relative alla parte dell opera o dei lavori realizzati 4 Se il Direttore assume anche il ruolo di responsabile del procedimento dovrà provvedere alle attività di cui ai commi precedenti nelle due differenti vesti Dovrà pertanto quale responsabile del procedimento determinare l affidamento di somma urgenza sulla base della sommaria istruttoria consentita dalle circostanze emergenziali per poi in qualità di Direttore del Consorzio istruire ulteriormente la pratica e decidere se procedere alla approvazione definitiva del predetto affidamento ovvero alla sola liquidazione delle spese per i lavori realizzati ed affidarne la parte residua ad altro operatore economico Articolo 28 Pubblicità e comunicazioni 1 Alle procedure di affidamento e realizzazione dei lavori in economia non si applicano le norme del D Lgs 12 aprile 2006 n 163 che prevedono obblighi di pubblicità e di comunicazione in ambito sovranazionale 1 1 Il Consorzio assicura comunque che le procedure in economia avvengano nel rispetto del principio della massima trasparenza provvedendo a tutte le pubblicazioni previste dalla legge L esito degli affidamenti in economia è soggetto ad avviso di post informazione mediante pubblicazione sul profilo del Consorzio Articolo 29 I costi della sicurezza e della manodopera 1 Anche relativamente alle acquisizioni in economia deve essere stimato il costo che l esecutore dovrà sostenere per il rispetto degli obblighi di sicurezza ex D Lgs 81 del 9 aprile 2008 Tale spesa è la risultante di due diverse componenti il costo per gli oneri di sicurezza connessi con i rischi da interferenza e il costo legato alla specifica incidenza per le singole lavorazioni Gli oneri per la sicurezza connessi con i rischi da interferenza dovranno essere stimati e indicati dal Consorzio negli atti di gara e relativi allegati quelli da incidenza specifica dovranno essere stimati dai candidati concorrenti esecutori 2 Il costo per l incidenza della manodopera è da calcolare in relazione al costo del lavoro come risultante dalle tabelle Ministeriali dal CCNL applicabile da altre eventuali fonti la cui attendibilità ed utilizzabilità sono consentite dalla legge e che possono essere indicate anche dall operatore economico interessato 3 I costi per sicurezza e manodopera in ogni loro componente non sono assoggettabili a ribasso Del rispetto del divieto di cui a questo comma deve dare conto l operatore economico giustificando la propria offerta economica adeguatamente Articolo 30 Tutela dei lavoratori L esecutore il subappaltatore e i soggetti titolari di subappalti e cottimi devono osservare le norme e prescrizioni dei contratti collettivi nazionali e di zona stipulati tra le parti sociali firmatarie di contratti collettivi nazionali comparativamente più rappresentative delle leggi e dei regolamenti sulla tutela sicurezza salute assicurazione assistenza contribuzione e retribuzione dei lavoratori Articolo 31 Intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di inadempienza contributiva dell esecutore e del subappaltatore 1 Al responsabile del procedimento competono i compiti e le responsabilità inerenti l intervento sostitutivo della stazione appaltante per inadempienze retributive e contributive di cui agli artt 4 e 5 del D P R 5 ottobre 2010 n 207 2 Il responsabile del procedimento per ogni stato di esecuzione delle prestazioni per cui è richiesto il pagamento acquisisce d ufficio il DURC 3 In tutti i casi in cui emergano per qualunque causa dubbi relativi alla regolarità contributiva dell appaltatore e di tutti gli esecutori a qualunque titolo coinvolti nella realizzazione dei lavori affidati il responsabile del procedimento è tenuto ad avviare il procedimento istruttorio di cui all art 4 del D P R 5 ottobre 2010 n 207 I soggetti per i quali deve sussistere e permanere il requisito di regolarità contributiva sono tutti gli operatori economici coinvolti nella esecuzione dei lavori affidati dunque l intera filiera che comprende appaltatore subappaltatore subcontraente esecutore a qualunque titolo Gli obblighi di tali soggetti sono relativi al pagamento dei contributi in favore dei lavoratori impiegati anche soltanto parzialmente per l esecuzione del contratto affidato dal Consorzio ma non riguardano gli altri lavoratori che seppure alle dipendenze degli operatori economici medesimi non siano coinvolti nella esecuzione del contratto affidato dal Consorzio 3 1 L acquisizione di un DURC dal quale risulti un irregolarità determina l onere dell apertura del relativo procedimento prima istruttorio e poi sostitutivo L istruttoria dovrà avere ad oggetto la verifica circa l esatto importo per cui sussiste l irregolarità ed i lavoratori cui è riferita oltre che il loro impiego nel contratto affidato dal Consorzio L attività sostitutiva consisterà invece nel trattenere le somme dovute agli esecutori e nel versamento delle stesse direttamente in favore degli enti previdenziali creditori Il tutto secondo le procedure di cui al D P R 5 ottobre 2010 n 207 3 2 Nei casi in cui anche solo per ritardi non imputabili al responsabile del procedimento nell acquisizione del DURC o per incompletezza delle informazioni ivi contenute non sia possibile desumerne con certezza l esatta consistenza del debito contributivo dell operatore economico interessato deve essere sospeso il pagamento dell intera somma risultante come ancora dovuta per il relativo stato di avanzamento dei lavori 3 3 Il responsabile del procedimento è responsabile per la tempestività della richiesta del DURC e delle attività finalizzate alla acquisizione degli altri documenti utili alle verifiche istruttorie sopra descritte Non è invece ascrivibile al responsabile del procedimento o al Consorzio la responsabilità per ritardi degli enti previdenziali nella trasmissione dei documenti di loro competenza sulla regolarità contributiva degli operatori economici 4 Il pagamento di quanto dovuto per le inadempienze accertate mediante il documento unico di regolarità contributiva è disposto dal Consorzio direttamente agli enti previdenziali e assicurativi compresa nei lavori la cassa edile non appena questi forniscono adeguate e complete notizie a tal fine In caso contrario rimane sospeso fino a tale evento salvo l onere del Consorzio di sollecitare tempestivo riscontro Anche l esecutore può farsi parte diligente ai fini della acquisizione presso gli enti previdenziali delle notizie e della documentazione necessarie per gli accertamenti istruttori e l intervento di cui al presente articolo 5 In ogni caso sull importo netto progressivo delle prestazioni è operata come per legge una ritenuta dello 0 50 le ritenute possono essere svincolate soltanto in sede di liquidazione finale dopo l approvazione da parte della stazione appaltante del certificato di collaudo o di verifica di conformità previo rilascio del documento unico di regolarità contributiva Articolo 32 Intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di inadempienza retributiva dell esecutore e del subappaltatore 1 L appaltatore l esecutore il subappaltatore il subcontraente incaricati dell esecuzione dei contratti del Consorzio devono correttamente e regolarmente provvedere al pagamento delle retribuzioni dei propri dipendenti Per il Consorzio sussistono gli obblighi di intervento sostitutivo di cui all art 5 del D P R 5 ottobre 2010 n 207 relativamente al personale impiegato per l esecuzione dei contratti affidati non per gli altri dipendenti degli operatori economici aggiudicatari o comunque esecutori Il Consorzio legittimamente confida circa la loro regolarità retributiva se l affidamento è avvenuto in modo legittimo previa verifica dei requisiti in capo all aggiudicatario la documentazione contabile e di cantiere risulta tenuta correttamente e regolarmente e quella contrattuale è anch essa regolare e completa L intervento sostitutivo e la presupposta necessaria istruttoria debbono essere avviati ove vi sia motivo di ipotizzare una eventuale inadempienza degli esecutori 1 1 Nelle ipotesi in cui il responsabile

    Original URL path: http://www.consorzioombronebisenzio.it/index.php/statuto-e/regol-lavori-in-economia (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Statuto
    prima della data della deliberazione di convocazione del corpo elettorale Art 11 Formazione e pubblicazione degli aventi diritto al voto 1 La formazione della lista degli aventi diritto al voto cui sovrintende la Deputazione amministrativa deve avvenire ogni qual volta viene convocato il corpo elettorale La lista dovrà contenere per ciascun avente diritto al voto a le generalità b in caso di rappresentanza necessaria di cui all articolo 7 anche le generalità del rappresentante designato ai sensi dello stesso articolo c l indicazione del seggio presso il quale deve essere esercitato il diritto di voto nonché l indicazione della sezione alla quale appartiene ai sensi del precedente articolo 10 2 La deliberazione della Deputazione amministrativa di approvazione della lista degli aventi diritto al voto dovrà essere pubblicata oltreché nell Albo Consorziale anche nell Albo Pretorio dei comuni e delle province ricadenti nel comprensorio per un periodo di quindici giorni consecutivi 3 Durante lo stesso periodo l elenco dovrà essere depositato a disposizione degli interessati presso gli uffici del Consorzio e dei comuni anzidetti 4 Dell avvenuto deposito della lista dovrà essere data contemporanea notizia mediante affissione nei comuni e nelle frazioni di apposito manifesto nel quale dovranno essere altresì indicati il termine e le modalità per la presentazione degli eventuali reclami da parte degli interessati di tale deposito dovrà essere data notizia sulla stampa locale e regionale 5 Nel manifesto dovrà essere riportato il testo degli articoli 7 8 e 9 del presente statuto Art 12 Reclami contro la lista degli aventi diritto al voto 1 I reclami contro le risultanze della lista degli aventi diritto al voto devono essere diretti alla Deputazione amministrativa e inviati mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno presso la sede del Consorzio entro il termine perentorio di quindici giorni dall ultimo di pubblicazione 2 La Deputazione entro dieci giorni dalla scadenza del termine di cui al precedente comma si pronuncia con provvedimento motivato sui reclami ed introduce le conseguenti variazioni nell elenco medesimo Tali decisioni vengono comunicate ai ricorrenti con raccomandata con ricevuta di ritorno Torna all inizio Art 13 Convocazione del corpo elettorale 1 La convocazione dell assemblea elettorale viene fatta dal Presidente del Consorzio previa deliberazione del Consiglio dei delegati mediante manifesto da pubblicarsi nell Albo consorziale nelle Province interessate nei Comuni nelle Circoscrizioni o nelle frazioni presenti nel comprensorio e sui quotidiani locali almeno trenta giorni prima di quello fissato per l assemblea Il manifesto di cui sopra sarà a disposizione delle associazioni economiche di categoria interessate per garantire l affissione interna e la divulgazione ai loro associati 2 Inoltre nelle tre settimane che precedono la data della riunione dell assemblea elettorale sarà pubblicato un avviso su almeno due quotidiani di diffusione locale per due volte a distanza di almeno due giorni l uno dall altro nel quale con le comunicazioni relative alla sede alla data e alle ore delle votazioni va fatto richiamo al manifesto murale 3 In esso saranno indicati l oggetto il giorno l ora di inizio e termine delle votazioni nonché la sede dei seggi elettorali e sarà altresì riportato il testo degli articoli 9 e 10 del presente statuto 4 Nel manifesto dovrà anche essere data notizia della avvenuta pubblicazione della relazione dell amministrazione di cui all articolo 23 comma 1 lettera o 5 Le elezioni hanno luogo ogni cinque anni semprechè sia trascorso un periodo non inferiore a quindici giorni dall ultima comunicazione delle decisioni della Deputazione amministrativa riguardo alla formazione della lista degli aventi diritto al voto regolata dagli articoli 11 e 12 Art 14 Costituzione dei seggi 1 Ogni seggio elettorale è composto da un Presidente da due scrutatori e da un segretario nominati dalla Deputazione amministrativa 2 Le indennità da corrispondersi ai componenti di seggio sono stabilite dalla Deputazione amministrativa 3 In ogni seggio è consentita la presenza di un rappresentate per ogni lista presentata Art 15 Schede per la votazione 1 Per ogni sezione elettorale le votazioni avvengono contemporaneamente con schede distinte 2 Le schede di votazione di colore diverso per ogni sezione debitamente timbrate dall Amministrazione del Consorzio dovranno essere consegnate al Presidente del seggio che prima dell inizio delle votazioni controllerà insieme agli scrutatori ed al segretario il numero di esse facendone menzione nel verbale di cui all articolo 17 3 Gli iscritti nella lista degli aventi diritto al voto possono presentare liste di candidati per ciascuna sezione di appartenenza scelti fra i consorziati iscritti negli elenchi stessi ivi compresi i legali rappresentanti delle persone giuridiche 4 Il numero dei candidati compresi in ciascuna lista non deve essere superiore a sette per le sezioni urbane ed a cinque per le sezioni agricole come indicato all articolo 10 Di tutti i candidati deve essere indicato il cognome il nome il luogo e la data di nascita 5 Le liste dei candidati devono essere consegnate in duplice copia entro e non oltre le ore diciotto del ventesimo giorno anteriore alla data di convocazione del corpo elettorale ad un funzionario all uopo designato dal Presidente che ne accuserà ricevuta restituendo la copia da lui firmata con l indicazione del giorno e dell ora di ricezione 6 Le liste devono essere firmate per accettazione dai candidati e presentate da un numero di consorziati non inferiore a cinquanta oppure non inferiore al 2 per cento degli aventi diritto al voto nella sezione Le firme dei candidati e quelle dei presentatori delle liste dovranno essere dichiarate autentiche nelle forma di legge o da un funzionario del Consorzio all uopo designato dal Presidente 7 I candidati e i presentatori non possono figurare in più di una lista 8 Qualora più liste contengano uguali firme di candidati o di sottoscrittori ha efficacia la firma apposta sulla lista presentata anteriormente considerandosi come non apposta la firma delle liste successive 9 Le determinazioni debitamente motivate in ordine all accettazione delle liste nonché alla eliminazione delle firme ricorrenti in più di una lista saranno comunicate anteriormente alla data di svolgimento delle elezioni al primo tra i firmatari presentatori della relativa lista 10 Le liste accettate distinte per ciascuna sezione saranno trascritte dal Consorzio secondo l ordine di presentazione sulle schede predisposte per le votazioni rispettando altresì l ordine con cui i candidati figurano nelle singole liste 11 In testa a ciascuna lista sarà stampata una casella ed a fianco di ciascuno dei nomi dei candidati indicati nelle liste sarà stampata una casella di minori dimensioni per l espressione del voto di preferenza 12 Per votare i candidati che figurano in una lista va apposto un segno nella casella stampata in testa alla lista medesima 13 L elettore può altresì dare la preferenza a singoli candidati indicati nella stessa lista apponendo un segno nelle relative caselle stampate a fianco dei nominativi medesimi 14 Nel caso in cui sia presentata una sola lista gli elettori possono dare il loro voto di preferenza anche a candidati singoli che sono stati presentati da un numero di consorziati non inferiore a cinquanta oppure non inferiore al 2 per cento degli aventi diritto al voto della rispettiva sezione 15 A tal fine sulle schede saranno tracciate in ogni caso tante righe in bianco quanti sono i consiglieri da eleggere sulle quali l elettore può scrivere i nomi dei candidati prescelti Non può votarsi a pena di nullità della scheda un numero di candidati superiore a quello dei consiglieri da eleggere nella sezione 16 In mancanza di lista il voto è validamente espresso quando il candidato è ben identificato nome cognome e data di nascita Torna all inizio Art 16 Votazioni 1 Le votazioni sono effettuate a scrutinio segreto Nella sale delle votazioni è ammesso soltanto chi è iscritto nella lista degli aventi diritto al voto 2 In caso di contestazione sui dati anagrafici relativi agli iscritti nell elenco sezionale dei votanti derivato da mero errore di trascrizione il Presidente del seggio è autorizzato a far luogo seduta stante alle necessarie correzioni sulla base di apposita documentazione riconosciuta valida esibita e consegnata dall interessato 3 Tra la apertura e la chiusura delle votazioni debbono trascorrere almeno dodici ore 4 Gli aventi diritto al voto che al momento stabilito per la chiusura delle votazioni si trovino nella apposita sala saranno ammessi a votare 5 Il Presidente del seggio consegnerà la scheda debitamente timbrata a ciascun votante secondo la sezione di appartenenza e previo accertamento del diritto dell esercizio del voto 6 Il votante espresso il voto consegnerà la scheda dopo averla chiusa al Presidente del seggio il quale previo riscontro la introdurrà subito nell apposita urna Nel contempo uno degli scrutatori apporrà la firma accanto al nome del votante contenuto nella lista degli aventi diritto al voto 7 Sono nulle le schede che oltre all espressione del voto contengono qualsiasi annotazione o segno anche involontario che possa renderne identificabile la provenienza 8 Il Presidente e gli scrutatori decidono a maggioranza sulle questioni che dovessero insorgere in seguito alle operazioni di voto e le decisioni stesse saranno riportate nel verbale di cui al successivo articolo 17 Art 17 Scrutinio Verbale 1 Subito dopo la chiusura delle votazioni il Presidente e gli scrutatori procederanno allo scrutinio previo riscontro del numero delle schede contenute nell urna con il numero di coloro che hanno esercitato il diritto di voto suddividendole per sezioni 2 Di tali operazioni e del numero delle schede nulle o non utilizzate delle deleghe e degli altri atti dovrà essere redatto apposito verbale da trasmettersi senza indugio all amministrazione del Consorzio in plico sigillato unitamente alle schede comprese quelle nulle o non utilizzate alle deleghe ed agli altri atti Art 18 Validità ed efficacia delle votazioni 1 Le votazioni sono valide qualunque sia il numero dei votanti 2 Alla lista dei candidati che all interno della sezione urbana abbia conseguito il maggior numero di voti sono assegnati tre delegati dei cinque spettanti ad ogni sezione alla lista dei candidati che all interno della sezione agricola ha conseguito il maggior numero di voti sono assegnati due dei tre spettanti ad ogni sezione 3 Alle liste che hanno ottenuto un numero di voti immediatamente inferiore sono assegnati i restanti delegati 4 Nel caso che venga presentata una sola lista risultano eletti i nominativi che hanno ottenuto il maggior numero di voti preferenziali comprendendo nella graduatoria anche i nominativi aggiunti ai sensi dell articolo 15 5 Ai fini della graduatoria i voti preferenziali si aggiungono ai voti di lista 6 In caso di parità verrà eletto colui che è iscritto nei ruoli per un contributo consortile di importo più elevato Art 19 Verbali relativi alle operazioni elettorali Reclami 1 I verbali relativi alle operazioni elettorali entro otto giorni dalla data in cui si sono svolte sono inviati in copia alla Provincia competente 2 Contro le operazioni elettorali può essere interposto reclamo alla Deputazione amministrativa da depositarsi entro cinque giorni dalla data di chiusura delle operazioni di voto presso la segreteria del Consorzio 3 La Deputazione amministrativa non oltre venti giorni dalla data di chiusura delle votazioni presa visione dei verbali e degli atti decide sugli eventuali reclami e proclama i risultati delle votazioni ed i nominativi degli eletti 4 I risultati delle votazioni e le risoluzioni adottate sugli eventuali reclami sono comunicati all ente delegato esercente le funzioni di tutela e vigilanza 5 Avverso gli anzidetti risultati è ammesso ricorso alla Provincia competente da presentarsi entro trenta giorni dalla data di pubblicazione dei risultati medesimi all albo consortile Art 20 Rinuncia di qualcuno degli eletti 1 Nel caso di rinuncia di qualcuno degli eletti come previsto dall articolo 33 la Deputazione amministrativa procederà alla proclamazione integrativa del subentrante ai sensi del citato articolo Torna all inizio SEZIONE II Consiglio dei delegati Art 21 Costituzione 1 Il Consiglio dei delegati è costituito da trentuno componenti di cui sedici 51 per cento eletti dai consorziati a termine degli articoli della precedente sezione I e quindici 49 per cento nominati dalla Provincia competente prescelti fra gli amministratori dei Comuni Province e Comunità montane rientranti anche parzialmente nel comprensorio di bonifica Art 22 Ineleggibilità 1 Premesso che devono essere eleggibili tutti i contribuenti anche se non cittadini italiani non possono essere eletti quali delegati a i minori anche se emancipati gli interdetti e gli inabilitati b i falliti per un quinquennio dalla data di dichiarazione del fallimento c coloro che siano stati interdetti dai pubblici uffici per la durata della interdizione d coloro che abbiano riportato condanne che non consentano la iscrizione nelle liste elettorali politiche salvo gli effetti della riabilitazione nonché coloro che siano stati sottoposti a misure di sicurezza che non consentano l iscrizione nelle liste elettorali politiche fino ad un anno dopo la cessazione degli effetti del provvedimento e i funzionari pubblici cui competono funzioni di vigilanza e tutela sull amministrazione del Consorzio f i dipendenti del Consorzio g coloro che hanno maneggio del denaro consortile o avendolo avuto non hanno reso il conto della loro gestione h coloro che hanno liti pendenti col Consorzio i coloro che hanno in appalto lavori e o forniture consorziali j coloro che avendo un debito liquido ed esigibile verso il Consorzio si trovino legalmente in mora k il Presidente scrutatori e segretario dei seggi elettorali l coloro che ricoprono la carica di amministratore di ente pubblico ricadente nel comprensorio di bonifica 2 Non possono essere contemporaneamente delegati gli ascendenti e discendenti gli affini in linea retta i fratelli ed i coniugi Art 23 Funzioni del Consiglio 1 Spetta al Consiglio a eleggere nel suo seno nell ordine e con distinte votazioni il Presidente e gli altri componenti la Deputazione che deve essere composta per il 51 per cento dai membri eletti e per il 49 per cento dai membri nominati nel rispetto dell articolo 21 b nominare il Collegio dei revisori dei conti c deliberare la convocazione del corpo elettorale d deliberare lo statuto e le relative modificazioni e deliberare sui regolamenti sul piano di organizzazione variabile f deliberare sul piano generale di bonifica e sull elenco annuale delle opere che non siano comprese nel piano g deliberare sui piani e sui programmi di attività del Consorzio h deliberare sui criteri relativi alla esecuzione e alla manutenzione delle opere obbligatorie di competenza privata o volontaria di miglioramento fondiario e sulle relative operazioni di finanziamento i deliberare sui criteri di classifica del comprensorio per il riparto degli oneri a carico della proprietà consorziata ed approvare il perimetro di contribuenza e il piano di classifica j approvare il bilancio preventivo e la relativa relazione nonché le variazioni agli stanziamenti che si rendessero necessarie in corso di esercizio k approvare il rendiconto consuntivo e la relativa relazione l deliberare l assunzione dei mutui garantiti da delegazioni sui contributi consortili m deliberare la partecipazione ad enti società od associazioni che comunque si presenti di interesse per il Consorzio n deliberare sui criteri per le licenze e concessioni temporanee a terzi non consorziati o redigere alla fine del proprio mandato una relazione tecnico economica e finanziaria sull attività svolta da pubblicarsi nell Albo pretorio dei Comuni ricadenti nel comprensorio consorziale almeno trenta giorni prima di quello fissato per la convocazione del corpo elettorale p nominare commissioni speciali q deliberare l acquisto e le alienazioni di beni immobili dandone gli indirizzi r pronunciarsi sugli argomenti sottoposti al suo esame dalla Deputazione amministrativa s determinare la misura delle indennità e dei gettoni previsti a favore degli organi consortili t deliberare la sostituzione del direttore su proposta della Deputazione amministrativa u deliberare sulla ubicazione di eventuali altre sedi Torna all inizio Art 24 Convocazione 1 Il Consiglio dei delegati viene convocato dal Presidente previa deliberazione della Deputazione non meno di due volte l anno 2 Deve altresì essere convocato quando ne sia fatta richiesta da almeno un quinto dei Delegati mediante lettera raccomandata con indicazione degli argomenti da trattare o su richiesta del Collegio dei Revisori dei Conti ai sensi del successivo articolo 32 3 Le riunioni del Consiglio avranno luogo nella sede consorziale o in altra località scelta dalla Deputazione 4 La convocazione deve essere fatta con lettera raccomandata a r spedita ai consiglieri almeno sette giorni prima di quello fissato per l adunanza Nell avviso di convocazione debbono essere indicati il giorno e l ora della riunione nonché l ordine del giorno 5 In caso di urgenza la convocazione potrà essere fatta direttamente dal Presidente senza deliberazione preventiva mediante telegramma fonogramma o fax sino a tre giorni prima della data della riunione 6 Almeno quarantotto ore prima della riunione gli atti relativi agli argomenti posti all ordine del giorno saranno depositati presso la segreteria del Consorzio a disposizione dei delegati 7 Il Presidente ha facoltà di aggiungere altri argomenti all ordine del giorno dandone comunicazione ai delegati anche per fax o e mail ventiquattro ore prima della adunanza In questo caso quando un terzo dei presenti lo richieda ogni deliberazione sui nuovi argomenti dovrà essere differita al giorno successivo SEZIONE III Deputazione amministrativa Art 25 Composizione 1 La Deputazione è composta dal Presidente e da otto membri eletti a termine dell articolo 23 comma 1 lettera a tra i quali sarà eletto il Vicepresidente Art 26 Funzioni della deputazione 1 Spetta alla Deputazione a eleggere il Vicepresidente b deliberare sulla convocazione del Consiglio dei delegati c nominare i componenti dei seggi elettorali e determinare i relativi compensi d deliberare di stare o resistere in giudizio davanti all Autorità giudiziaria ed a qualsiasi giurisdizione speciale nonché sulle eventuali transazioni e predisporre apposita proposta di deliberazione inerente lo statuto il piano di classifica il perimetro contributivo i regolamenti ed il piano di organizzazione variabile da sottoporre all approvazione del Consiglio f deliberare l assunzione del personale nonché i licenziamenti g predisporre apposita proposta di deliberazione inerente il bilancio preventivo con gli allegati ed eventuali variazioni il conto consuntivo e le relative relazioni da sottoporre all approvazione del Consiglio h deliberare sui ruoli di contribuenza sulla base del piano di classifica e del bilancio preventivo approvati dal Consiglio i predisporre apposita proposta di deliberazione da sottoporre all approvazione del Consiglio inerente la costituzione di finanziamenti provvisori e alla costituzione in pegno o cessione in garanzia di crediti nonché sull assunzione di mutui garantiti da delegazioni consortili per la copertura della quota di costo delle opere pubbliche a carico della proprietà j predisporre apposita proposta di deliberazione inerente i regolamenti per le forniture e per i servizi ed ogni altro necessario da sottoporre all approvazione del Consiglio k deliberare sull affidamento delle forniture e dei servizi fuori dai limiti e con le modalità concesse dal successivo articolo 48 comma 5 lettera p l deliberare sulle alienazioni di beni mobili sulle locazioni e conduzioni nonché sulle concessioni in godimento temporaneo di beni immobili m predisporre apposita proposta di deliberazione da sottoporre al Consiglio inerente l acquisto la costituzione e l alienazione di diritti reali immobiliari n sovrintendere alle funzioni del Direttore o sovrintendere alla conservazione e all aggiornamento del catasto consortile p deliberare sui reclami proposti avverso le operazioni elettorali e proclamare i risultati delle votazioni e i nominativi degli eletti q provvedere nelle materie che non siano espressamente attribuite alla competenza di altri organi consortili sempreché non ritenga di sottoporle all esame del Consiglio dei delegati dandone notizia al Consiglio stesso nell adunanza immediatamente successiva r nominare il Direttore del Consorzio e proporre al Consiglio la sua sostituzione s deliberare sugli accordi integrativi aziendali t approvare il censimento scarichi u deliberare sugli indici per l applicazione delle licenze e concessioni temporanee a terzi non consorziati v ratificare gli atti del Direttore di cui al successivo articolo 48 comma 5 lettera o w deliberare il metodo di affidamento dei lavori demandando la gestione delle fasi di gara fino all affidamento al Direttore articolo 48 comma 5 lettera r che relazionerà alla Deputazione entro trenta giorni dall affidamento o comunque nella prima seduta valida x deliberare sulle convenzioni con le Autorità di ambito ottimale ai sensi dell articolo 16 comma 8 della l r 34 1994 y deliberare sui documenti preliminari alla progettazione e sui progetti preliminari z approvare la lista degli aventi diritto al voto aa nominare i componenti le commissioni di cui all articolo 48 comma 5 lettera k Torna all inizio Art 27 Provvedimenti d urgenza 1 In caso di urgenza tale da non consentire la convocazione del Consiglio dei delegati la Deputazione delibera sulle materie di competenza del Consiglio stesso Tali deliberazioni devono essere sottoposte alla ratifica del Consiglio nell adunanza immediatamente successiva e comunque non oltre trenta giorni dalla data del provvedimento Art 28 Convocazione 1 La Deputazione viene convocata su iniziativa del Presidente Deve altresì essere convocata quando un terzo dei suoi componenti ne faccia richiesta scritta con l indicazione degli argomenti da trattare 2 Le riunioni della Deputazione hanno luogo nella sede consortile o in altro luogo scelto dal Presidente 3 La convocazione deve essere fatta con lettera raccomandata spedita ai deputati almeno quattro giorni prima di quello fissato per l adunanza Nell avviso di convocazione debbono essere indicati il luogo il giorno e l ora della riunione nonché l ordine del giorno Forme diverse di convocazione potranno essere deliberate in assemblea 4 In caso di urgenza la convocazione potrà essere fatta mediante telegramma fonogramma o fax da inviarsi non meno di due giorni prima della data della riunione 5 Il Presidente ha facoltà di aggiungere altri argomenti all ordine del giorno dandone comunicazione ai deputati almeno ventiquattro ore prima dell adunanza 6 Gli atti relativi agli argomenti da trattare saranno depositati presso la segreteria del Consorzio a disposizione dei Deputati almeno un giorno prima dell adunanza SEZIONE IV Presidenza Art 29 Funzioni del Presidente 1 Il Presidente ha la legale rappresentanza del Consorzio Egli inoltre a presiede il Consiglio dei delegati e la Deputazione amministrativa b sovrintende all Amministrazione consortile ed assicura l osservanza delle norme di legge di regolamento e dello statuto c promuove le azioni possessorie i provvedimenti conservativi e in genere tutti i ricorsi e le azioni aventi carattere di urgenza sottoponendoli alla ratifica della Deputazione amministrativa d decreta in caso di urgenza sulle materie di competenza della Deputazione Tali decreti devono essere sottoposti alla ratifica della Deputazione entro il termine di un mese e firma i protocolli d intesa e gli accordi di programma f può affidare ai componenti la Deputazione amministrativa specifiche deleghe attinenti le materie di sua competenza Art 30 Funzioni del Vice Presidente 1 Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in caso di assenza o di impedimento e lo coadiuva nell espletamento delle sue funzioni SEZIONE V Collegio dei revisori dei conti Art 31 Costituzione Durata 1 Il Collegio dei revisori dei conti è composto da tre membri effettivi e due supplenti di cui due effettivi e uno supplente nominati dal Consiglio dei delegati uno effettivo ed uno supplente nominati dalla Provincia competente 2 I componenti il Collegio dei revisori dei conti devono essere iscritti nel Registro ufficiale dei Revisori dei conti 3 Al membro effettivo nominato dalla Provincia competente è affidata la Presidenza del Collegio 4 Sono cause di incompatibilità e di decadenza dalla carica di revisore dei conti quelle indicate nel precedente articolo 22 del presente statuto nonché la cancellazione o la sospensione dal registro del Revisore dei conti 5 Non possono essere inoltre revisori i componenti il Consiglio dei delegati ed i dipendenti del Consorzio nonché i loro parenti ed affini entro il quarto grado 6 Il revisore che senza giustificato motivo manchi a due riunioni consecutive del Collegio decade dalla carica 7 In caso di cessazione dalla carica per qualsiasi motivo il Consiglio dei delegati o l ente delegato provvede alla sostituzione dei revisori effettivi e supplenti entro tre mesi dalla vacanza I revisori così nominati decadono insieme con quelli in carica all atto della loro nomina 8 In caso di cessazione dalla carica dei revisori effettivi gli stessi nelle more dell emanazione del provvedimento d integrazione sono sostituiti dai revisori supplenti con precedenza al più anziano di età 9 I componenti del Collegio durano in carica cinque anni e sono rieleggibili Torna all inizio Art 32 Funzioni Compenso 1 Il Collegio dei revisori dei conti a esamina il bilancio le variazioni ed il conto consuntivo predisponendo le relative relazioni illustrative contestualmente alla proposta di approvazione dei relativi atti b vigila sulla regolare tenuta della contabilità del Consorzio e ne riferisce trimestralmente al Presidente e agli organi collegiali del Consorzio c verifica trimestralmente la legittimità delle deliberazioni consortili non sottoposte a controllo da parte della Provincia competente presentando eventuali rilievi ed osservazioni agli organi consortili d presenta annualmente alla Provincia competente una relazione sulla gestione finanziaria del Consorzio nonché sui risultati di cui alla lettera c 2 Il Presidente o altro membro del Collegio dei revisori dei conti da lui delegato può assistere alle sedute del Consiglio dei delegati e della Deputazione amministrativa 3 I Revisori dei conti possono in qualsiasi momento procedere anche individualmente ad atti di ispezione e di controllo dandone successiva immediata comunicazione scritta al Presidente del Collegio 4 Delle riunioni del Collegio dei revisori viene redatto verbale che deve essere trascritto in apposito registro con la sottoscrizione di tutti i presenti 5 Il Collegio delibera a maggioranza I dissenzienti hanno diritto di far riportare nel verbale i motivi del proprio dissenso 6 Qualora il Collegio dei revisori accerti gravi irregolarità dovrà chiedere alla Deputazione amministrativa l immediata convocazione del Consiglio dei delegati 7 Ai Revisori dei conti in carica viene corrisposto un compenso annuo da determinarsi dal Consiglio dei delegati all atto della loro elezione secondo le tabelle dell ordine di appartenenza SEZIONE VI Disposizioni comuni Art 33 Accettazione delle cariche 1 L elezione si perfeziona con l accettazione che dovrà essere comunicata al Consorzio con lettera raccomandata entro otto giorni dal ricevimento dell avviso del risultato delle elezioni 2 Tale avviso dovrà essere inviato a tutti coloro che sono stati eletti alle cariche consortili con raccomandata con ricevuta di ritorno entro tre giorni dalla data di proclamazione o della votazione a seconda si tratti di elezione a delegato o ad altre cariche consorziali 3 In difetto di accettazione entro i termini indicati colui che è stato eletto viene considerato rinunciatario ed al suo posto subentra chi ha ottenuto il numero di voti preferenziali immediatamente inferiore all interno della lista di appartenenza 4 Anche in tale ipotesi si applicano i commi 1 e 2 del presente articolo ed il termine di cui al comma 2 decorre rispettivamente dalla data di proclamazione integrativa di cui all articolo 20 o dalla data di scadenza del termine per l accettazione 5 Qualora la sostituzione del rinunciatario non risulti possibile e nei casi diversi da quello della mancata accettazione valgono le norme del successivo articolo 38 6 In caso di mancata accettazione della carica di Presidente il Consiglio dei delegati procederà a nuova elezione Art 34 Durata delle cariche 1 I componenti degli organi del Consorzio restano in carica cinque anni e sono rieleggibili per una sola volta Art 35 Scadenza delle cariche 1 I componenti del Consiglio dei delegati entrano in carica all atto della formalizzazione dell accettazione della propria nomina 2 Il Presidente il Vicepresidente e gli altri componenti la Deputazione amministrativa entrano in carica all atto dell accettazione di cui al precedente articolo 33 3 Le elezioni devono tenersi entro tre mesi dalla data di scadenza degli organi 4 Qualora le nuove cariche non siano state ricoperte o non siano ancora intervenute le accettazioni di cui al precedente articolo 33 gli organi cessati per scadenza del termine rimangono investiti della gestione interinale del Consorzio con facoltà di compiere solamente atti di ordinaria amministrazione e comunque non oltre i quarantacinque giorni dalla scadenza degli organi Art 36 Dimissioni dalle cariche 1 Le dimissioni devono essere rassegnate con lettera raccomandata diretta al Consorzio 2 Le dimissioni hanno efficacia dal momento in cui è intervenuta l accettazione da parte dell organo di appartenenza Torna all inizio Art 37 Decadenza dalle cariche 1 La decadenza dalle cariche si verifica quando successivamente alla elezione o alla nomina sopravvenga una causa di ineleggibilità o la perdita della qualità di amministratore prevista dall articolo 21 2 Decadono parimenti coloro che senza giustificato motivo non partecipino tre volte consecutive alle riunioni del Consiglio o della Deputazione nonché coloro i quali non ottemperino all obbligo previsto dal successivo articolo 42 3 La decadenza è pronunciata con effetto immediato dal Consiglio dei delegati previa comunicazione dei motivi all interessato 4 La cessazione della qualità di rappresentante di cui al precedente articolo 7 produce la perdita della carica di delegato 5 La cessazione della carica di delegato comporta la perdita delle altre cariche consortili 6 I delegati eletti che per qualsiasi motivo cessino dalla carica vengono sostituiti dal primo dei candidati non eletti nella medesima lista 7 Alla sostituzione dei delegati nominati dall ente delegato provvede l ente stesso 8 Decadono dalla carica coloro che vengono eletti o nominati amministratori di enti pubblici ricadenti nel comprensorio di bonifica Art 38 Vacanza delle cariche 1 Qualora il Presidente il Vicepresidente od alcuno dei deputati cessino dalla carica per qualsiasi motivo il Consiglio dei delegati e la Deputazione amministrativa dovranno essere convocati entro trenta giorni per provvedere alla loro sostituzione 2 Nel caso che il numero dei delegati eletti risulti ridotto a meno dei due terzi il corpo elettorale dovrà essere convocato entro tre mesi per la sostituzione dell intero Consiglio Art 39 Rimborso delle spese ed indennità di carica 1 Ai componenti gli organi consortili spetta il rimborso delle spese sostenute per l espletamento del loro ufficio nonché un gettone di presenza nelle forme e con le modalità da stabilirsi con apposita deliberazione del Consiglio dei delegati 2 Al Presidente ed al Vice Presidente oltre al rimborso delle spese sostenute e documentate viene corrisposto un compenso mensile fisso da determinarsi con apposita deliberazione del Consiglio dei delegati Art 40 Validità delle sedute 1 Le sedute del Consiglio sono pubbliche e sono valide con la presenza della maggioranza dei delegati in carica dopo due sedute consecutive non valide la seduta successiva con lo stesso ordine del giorno è valida con almeno un terzo dei componenti il Consiglio 2 Le sedute della Deputazione non sono pubbliche e sono valide con la presenza della maggioranza dei componenti fra cui il Presidente o il Vice Presidente 3 Il Consiglio dei delegati in assenza del Presidente e del Vice Presidente elegge uno dei suoi componenti alla presidenza della seduta Art 41 Intervento alle sedute da parte di funzionari e di estranei 1 Il Presidente può chiamare ad assistere alle riunioni degli organi consortili funzionari del Consorzio od esterni affinché forniscano chiarimenti su problemi o questioni relative agli argomenti all ordine del giorno Art 42 Astensioni 1 Il consigliere o il deputato che in merito all oggetto di una determinata deliberazione ha per conto proprio o di terzi interesse in conflitto con quello del Consorzio deve dare notizia agli altri consiglieri o deputati ed astenersi dal partecipare alla deliberazione e allontanarsi dall aula 2 La violazione di tale obbligo comporta la decadenza da tutte le cariche consortili ferma restando la responsabilità per danni oltreché la possibilità di annullamento della deliberazione Art 43 Votazioni 1 Di regola le votazioni sono palesi Avvengono a scrutinio segreto qualora concernano persone ovvero un terzo dei presenti ne faccia richiesta 2 Per la validità delle deliberazioni è richiesta la maggioranza dei voti dei presenti ad eccezione di quanto previsto all articolo 23 comma 1 lettera d per il quale è richiesta la maggioranza assoluta dei componenti in carica 3 Nelle votazioni palesi in caso di parità prevale il voto del Presidente 4 Sono nulle le votazioni palesi quando il numero degli astenuti sia superiore a quello dei voti espressi e sono altresì nulle le votazioni a scrutinio segreto quando il numero delle schede bianche sia superiore a quello delle schede con espresso il voto 5 In ambedue i casi potrà essere indetta nella stessa adunanza una nuova votazione che sarà valida qualunque sia rispettivamente il numero degli astenuti o delle schede bianche 6 Gli astenuti ai sensi dell articolo 42 non vengono considerati né ai fini della determinazione del numero dei presenti né ai fini del computo dei voti Torna all inizio Art 44 Verbale delle sedute degli organi consortili 1 Per ogni seduta viene redatto un verbale il quale dovrà contenere il luogo la data l ora della riunione la data di invio degli avvisi di convocazione le generalità degli intervenuti degli assenti giustificati e di quelli ingiustificati gli argomenti iscritti all ordine del giorno e un breve riassunto della discussione le dichiarazioni di coloro che hanno partecipato alla discussione e in quella sede ne abbiano fatta espressa richiesta le deliberazioni adottate distintamente per ciascun argomento nonché l ora in cui viene chiusa la seduta 2 I verbali sono firmati dal Presidente da colui che ha svolto le funzioni di segretario nonché dagli eventuali scrutatori Art 45 Pubblicazione delle deliberazioni 1 Le deliberazioni degli organi consortili debbono essere pubblicate entro sette giorni dall adozione mediante affissione per cinque giorni consecutivi all Albo consortile 2 Le deliberazioni non soggette al controllo dell ente delegato diventano esecutive trascorso il termine di affissione 3 L omessa pubblicazione rende inefficace l atto 4 Le deliberazioni di cui sia dichiarata l urgenza devono essere dichiarate immediatamente eseguibili e pubblicate nel giorno immediatamente successivo all approvazione Art 46 Ricorso contro le deliberazioni 1 Contro le deliberazioni gli interessati possono proporre opposizione dinanzi all organo che le ha emanate entro dieci giorni decorrenti dall ultimo giorno di pubblicazione 2 L atto di opposizione è esaminato nella prima seduta dell organo competente ed è deciso con deliberazione motivata da comunicarsi al ricorrente a mezzo di lettera raccomandata con ricevuta di ritorno 3 Contro le deliberazioni non soggette a controllo è ammesso ricorso alla Provincia competente da parte di qualsiasi consorziato nei trenta giorni successivi all avvenuta pubblicazione dell atto esclusivamente per il contrasto dell atto medesimo con la normativa vigente e con le disposizioni statutarie 4 Il ricorso non sospende l esecutorietà della deliberazione consortile impugnata Art 47 Visione e copia delle deliberazioni 1 Gli interessati possono prendere visione del testo delle deliberazioni degli organi consortili e farsi rilasciare previo pagamento delle relative spese copia delle medesime con le modalità previste dalla legge 7 agosto 1990 n 241 Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi e successive modificazioni Torna all inizio SEZIONE VII Direzione Regolamenti Art 48 Direttore del Consorzio 1 Il Direttore del Consorzio a sovrintende all intera organizzazione del Consorzio e ne dirige coordina e sorveglia il funzionamento b collabora con l amministrazione verso la quale risponde del proprio operato c contribuisce a dare impulso all attività istituzionale dell ente d ha poteri di supremazia gerarchica su tutto il personale dell ente 2 In particolare il Direttore del Consorzio a esercita funzioni esecutive per tutte le attività del Consorzio b assiste la Presidenza nei rapporti con gli uffici dello Stato della Regione e di tutti gli altri enti pubblici e privati che vengono in relazione con il Consorzio c in assenza del Presidente del Vice Presidente ovvero di altro componente degli organi consortili all uopo delegato provvede alle incombenze di competenza dell amministrazione ove siano contemplati termini di decadenza ovvero possa dalla loro omissione derivare nocumento alle opere ed agli interessi del Consorzio d assiste il Presidente nell espletamento delle funzioni di cui all articolo 29 comma 1 lettere e ed f e svolge funzioni di segretario degli organi consortili e di eventuali commissioni speciali f partecipa con funzioni consultive alle sedute degli organi consortili e delle commissioni g decreta sui progetti esecutivi e definitivi le perizie di variante e le domande di concessione h decreta sulle licenze e concessioni temporanee ai consorziati e sulle licenze a terzi non consorziati nel rispetto dei regolamenti approvati dal Consiglio i decreta l esecutività dei ruoli di contribuenza e le delegazioni sui contributi consortili formati sulla base della deliberazione di riparto annuale j firma i contratti e gli atti di ordinaria amministrazione k propone alla Deputazione amministrativa la nomina

    Original URL path: http://www.consorzioombronebisenzio.it/index.php/statuto-e/statuto (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Regolamento opere di bonifica
    giuridici attivi e passivi e nelle funzioni del Consorzio di bonifica Ombrone Pistoiese Bisenzio IL NUOVO REGOLAMENTO CONSORTILE PER LA CONSERVAZIONE E LA POLIZIA DELLE OPERE DI BONIFICA E LORO PERTINENZE DEL CONSORZIO DI BONIFICA 3 MEDIO VALDARNO E IN CORSO DI APPROVAZIONE Succ Il consorzio L Ente Cosa fa Cos è il consorzio di bonifica I numeri Il Consorzio di bonifica Statuto e Regolamenti Regol Servizi Forniture in Economia Regol Lavori in Economia Statuto Regolamento opere di bonifica Il territorio Il Comprensorio di bonifica n 3 Il Comprensorio di bonifica n 15 Il perimetro contributivo Organi rappresentativi Ambito tecnico Opere di competenza Gore di acque pubbliche Opere idrauliche di III categoria Opere di bonifica Lavori Concessioni Info concessioni on line Regolamento Informazioni Ambito amministrativo Atti amministrativi Organigramma GARE E CONTRATTI Archivio bilanci Comunicazione Eventi Comunicati Pubblicazioni Allerta meteo Contributo di bonifica Cos è e chi paga Come si calcola Deducibilità del contributo Modulistica e variazioni Servizio ICatasto Ricorsi e istanze RISCOSSIONE Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno Istituzione Albo CB3 Gare Comprensorio n 3 Medio Valdarno Organi CB3 Statuto provvisorio Contatti Procedura elettorale Risultati elettorali Download regolamenti Preleva i pdf dei regolamenti Regolamento lavori in economia Regolamento servizi in

    Original URL path: http://www.consorzioombronebisenzio.it/index.php/statuto-e/regolamento-opere-di-bonifica (2016-05-01)
    Open archived version from archive

  • Il Comprensorio di bonifica n. 3
    91 1998 Abrogazione della L R n 34 1994 sono state ridefinite funzioni competenze e organizzazione territoriale in materia di bonifica In applicazione della suddetta L R 79 2012 il territorio del comprensorio di bonifica n 15 Ombrone Pistoiese Bisenzio andrà a far parte del comprensorio di bonifica n 3 Medio Valdarno insieme ai seguenti comprensori Comprensorio 16 attualmente gestito dal Consorzio di bonifica Area Fiorentina Comprensori 21 e 22 attualmente gestiti dal Consorzio di bonifica della Toscana Centrale Comprensorio 17 attualmente gestito dall Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve Comprensorio 7 attualmente gestito dall Unione dei Comuni Val di Bisenzio Scarica la mappa del Comprensorio di bonifica n 3 218 47 kB Prec Succ Il consorzio L Ente Cosa fa Cos è il consorzio di bonifica I numeri Il Consorzio di bonifica Statuto e Regolamenti Regol Servizi Forniture in Economia Regol Lavori in Economia Statuto Regolamento opere di bonifica Il territorio Il Comprensorio di bonifica n 3 Il Comprensorio di bonifica n 15 Il perimetro contributivo Organi rappresentativi Ambito tecnico Opere di competenza Gore di acque pubbliche Opere idrauliche di III categoria Opere di bonifica Lavori Concessioni Info concessioni on line Regolamento Informazioni Ambito amministrativo Atti amministrativi Organigramma GARE

    Original URL path: http://www.consorzioombronebisenzio.it/index.php/territorio/il-comprensorio-di-bonifica-n-3 (2016-05-01)
    Open archived version from archive