web-archive-it.com » IT » D » DISABILIVISIVI.IT

Total: 997

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • ADV - Associazione Disabili Visivi Onlus
    Poli Informatici Ausili per la mobilità autonoma dei disabili visivi I nostri riferimenti Barriere Le attività Ausili Sport e turismo FREERUMBLE Volare Assistiti Sommari delle nostre pubblicazioni L Associazione Sommari delle pubblicazioni ed ascoltare in profondità nasce orchestra chitarre italiane dall accademia alla tv il decreto istruzione è legge argento italiano recensioni jazz addio a lou reed zampogne al futuro feldman pittore di suoni medimex 2013 philips phidelio recensione sennheiser momentum sharing musica gratis il senso del ritmo è cruciale per il linguaggio la distrofia non è un limite l organo è nato per la liturgia cattolica prosseda debutta al piano pédalier piano pédalier una complessa semplicità Segnala la pagina Stampa segnala la pagina Grazie per aver deciso di segnalare i contenuti pubblicati dall Associazione Disabili Visivi Ti ricordiamo che per segnalare un articolo dovrai inserire nell apposito form il tuo indirizzo e mail Questo verrà utilizzato esclusivamente per consentire alla persona che riceverà il messaggio di identificarti Non riceverai alcun tipo di Spam e non conserveremo il tuo indirizzo email nei nostri archivi indica il tuo nome indica l indirizzo e mail del destinatario scrivi se vuoi un tuo messaggio personale Rispondi alla seguente domanda qual è il risultato

    Original URL path: http://www.disabilivisivi.it/default.php?mcat=azi&cod=pubb&id=762&actab=5 (2015-08-19)
    Open archived version from archive


  • ADV - Associazione Disabili Visivi Onlus
    tiflotecnici Poli Sociali Polo Legale Polo della Mobilità e Polo Turistico Ausili per la mobilità autonoma dei disabili visivi I nostri riferimenti L Associazione Chi siamo L Associazione Disabili Visivi ONLUS è un associazione nazionale di promozione sociale e culturale dei non vedenti ed ipovedenti fondata nel 1970 Fa parte insieme a oltre 30 fra le più importanti Associazioni che rappresentano tutti i tipi di disabilità della Federazione Italiana per il Superamento dell Handicap FISH è membro fondatore del Forum Italiano della Disabilità FID facendo anche parte del suo Consiglio Direttivo per il suo tramite partecipa all European Disability Forum E membro della Federazione Retina Italia organizzazioneinternazionale per la promozione della ricerca sulle patologie retiniche Nata come Club di radioamatori ciechi ha quasi subito esteso le proprie attività in tutti i settori tecnologici che si prestano ad incrementare l autonomia e l integrazione sociale di non vedenti ed ipovedenti Giuridicamente rientra nel novero delle Associazioni nazionali di promozione sociale poiché non ha scopo di lucro e si presenta con finalità esterne dato che presta la sua opera di consulenza e di diffusione della cultura a tutti i disabili visivi italiani con attività basate sul volontariato Negli ultimi venti anni il ventaglio delle attività svolte si è enormemente allargato e spazia in numerosi settori editoria specializzata per non vedenti integrazione scolastica accesso alla cultura ed all informazione ausili informatici progetti riabilitativi personalizzati sicurezza della deambulazione sport turismo ed impiego istruttivo del tempo libero Immagini Video Allegati Link Segnala la pagina Stampa immagini video la colonna sonora del mio anime preferito Gundam seed allegati prova di testo new documento doc dimensione 34 00 kB link logo mobilya megastore segnala la pagina Grazie per aver deciso di segnalare i contenuti pubblicati dall Associazione Disabili Visivi Ti ricordiamo che per segnalare un articolo dovrai

    Original URL path: http://www.disabilivisivi.it/default.php?mcat=azi&cod=chisiamo&id=235&actab=5 (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • ADV - Associazione Disabili Visivi Onlus
    Mobilita autonoma Gli ausili alla mobilità Requisiti di un linguaggio tattile Le attività Ausili Sport e turismo FREERUMBLE Volare Assistiti Risolta la disputa tra LOGES e Vettore L annosa controversia tra i sostenitori del sistema di percorsi tattilo plantare LOGES e quello denominato Vettore è stata risolta dalla Commissione Barriere Architettoniche istituita presso il Ministero delle Intrastrutture e dei Trasporti che in attuazione della legge 13 1989 e dell art 12 del DM 236 1989 ha emanato il parere di cui riportiamo di seguito il dispositivo il cui testo integrale è scaricabile come allegato cliccando qui in basso Barriere Risolta la disputa tra LOGES e Vettore L annosa controversia tra i sostenitori del sistema di percorsi tattilo plantare LOGES e quello denominato Vettore è stata risolta dalla Commissione Barriere Architettoniche istituita presso il Ministero delle Intrastrutture e dei Trasporti che in attuazione della legge 13 1989 e dell art 12 del DM 236 1989 ha emanato il parere di cui riportiamo di seguito il dispositivo il cui testo integrale è scaricabile dal link qui in basso Allegati Segnala la pagina Stampa allegati Commissione B A 18 luglio 2012 documento pdf dimensione 22 81 kB segnala la pagina Grazie per aver deciso di segnalare i contenuti pubblicati dall Associazione Disabili Visivi Ti ricordiamo che per segnalare un articolo dovrai inserire nell apposito form il tuo indirizzo e mail Questo verrà utilizzato esclusivamente per consentire alla persona che riceverà il messaggio di identificarti Non riceverai alcun tipo di Spam e non conserveremo il tuo indirizzo email nei nostri archivi indica il tuo nome indica l indirizzo e mail del destinatario scrivi se vuoi un tuo messaggio personale Controllo antispam Rispondi alla seguente domanda qual è il risultato dell addizione di quattro sette Autorizzazione alla privacy I campi contrassegnati dall asterisco sono obbligatori

    Original URL path: http://www.disabilivisivi.it/default.php?mcat=bar&cod=lv&id=&actab=5 (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • ADV - Associazione Disabili Visivi Onlus
    evitare di procedere oltre perché quello è il segnale di arresto pericolo Dove vanno posti i segnali tattili Nei luoghi spaziosi come un piazzale o un atrio di stazione o di aeroporto vi sarà un vero percorso guidato che conduce ai diversi servizi presenti nel luogo panchine bar biglietteria sala amica binari ecc L ubicazione dei vari servizi sarà indicata su una mappa tattile che riproduce il percorso seguito dalla pista e recante indicazioni in braille e in caratteri normali a rilievo e leggibili anche da ipovedenti Dei percorsi completi debbono essere presenti anche sulle banchine delle stazioni ferroviarie e della metropolitana trattandosi di zone estremamente pericolose e spesso movimentate e affollate Invece sui marciapiedi di città dove esistono le guide naturali muri pareti di palazzi siepi ecc non sono necessarie delle piste continue non vi saranno quindi dei percorsi tattili ma dei segnali tattili Basterà segnalare le fermate dei mezzi di trasporto gli attraversamenti e gli ingressi di locali particolarmente importanti ufficio postale ambulatorio commissariato uffici comunali ecc Quindi se camminando su un marciapiede lo trovate sbarrato dai canaletti del segnale di direzione rettilinea posti perpendicolarmente rispetto al vostro senso di marcia ciò significa che in quel punto è situata una delle tre cose sopra indicate E precisamente se seguendo i canaletti verso il bordo del marciapiede incontrate il segnale di attenzione servizio ciò vuol dire che allungando una mano verso destra troverete a meno di mezzo metro la palina della fermata dell autobus o del tram Se invece trovate il segnale di pericolo valicabile si tratta di un attraversamento e qui vi sono due possibilità quando siete sul bordo o a meno di mezzo metro sulla destra o sulla sinistra trovate il palo semaforico eventualmente fornito di pulsante per l attivazione del segnale acustico oppure il palo non c è e quindi si tratta di un attraversamento sulle strisce ma non semaforizzato Se infine sul bordo del marciapiede trovate il segnale di pericolo assoluto ciò vuol dire che lo sbarramento serviva ad indicare l ingresso di un locale importante e quindi dovete fare dietro front e dirigervi verso il palazzo Ultima istruzione se state seguendo la pista tattile e improvvisamente questa termina senza alcun segnale con i canaletti che sfociano sulla normale pavimentazione ciò significa che da lì in poi potete proseguire con i vostri mezzi seguendo una guida naturale fino a quando non troverete di nuovo un segnale tattile Se invece la pista termina con un lungo tratto di segnale di attenzione il righettato fitto perpendicolare al senso di marcia ciò significa che lì termina la zona attrezzata e da quel punto in poi ve la dovete cavare da soli Barriere Istruzioni ai non vedenti per l uso della guida tattile LOGES recentemente aggiornato e migliorato con la denominazione di Loges Vet Evolution Il linguaggio tattile LOGES recentemente aggiornato e migliorato con la denominazione Loges Vet Evolution è realizzato mediante l inserimento nella pavimentazione dei marciapiedi o del interno degli edifici di speciali piastrelle le cui differenti tipologie si avvertono facilmente sotto i piedi e con il bastone bianco Esse sono fabbricate in gres in pietra naturale o in gomma in quest ultimo caso le piastre possono anche essere incollate su un pavimento che sia perfettamente levigato I segnali fondamentali sono due quello di direzione rettilinea e quello di arresto pericolo Il segnale di direzione rettilinea è costituito da una pista larga 60 centimetri contenente dei canaletti che nel centro sono più distanziati fra loro mentre ai lati sono abbastanza stretti Ci si cammina sopra facendo in modo che i piedi siano paralleli ai canaletti stessi ad ogni passo ci si può rendere conto se si sta procedendo in linea retta o se si sta deviando di lato e si può in tal modo seguire facilmente la pista tattile Naturalmente se si calzano scarpe con la suola molto spessa e rigida ciò diventa più difficile anche se non impossibile dato che i canaletti si sentono non tanto con il senso tattile plantare quanto con il senso cinestetico apprezzando cioè la sensazione di dislivello laterale che ci viene trasmessa dalla caviglia per il fatto che un lato del piede si trova sul cordolo e l altra parte invece poggia dentro il canaletto Se si usa il bastone lungo esso può essere utilizzato con il classico movimento pendolare per individuare eventuali ostacoli se la punta viene fatta strusciare per terra da destra a sinistra e viceversa si avverte perfettamente la presenza dei canaletti ciò è meno netto se l intorno è costituito da mattoni di cemento autobloccanti che presentano un certo spazio fra l uno e l altro Per questo motivo nel manuale di progettazione del linguaggio Loges si specifica che il pavimento adiacente al percorso deve essere il più liscio e uniforme possibile creando eventualmente due strisce di asfalto o altro materiale compatto per isolare la zona dei canaletti da quellarecante delle sconnessure Un altra possibilità consiste nel tenere il bastone fermo in posizione obliqua verso avanti e verso un lato infilando la sua punta in uno dei canaletti della pista Ad esempio se si impugna il bastone con la mano destra questa dovrà stare una quarantina di centimetri più avanti del nostro corpo e un po più allargata rispetto al nostro fianco mentre la punta del bastone sarà fatta scorrere in uno dei canaletti di sinistra In questo modo ci proteggiamo quasi completamente nei confronti di eventuali ostacoli posti sul nostro cammino ma che comunque non possono essere veramente pericolosi dato che stiamo utilizzando un percorso protetto Il bastone va tenuto senza premerlo sul pavimento in modo che segua l andamento dei canaletti senza deragliare La maggiore o minore facilità di questa operazione dipende dalla forma della punta del bastone quella a forma di piccola pera o anche cilindrica è la più utile Il secondo segnale fondamentale è quello di arresto pericolo che ci dice che non dobbiamo oltrepassarlo E costituito da una striscia di piastrelle recanti delle cupolette che si avvertono molto bene sotto i piedi

    Original URL path: http://www.disabilivisivi.it/default.php?mcat=bar&cod=ist&id=&actab=5 (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • ADV - Associazione Disabili Visivi Onlus
    Le barriere Percettive Normativa Recentemente si è cominciato a parlare di barriere percettive o sensoriali oltre che di barriere architettoniche intendendo con il primo termine quelle situazioni che rendono difficile la mobilità autonoma dei minorati sensoriali di solito più per la mancanza di idonei ausili informativi che per la presenza di veri e propri ostacoli Anche dei testi normativi si sono occupati delle barriere percettive per prevederne l eliminazione I piu importanti sono D M 236 89 Legge 104 92 legge quadro sull handicap D P R 503 96 Allegati Link Segnala la pagina Stampa allegati Decreto Ministeriale n 236 del 14 06 1989 documento pdf dimensione 147 11 kB link D M 236 89 Legge 104 92 D P R 503 96 segnala la pagina Grazie per aver deciso di segnalare i contenuti pubblicati dall Associazione Disabili Visivi Ti ricordiamo che per segnalare un articolo dovrai inserire nell apposito form il tuo indirizzo e mail Questo verrà utilizzato esclusivamente per consentire alla persona che riceverà il messaggio di identificarti Non riceverai alcun tipo di Spam e non conserveremo il tuo indirizzo email nei nostri archivi indica il tuo nome indica l indirizzo e mail del destinatario scrivi se vuoi

    Original URL path: http://www.disabilivisivi.it/default.php?mcat=bar&cod=per&id=352 (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • ADV - Associazione Disabili Visivi Onlus
    barriere Percettive Normativa E disponibile il nuovo libro edito da ADV Le barriere Architettoniche Percettive Guida alle azioni legali scritto da Avv Sabato Salvati Una guida semplice ed esaustiva comprensiva di formulari già fatti per permettere ai disabili visivi di combattere gli abusi delle Amministrazioni locali e centrali in tema di abbattimento delle barriere percettive Il testo è diretto agli avvocati che patrocinano i disabili visivi ma può essere sicuramente usato anche dai disabili stessi per avviare lettere di protesta dal tono legale Il libro è disponibile in vari formati pdf non modificabile word modificabile per i non vedenti testo cartaceo rilegato stampato in tipografia Per informazioni o per averne una copia contattare la nostra segreteria allo 06 855 02 60 Segnala la pagina Stampa segnala la pagina Grazie per aver deciso di segnalare i contenuti pubblicati dall Associazione Disabili Visivi Ti ricordiamo che per segnalare un articolo dovrai inserire nell apposito form il tuo indirizzo e mail Questo verrà utilizzato esclusivamente per consentire alla persona che riceverà il messaggio di identificarti Non riceverai alcun tipo di Spam e non conserveremo il tuo indirizzo email nei nostri archivi indica il tuo nome indica l indirizzo e mail del destinatario scrivi

    Original URL path: http://www.disabilivisivi.it/default.php?mcat=bar&cod=per&id=672 (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • ADV - Associazione Disabili Visivi Onlus
    Questa affermazione che potrebbe sembrare ovvia e irrilevante merita invece una attenta considerazione Da un lato infatti capita spesso che occasionali accompagnatori di non vedenti si sforzino di sollevare quasi di peso i loro assistiti nella salita o addirittura nella discesa di scale come se il problema fosse di natura muscolare e non semplicemente percettivo d altra parte si ritiene che dove siano presenti ampi spazi e non vi siano trabocchetti il cieco possa spostarsi da solo senza problemi trascurando il fatto che per lui un altro nodo centrale è quello dell orientamento e che proprio in uno spazio vasto e senza riferimenti il cieco non sa dove dirigersi Un altra osservazione ovvia ma importante è quella che essendo lo spostamento un concetto relativo esso implica due entità un soggetto che si sposta e un ambiente nel quale il soggetto si muove ne consegue la necessità di esaminare da un lato le capacità del soggetto e dall altro l idoneità specifica dell ambiente a favorire tale spostamento E d altronde intuitivo che non è lecito chiedere che l ambiente venga adattato alle esigenze di soggetti svantaggiati senza nel contempo agire per potenziare al massimo le loro capacità residue Sezione 4 Capacità soggettive i corsi di orientamento e mobilità Il concetto di mobilità soggettiva di un non vedente va rapportato alla sua capacità di effettuare spostamenti autonomi efficaci ed esenti da pericoli e da stress in tale affermazione il solo termine che merita un chiarimento è quello di efficacia che potrebbe tradursi in quello di ragionevole rapidità o tempestività dato che il movimento implica una relazione spazio temporale Tale capacità dipende sia da fattori organici e caratteriali scarsamente influenzabili o modificabili sia da competenze acquisibili mediante un opportuno training sia dall uso di strumenti appropriati sia infine dal miglioramento dell ambiente in cui il disabile visivo deve muoversi Lasciando agli psicologi il compito di motivare il non vedente ad una maggiore autonomia nei suoi movimenti spetta agli istruttori di orientamento e mobilità quello di affinare le sue capacità percettive mediante gli appositi corsi Questi sono fondamentali per acquisire delle competenze che consentono al cieco o all ipovedente di cogliere anche nel caos del traffico delle grandi città quegli indizi di vario genere uditivi olfattivi termici e cinestesici che gli indicano la strada da percorrere e gli suggeriscono il modo migliore per evitare ostacoli e pericoli Tutti questi indizi sono utilizzabili solo dal cieco che conosca già i luoghi in cui si muove e che possa quindi collegare a ciascuno di essi una particolare collocazione spaziale Ma gli unici che possono essere istituzionalizzati e predisposti proprio per fornire al disabile della vista informazioni utili per l orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo Art 1 2 c D P R 503 1996 sono quelli tattili posti sul piano di calpestio e le mappe a rilievo rintracciabili mediante speciali codici inseriti nelle piste tattili Circa i corsi di Orientamento e Mobilità è importante che essi siano impartiti da docenti

    Original URL path: http://www.disabilivisivi.it/default.php?mcat=bar&cod=aut&id=&actab=5 (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • ADV - Associazione Disabili Visivi Onlus
    diversa risonanza rilevata dal canale uditivo Il cane guida ben addestrato è in grado di far evitare anche gli ostacoli che possono urtare contro la parte superiore del corpo ma può agevolare l orientamento soltanto su percorsi conosciuti I bastoni elettronici o miniradar segnalano mediante vibrazioni o stimolazioni uditive gli ostacoli colpiti dagli ultrasuoni o dagli infrarossi da loro emessi il loro raggio d azione può variare da mezzo metro a 3 metri o addirittura a parecchie decine di metri in questo caso sono in grado di dare un contributo anche se modesto alle capacità di orientamento del cieco Per manifestare tutta la loro utilità si richiede un periodo non breve di paziente training e comunque se non sono accoppiati ad un bastone non rivelano ostacoli molto bassi e tanto meno i singoli scalini in discesa Una vera e propria controindicazione è poi rappresentata da quei miniradar come i cosiddetti occhiali sonori che impegnano totalmente il canale uditivo sottraendo così al cieco tutta una serie di informazioni ambientali preziose per la sua sicurezza e per l orientamento Inoltre tranne il caso di apparecchi dotati di emettitori che agiscono su tre livelli di altezza difficilmente i miniradar possono far evitare ostacoli posti all altezza del capo a meno di non effettuare un esplorazione sistematica anche in senso verticale cosa che tuttavia comporterebbe tempi lunghi e conseguentemente un eccessiva lentezza nella deambulazione Tali sistemi poi non sono in grado di assicurare al cieco la direzione corretta e la precisa posizione di punti di pericolo I sistemi basati su emissione di raggi infrarossi possono fornire informazioni suppletive ma non possono assolutammente sostituire i segnali tattili sul piano di calpestio molto più affidabili e utilizzabili senza bisogno di provvedersi di un apposito apparecchio cosa che non farebbero mai persone ipovedenti o anziane Lo stesso

    Original URL path: http://www.disabilivisivi.it/default.php?mcat=bar&cod=au3&id=&actab=5 (2015-08-19)
    Open archived version from archive



  •