web-archive-it.com » IT » D » DIVEMANIA.IT

Total: 692

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Il panico per un sub - Divemania.it - Portale subacqueo con migliai
    sheik sodfa red sea diving immersione pink wall immersione red sea video Diving Ocean Dahab Lighthouse Ells Garden Eels Garden The Caves Umm Sidd Blue hole Blue hole Diving OCean Blue Hole divers mar rosso immersione immersioni africa isola di mafia polinesia francese Il panico per un sub Scritto da divemania in data 17 06 11 Rating Login per votare Voti 2 Commenti 0 Visite 4730 Noi tutti siamo fortunati a praticare uno sport che statisticamente ed in relazione ai praticanti annovera la più bassa percentuale di incidenti Comunque è necessario essere realisti i rischi connessi all immersione ci sono e quando sfociano in incidente si mette veramente male ovvero gli incidenti sono abbastanza gravi Inoltre quando le cose cominciano ad andare male il loro ritmo diventa frenetico e tutto precipita molto velocemente Una risposta rapida fredda ed efficace fa la differenza tra un quasi incidente e un danno molto grave E fondamentale agire tempestivamente ma più di tutto ragionare razionalmente prima di agire IL PANICO La fonte della paura è in grado di trasformare piccoli problemi in enormi difficoltà ed immediatamente anche un subacqueo esperto potrebbe perdere la capacità di ragionare razionalmente e cooperare in un azione di salvamento Cosa causa il panico Il panico è il risultato di una serie di stress mentali e fisici inclusa la fatica il freddo il soprappeso i problemi con l equipaggiamento e la scarsa visibilità che si accumulano fino a far sentire il subacqueo completamente privo di controllo Come fermare il panico Il panico è come un cavallo in corsa è difficile da fermare quando si è imbizzarrito Invece occorre intervenire prima che esploda Date un occhiata e memorizzate questi segni e sintomi comuni allo stress Prima dell immersione nervosismo che porta ad un mutismo assoluto umorismo forzato irritazione ed irrequietezza ripetizione di errori stupidi ed estrema lentezza o indecisione assoluta durante le procedure pre immersione assemblaggio vestizione etc In acqua un segnale comune dello stress è dato dalla indecisione a lasciare l ancora o altro appiglio di galleggiamento Un contatto costante con qualcosa che emerge Altri controllano ripetutamente ed in maniera ossessiva il manometro tengono sempre in mano ed evidenziano il comando di gonfiaggio del GAV e rimangono estremamente rigidi con la testa ben fuori dal pelo dell acqua Se notate questi segni fermatevi Controllate la riserva d aria del subacqueo ed assicuratelo Fate alcuni respiri lenti e profondi Se non siete in grado di ridurre lo stress abbandonate l immersione Panico sott acqua sott acqua un subacqueo in preda la panico tenterà la pallonata Se non siete in grado di arrestarlo afferrandolo per una gamba e di conseguenza rallentargli la risalita seguitelo con una velocità di sicurezza fino alla superficie tenendovi pronti ad assisterlo Se la vittima manifesta panico anche in superficie tenetela a debita distanza fino a quando non sarà esausta Se la vittima si muove verso di voi allontanatevi tenendo la direzione della barca o della riva In questo modo anche la vittima si muoverà e vi aiuterà

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/692-Il_panico_per_un_sub (2016-01-31)
    Open archived version from archive


  • Sovradistensione polmonare - Divemania.it - Portale subacqueo con mi
    red sea diving immersione pink wall immersione red sea video Diving Ocean Dahab Lighthouse Ells Garden Eels Garden The Caves Umm Sidd Blue hole Blue hole Diving OCean Blue Hole divers mar rosso immersione immersioni africa isola di mafia polinesia francese Sovradistensione polmonare Scritto da divemania in data 10 06 11 Rating Login per votare Voti 2 Commenti 0 Visite 6386 La sovradistensione polmonare è un incidente che si verifica nell attività subacquea con autorespiratore durante la risalita e solitamente negli ultimi 15 metri della stessa L aria respirata in profondità è a pressione ambiente e aumenta di volume al diminuire della pressione ambientale si espande quindi durante la risalita L aumento di volume può essere tale da causare la rottura degli alveoli polmonari provocando il passaggio d aria nellacavità pleurica con conseguente collasso del polmone pneumotorace o più raramente nel mediastino pneumomediastino o nell eventualità peggiore direttamente nel circolo venoso polmonare embolia gassosa arteriosa EGA I sintomi sono senso di vertigine senso di debolezza problemi alla vista dolore al torace disorientamento alterazioni della personalità o paralisi e si manifestano immediatamente l insorgenza di una EGA si manifesta con fuoriuscita di schiuma rossastra da bocca o naso debolezza muscolare o paralisi convulsioni perdita di coscienza arresto respiratorio e morte Prevenzione La causa principale della sovradistensione polmonare è la risalita in apnea anche solo interrompere la respirazione per pochi metri di risalita espone al rischio di sovradistensione Altre cause possono essere eventuali stati patologici che provocano intrappolamento d aria in zone polmonari circoscritte ad esempio la bronchite o l asma o eventuali malformazioni anatomiche Può aversi sovradistensione polmonare nelle immersioni in apnea nel caso in cui l apneista inspiri aria da un autorespiratore ad aria in profondità ed effettui poi la risalita senza espellerla Trattamento Il trattamento di una sovradistensione polmonare

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/620-Sovradistensione_polmonare (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • La compensazione - Divemania.it - Portale subacqueo con migliaia di
    manovra Infatti se all interno dell orecchio medio non si stabilisce una forza pari a quell esterna la membrana timpanica sarebbe spinta violentemente verso l interno con conseguente gravissima rottura È opportuno inoltre evidenziare che la compensazione deve essere effettuata nel momento stesso in cui inizia la discesa ed essere ripetuta a giusti intervalli fino al raggiungimento della massima quota per evitare al timpano anche il più piccolo stress senza attendere il sopraggiungere di sensazioni dolorose Esistono tecniche più o meno complesse per ottenere l effetto di compensazione per la subacquea vengono utilizzate le manovre di La Manovra di Marcante Odaglia dal nome di Duilio Marcante e Giorgio Odaglia è una manovra dicompensazione forzata dell orecchio medio utilizzata principalmente in subacquea È conosciuta a livello internazionale col nome di Manovra Frenzel dal nome di Hermann Walter Gotthold Frenzel medico e ufficiale della Luftwaffe che sviluppò la manovra durante la seconda guerra mondiale operando con i bombardieri Junkers Ju 87 Stuka Questa manovra venne messa a punto dal padre della subacquea italiana Duilio Marcante assieme al pioniere della medicina subacquea italiana dott Giorgio Odaglia Sfrutta sia il movimento che la pressione la lingua chiude il collegamento con i polmoni iniziando un movimento simile alla deglutizione e in seguito fungendo da pompa verso l alto per esercitare la spinta pressoria verso l orecchio medio Anche questa manovra come il Valsalva si effettua con le narici chiuse Questa manovra una volta imparata con un po di pratica è la più sicura ed efficace Il manuale d immersione di una delle federazioni di subacquea cita testualmente non chiede l intervento di una sovrapressione polmonare né ha sui polmoni riflesso alcuno per cui evita qualsiasi alterazione cardiocircolatoria escludendo le conseguenze addebitate al Valsalva fatto che lo rende particolarmente consigliabile per l apneista sia pure attraverso un esecuzione più elaborata e così richiedendo particolari capacità può ottenere una pressione anche superiore al Valsalva senza che il soggetto debba essere eccezionalmente muscoloso è di rapida esecuzione e può essere ripetuto continuamente con minimo sforzo e con estrema facilità La Manovra di Valsalva dal nome del medico Antonio Maria Valsalva è una manovra di compensazione forzata dell orecchio medio utilizzata principalmente in subacquea Antonio Maria Valsalva usava questa tecnica per espellere le sostanze purulente dall orecchio medio in caso di otite grave È una manovra di sola pressione che si esercita contraendo i muscoli addominali e dopo aver chiuso il naso con le dita cercando di forzare le tube per immettere aria all interno dell orecchio medio Viene talvolta utilizzata con piccole modifiche come test delle funzioni cardiache I sub eseguono questa manovra durante la discesa per compensare l aumento di pressione sull orecchio Controindicazioni È una tecnica molto faticosa È poco raccomandabile perché sviluppa una notevole pressione intrapolmonare che potrebbe essere causa di sincope per gli apneisti In caso di Sindrome da Forame ovale pervio nel caso di una seconda immersione ad aria può causare il passaggio di bolle d azoto dal circolo venoso al circolo arterioso

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/616-La_compensazione (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Camera Iperbarica - Divemania.it - Portale subacqueo con migliaia di
    hanno ambienti separati ma collegati per consentire il passaggio di pazienti e o personale medico dal interno verso l esterno e viceversa permettendo la compensazione degli ambienti Sono quindi stazioni fisse e di grandi dimensioni e con strumentazione di gestione e monitoraggio molto sofisticata che comprende sistemi di comunicazione audio video In certi casi può essere allestita una vera è propria sala operatoria per delicati e particolari interventi e nel caso si tratti di intervenire su un embolizzato con traumi e ferite causate durante una immersione Vi sono poi modelli portatili monoposto o a due posti che trovano sistemazione a bordo di imbarcazioni furgoni elicotteri ed aerei alcune sono direttamente equipaggiate con sistema di traino omologato e quindi carrellabili e trainabili dai mezzi di soccorso e o ambulanze che permettono il recupero di embolizzati ed il relativo trasporto presso il centro e successivamente il trasbordo nella camera iperbarica principale del centro tramite le flangiature di connessione e successiva compensazione della pressione Sono stati costruiti e sono attualmente commercializzati anche modelli di camera di decompressione flessibili e portatili realizzate con tessuti non traspiranti ad altissima resistenza e chiusura con cerniera stagna del tutto simile a quelle delle mute subacquee speciali Molto utili per essere trasportate ovunque vengono utilizzate per poter effettuare terapie iperbariche a domicilio e talvolta per immersioni esplorative in ambienti carsici molto vasti e poco accessibili Queste ultime hanno un prezzo molto competitivo e sono una soluzione alternativa molto valida soprattutto nel caso di emergenze dove non vi siano centri iperbarici o non sia possibile trasportare il paziente Spesso i termini camera di decompressione camera di ricompressione o camera per terapia iperbarica o camera iperbarica sono usati a seconda dell utilizzo che di queste ne viene fatto una camera di compressione viene utilizzata per trattare ad esempio la malattia da decompressione dei subacquei una camera per terapia iperbarica viene utilizzata negli ospedali o nei centri iperbarici per trattare i pazienti che possono trarre giovamento da questa terapia particolare Nel caso dei subacquei sportivi o sommozzatori professionisti la camera iperbarica viene usata a seguito di permanenze subacquee oltre i limiti di non decompressione per eseguire ricompressioni e successive decompressioni atte ad evitare rischi e complicazioni relative nel caso di mancato rispetto dei tempi limite di immersione ed eventuali terapie iperbariche nel caso si siano verificati sintomi di malattia da decompressione e sia necessario sottoporre i subacquei colpiti da embolia gassosa arteriosa e o traumatica sovradistenzione ed enfisema polmonare e comunque nei casi in cui sia richiesta una pressione differente da quella atmosferica Consente quindi di eliminare i disagi e i rischi di una lunga decompressione subacquea in acqua in casi di pericolo o di situazioni estreme quali quelle necessarie per immersioni professionali o attività esplorative soprattutto in acque fredde Creata inizialmente per solo uso subacqueo per i particolari vantaggi terapeutici dati dalla maggior vascolarità e distribuzione di ossigeno nei tessuti in iperbaria viene prevalentemente utilizzata ora presso strutture ospedaliere ed ambulatoriali per prestazione di terapie di vario genere quali l

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/camera-iperbarica (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Fegato a rischio embolia - Divemania.it - Portale subacqueo con migl
    mar rosso immersione immersioni africa isola di mafia polinesia francese Fegato a rischio embolia Scritto da divemania in data 22 06 10 Rating Login per votare Voti 1 Commenti 0 Visite 2426 All Asinara il Centro Extreme cui afferiscono Ifc Cnr e Isti Cnr studia gli effetti dell immersione subacquea sulla fisiologia umana e scopre che in particolari condizioni anche quest organo può subire l embolizzazione Anche il fegato al pari dei polmoni è bersaglio dell embolia gassosa le temute bolle che possono formarsi durante le immersioni con autorespiratori ad aria ARA La scoperta che apre inediti scenari nella medicina subacquea e iperbarica giunge da una sperimentazione appena conclusa dal Centro Extreme il team multidisciplinare pisano cui afferiscono ricercatori dell Istituto di fisiologia clinica Ifc Cnr e dell Istituto di scienze e tecnologia dell informazione Isti Cnr del Consiglio Nazionale delle Ricerche dell Università di Pisa e della Scuola Sant Anna La ricerca è pubblicata su un importante rivista americana di fisiologia American Journal of Physiology La conferma dell embolizzazione del fegato dimostrata da una ricerca sul ratto condotta nel rispetto dei disposti dei relativi comitati etici di riferimento è stata oggetto del programma che il Centro Extreme ha appena svolto nelle acque dell Asinara studiando le immersioni sperimentali di esperti subacquei volontari anch esse svolte secondo un protocollo approvato da specifico comitato etico scientifico La sperimentazione si è svolta su un imbarcazione attrezzata in occasione dello stage annuale del Master Universitario di II livello in Medicina subacquea ed iperbarica della Scuola superiore Sant Anna e del Cnr tale corso di formazione è unico in Europa e rientra nell ambito di una consolidata cooperazione con l Ente Parco nazionale dell Asinara Dopo queste prove sperimentali che hanno dimostrato la possibilità di individuare attraverso un ecografia l accumulo di gas nel fegato sarà ora importante accertare esistenza frequenza tempi di comparsa e durata dell embolia del fegato nell uomo e in particolare in quanti praticano l attività di diving abituale con autorespiratore per tempi lunghi e a profondità pari o superiori a 30 metri osserva l ingegner Remo Bedini dell Ifc Cnr Grazie alla collaborazione con l Azienda ospedaliera universitaria di Sassari è stata avviata un indagine specifica per valutare l eventuale danno epatico con appropriati esami ematochimici mediante campionature effettuate sul campo L ipotesi che i gas intestinali sottoposti per lunghi periodi alle alte pressioni di immersione creino potenziali danni per embolizzazione del fegato è verificata nell uomo attraverso una serie di indagini non invasive tramite ecografia epatica e una sofisticata analisi numerica delle immagini registrate prima e dopo immersioni svolte per 30 minuti a 30 metri di profondità Il Centro Extreme ha realizzato negli ultimi anni numerose ricerche in ambienti estremi dalla simulazione dei viaggi spaziali della missione MARS 500 a quelle negli abissi subacquei con l impiego di inedite strumentazioni e metodiche di indagine in medicina subacquea fino agli sport quali la prova di triathon estremo Ironscience 2008 Tali attività sul campo e gli stage applicativi del Master

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/782-Fegato_a_rischio_embolia (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Colpo di ventosa della maschera - Divemania.it - Portale subacqueo c
    pink wall immersione red sea video Diving Ocean Dahab Lighthouse Ells Garden Eels Garden The Caves Umm Sidd Blue hole Blue hole Diving OCean Blue Hole divers mar rosso immersione immersioni africa isola di mafia polinesia francese Colpo di ventosa della maschera Scritto da divemania in data 02 02 10 Rating Login per votare Voti 1 Commenti 1 Visite 2822 Che cos è il colpo di ventosa della maschera Proprio come per gli spazi d aria presenti nei seni e nelle orecchie anche lo spazio d aria nella maschera deve essere compensato man mano che si scende in profondità Durante la discesa bisogna ricordarsi di compensare o di aggiungere aria all interno della maschera espirando attraverso il naso La mancata compensazione potrà creare uno squilibrio di pressione fra lo spazio d aria all interno della maschera e la pressione vascolare all interno di vasi sanguigni facciali I delicati vasi sanguigni vicino all occhio possono infatti rompersi e causare un livido Tale rottura può inoltre causare un edema periorbitale o un gonfiore intorno all occhio Ne risulterà un ristagno di sangue sottocongiuntivale ossia al di sotto della mucosa che ricopre la parte bianca dell occhio sclera e le superfici interne delle palpebre Tale sangue ematoma si raccoglie infatti fra gli strati della congiuntiva e normalmente si riassorbirà dopo un certo periodo di tempo Come intervenire A meno che non vi sia la compresenza di dolore all occhio o di problemi visivi non esiste nessuna terapia per il barotrauma facciale se non il tempo Trattandosi di un livido l effetto del colpo di ventosa della maschera sarà gradualmente riassorbito dall organismo Dolore all occhio o disturbi alla vista quali visione sfuocata oppure perdita di parte del campo visivo dovrebbero essere immediatamente segnalati al proprio medico o a un oculista I segni e

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/625-Colpo_di_ventosa_della_maschera (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Cosè la sigla RGBM utilizzata nei computer SUB ? - Divemania.it - P
    nel programma SUUNTO RGBM necessario in queste situazioni LA DECOMPRESSIONE OTTIMALE CONTINUA OTTIMIZZAZIONE DELLE SOSTE DI DECOMPRESSIONE Haldane quando sviluppò le prime Tabelle di Decompressione ne definì anche le Soste di Decompressione e le posizionò arbitrariamente e per comodità di calcolo e di utilizzo ogni 3 metri ogni 10 ft A quel tempo il sistema più pratico a disposizione dei subacquei per misurare la profondità delle soste di decompressione era fare ad ogni tre metri un nodo su di una cima Da allora e per anni le Soste di decompressione sono sempre state indicate per tradizione a profondità prefissate ogni tre metri Oggi tutti i computer SUUNTO grazie all utilizzo di microprocessori ad alte prestazioni e ad un software estremamente avanzato sono in grado di calcolare in tempo reale il CEILING la profondità alla quale è possibile effettuare la miglior decompressione Il computer grazie alla sue specifiche caratteristiche operative calcola pressoché in tempo reale la saturazione dei tessuti Il CEILING è aggiornato anch esso conseguentemente ed a seconda di questa pressoché in tempo reale Il subacqueo viene così guidato verso la superficie con una successione di mini soste più numerose e più brevi che non le conosciute Questa successione di CEILING ideali tende ad assimilare la risalita ad una curva esponenziale analoga a quella che regola la desaturazione da azoto dei tessuti Questo metodo di decompressione combinato con una ben controllata velocità di risalita è il più naturale fra quelli ad oggi conosciuti È la Decompressione Continua SUUNTO I computer SUUNTO che utilizzano l algoritmo SUUNTO RGBM indicano sia la profondità limite a partire dalla quale tutti i tessuti sono in desaturazione il FLOOR sia il limite superiore di decompressione il CEILING Queste due profondità sono gli estremi della Zona di Decompressione SUUNTO è ad oggi l unica Azienda i cui Computer forniscono questi dati Con i computer SUUNTO è comunque possibile effettuare anche la classica decompressione a gradini ADATTAMENTI PERSONALI Tutti i computer SUUNTO prevedono 3 livelli di Adattamento per immersioni in Altitudine A0 A1 e A2 I computer che adottano il programma SUUNTO RGBM prevedono anche tre livelli di Adattamento Personale P0 P1 e P2 I livelli di Adattamento Personale e di Altitudine possono essere fra loro combinati Il subacqueo può così scegliere fra diversi programmi via via più conservativi nel caso che le condizioni fisiologiche personali e o le condizioni di immersione siano tali da rendere più elevato il rischio di incorrere in fenomeni di MDD Il principio è semplice pur applicando esattamente lo stesso procedimento di calcolo il computer adotta per ciascuno dei tessuti considerati una minor Pressione Parziale Massima Ammissibile di azoto Il risultato è radicale ed è immediatamente constatabile effettuando il Planning i tempi di non decompressione indicati dal computer si riducono in maniera significativa LA SOSTA DI SICUREZZA DI FINE IMMERSIONE Al termine di tutte le immersioni con profondità massima superiore ai 10 metri il SUUNTO RGBM suggerisce automaticamente di effettuare fra i sei ed i tre metri la Sosta di Sicurezza di

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/498-Cose_la_sigla_RGBM_utilizzata_nei_computer_SUB (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Articles | Social Network subacquea. Immersioni, Diving Center, Foto
    GARAVOT 12 09 15 03 09 15 Tutte le immersioni Tag più usati TURTLE BAY red sea immersioni missione relitti operatore attacco di squalo Eel Garden egitto immersioni mar rosso Ras Mohammed nave dei corani sicilia subacquea moregallo mandello del lario video hd sharm el sheik sodfa red sea diving immersione pink wall immersione red sea video Diving Ocean Dahab Lighthouse Ells Garden Eels Garden The Caves Umm Sidd Blue hole Blue hole Diving OCean Blue Hole divers mar rosso immersione immersioni africa isola di mafia polinesia francese Record Articoli inseriti Ordina per Titolo Rating Data Gianluca Genoni un nuovo Record Genoni che ha stabilito 15 record mondiali nelle discipline classiche dell apnea tentera la discesa a grande profondita utilizzando un Suex Xk continua Voti 1 Visite 2785 In APNEA a 214 metri Record Mondiale in apnea categoria assetto variabile svolto in Grecia nel 2007 continua Voti 1 Visite 2447 Kuroshio Sea L acquario di Okinawa Si trova in Giappone più precisamente al Churaumi Aquarium a Okinawa è il secondo acquario per grandezza al mondo continua Voti 1 Visite 2541 NEMO33 la piscina più profonda del mondo A Uccle cittadina del Belgio nei pressi di Bruxelles NEMO33 con i suoi 33 metri è ufficialmente la più profonda piscina al mondo continua Voti 2 Visite 6626 Record Mondiale Carlos Coste Apneista campione venezuelano Carlos Coste ha raggiunto un nuovo record Guinness La più lunga apnea in una caverna continua Voti 3 Visite 2129 Record Mondiale William Trubridge Il 24 aprile 2010 ha stabilito il record mondiale di immersione subacquea a 88m senza pinne alle Bahamas continua Voti 1 Visite 3092 Record raggiunti i 100m senza pinne William Trubridge stabilisce il nuovo record del mondo di apnea senza attrezzi scendendo a 100 m nel Dean s Blue Hole alle Bahamas continua Voti

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/record/page:1/sort:title_it/direction:asc (2016-01-31)
    Open archived version from archive



  •