web-archive-it.com » IT » D » DIVEMANIA.IT

Total: 692

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Relitto Ghiannis D. (Egitto) - Divemania.it - Portale subacqueo con
    05 12 11 Rating Login per votare Voti 2 Commenti 0 Visite 2126 Costruito nel 1969 presso i cantieri Kuryshima Dock Company di Imabari in Giappone il Ghiannis D era lungo 99 50 metri per 6 53 metri di larghezza con una stazza di 2 932 tonnellate Disponeva di due stive da carico e la sala macchine posta nella zona poppiera Veniva alimentata da un motore diesel a 6 cilindri per una potenza di 3 000 cavalli che erogava una velocità di 12 nodi Fino al 1975 la nave ha navigato con il nome originario di Ghiannis D dopo essere stata venduta ha cambiato nome in Markos D Riacquistata nel 1980 dalla Dumarc Shipping Trading Corporation in Piraeus Grecia riprese il nome originale di Ghiannis D proprio in quel periodo le venne impressa una enorme D sul fumaiolo a testimoniare la compagnia di navigazione che ancora oggi appare in tutta la sua maestosità appena si scende sott acqua Il mercantile carico di legno imbarcato presso il porto di di Rijeka in Croazia partì per la sua ultima navigazione nell aprile del 1983 per raggiungere lo scalo yemenita di Hodeida via Jeddah Il Ghiannis navigò tranquillo attraversando l Adriatico prima e il Mediterraneo poi per raggiungere Suez pochi giorni dopo Il conflitto Arabo Israeliano non era ancora terminato e per tutte le navi che dovevano attraversare il canale a quel tempo le pratiche doganali erano un vero e proprio incubo Era incombente il rischio di traffici illeciti tra cui quello delle armi e tutto questo richiedeva una perdita di tempo oltre che a una serie di pratiche burocratiche infinite Trascorsi alcuni giorni per effettuare le pratiche doganali richieste e verificata la regolarità del suo carico il Ghiannis riprese a navigare attraverso il canale per raggiungere lo Stretto di Gobal Il capitano soddisfatto della navigazione e verificato che tutto fosse regolare con Jeddah 600 miglia a sud est dopo un ultimo controllo della rotta si ritirò nella sua cabina Convinto che ormai non vi fossero più ostacoli tra lui e la sua prima destinazione si addormentò senza la minima preoccupazione Purtroppo non aveva fatto i conti con la presenza del reef di Abu Nuhas un pericolosissimo reef situato in mezzo al canale di Gubal ed erroneamente segnalato sulle vecchie cartine nautiche Il Ghiannis navigava a tutta potenza bordeggiando erroneamente il lato nord ovest del reef era il 19 aprile 1983 e la nave seguiva la sorte di tante altre imbarcazioni andando ad urtare contro l estesa barriera corallina di Abu Nuhas Fortunatamente nonostante il forte impatto contro la barriera corallina la nave non affondò immediatamente ma rimase incagliata con la prua sulla sommità del reef dando la possibilità a tutto l equipaggio di portarsi in salvo Lo scafo rimase in balia delle onde che lo facevano vacillare sui taglienti coralli fino a quando dopo alcune settimane le lamiere si squarciarono spezzando il Ghiannis in tre tronconi e facendolo scomparire completamente dalla superficie su un fondale sabbioso a 27 metri di profondità Il

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/1032-Relitto_Ghiannis_D_Egitto (2016-01-31)
    Open archived version from archive


  • Relitto Prosper Schiaffino "Le Donator" (Francia) - Divemania.it -
    Petite Terre e utilizzata come bananiera faceva la spola tra la Francia e le Antille Francesi Nel 1939 divenne di proprietà dell armatore Charles Schiaffino Questi aveva la particolare abitudine di battezzare le navi della sua compagnia circa venti con i nomi dei suoi parenti La Seconda Guerra Mondiale fu purtroppo fatale per la flotta di Schiaffino tutte le navi vennero infatti affondate durante la navigazione o danneggiate mentre erano alla fonda in qualche porto a eccezione della Donator La nave da carico superò infatti incolume i disastri della guerra tuttavia la buona sorte che l aveva accompagnata nel periodo bellico svanì il 10 novembre 1945 la Prosper Schiaffino con il suo carico di vino si imbatte in una delle numerose mine abbandonate dai sottomarini tedeschi e affondò La nave costruita nel 1931 nei cantieri della compagnia Holz Werksted A S nel porto norvegese di Bergen era lunga 78 28 metri larga 11 94 e aveva un pescaggio di 5 54 metri era dotata di un motore da 1 800 cavalli e aveva una stazza lorda di 1 698 tonnellate Era il 10 novembre 1945 spirava un forte vento di maestrale e la nave rallentata dal suo pesante carico procedeva faticosamente tra i marosi mentre i frangenti si spingevano fin oltre la murata di babordo All altezza dell estremità sud orientale dell isola la Donator virò per passare tra Porquerolles e Port Cros Erano le 13 e 10 quando successe il finimondo Una fragorosa esplosione percorse l intera nave facendola tremare e dilaniandone la prua era stata centrata in pieno una mina Si trattava evidentemente di un ordigno che nonera stato scoperto dalle unità di bonifica Pochi secondi dopo l esplosione lo scafo aveva già imbarcato tanta acqua che la poppa iniziò a sollevarsi I ventinove uomini dell equipaggio tentarono

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/1148-Relitto_Prosper_Schiaffino_Le_Donator_Francia (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Relitto TA36 - Stella Polare (Croazia) - Divemania.it - Portale suba
    Sidd Blue hole Blue hole Diving OCean Blue Hole divers mar rosso immersione immersioni africa isola di mafia polinesia francese Relitto TA36 Stella Polare Croazia Scritto da divemania in data 28 10 11 Rating Login per votare Voti 2 Commenti 0 Visite 3648 La Stella Polare era una torpediniera di fabbricazione italiana stanziata nel golfo ligure con l incarico di fare da scorta ai convogli merci veniva usata anche per depositare le mine Con l avvento dell 8 settembre 1943 e l armistizio il comando Tedesco ora nemico provvedeva a requisire tutte le navi italiane ancora utilizzabili tra le quali la nostra Stella Polare Dopo averla ribattezzata TA36 la stessa veniva stanziata nel Golfo del Quarnero con il compito di sminare i campi Italiani e depositare nuovi campi minati La nave risultava armata di 2 cannoni da 100 mm una quadricanna antiaerea di fabbricazione tedesca una bicanna Breda di fabbricazione italiana quella i tedeschi l hanno tenuta Si vede che funzionava bene tre tubi lanciasiluri vario armamento leggero il sistema d argani per la posa delle mine e un sistema di lancio delle bombe di profondità Il 18 marzo 1944 mentre navigava nei pressi di Brestova la nave urtava una mina italiana L esplosione coinvolgeva la santabarbara del cannone di prua con evidente enorme aggravio dei danni subiti La prua si spezzava di netto fino all altezza del ponte di comando facendo inabissare la nave in meno di 2 minuti e trascinando con se almeno 45 marinai Per questo motivo il sito è stato dichiarato monumento di guerra Dalle indagini seguite all affondamento la colpa risultava totalmente in carico al comandante il quale aveva palesemente sbagliato la rotta Aveva ricevuto l ordine di stendere un campo minato molto più a nord verso Fiume ed invece si era portato a sud cadendo vittima di un campo minato italiano Da cacciatore a preda Il comandante negava fermamente la sua responsabilità giurando di essere stato ligio agli ordini impartitigli e di aver rispettato fedelmente la rotta datagli L inganno veniva scoperto grazie alla inconsapevole collaborazione degli abitanti di Brestova allarmati per la presenza di una grossa chiazza di olio in mare e per la vista di parecchi oggetti galleggianti A seguito del processo il comandante veniva degradato ed affidato ad incarichi a terra La guerra volgeva ormai a conclusione Dopo la guerra incominciarono le ricerche del relitto ma essendo secretati gli atti del processo l unico indizio restava il rapporto del comandante Questo portava ad effettuare le ricerche molto più a nord e per molti anni il relitto è risultato introvabile Dalle parole coi pescatori e dalla stima delle reti e delle nasse perse le ricerche si sono spostate più a sud fino alla scoperta avvenuta intorno agli anni 80 Il relitto giace in assetto di navigazione su di un fondale sabbioso intorno ai 65 metri Il punto più in alto risulta essere l albero maestro che spicca maestoso fino a 43 metri Da lì parte la cima di risalita Subito sotto troviamo

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/744-Relitto_TA36_Stella_Polare_Croazia (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Relitto B-17G (Croazia) - Divemania.it - Portale subacqueo con migli
    divemania in data 25 10 11 Rating Login per votare Voti 1 Commenti 0 Visite 2986 Il 3 novembre del 1944 il nuovo bombardiere B 17G numero di serie 44 6630 arrivò alla base di Amendola e fu subito inserito nella 340esima squadriglia del 97esimo gruppo di bombardieri della XV forza aerea americana L aereo fu assegnato al comandante Irving G Emerson con 10 persone di equipaggio e il 6 novembre 1944 fu chiamato alla prima missione bombardare Vienna Nelle prime ore del mattino dopo il briefing ed i preparativi l aereo decollò assieme agli altri bombardieri della missione seguiti dai caccia P51 Mustang che facevano da scorta alla missione In prossimità della meta i caccia fecero ritorno alla base dato che il carburante per loro era limitato e a causa del cattivo tempo sopra Vienna al tempo la squadra non disponeva dell aereo radar per indirizzare il bombardamento anche in presenza di cattivo tempo attuarono il piano B bombardare il nodo ferroviario di Maribor Durante il bombardamento l aereo del comandante Emerson fu colpito da alcune granate della difesa antiaerea il copilota fu ferito gravemente e l aereo fortemente danneggiato Presto l aereo si riempì di fumo a seguito dell incendio dei motori numero due e numero tre e gli altri bombardieri della missione si allontanarono per paura di esplosioni L impianto idraulico era fuori uso e non fu possibile chiudere il portellone delle bombe ne far rientrare il carrello dell ala sinistra che si era aperto nel frattempo Le schegge perforavano la fusoliera e foravano la parte superiore dell aereo che ben presto assomigliò ad un colabrodo A quel punto il comandante decise di cambiare rotta ed inizialmente pensò alla Svizzera neutrale ma non vi erano passaggi attraverso le montagne per l aereo che stava perdendo velocemente quota Allora scelsero la rotta della pista segreta dell isola di Vis e virarono subito a sud verso la costa adriatica Nel tragitto eliminarono tutto cio che non era strettamente indispensabile mitragliatori riserve di munizioni giubbetti protettivi insomma tutto eccetto la radio Il comandante lasciò decidere ad ogni componente dell equipaggio se gettarsi con il paracadute ma tutti scelsero di rimanere Intanto le condizioni del copilota erano diventate disperate Quando finalmente si intravedeva l isola di Vis il motore numero quattro si spense per mancanza di carburante e poco dopo smise di funzionare per lo stesso motivo anche il motore numero uno l ultimo rimasto in funzione proprio durante l avvicinamento alla pista A quel punto verso le 13 30 di quel 6 novembre 1944 il comandante Emerson decise di ammarare Gonfiarono le zattere di gomma e visto che una delle due era bucata alcuni componenti dell equipaggio dopo essersi tolti la tuta di volo nuotarono verso la riva I pescatori del paesino di Rucavac ed alcuni soldati inglesi accorsero per soccorrerli Tutti i componenti dell equipaggio ad eccezione del copilota si salvarono L Immersione Già dai 45 metri si vede chiaramente l imponente sagoma dell aereo Visibilità stupenda anche se

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/1158-Relitto_B_17G_Croazia (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Relitto Peltastis (Croazia) - Divemania.it - Portale subacqueo con m
    Ocean Dahab Lighthouse Ells Garden Eels Garden The Caves Umm Sidd Blue hole Blue hole Diving OCean Blue Hole divers mar rosso immersione immersioni africa isola di mafia polinesia francese Relitto Peltastis Croazia Scritto da divemania in data 06 10 11 Rating Login per votare Voti 3 Commenti 0 Visite 6063 Vecchia nave da carico greca il Peltastis affondò nella notte tra il 7 e l 8 gennaio 196 8 dopo essersi incagliato sulle rocce nei pressi della baia di Klimno a causa delle forti raffiche di bora che strapparono gli ormeggi effettuati nei pressi di Pazduhovo vicino a Dramalj a 2 miglia nautiche a Nord di Crikvenica Neppure la forza del motore riuscì a fronteggiare il vento e le onde che scaraventarono la nave contro gli scogli dell isola di Krk Nonostante i tentativi del comandante fu impossibile salvare la nave Morirono nel naufragio 8 persone tra cui il comandante il cui corpo fu trovato in uno stato di saponificazione ancora al posto di comando Le spoglie del capitano Belesis furono sepolte il giorno 11 novembre 1968 al cimitero di Kozala a Rijeka Per quanto riguarda il carico della nave al momento dell affondamento le notizie in nostro possesso sono imprecise infatti secondo alcuni trasportava un carico di legname e secondo altri del miele Tipo motonave Anno costruzione 1953 Cantiere D W Kremer Sohn Elmshorn Dimensioni 197 5 x 30 7 x 18 8 Stazza 874 tsl Motore Armatore Chr M Sarlis Co Porto di armamento Pireo Grecia Equipaggio 13 Data affondamento 8 gennaio 1968 Causa affondamento naufragio per tempesta Curiosità è il più giovane relitto dell area frequentato dai sub E conosciuto anche con il nome di Relitto di Klimno o Relitto del miele continua Maggiori Informazioni Scheda Immersione Articoli correlati Relitto Baron Gautsch Croazia Relitto Lina Croazia

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/495-Relitto_Peltastis_Croazia (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Relitto Lina (Croazia) - Divemania.it - Portale subacqueo con miglia
    rosso immersione immersioni africa isola di mafia polinesia francese Relitto Lina Croazia Scritto da divemania in data 05 10 11 Rating Login per votare Voti 1 Commenti 0 Visite 7376 Lina o Lena come viene chiamata dai pescatori locali e sicuramente il relitto piu visitato nel Golfo di Quarnero Affondo vicino alla costa con la prua a soli 25 metri Per molti subacquei Lina era il primo relitto Il primo relitto e come il primo amore ve lo ricordate per sempre Forse anche qua la ragione perche ogni immersione sul Lina anche dopo tanti anni e ugualmente eccitante come la prima volta Affondo nel 1912 con un trasporto di legname i qui resti sono visibili anche oggi nelle stive Affondo come nessuna nave nel Quarnero A causa di una fitta nebbia si incaglio contro le rocce vicino al Punta Pecenj su isola di Cherso La prua e a 25 metri e la poppa a 55 La maggior parte di Piroscafi che navigavano nella seconda meta del 800 era costruita in Scozia I cantieri Scozzesi in quel periodo costruivano la meta di tutta la flotta mercantile mondiale Lina e costruita nel 1879 come Nuevo Estramadura per un armatore spagnolo nel cantiere Andrei Lesile Lunghezza della nave e di 70 metri e larghezza 9 Lina aveva 1049 tonnellate di stazza Il motore era a vapore con triplice espansione Nel 1907 la nave cambio armatore e divento proprieta di Societa Adriatiche di Bari Lina era un classico esempio di Well deck La scocca are costruita in ferro e le coperte di legno Il ponte di comando e le cabine erano piu o meno a meta nave Lentamente scendiamo seguendo la sagola e continua Maggiori Informazioni Scheda Immersione Fonte Testo krnica com Articoli correlati Relitto Baron Gautsch Croazia Relitto Cesare Rossarol Croazia Relitto MV

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/mostra/680-Relitto_Lina_Croazia (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Articles | Social Network subacquea. Immersioni, Diving Center, Foto
    sodfa red sea diving immersione pink wall immersione red sea video Diving Ocean Dahab Lighthouse Ells Garden Eels Garden The Caves Umm Sidd Blue hole Blue hole Diving OCean Blue Hole divers mar rosso immersione immersioni africa isola di mafia polinesia francese Relitti all Estero Articoli inseriti Ordina per Titolo Rating Data Relitto Umbria Sudan Il giorno successivo il 10 giugno il comandante dell Umbria Lorenzo Muiesan dalla sua radio privata apprendeva la notizia della dichiarazione di guerra dell Italia continua Voti 3 Visite 3497 Relitto Sommergibile Scirè Israele Sebbene non sia certo è molto probabile che dopo l affondamento all interno dello Scirè fossero rimasti vivi alcuni uomini intrappolati continua Voti 1 Visite 4882 Relitto S S VIS Croazia Il s s Vis è stato costruito nell 1921a Port Glasgow Lungo 79m e largo 12 5m è stato costruito sotto il nome Rentiera per Brodarsko a d oceanija continua Voti 1 Visite 3029 Relitto P47 Thunderbolt Francia Il P 47 apparve nei cieli d Europa nell aprile 1943 Inizialmente il suo raggio di azione era appena superiore a quello dello Spitfire continua Voti 3 Visite 3158 Relitto Sigrid Croazia Nave da carico che navigava sotto bandiera cipriota fu costruita nel 1952 nei cantieri della città Tedesca di Bremenhaven Affondò vicino continua Voti 3 Visite 3371 Relitto Salem Express Egitto La notte del 16 dicembre 1991 il traghetto del Salem Express salpato dal porto di Jeddah concludeva la sua navigazione a poco meno di 10 miglia dal porto continua Voti 2 Visite 3322 Relitto Cesare Rossarol Croazia Era lungo piu di 80 metri Con motori di 24000Cv aveva una velocita massima di oltre 30 nodi I compiti principali erano il pattugliamento continua Voti 1 Visite 4966 Relitto Motovedetta P29 Malta Il Kondor originariamente costruito per la Marina tedesca è stato

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/relitti-all-estero/page:2 (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Articles | Social Network subacquea. Immersioni, Diving Center, Foto
    sea video Diving Ocean Dahab Lighthouse Ells Garden Eels Garden The Caves Umm Sidd Blue hole Blue hole Diving OCean Blue Hole divers mar rosso immersione immersioni africa isola di mafia polinesia francese Relitti all Estero Articoli inseriti Ordina per Titolo Rating Data Relitto Baron Gautsch Croazia Uno dei più famosi relitti del Mediterraneo sul quale si possono fare più tipologie di immersioni Si trova poggiato sul fondo in assetto di navigazione continua Voti 3 Visite 4785 Relitto Mercantile Chauen Francia E indispensabile durante l immersione disporre di una buona torcia per non farsi sorprendere da qualche oggetto nasconto nell oscurità Una efficace illuminazione continua Voti 1 Visite 1712 Relitto Dunraven Egitto l relitto che giace capovolto e spezzato in due tronconi ad una profondita compresa tra i 15 ed i 29 5 metri venne scoperto solamente nel 1977 continua Voti 3 Visite 3090 Relitto Aereo C 47 DAKOTA Turchia Derivato dal DC 3 civile venne largamente utilizzato nella seconda guerra mondiale con alcuni esemplari tuttora in servizio continua Voti 3 Visite 5010 Relitto Sottomarino Rubis Francia Il Rubis giace in posizione diritta quasi fosse stato espressamente appoggiato sul fondale sabbioso a 40 metri sotto la superficie del mare continua Voti 3 Visite 4169 Relitto Carnatic Egitto L ultimo viaggio del Carnatic iniziò da Suez il 12 settembre 1869 con destinazione il porto di Bombay in India continua Voti 1 Visite 1918 Relitto HMS Stubborn P 238 Malta Il HMS Stubborn cocciuto era un sommergibile britannico s class commissionato nel febbraio 1943 La maggior parte della sua vita è stata spesa nel Nord Atlantico continua Voti 2 Visite 2976 Relitto Sagona Le Grec Francia Il relitto del Le Grec nave da carico lunga 54 metri e larga poco più di 8 e mezzo si trova ad est dell Isola di

    Original URL path: http://www.divemania.it/articoli/relitti-all-estero/page:3 (2016-01-31)
    Open archived version from archive



  •