web-archive-it.com » IT » E » EDISON.IT

Total: 1261

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Edison cede a BG Italia la partecipazione in Serene per 98 milioni di euro | Edison
    di crescita Azioni Debito e credit rating Governance Governance Consiglio di Amministrazione Comitati Collegio sindacale Società di revisione Remunerazioni Sistema di controllo interno e di gestione dei rischi Altre informazioni regolamentate Assemblea degli azionisti Diffusione e stoccaggio informazioni regolamentate Contatti Focus Governance Consiglio di Amministrazione Relazione Corporate Governance Media Comunicati stampa News Press kit Approfondimenti Articoli e discorsi Glossario Social media Gallery Calendario eventi Contatti Ricerca Impianti FAQ Video 360 Focus Fact sheet Gallery Comunicati price sensitive Attività internazionali Idrocarburi Elettricità Trading Offerte Edison Casa Business Area clienti it en Contatti Edison Spa Attività internazionali Idrocarburi Elettricità Trading Offerte Edison Casa Business Area clienti Chi siamo Attività Sostenibilità La nostra offerta Lavora con noi Investor Relations Governance Media Come nasce l energia it en Contatti Home Edison cede a BG Italia la partecipazione in Serene per 98 milioni di euro Investor Relations Strategia Dati principali Bilanci e relazioni Comunicati e avvisi finanziari Comunicati finanziari Avvisi finanziari Documenti e prospetti Capitale e azionariato Azioni Debito e credit rating Operazioni straordinarie Calendario finanziario Investor kit Contatti Ricerca documenti share 14 dicembre 2007 Edison cede a BG Italia la partecipazione in Serene per 98 milioni di euro Milano 14 dicembre 2006 Edison Spa e BG Italia Spa hanno firmato oggi un accordo che prevede l acquisizione da parte di BG Italia del 66 3 di Serene Spa società partecipata dalla stessa BG Italia con il restante 33 7 Il prezzo riconosciuto da BG Italia a Edison per le azioni di Serene è pari a 98 milioni di euro sostanzialmente allineato ai valori di carico Tale prezzo include una componente pari a massimi 13 milioni di euro la cui corresponsione è subordinata all e voluzione della normativa CIP 6 in tema di diritti di emissione di Kyoto L operazione che sarà perfezionata una volta

    Original URL path: http://www.edison.it/it/edison-cede-bg-italia-la-partecipazione-serene-98-milioni-di-euro?mlid=807&active=971 (2016-02-14)
    Open archived version from archive


  • Firmato un protocollo di intesa fra Italia e Azerbaijan per lo sviluppo del corridoio di transito del gas Turchia-Grecia-Italia | Edison
    discorsi Glossario Social media Gallery Calendario eventi Contatti Ricerca Impianti FAQ Video 360 Focus Fact sheet Gallery Comunicati price sensitive Attività internazionali Idrocarburi Elettricità Trading Offerte Edison Casa Business Area clienti it en Contatti Edison Spa Attività internazionali Idrocarburi Elettricità Trading Offerte Edison Casa Business Area clienti Chi siamo Attività Sostenibilità La nostra offerta Lavora con noi Investor Relations Governance Media Come nasce l energia it en Contatti Home Firmato un protocollo di intesa fra Italia e Azerbaijan per lo sviluppo del corridoio di transito del gas Turchia Grecia Italia Investor Relations Strategia Dati principali Bilanci e relazioni Comunicati e avvisi finanziari Comunicati finanziari Avvisi finanziari Documenti e prospetti Capitale e azionariato Azioni Debito e credit rating Operazioni straordinarie Calendario finanziario Investor kit Contatti Ricerca documenti share 12 dicembre 2007 Firmato un protocollo di intesa fra Italia e Azerbaijan per lo sviluppo del corridoio di transito del gas Turchia Grecia Italia I due Ministeri si impegnano a supportare le trattative fra Edison e Socar per la fornitura di gas all Italia Il gasdotto IGI indicato come progetto strategico anche dall Unione Europea entrerà in esercizio entro il 2012 consentirà di aumentare la sicurezza e la diversificazione delle fonti di approvvigionamento di gas incrementando al tempo stesso la concorrenza Baku Azerbaijan 12 dicembre 2007 E stato firmato oggi a Baku dal Ministro dello sviluppo economico Pier Luigi Bersani e dal Ministro per lo sviluppo economico azero Heydar Babayev un protocollo di intesa che favorisce lo sviluppo del corridoio di transito ITGI per l i mportazione in Italia di gas naturale dal Caspio e dal Medio Oriente aree nelle quali si trova oltre il 20 delle riserve mondiali 30 000 miliardi di metri cubi di gas attraverso la Turchia e la Grecia Con questo atto formale i due governi riconoscono il valore strategico del corridoio di transito del gas e l importanza delle trattative fra Edison e la società azera Socar per la fornitura di gas a lungo termine auspicando che queste si possano concludere in tempi coerenti con lo sviluppo del sistema dei gasdotti ITGI il cui avvio è previsto per il 2012 Il protocollo firmato oggi ha infine sancito la costituzione di un comitato di coordinamento intergovernativo con il compito specifico di monitorare e supportare la definizione dei contratti commerciali per la fornitura del gas tra Socar e Edison Il corridoio di transito Turchia Grecia Italia si articola in tre sezioni la rete nazionale dei gasdotti turca che sarà potenziata al fine di consentire il transito dei volumi destinati ai mercati greco e italiano il progetto di interconnessione Turchia Grecia ITG entrato in esercizio lo scorso 18 novembre 2007 con una capacità di trasporto massima di circa 11 5 miliardi di metri cubi di gas all anno il progetto di interconnessione Grecia Italia IGI che sarà operativo entro il 2012 con una capacità di trasporto di circa 8 miliardi di metri cubi di gas all anno In particolare il gasdotto IGI sarà lungo circa 800 Kilometri di cui circa 600

    Original URL path: http://www.edison.it/it/firmato-un-protocollo-di-intesa-fra-italia-e-azerbaijan-lo-sviluppo-del-corridoio-di-transito-del?mlid=807&active=971 (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Edison cede a Cofatech 7 centrali termoelettriche CIP6 per oltre 220 milioni di euro | Edison
    rischi Altre informazioni regolamentate Assemblea degli azionisti Diffusione e stoccaggio informazioni regolamentate Contatti Focus Governance Consiglio di Amministrazione Relazione Corporate Governance Media Comunicati stampa News Press kit Approfondimenti Articoli e discorsi Glossario Social media Gallery Calendario eventi Contatti Ricerca Impianti FAQ Video 360 Focus Fact sheet Gallery Comunicati price sensitive Attività internazionali Idrocarburi Elettricità Trading Offerte Edison Casa Business Area clienti it en Contatti Edison Spa Attività internazionali Idrocarburi Elettricità Trading Offerte Edison Casa Business Area clienti Chi siamo Attività Sostenibilità La nostra offerta Lavora con noi Investor Relations Governance Media Come nasce l energia it en Contatti Home Edison cede a Cofatech 7 centrali termoelettriche CIP6 per oltre 220 milioni di euro Investor Relations Strategia Dati principali Bilanci e relazioni Comunicati e avvisi finanziari Comunicati finanziari Avvisi finanziari Documenti e prospetti Capitale e azionariato Azioni Debito e credit rating Operazioni straordinarie Calendario finanziario Investor kit Contatti Ricerca documenti share 06 dicembre 2007 Edison cede a Cofatech 7 centrali termoelettriche CIP6 per oltre 220 milioni di euro Milano 6 dicembre 2007 Edison e Cofathec Servizi società del gruppo Cofathec hanno firmato oggi un accordo che prevede l acquisizione da parte di Cofathec di sette centrali termoelettriche operanti nell ambito di convenzioni CIP6 per una capacità installata complessiva di circa 540 Megawatt Il valore complessivo dell operazione è pari a 226 milioni di euro sostanzialmente allineato ai valori di carico In particolare Edison conferirà a una newco che sarà quindi ceduta a Cofathec Servizi le cinque centrali di Castelmassa Ro Nera Montoro Tr Pomigliano Na Settimo Torinese To e Spinetta Marengo Al di proprietà al 100 di Edison Inoltre fatti salvi i diritti di prelazione dei soci di minoranza e nell ipotesi di non esercizio di tali diritti Edison cederà direttamente a Cofathec Servizi le partecipazioni del 70 nelle due società

    Original URL path: http://www.edison.it/it/edison-cede-cofatech-7-centrali-termoelettriche-cip6-oltre-220-milioni-di-euro?mlid=807&active=971 (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Edison: investimenti per 6,2 miliardi di euro nel 2008-2013 | Edison
    medio annuo del margine operativo lordo pari a oltre il 7 il dato per il 2008 è atteso essere in linea con quello del 2007 un tasso di crescita medio annuo del risultato operativo pari a oltre il 12 un tasso di ritorno sul capitale investito ROI crescente e pari mediamente a circa il 10 un indebitamento finanziario netto a fine periodo in linea con il dato attuale Per conseguire gli obiettivi prefissati il Gruppo prevede investimenti per un importo complessivo pari a circa 6 2 miliardi di euro tale cifra comprende la quota del 50 di Edipower Spa Settore Idrocarburi Il Piano Industriale prevede investimenti nel Settore Idrocarburi per circa 3 2 miliardi di euro Particolare importanza avranno nel corso del periodo 2008 2013 le attività di esplorazione e produzione di idrocarburi nel Nord Africa e in altre aree a elevato potenziale con l obiettivo di incrementare le riserve e la produzione annua in queste attività saranno investiti oltre 2 miliardi di euro circa la metà dei quali destinati alla messa in produzione di riserve già provate in Algeria Croazia e Italia L attività di produzione contribuirà alla redditività del Gruppo consentendo al contempo una copertura naturale in termini di costi di approvvigionamento all a ndamento dello scenario petrolifero L obiettivo di lungo termine è una produzione annua pari al 15 del fabbisogno del Gruppo Dal punto di vista degli approvvigionamenti Edison mira a conseguire la completa autonomia per i propri fabbisogni nonché una elevata flessibilità In particolare il Gruppo si pone l o biettivo di raggiungere nel 2013 una disponibilità di gas su base annua pari a oltre 23 miliardi di metri cubi quasi il doppio rispetto agli attuali 13 miliardi anche mediante lo sviluppo di infrastrutture di importanza europea che contribuiranno alla trasformazione del Paese da mercato di puro consumo a snodo strategico per il soddisfacimento del crescente fabbisogno europeo Nel corso del periodo entreranno infatti in funzione tre importanti infrastrutture che incrementeranno in maniera determinante la sicurezza degli approvvigionamenti del nostro Paese diversificando anche la tipologia di importazioni via tubo e via nave GNL A fine 2008 è infatti previsto che entri in funzione il terminale di rigassificazione di Rovigo l unico attualmente in costruzione che con una capacità di 8 miliardi di metri cubi annui di cui 6 4 miliardi nella disponibilità del Gruppo consentirà di importare gas dal Qatar nel 2012 entreranno invece in funzione i due gasdotti Galsi e ITGI Galsi collegherà l Algeria alla Sardegna e alla Toscana Edison è il principale socio italiano del progetto e ha già firmato con l algerina Sonatrach un contratto per la fornitura di 2 miliardi di metri cubi di gas all anno il sistema dei gasdotti ITGI collegherà l Italia alle aree del Mar Caspio attraverso la Grecia e la Turchia Edison si è già assicurata l 80 della capacità di trasporto sul tratto Italia Grecia e sta attualmente negoziando con i Paesi produttori la relativa fornitura di gas Edison ha inoltre già firmato con

    Original URL path: http://www.edison.it/it/edison-investimenti-62-miliardi-di-euro-nel-2008-2013?mlid=807&active=971 (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Edison e Dolomiti Energia: impresa comune | Edison
    sheet Gallery Comunicati price sensitive Attività internazionali Idrocarburi Elettricità Trading Offerte Edison Casa Business Area clienti it en Contatti Edison Spa Attività internazionali Idrocarburi Elettricità Trading Offerte Edison Casa Business Area clienti Chi siamo Attività Sostenibilità La nostra offerta Lavora con noi Investor Relations Governance Media Come nasce l energia it en Contatti Home Edison e Dolomiti Energia impresa comune Investor Relations Strategia Dati principali Bilanci e relazioni Comunicati e avvisi finanziari Comunicati finanziari Avvisi finanziari Documenti e prospetti Capitale e azionariato Azioni Debito e credit rating Operazioni straordinarie Calendario finanziario Investor kit Contatti Ricerca documenti share 14 novembre 2007 Edison e Dolomiti Energia impresa comune Comunicato stampa congiunto Milano 14 novembre 2007 Edison e Dolomiti Energia hanno sottoscritto nella tarda serata di ieri un accordo per la costituzione di una impresa comune operante nel settore idroelettrico nella provincia di Trento L accordo prevede il conferimento in una società a responsabilità limitata di nuova costituzione dei rami d azienda relativi a 3 centrali idroelettriche di proprietà di Edison Taio Santa Giustina Mezzocorona Mollaro e Pozzolago le cui concessioni sono in scadenza rispettivamente nel 2008 2017 e 2016 per una potenza installata complessiva di circa 180 MW e una producibilità media di oltre 500 milioni di KWh all anno e la successiva cessione del 51 del capitale della società a Dolomiti Energia Edison manterrà il residuo 49 del capitale Il prezzo per la vendita del 51 pari a 53 75 milioni di euro è stato determinato sulla base di un valore complessivo dei rami di azienda pari a 105 milioni di euro e potrà essere soggetto a variazioni contrattualmente predefinite e non significative anche in relazione alla data del conferimento La valutazione dei rami d azienda è stata corroborata da una fairness opinion redatta da Lazard Nel caso venisse concordato il conferimento di debiti finanziari il prezzo verrà proporzionalmente ridotto Il predetto corrispettivo tiene conto del fatto che Edison continuerà a gestire il dispacciamento e fino alla scadenza delle attuali concessioni a ritirare tutta l energia prodotta dalle centrali conferite Il prezzo predeterminato a cui sarà ritirata l energia prodotta sarà in grado di coprire i costi della Società e di remunerare il capitale investito In caso di prolungamento nel periodo successivo alla scadenza delle concessioni l energia elettrica prodotta sarà ritirata dai due soci in misura proporzionale alla quota di capitale posseduta Nel caso in cui le concessioni non fossero prolungate Edison avrà il diritto di riacquistare e Dolomiti Energia avrà il diritto di rivendere la quota del 51 di Dolomiti Energia dal 30 giugno 2008 al 31 dicembre 2014 I criteri di determinazione del prezzo di esercizio di tali opzioni sono stati contrattualmente definiti e sono parametrati al corrispettivo per la vendita della partecipazione del 51 tenuto conto dei vantaggi nel frattempo ricavati dalla gestione della società Obiettivo dell accordo è rafforzare i rapporti fra Edison e un territorio in cui il Gruppo è storicamente presente condividendo la proprietà delle centrali con Dolomiti Energia una società fortemente radicata in

    Original URL path: http://www.edison.it/it/edison-e-dolomiti-energia-impresa-comune?mlid=807&active=971 (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Edison: accordo intergovernativo per il gasdotto Galsi dall'Algeria all'Italia | Edison
    Gallery Calendario eventi Contatti Ricerca Impianti FAQ Video 360 Focus Fact sheet Gallery Comunicati price sensitive Attività internazionali Idrocarburi Elettricità Trading Offerte Edison Casa Business Area clienti it en Contatti Edison Spa Attività internazionali Idrocarburi Elettricità Trading Offerte Edison Casa Business Area clienti Chi siamo Attività Sostenibilità La nostra offerta Lavora con noi Investor Relations Governance Media Come nasce l energia it en Contatti Home Edison accordo intergovernativo per il gasdotto Galsi dall Algeria all Italia Investor Relations Strategia Dati principali Bilanci e relazioni Comunicati e avvisi finanziari Comunicati finanziari Avvisi finanziari Documenti e prospetti Capitale e azionariato Azioni Debito e credit rating Operazioni straordinarie Calendario finanziario Investor kit Contatti Ricerca documenti share 14 novembre 2007 Edison accordo intergovernativo per il gasdotto Galsi dall Algeria all Italia Importante passo avanti per lo sviluppo del progetto che aumenterà la sicurezza degli approvvigionamenti in Italia Alghero 14 novembre 2007 E stato firmato oggi ad Alghero dal ministro dell Energia della Repubblica di Algeria Chakib Khelil e del ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani alla presenza del Presidente algerino Abdelaziz Bouteflika e del Presidente del consiglio italiano Romano Prodi l accordo intergovernativo fra Italia e Algeria per lo sviluppo del gasdotto Galsi che collegherà l Algeria all Italia attraverso la Sardegna contribuendo in maniera significativa all incremento della sicurezza degli approvvigionamenti del nostro Paese Con questo atto formale i due governi riconoscono quindi il valore strategico del gasdotto Galsi di cui Edison è il principale socio italiano e si impegnano a supportare l attività dei soggetti industriali coinvolti nella realizzazione delle infrastrutture al fine di accelerarne i tempi di realizzazione e favorirne l entrata in esercizio entro il 2012 In particolare l Accordo definisce un quadro normativo di riferimento per i soggetti industriali coinvolti e istituisce un comitato di coordinamento intergovernativo con il compito specifico di monitorare e facilitare la realizzazione delle diverse tratte del gasdotto Il progetto prevede una sezione internazionale via mare dalla costa algerina fino al sud della Sardegna nei pressi di Cagliari per proseguire con la sezione italiana che comporta un tratto a terra di attraversamento della Sardegna fino alla zona di Olbia ed un nuovo tratto a mare che raggiungerà la Toscana nei pressi di Piombino area in cui il nuovo progetto verrà interconnesso con la rete nazionale di trasporto Complessivamente il gasdotto si svilupperà quindi per circa 900 chilometri di cui circa 600 offshore raggiungendo profondità massime di circa 2800 metri fra Algeria e Sardegna La capacità di trasporto iniziale sarà pari a 8 miliardi di metri cubi all anno e l entrata in operatività è prevista per il 2012 In base agli accordi firmati con Sonatrach il 15 novembre 2006 alla presenza del Presidente algerino Abdelaziz Bouteflika e del Presidente del consiglio italiano Romano Prodi Edison principale socio italiano del progetto ed Enel si sono entrambe già assicurate la fornitura di 2 miliardi di metri cubi di gas all anno ciascuna a partire dall entrata in operatività del metanodotto Hera ha a sua volta contrattualizzato 1

    Original URL path: http://www.edison.it/it/edison-accordo-intergovernativo-il-gasdotto-galsi-dallalgeria-allitalia?mlid=807&active=971 (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Edison: Risultato ante imposte a 584 milioni di euro, in crescita del 13,4% | Edison
    nove mesi del 2006 è infatti pari a 273 milioni di euro per la maggior parte connessi agli effetti dell a pplicazione della Legge 266 del 23 12 2005 durante lo scorso esercizio Va segnalato come i risultati del terzo trimestre 2007 siano stati negativamente influenzati dal cambiamento di perimetro a seguito della cessione della partecipazione di maggioranza in Serene Spa e dagli effetti della sopra citata Delibera 249 06 Il confronto con lo stesso periodo del 2006 risente inoltre di fenomeni una tantum verificatisi lo scorso anno A parità di perimetro e al netto dei sopra citati effetti straordinari il margine operativo lordo sarebbe cresciuto di oltre il 7 nel terzo trimestre e di circa il 14 nei primi nove mesi del 2007 Volumi e ricavi delle vendite I ricavi delle vendite nei primi nove mesi del 2007 sono risultati pari a 5 914 milioni di euro 5 1 rispetto ai primi nove mesi del 2006 per effetto della cessione di Serene della riduzione della domanda di gas in Italia della contrazione dei prezzi delle materie prime espressi in euro sui mercati internazionali e del PUN in Italia e della citata Delibera 249 06 Il settore elettrico ha evidenziato un aumento del 4 5 dei volumi venduti sui mercati non regolamentati che hanno raggiunto i 30 015 GWh 28 711 GWh nello stesso periodo del 2006 grazie al successo delle politiche commerciali e alla crescita delle vendite alla Borsa elettrica A tale crescita si è contrapposta la riduzione delle vendite CIP6 9 4 legata alla cessione di Serene I volumi venduti del settore elettrico si sono così attestati a 46 952 GWh rispetto ai 47 611 GWh dei primi nove mesi 2006 1 4 A parità di perimetro i volumi complessivi sarebbero al contrario cresciuti di circa l 1 5 Nel settore gas i volumi complessivi sono risultati pari a 9 711 milioni di metri cubi 2 8 rispetto a un calo della domanda in Italia del 4 9 dovuto al clima eccezionalmente mite di cui 2 345 milioni sono stati destinati a vendite per usi civili e industriali 30 a causa delle limitate disponibilità e alla crescita degli usi termoelettrici e la quota rimanente ai consumi delle centrali termoelettriche del Gruppo 10 a seguito dell incremento dell attività produttiva nel comparto Margine operativo lordo Nel primi nove mesi del 2007 il margine operativo lordo ha registrato un incremento del 4 2 e ha raggiunto i 1 270 milioni di euro 1 219 milioni nei primi nove mesi del 2006 Nel periodo in esame il comparto dell energia elettrica ha fatto registrare un incremento del margine operativo lordo del 4 7 che ha raggiunto così i 934 milioni di euro 892 milioni nello stesso periodo del 2006 Tale crescita è attribuibile all efficace politica di ottimizzazione del portafoglio di fonti e impieghi sui mercati non regolamentati che ha più che compensato il calo della redditività nel segmento CIP6 e il mancato contributo delle attività cedute di Serene e Edison

    Original URL path: http://www.edison.it/it/edison-risultato-ante-imposte-584-milioni-di-euro-crescita-del-134?mlid=807&active=971 (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Galsi e Snam Rete Gas firmano il memorandum di intesa per la realizzazione del nuovo gasdotto dall'Algeria all'Italia via Sardegna | Edison
    Enel Wintershall Hera Trading e Sfirs Roma 7 novembre 2007 Galsi e Snam Rete Gas hanno firmato oggi alla presenza del ministro dell Energia della Repubblica di Algeria Chakib Khelil e del ministro dello Sviluppo Economico Pierluigi Bersani il memorandum di intesa per la realizzazione della sezione italiana del nuovo gasdotto di importazione dall Algeria all Italia via Sardegna Il progetto prevede una sezione internazionale via mare dalla costa algerina fino al sud della Sardegna nei pressi di Cagliari per proseguire con la sezione italiana che comporta un tratto a terra di attraversamento della Sardegna fino alla zona di Olbia ed un nuovo tratto a mare che raggiungerà la Toscana nei pressi di Piombino area in cui il nuovo progetto verrà interconnesso con la rete nazionale di trasporto Complessivamente il gasdotto si svilupperà quindi per circa 900 chilometri di cui circa 600 offshore raggiungendo profondità massime di circa 2800 metri fra Algeria e Sardegna La capacità di trasporto iniziale sarà pari a 8 miliardi di metri cubi all anno e l entrata in operatività è prevista per il 2012 In base agli accordi firmati con Sonatrach il 15 novembre 2006 alla presenza dei due capi di stato il Presidente algerino Abdelaziz Bouteflika e il Presidente del consiglio italiano Romano Prodi Edison principale socio italiano del progetto ed Enel si sono entrambe già assicurate la fornitura di 2 miliardi di metri cubi di gas all anno ciascuna a partire dall entrata in operatività del metanodotto Hera ha a sua volta contrattualizzato 1 miliardo di metri cubi I restanti 3 miliardi di gas saranno commercializzati da Sonatrach anche attraverso vendite ad altri operatori L a ccordo firmato oggi riguarda la sezione italiana del progetto Galsi sarà responsabile dello sviluppo dell ingegneria dell ottenimento dei permessi e delle principali autorizzazioni necessarie e Snam Rete Gas si occuperà della realizzazione e della successiva gestione dell a ttività di trasporto L intesa raggiunta testimonia l impegno di Galsi 36 Sonatrach 18 Edison 13 5 Enel 13 5 Wintershall 9 Hera Trading 10 Regione Sardegna e di Snam Rete Gas ad investire ingenti risorse nello sviluppo di uno dei più importanti progetti di approvvigionamento di gas naturale del Paese che rappresenta oltre ad una nuova sfida tecnologica anche il primo passo per la metanizzazione della Sardegna che a oggi non dispone del gas naturale Questo accordo è inoltre una tappa importante e strategica nel processo di apertura del mercato del gas in Italia e in Europa in quanto permetterà l importazione e la commercializzazione di gas naturale lungo una nuova direttrice con la possibilità per nuovi operatori di essere presenti sul mercato italiano Il gasdotto Galsi rappresenta un progetto strategico per l Italia e con i suoi 8 miliardi di metri cubi all anno contribuirà in maniera significativa ad aumentare la disponibilità di gas per il Paese incrementando al tempo stesso la sicurezza degli approvvigionamenti ha dichiarato Roberto Potì Presidente di Galsi e Direttore Centrale Sviluppo di Edison L accordo firmato oggi rappresenta un fondamentale passo

    Original URL path: http://www.edison.it/it/galsi-e-snam-rete-gas-firmano-il-memorandum-di-intesa-la-realizzazione-del-nuovo-gasdotto?mlid=807&active=971 (2016-02-14)
    Open archived version from archive



  •