web-archive-it.com » IT » F » FEDERCICLISMO.IT

Total: 507

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Documentazione - FCI
    Etico DOCUMENTAZIONE DOCUMENTAZIONE Carte Federali Regolamenti Federali Premi e Tasse Bilanci di esercizio Elettorale COMITATI REGIONALI BENEMERENZE SPORTIVE DIRETTORI DI CORSA E SICUREZZA GIUDICI DI GARA GIUSTIZIA SPORTIVA IMPIANTI SPORTIVI Comunicati Salute Salute Antidoping Tutela Della Salute Partecipa Partecipa Affiliazione e Tesseramento Sistema Informatico Accedi a Ksport Tessera Giornaliera Gare e Calendari Assicurazione Convenzioni per i Tesserati La Newsletter Ricerca Società e Tesserati Punteggi Atleti Download Atleti Formazione Formazione Settore Studi Scuole di Ciclismo La Bicicletta La Bicicletta Storia Storie Muoversi in Bicicletta Notizie Utili Gare Eventi News Social Twitter Youtube Feed RSS Home Giudici di Gara CONVEGNO TECNICO NAZIONALE GIUDICI DI GARA Documentazione Documentazione Salsomaggiore Terme PR 6 7 dicembre 2014 Pubblichiamo il materiale didattico presentato in occasione del recente Convegno Nazionale di Salsomaggiore La CNGG ringrazia coloro che hanno collaborato alla preparazione ed alla presentazione del presente materiale Documenti Paraciclismo Il Presidente di Giuria nella gare in linea Regionali e Nazionali FormAttori una nuova interpretazione della formazione Enduro la nuova disciplina del MTB Art 9 del Codice della Strada La circolazione dei veicoli all interno del campo di gara Il Giudice di gara su moto prevenzione delle infrazioni e posizione in corsa Ultime Notizie Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 58 an hour ago CDM TRIALS a Vocklabruck Povolo è 10 Alessio e l altro azzurro Bertola alla fine 22 non riescono ad accedere alla finale Benito Ros nella cat 20 e il giovane Jack Carthy nella cat 26 si aggiudicano la prova MTB Trials 10 Agosto Ago 2015 16 50 an hour ago Fruet e Bulleri vincono il 6 XC di Ferragosto Dei Tos mette il sigillo sulla Veneto Cup In 300 bikers a Rasai di Seren del Grappa Strada 10 Agosto Ago 2015 16 42 an hour ago JUNIORES sulle strade del Passatore ciclone Savini Una gara juniores legata al nome di Alfredo Martini che ispirò Davide Cassani e le società Pol Zannoni Ceretolese e Fosco Bessi per istituire queste corsa Strada 10 Agosto Ago 2015 16 39 an hour ago ALLIEVI nel GP Chianti vince Galardini L umbro ha lasciato tutti a 13 Km dal traguardo riuscendo a conservare un minimo vantaggio all arrivo nei confronti dell ottimo empolese Magli e del compagno di squadra Asllani Strada 10 Agosto Ago 2015 16 36 an hour ago ESORDIENTI Dati e Crescioli vincono per distacco In 170 complessivamente i partecipanti a questo Memorial Nevio e Nilvo Maionchi con successi per distacco firmati da due tra i più forti e brillanti esordienti toscani Strada 10 Agosto Ago 2015 16 33 an hour ago ALLIEVI Casal nettamente a Chiesanuova Uzzanese L esponente della S C Valle di Cembra ha regolato nettamente sul traguardo il compagno di fuga l emiliano Lepri Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 18 1 hours ago EUROPEI GIOVANILI MTB Da oggi a Graz la rassegna continentale All evento partecipano 327 esordienti e allievi uomini e donne Tre rappresentative azzurre e numerosi team italiani in gara Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 09 05

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/hierarchical_documents_page/documentazione/e3c86937-7ad2-4bf0-91a4-89b58a03e088/ (2015-08-10)
    Open archived version from archive


  • 1^ sezione - Pronunce - FCI
    il tesseramento dell atleta con l Associazione Centri Sportivi Italiani è stata effettuata dal padre del deferito e che per tale motivo nessuna colpa può essere attribuita al minore risulta altresì che la ASD G S Saccolongo non appena avuta conoscenza del doppio tesseramento ha sospeso il proprio atleta da ogni attività e pertanto nessuna responsabilità può essere attribuita alla stessa L U P F ritiene quindi non doversi procedere nei confronti dei deferiti Il Tribunale Federale I Sez preso atto del riesame degli atti effettuato dall U P F P Q M dispone di non doversi procedere nei confronti dell atleta Cristian Giusti e della ASD G S Saccolongo N 06 15 DOMENICO GAROFALO STEFANO CARNESECCHI ASD MTB SANTA MARINELLA CICLI MONTANI PROCEDIMENTO DISCIPLINARE N 61 14 UFF PROCURA FEDERALE In punto per Garofalo Domenico 1 violazione di cui all art 1 1 03 Tesseramento Cicloamatori requisito etico comma 1 previsto dalle Norme Attuative 2014 del Settore Amatoriale Cicloturistico Nazionale S A N della F C I per aver formalizzato la richiesta di tesseramento in qualità di cicloamatore Cat Master 5 per la Società ASD MTB Santa Marinella Cicli Montanini e per aver preso parte in qualità di atleta tesserato per il medesimo sodalizio a numerose competizioni nella stagione agonistica 2014 2 violazione dell art 1 comma 3 del Regolamento di Giustizia e Disciplina Federale della F C I per non essersi presentato alla rituale convocazione disposta dall Ufficio della Procura Federale non adducendo alcun legittimo impedimento assoluto a comparire ed impedendo di fatto allo stesso ufficio inquirente di acquisire ulteriori elementi utili all attività di indagine 3 della violazione dell art 1 comma 1 RGDF per la mancata osservanza delle norme statutarie e regolamentari della FCI Per Stefano Carnesecchi violazione di cui all art 1 1 03 Tesseramento Cicloamatori requisito etico comma 1 previsto dalle Norme Attuative 2014 del Settore Amatoriale Cicloturistico Nazionale S A N della F C I Non curandosi di comprovare il possesso o meno dei requisiti richiesti dalle Norme Attuative 2014 nonché dell art 1 comma 1 R G D Della F C I Per la mancata osservanza delle norme statutarie e regolamentari della federazione Per A S D MTB Santa Marinella Cicli Montani 1 violazione art 1 comma 7 R G D F Per responsabilità diretta per le violazioni del Presidente 2 Art 1 comma 7 lett b R G D F per le violazioni contestate a Garofalo Domenico NOMINATO relatore l Avv Carlo Mursia il quale espone i fatti del provvedimento di deferimento adottato dall U P F in data 30 12 2014 nei confronti di Garofalo Carnesecchi e ASD Santa Marinella E PRESENTE per l U P F l Avv Marco Calvani E PRESENTE il deferito Carnesecchi anche per la società ASD MTB Santa Marinella Cicli Montanini assistiti dall Avv Claudio Albanese Il rappresentante dell U P F riferisce sul provvedimento di deferimento ritiene ampiamente provata la contestazione oggi mossa e chiede che venga riconosciuta la responsabilità dei tesserati in ordine agli addebiti contestati con riserva di indicare successivamente le richieste delle sanzioni Il difensore del deferito evidenzia che dagli accertamenti eseguiti presso il sito della federazione e da richiesta telefonica alla stessa non si era potuto accertare il provvedimento emesso nel 1999 nei confronti del Garofalo L U P F confermato che la responsabilità quindi è ampiamente provata chiede la condanna per Garofalo il divieto di partecipazione alle gare di 3 anni per Carnesecchi l ammonizione per la società la censura con ammenda di euro 200 00 Il Tribunale Federale I Sez PREMESSO CHE a seguito di deferimento del 30 12 2014 viene portata a conoscenza di questo Tribunale la circostanza che il tesserato Domenico Garofalo aveva provveduto a compilare e sottoscrivere in data 17 12 2013 l autocertificazione richiesta dalla normativa federale sebbene sprovvisto dei requisiti previsti e producendo quindi una dichiarazione mendace Ottenuto quindi il tesseramento alla Società ASD MTB Santa Marinella aveva quindi preso parte a numerose competizioni Il Carnesecchi presidente la società per parte sua non aveva eseguito i doverosi accertamenti al fine di valutare il possesso o meno dei requisiti in capo al Garofalo per ottenere il tesseramento La società ASD MTB Santa Marinella infine per la responsabilità diretta per le violazioni del Presidente e del tesserato Garofalo Che invitato a fornire chiarimenti sul suo comportamento il Garofalo non si è presentato avanti l Ufficio della Procura sebbene ritualmente notificato Si presentava invece il Presidente della società il quale rilasciava le dichiarazioni di cui al Verbale in data 19 12 2014 nelle quali sostanzialmente ammetteva la propria omissione nel controllare la veridicità di quanto sottoscritto dal Garofalo come di tutti tesserati stante il carattere amatoriale con cui svolge la propria funzione di presidente RILEVATO Che tale fatto è accertato de plano dalla documentazione in atti e confermata dallo stesso Presidente la società Carnesecchi Sul punto quindi è stata raggiunta la piena prova circa la responsabilità in capo al Garofalo al Presidente ed alla società RITENUTO CHE quindi è stato raggiunto pienamente il grado di prova previsto e richiesto per il solo primo capo del deferimento CHE non si deve procedere per i capi relativi le contestate violazioni dell art 1 comma 3 del Regolamento di Giustizia e Disciplina Federale della F C I e dell art 1 comma 1 RGDF per la mancata osservanza delle norme statutarie e regolamentari della FCI Per il Garofalo e dell art 1 comma 1 RGDF per il Carnesecchi CONSIDERATO Condivisibile e ampiamente provato dalla documentazione acquisita e dalle risultanze dibattimentali l assunto della Procura circa il fatto contestato e la conseguente violazione della norma prevista e punita dall art 1 1 03 Tesseramento Cicloamatori requisito etico comma 1 previsto dalle Norme Attuative 2014 del Settore Amatoriale Cicloturistico Nazionale S A N della F C I dall art 1comma 2 del Regolamento di Giustizia e Disciplina Federale della F C I In capo al Garofalo e violazione di cui all art 1 1 03 Tesseramento Cicloamatori requisito etico comma 1 previsto dalle Norme Attuative 2014 del Settore Amatoriale Cicloturistico Nazionale S A N della F C I Per il Carnesecchi e violazione art 1 comma 7 R G D F Per responsabilità diretta per le violazioni del Presidente Art 1 comma 7 lett b R G D F per le violazioni contestate a Garofalo Domenico in capo alla Società ASD MTB Santa Marinella Cicli Montani Il Tribunale Federale I Sezione P Q M ritiene i deferiti responsabili dei fatti così come descritti e ritenuto quindi tali comportamenti meritevoli di sanzione dispone nei confronti di Domenico Garofalo la sanzione della sospensione per mesi 6 nei confronti di Stefano Carnesecchi la sanzione dell ammonizione e nei confronti della ASD MTB Santa Marinella Cicli Montani la sanzione dell ammonizione Societa ASD MTB Santa Marinella Cicli Montanini N 07 15 ROBERTO SPINONI PROCEDIMENTO DISCIPLINARE N 50 14 UFF PROCURA FEDERALE In punto violazione dell art 28 del Regolamento Tecnico Commissari di Gara C N G G e violazione dell art 7 delle Norme Relative al Funzionamento Interno della Commissione Nazionale Commissari di Gara nonché violazione dell art 1 comma 1 del Regolamento di Giustizia e Disciplina della FCI NOMINATO relatore l Avv Giovanni PETRELLA che espone i fatti del provvedimento di deferimento adottato dall U P F in data 09 01 2015 nei confronti di Roberto SPINONI tessera 475149B Giudice di Gara Nazionale C R Lombardia E PRESENTE per l U P F l avv Marco CALVANI NON E PRESENTE il deferito Il rappresentante dell U P F riferisce sul provvedimento di deferimento ritiene ampiamente provata la contestazione oggi mossa e chiede che venga riconosciuta la responsabilità del tesserato in ordine agli addebiti contestati con riserva di indicare successivamente le richieste della sanzioni L U P F confermato che la responsabilità quindi è ampiamente provata chiede nei confronti del deferito l irrogazione della sanzione della censura e di 500 00 cinquecento euro di ammenda Il Tribunale Federale I Sezione PREMESSO CHE a seguito di deferimento del 9 01 2015 è stata portata a conoscenza di questo Tribunale la circostanza che il sig Roberto SPINONI tessera 475149B Giudice di Gara Nazionale C R Lombardia ha richiesto al fine di poter conoscere ed acquisire gli esiti di valutazioni tecnico comportamentali afferenti lo svolgimento dei singoli incarichi assegnategli con espresse comunicazioni ad hoc destinate ad alcuni Presidenti di Giuria e delle quali era stato componente in qualità di Giudice di Gara in diverse manifestazioni internazionali nei cinque anni precedenti l anno 2014 CHE il deferito già in occasione della redazione del suo esposto più precisamente nella premessa al capoverso 11 fa espressa menzione delle norme regolamentari e federali ritenute violate nell atto di deferimento art 28 del R T Commissari di Gara nonché dell art 7 delle Norme per il Funzionamento Interno della Commissione Nazionale Commissari di Gara così mostrando di ben conoscere sia il tenore che la portata di dette prescrizioni CHE l oggetto dell esposto era principalmente quello di porre in evidenza portandoli all attenzione degli Organi federali d indagine comportamenti ritenuti per palesemente irregolari nel funzionamento della Commissione Nazionale Giudici di Gara e più in particolare per comportamenti da parte del Presidente delle medesima Commissione che a dire dell esponente deferito erano censurabili e punibili proprio in riferimento alla revoca della sua designazione a Giudice di Gara Nazionale in occasione dello svolgimento del Campionato Italiano Crono Squadre del 5 07 2014 ed altresì per non essere stato successivamente designato in gare ufficiali per una sorte di predeterminato comportamento punitivo nei suoi confronti da parte del Presidente p t della Commissione Nazionale Giudici di Gara dr Antonio Michele Pagliara CHE contrariamente a quanto assunto e dichiarato dal deferito nel suo esposto del 26 09 2014 le indagini espletate dalla UPF e le dichiarazioni rese in sede di audizioni dei tesserati chiamati per riferire sui fatti di cui all esposto hanno smentito gli assunti e le valutazioni del denunciante tanto da dare scaturigine ad un provvedimento emesso dal Procuratore Federale nei confronti del Presidente della Commissione Nazionale Giudici di Gara dr Antonio Michele Pagliara cfr provvedimento ed acquisito agli atti del procedimento de quo RILEVATO CHE l U P F in sede d indagini del procedimento n 50 2014 ha accertato che il deferito ha richiesto con sue espresse istanze ad hoc come destinate ad alcuni Presidenti di Giuria di cui era stato componente in qualità di Giudice di Gara in diverse manifestazioni internazionali nei cinque anni precedenti l anno 2014 gli esiti di valutazioni tecnico comportamentali afferenti lo svolgimento dei singoli incarichi assegnategli così violando le norme di cui all art 28 del Regolamento Tecnico Commissari di Gara e l art 7 delle Norme Relative al Funzionamento Interno della Commissione Nazionale Commissari di Gara nonché violando l art 1 comma RGDF per la mancata osservanza delle norme statutarie e regolamentari della F C I RITENUTO CHE il sig Roberto SPINONI ha confermato in toto in sede di audizione presso l UPF sia la redazione che l invio dell esposto nonché delle missive ai Presidenti di Giuria di cui era stato designato componente in diverse manifestazioni internazionali nei cinque anni precedenti l anno 2014 ciò al fine di ricevere e conoscere gli esiti delle valutazioni tecnico comportamentali per gli incarichi assegnatigli CHE è quindi stata raggiunta la prova del fatto contestato dall UPF nell atto di deferimento per cui è procedimento CHE a giudizio di questo Tribunale il deferito tesserato sig Roberto SPINONI si è reso responsabile delle violazioni indicate nell atto di deferimento CONSIDERATO condivisibile ed ampiamente provato dalle risultanze dibattimentali per le dichiarazioni rese e dalla documentazione acquisita l assunto della Procura Il Tribunale Federale I Sezione P Q M Commina a Roberto SPINONI tessera 475149B Giudice di Gara Nazionale la sanzione della censura con ammenda di 1 000 00 N 08 15 STEFANO MONTANARI CESARO ANSELMO PATRONE ASD AVIS PEDALE VEROLESE ED ASD GRUPPO SPORTIVO FORESTALE PROCEDIMENTO DISCIPLINARE N 37 14 UFF PROCURA FEDERALE In punto per STEFANO MONTANARI violazione art 1 comma 3 RGDF per CESARE ANSELMO PATRONE violazione art 1 comma 3 RGDF per ASD AVIS PEDALE VEROLESE violazione dell art 1 comma 7 lett b RGDF vigente per responsabilità oggettiva per le violazioni ascritte al proprio tesserato Stefano MONTANARI per ASD GRUPPO SPORTIVO FORESTALE violazione dell art 1 comma 7 lett a RGDF vigente per responsabilità oggettiva per le violazioni ascritte al Presidente e r l p t Cesare Anselmo PATRONE NOMINATO relatore l Avv Giovanni PETRELLA che espone i fatti del provvedimento di deferimento E PRESENTE per l U P F l Avv Marco CALVANI E PRESENTE il deferito Stefano MONTANARI sig Matteo GERVATI in qualità di Presidente della ASD AVIS PEDALE VEROLESE nonché il sig Gianluca MACCHINI per delega del Presidente p t dell ASD GRUPPO SPORTIVO CORPO FORESTALE Il rappresentante dell U P F riferisce sul provvedimento di deferimento e preso atto della differente impostazione dell Ufficio di PF rispetto alla mancata comparizione dei tesserati la cui presenza non rileva ai fini del procedimento d indagine o di deferimento chiede la modifica del titolo di deferimento al Tribunale Federale formulando richiesta di non luogo a procedere per tutti soggetti deferiti nelle rispettive qualità Il tesserati deferiti presenti aderiscono alle richieste formalizzate dal rappresentata UPF Il TRIBUNALE FEDERALE I SEZIONE PREMESSO CHE a seguito di deferimento del 9 gennaio 2015 è stato portato a conoscenza di questo TRIBUNALE il fatto che il sig Stefano MONTANARI tessera 791802Y è stato deferito n q di tesserato di MB Non Ipo Vedenti della Soc ASD AVIS PEDALE VEROLESE di Verolanuova Brescia il sig Cesare Anselmo PATRONE tessera 827655X è stato deferito nella qualità di Presidente dell ASD GRUPPO SPORTIVO FORESTALE entrambi per non essere comparsi senza giustificazione alla convocazione dell UPF rispettivamente fissate per il primo il giorno 05 12 2014 e per il secondo il giorno 19 12 2014 previe convocazioni formali in relazione all indagini dell Organo federale inquirente PF e ciò per il procedimento n 37 2014 promosso per i fatti esposti nella segnalazione da parte del tesserato Stefano MONTANARI e così riferibili all atleta MB Non Ipo Vedente IVANO PIZZI tesserato dell ASD GRUPPO SPORTIVO FORESTALE per la sua partecipazione alla manifestazione ciclistica amatoriale denominata Gran Fondo LA GARIBALDINA svoltasi a Mentana Roma il 27 04 2014 CHE in esito alla convocazione per la relativa audizione del 5 12 2014 del tesserato IVANO PIZZI il medesimo è comparso davanti l Organo federale inquirente ed ha reso dichiarazioni chiarificatrici in merito alla sua partecipazione incluse le modalità alla manifestazione amatoriale laziale altresì lo stesso Organo inquirente ha acquisito la documentazione necessaria per l istruttoria del procedimento da parte del Direttore di Corsa e del Presidente di Giuria della manifestazione GRAN FONDO LA GARIBALDINA ed 2014 CHE sempre in sede istruttoria presso la PF nonostante la rituale e regolare convocazione comunicata al sig Stefano MONTANARI ed al presidente p t sig Cesare Anselmo PATRONE dell ASD GRUPPO SPORTIVO FORESTALE NON sono comparsi e non hanno dichiarato alcunchè sui fatti della segnalazione CHE l assenza sebbene ingiustificata dei deferiti alla convocazione dell UPF non ha portato di fatto intralcio all accertamento dei fatti per cui è stato promosso il procedimento 37 2014 della PF che si è definito con l archiviazione nei confronti del tesserato IVANO PIZZI RILEVATO CHE appare condivisibile le motivazione che ha indotto l UPF all odierna udienza a formulare richiesta non luogo a procedere nei confronti dei deferiti tesserati STEFANO MONTANARI e CESARE ANSELMO PATRONE ciascuno nelle specifiche qualità in ambito federale Il TRIBUNALE FEDERALE 1 SEZIONE P Q M Dispone il non luogo a procedere nei confronti di Stefano Montanari Cesare Anselmo Patrone Asd Avis Pedale Verolese in persona del Presidente p t ASD GRUPPO SPORTIVO FORESTALE in persona del Presidente p t N 9 15N DARIO CAVALLO PROCEDIMENTO DISCIPLINARE N 60 14 UFF PROCURA FEDERALE In punto violazione per Dario Cavallo art 1 comma 2 del Regolamento di Giustizia e Disciplina federale F C I nonché del Codice di Comportamento sportivo C O N I l art 1 comma 1 del Regolamento di Giustizia e Disciplina federale F C I per la mancata osservanza delle norme statutarie e regolamentari della F C I per la Società A S D Tessiore art 1 comma 7 lett b del Regolamento di Giustizia e Disciplina federale F C I per le violazioni contestate al proprio tesserato Dario Cavallo per Bruno Salvatico art 29 del Regolamento Tecnico Settore Strada per la Società A S D Velo Club Esperia Piasco l art 1 comma 7 lett b del Regolamento di Giustizia e Disciplina federale F C I per le violazioni contestate al proprio tesserato Bruno Salvatico NOMINATO relatore l Avv Elisabetta Antonini che espone i fatti oggetto del provvedimento del deferimento adottato dall U P F in data 4 1 2015 nei confronti di Dario Cavallo e della Società A S D Tessiore nonché di Bruno Salvatico e della Società A S D Velo Club Esperia Piasco E PRESENTE per l Ufficio Procura Federale l Avv Marco Calvani NON E PRESENTE il deferito Dario Cavallo che ha fatto pervenire un breve scritto difensivo E PRESENTE il Sig Bruno Salvatico Presidente ASD V C Esperia Piasco con l assistenza del Sig Silvano Barbero Vice Presidente della medesima società L U P F riferisce sul provvedimento di deferimento Il Tribunale Federale all esito della Camera di consiglio osserva quanto segue PREMESSO che a seguito di Deferimento del 4 1 2015 disposto nei confronti del sign Dario Cavallo e della Società A S D Tessiore nonché del sign Bruno Salvatico e della Società A S D Velo Club Esperia Piasco viene portato a conoscenza di questo Tribunale che Il sig Dario Cavallo tesserato quale D S per la Società A S D Tessiore si è reso autore dell invio di una serie di email dai contenuti minacciosi e offensivi all indirizzo del Presidente e legale rappresentante della Società A S D Velo Club Esperia Piasco e del sig Rocco Marchegiano Presidente del

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/press_release/1-sezione-pronunce/ee725b3d-b407-4194-b853-19535682219a/ (2015-08-10)
    Open archived version from archive

  • 1^ sezione - Pronunce - FCI
    abbia violato tutte le norme richiamate nell atto di deferimento emesso dalla P F così come è emerso anche all esito della fase istruttoria dibattimentale che altresì è stata provata la responsabilità anche del Sig Pantaleone MARTURANO Presidente dell ASD SYSTEM CARS Asnaghi Cucine TEAM CHIAPPUCCI RITENUTO CHE è stato raggiunto pienamente il grado di prova previsto e richiesto Il Tribunale Federale I Sezione P Q M Ritiene i deferiti responsabili dei fatti così come descritti e pertanto commina all atleta Mascheroni Michele la sanzione della squalifica per anni 1 al Sig Pantaleone Marturano n q di Presidente della società la sanzione dell ammonizione ed alla società ASD System Cars Asnaghi Cucine Team Chiappucci la sanzione della censura con ammenda di 200 00 N 20 14 STEFANO RAMETTA RICHIESTA REVISIONE PROVVEDIMENTO C D F N VISTO il ricorso del sig Rametta Stefano per la revisione della decisione della Commissione disciplinare federale nazionale n 8 del 1 dicembre 2014 NOMINATO relatore l Avv Elisabetta Antonini che espone i termini della vicenda processuale VISTO il ricorso del difensore Avv Emanuele Scorpo del 22 02 2015 E PRESENTE per l Ufficio Procura Federale l Avv Giorgio De Arcangelis E PRESENTE il ricorrente assistito dal difensore Avv Emanuele Scorpo L U P F in via preliminare fa richiesta di rinvio del procedimento in attesa dell esito delle indagini sulla correlata vicenda penale in subordine chiede l accoglimento dell istanza Il Tribunale federale all esito della Camera di consiglio osserva quanto segue PREMESSO CHE a seguito di Deferimento del 6 10 2014 disposto nei confronti del sign Rametta Stefano e altri per violazione del combinato disposto di cui all art 1 comma 1 ed art 3 comma 2 e 3 R G D F nonché violazione degli art 1 1 03 norme attuative 2014 S A N in combinato disposto con l art 73 6 comma e violazione di cui all art 1 3 comma R G D F la Commissione disciplinare federale nazionale con decisione n 8 del 1 dicembre 2014 ritenuti fondati gli addebiti comminava al Rametta Stefano la sanzione della squalifica di anni 2 e un ammenda di Euro 1 500 000 CHE in data 22 febbraio 2015 il Rametta Stefano tramite l avv Emanuele Scorpo incaricato di rappresentarlo e difenderlo presentava alla Commissione disciplinare federale nazionale ricorso per la revisione relativa al procedimento in oggetto eccependo di esserne venuto a conoscenza solo quando a seguito di notizia pubblicata sul sito Web Uisp Sicilia il suo difensore in data 13 febbraio 2015 aveva richiesto copia degli atti dal cui esame gli era risultata la falsificazione sia nel contenuto che nella firma in calce della Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà avente ad oggetto richiesta di tesseramento con la Società A S D Team Pontoni inoltre il ricorrente constatava che nella stessa Dichiarazione sostitutiva veniva riportato come suo luogo di residenza un indirizzo errato in quanto lo aveva cambiato da molto tempo risultandone quindi inesatta l indicazione nell anagrafica del Team Pontoni con conseguente incidenza sul mancato recapito delle notifiche relative al procedimento disciplinare in oggetto Peraltro il Sig Rametta ha presentato querela per i fatti in oggetto e per altri fatti collegati fra cui una segnalazione inviata agli Organi di Giustizia Sportiva della FCI dal responsabile del Comitato Territoriale Uisp Siracusa relativa alla illegittimità del suo tesseramento e alla sua partecipazione a gare ciclistiche RILEVATO che lo strumento della revisione è previsto dal regolamento di Giustizia Sportiva FCI art 70 solo contro le decisioni della Corte Federale D Appello o del Collegio di Garanzia dello Sport in presenza dei presupposti di legge Il Tribunale Federale I Sezione P Q M Dichiara inammissibile l istanza di revisione N 22 14 MARTUCCI CRAVERO GIACHINO E ASD BIKE CHERASCO TEAM PROCEDIMENTO DISCIPLINARE N 34 14 UFF PROCURA FEDERALE In punto violazione artt 1 1 04 e 3 2 03 Norme Attuative 2014 S A N art 1 comma 1 Regolamento di Giustizia e Disciplina Federale quanto a Martucci art 1 comma 1 e 3 Regolamento di Giustizia e Disciplina Federale quanto a Cravero art 1 comma 3 Regolamento di Giustizia e Disciplina Federale quanto a Giachino e art 1 comma 7 lett a quanto alla ASD Bike Cherasco Team NOMINATO relatore l Avv Emiliano Celli che espone i fatti del provvedimento di deferimento adottato dall U P F in data 17 10 2014 nei confronti di Francesco Martucci Silvio Cravero Marco Giachino e della ASD Bike Cherasco Team E PRESENTE per l U P F l Avv Giorgio De Arcangelis NESSUNO dei deferiti è presente sebbene ritualmente convocati Il rappresentante dell U P F riferisce sul provvedimento di deferimento e ritiene ampiamente provata la contestazione oggi mossa Chiede pertanto che venga riconosciuta la responsabilità dei tesserati in ordine agli addebiti contestati e che vengano adottate nei confronti dei deferiti le seguenti sanzioni Francesco Martucci la censura con ammenda di 200 00 Silvio Cravero l ammonizione Marco Giachino la censura con ammenda di 200 00 ASD Bike Cherasco Team la censura con ammenda di 200 00 Il Tribunale Federale I Sezione PREMESSO CHE a seguito di Deferimento del 17 10 2014 viene portata a conoscenza di questo Tribunale la circostanza che il sig Francesco Martucci tessera n A026106 tesserato con la ASD Bike Cherasco Team in qualità Elite ha partecipato alla 17 Gran Fondo Giro delle Valli Monregalesi tenutasi in Mondovì in data 25 05 2014 manifestazione riservata alle categorie Amatori Tutte Enti Il medesimo partito con il numero di pettorale 192 è stato escluso dall ordine di arrivo La circostanza oltre a risultare documentalmente provata è stata confermata dal medesimo sig Martucci in sede di audizione innanzi all U P F il deferito ha altresì confermato di aver partecipato alla manifestazione senza aver ricevuto alcun preventivo invito da parte degli organizzatori e senza aver presentato alla Giuria esplicita autorizzazione da parte della sua società di appartenenza I sigg Silvio Cravero e Marco Giachino convocati dall U P F per essere sentiti nel corso dell attività

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/press_release/1-sezione-pronunce/8a00520b-0e61-4ead-a12a-1565040ada3f/ (2015-08-10)
    Open archived version from archive

  • 1^ sezione - Pronunce - FCI
    in Commissioni UCI e Uec MISSION MISSION Valori del ciclismo Codice Etico DOCUMENTAZIONE DOCUMENTAZIONE Carte Federali Regolamenti Federali Premi e Tasse Bilanci di esercizio Elettorale COMITATI REGIONALI BENEMERENZE SPORTIVE DIRETTORI DI CORSA E SICUREZZA GIUDICI DI GARA GIUSTIZIA SPORTIVA IMPIANTI SPORTIVI Comunicati Salute Salute Antidoping Tutela Della Salute Partecipa Partecipa Affiliazione e Tesseramento Sistema Informatico Accedi a Ksport Tessera Giornaliera Gare e Calendari Assicurazione Convenzioni per i Tesserati La Newsletter Ricerca Società e Tesserati Punteggi Atleti Download Atleti Formazione Formazione Settore Studi Scuole di Ciclismo La Bicicletta La Bicicletta Storia Storie Muoversi in Bicicletta Notizie Utili Gare Eventi News Social Twitter Youtube Feed RSS 1 sezione Pronunce Comunicato N 1 del 30 marzo 2015 Tribunale Federale Nella riunione collegiale ritualmente convocata svoltasi in data 30 marzo 2015 a Roma presso la sede federale presenti il Presidente Avv Salvatore Minardi ed i Componenti Avv Emiliano Celli Avv Giovanni Petrella Avv Carlo Mursia Avv Elisabetta Antonini nonché il segretario Sig ra Claudia Giusti funzionario FCI Il Tribunale Federale I sezione ha emesso le seguenti pronunce vedere allegato Documento Comunicato N 1 del 30 marzo 2015 Ultime Notizie Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 58 an hour ago CDM TRIALS a Vocklabruck Povolo è 10 Alessio e l altro azzurro Bertola alla fine 22 non riescono ad accedere alla finale Benito Ros nella cat 20 e il giovane Jack Carthy nella cat 26 si aggiudicano la prova MTB Trials 10 Agosto Ago 2015 16 50 an hour ago Fruet e Bulleri vincono il 6 XC di Ferragosto Dei Tos mette il sigillo sulla Veneto Cup In 300 bikers a Rasai di Seren del Grappa Strada 10 Agosto Ago 2015 16 42 an hour ago JUNIORES sulle strade del Passatore ciclone Savini Una gara juniores legata al nome di Alfredo Martini che ispirò Davide Cassani e le società Pol Zannoni Ceretolese e Fosco Bessi per istituire queste corsa Strada 10 Agosto Ago 2015 16 39 an hour ago ALLIEVI nel GP Chianti vince Galardini L umbro ha lasciato tutti a 13 Km dal traguardo riuscendo a conservare un minimo vantaggio all arrivo nei confronti dell ottimo empolese Magli e del compagno di squadra Asllani Strada 10 Agosto Ago 2015 16 36 an hour ago ESORDIENTI Dati e Crescioli vincono per distacco In 170 complessivamente i partecipanti a questo Memorial Nevio e Nilvo Maionchi con successi per distacco firmati da due tra i più forti e brillanti esordienti toscani Strada 10 Agosto Ago 2015 16 33 an hour ago ALLIEVI Casal nettamente a Chiesanuova Uzzanese L esponente della S C Valle di Cembra ha regolato nettamente sul traguardo il compagno di fuga l emiliano Lepri Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 18 1 hours ago EUROPEI GIOVANILI MTB Da oggi a Graz la rassegna continentale All evento partecipano 327 esordienti e allievi uomini e donne Tre rappresentative azzurre e numerosi team italiani in gara Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 09 05 8 hours ago CDM XCO Lisa Rabensteiner terza a Windham cinquina

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/press_release/1-sezione-pronunce/a1d0a1ce-0640-439a-ad33-4e66df58118d/ (2015-08-10)
    Open archived version from archive

  • 2^ sezione - Pronunce - FCI
    con la Società resistente in virtù dei seguenti fatti addebitati a quest ultima Mancata partecipazione alle gare di inizio stagione in tre distinte occasioni Mancata assistenza logistica ed omissione di ogni supporto economico relativo alle trasferte per la partecipazione alle gare quanto a spese di viaggio vitto ed alloggio Dal 5 maggio 2015 le iscrizioni alle gare delle atlete sono avvenute sulla base di scelte discrezionali del Presidente non condivise dalle atlete e dai genitori assenza di un Direttore Sportivo effettivamente presente alle gare successivamente all esonero dall incarico del Sig Paolo Ratti comunicato dalla ASD nel maggio 2015 CHE la società da parte sua contesta ogni addebito sostenendo di non avere rimborsato le spese asseritamente sostenute dall ex D S e dai genitori delle atlete solo in quanto non correttamente documentate e di essere disponibile a farsene carico se regolarmente documentate con gli originali e limitatamente alle spese inerenti alle sole atlete precisa la società che attualmente sono tesserati come propri Direttori Sportivi oltre al Sig Ratti il sig Mauro Grillo ed il sig Maurizio Bosi D S di II livello la società si dichiara nelle condizioni tecniche ed economiche per assicurare la partecipazione alla gare fino al termine della stagione afferma inoltre il Presidente Sommaruga che da parte del Sig Paolo Ratti sono stati assunti comportamenti finalizzati a favorire un atteggiamento di ostilità delle atlete nei confronti della società come dimostrerebbe la circostanza che dallo scorso maggio 2015 le ricorrenti rifiuterebbero di comunicare con il Presidente e con ogni esponente della Società RITENUTO che il quadro fattuale sopra rappresentato evidenzia oltre ad aspetti di possibile rilevanza disciplinare indubbie criticità nei rapporti tra le parti che non possono tuttavia trovare soluzione nella presente sede di giustizia e che in ogni caso non raggiungono quel livello di gravità ed eccezionalità tali da giustificare un nulla osta d ufficio a stagione ampiamente inoltrata del resto è assodato che l attività agonistica pur nelle difficoltà contestate dalle ricorrenti si sta svolgendo proficuamente come confermano i risultati sportivi conseguiti anche di recente RILEVATO peraltro che l eccezione preliminare di inammissibilità e o improcedibilità della domanda per violazione dell art 28 comma 1 Regolamento Tecnico per omesso invio di raccomandata A R o fax o e mail certificata da parte del corridore e per le minori del padre o di chi ne esercita le funzioni alla A S D Fenice Ladies Team appare fondata quanto alle posizioni di tutte le ricorrenti le quali pur lamentandosi del comportamento della predetta Società ed imputando alla stessa tutta una serie di presunte inadempienze non hanno formalizzato la richiesta di trasferimento nei confronti della medesima Società secondo le modalità previste dall art 28 del Regolamento Tecnico dell Attività Agonistica Strada della Federazione Ciclistica Italiana P Q M Il Tribunale Federale II sezione respinge i ricorsi riuniti Visti gli atti e gli allegati ai reciproci scritti difensivi ritenutane l opportunità trasmette gli atti alla Procura Federale per le iniziative di competenza PROCEDIMENTO N 11 2015 RICORRENTE PAOLO RATTI PER

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/press_release/2-sezione-pronunce/d2d229c6-a65e-4f5f-b9b5-3f9378825d98/ (2015-08-10)
    Open archived version from archive

  • 2^ sezione - Pronunce - FCI
    composizione dott Claudio Vallorani Presidente Avv Carlo Iannelli Componente Avv Decio Barili Componente E nominato relatore nel ricorso in epigrafe il Presidente Claudio Vallorani P R E M E S S O che dalla documentazione in atti risulta a che l atleta Alia Marcellini è attualmente tesserata n tessera A 959569M presso la A S D Korax Lapierre Dirty Team cod società 03H2914 b che la società sportiva di appartenenza ha ammesso a causa del venir meno di alcuni importanti sponsor di non poter più assicurare i mezzi e le trasferte e più in generale il necessario supporto logistico e tecnico all atleta nel corso della stagione 2015 c che in ragione di ciò è stato raggiunto un accordo tra la Dirty Team e la società sportiva Team Lancio Bike Team cod 02Q4171 che ha dato la propria piena disponibilità a accogliere l atleta e a dare alla medesima ogni necessario supporto nell attività agonistica per la stagione in corso 2015 d che quanto precede trova conferma nelle dichiarazioni rese per iscritto dell atleta ricorrente e dal team manager della Dirty Team in atti CONSIDERATO il caso in esame è riconducibile alla previsione di cui all art 26 ult comma RTAA il quale prevede che il trasferimento dell atleta sottoposto a vincolo è comunque consentito ove consti il reciproco consenso manifestato per iscritto dal tesserato e dalla società l ostacolo in astratto rappresentato dall essere la stagione ormai ampiamente in corso e scaduto il termine per l affiliazione ad altra società può essere superato in via di deroga ed eccezione in considerazione del fatto che la società di attuale appartenenza ha ammesso di non poter più supportare l atleta nel proseguimento dell attività agonistica determinando l esigenza da apprezzare come prevalente di un trasferimento immediato ad altra società senza il quale la ricorrente si troverebbe a dover interrompere l attività P Q M Il Tribunale Federale II Sezione autorizza il trasferimento dell atleta Alia Marcellini ad altra Società Sportiva Il Presidente Tribunale Federale II Sezione Dott Claudio Vallorani Ultime Notizie Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 58 an hour ago CDM TRIALS a Vocklabruck Povolo è 10 Alessio e l altro azzurro Bertola alla fine 22 non riescono ad accedere alla finale Benito Ros nella cat 20 e il giovane Jack Carthy nella cat 26 si aggiudicano la prova MTB Trials 10 Agosto Ago 2015 16 50 an hour ago Fruet e Bulleri vincono il 6 XC di Ferragosto Dei Tos mette il sigillo sulla Veneto Cup In 300 bikers a Rasai di Seren del Grappa Strada 10 Agosto Ago 2015 16 42 an hour ago JUNIORES sulle strade del Passatore ciclone Savini Una gara juniores legata al nome di Alfredo Martini che ispirò Davide Cassani e le società Pol Zannoni Ceretolese e Fosco Bessi per istituire queste corsa Strada 10 Agosto Ago 2015 16 39 an hour ago ALLIEVI nel GP Chianti vince Galardini L umbro ha lasciato tutti a 13 Km dal traguardo riuscendo a conservare un

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/press_release/2-sezione-pronunce/0380404a-123c-41fa-af57-c554ca0168b2/ (2015-08-10)
    Open archived version from archive

  • 2^ sezione - Pronunce - FCI
    Prealpino la richiesta di nulla osta al trasferimento relativa al proprio figlio minore Noel Guzon adducendo a motivo l esigenza di maggiori motivazioni e di più adeguato sostegno con nota del 12 10 2014 la società comunicava che il proprio Consiglio Direttivo aveva stabilito modalità particolari da utilizzare per la determinazione della somma da versare all atto del rilascio del nulla osta relativamente agli atleti esordienti del II anno il ricorrente con lettera del 27 10 2014 inviata per conoscenza al G S Prealpino rivolgeva la medesima richiesta di nulla osta al Comitato regionale della Lombardia ai sensi dell art 28 comma 2 del Regolamento Tecnico dell Attività Agonistica F C I Strada prendeva atto della volontà del Gruppo Sportivo Prealpino espressa con la raccomandata a r datata 15 11 14 doc 2 ric con la quale sostanzialmente si manifestava la disponibilità a concedere il richiesto nulla osta per trasferimento a condizione che venissero versate all atto del rilascio le somme previste e stabilite da una delibera datata 04 08 14 adottata dal Consiglio Direttivo del medesimo Gruppo Sportivo il Comitato Regionale Lombardo della F C I peraltro non dava riscontro alla richiesta di nulla osta per trasferimento avanzata dall odierno ricorrente né nei termini previsti dall art 28 comma 3 del Regolamento Tecnico dell Attività Agonistica F C I Strada né successivamente il ricorso datato 19 03 15 è pervenuto alla Segreteria Generale della F C I in data 26 03 15 R I L E V ATO che il contenuto di cui al punto 4 CONCESSIONE NULLA OSTA AD ATLETI VINCOLATI della delibera datata 04 08 14 adottata dal Consiglio Direttivo del Gruppo Sportivo Prealpino do c 2 ric è in palese contrasto con quanto statuito dal Prospetto diramato dalla Struttura Tecnica Federale Settore Strada della F C I per quanto concerne il trasferimento Atleti relativamente al Bonus ed al Punteggio Valorizzazione che il suddetto contenuto della delibera Societaria non essendo stato portato preventivamente a conoscenza degli Atleti tesserati non è opponibile a quest ultimi R I T E N U T O che il comportamento della A S D Gruppo Sportivo Prealpino consistente nell avere condizionato il rilascio del nulla osta al pagamento di somme esorbitanti dai limiti previsti dalle vigenti norme federali sul trasferimento atleti oltre ad essere censurabile non può produrre alcun effetto vincolante nell ordinamento federale stante la sua palese illegittimità chiaro essendo che le società sportive non possono in generale pretendere alcun emolumento a titolo di formazione tecnica societaria oltre quanto espressamente previsto dalla normativa sportiva in materia che contempla unicamente il bonus ed punteggio di valorizzazione relativo all ultima stagione agonistica quale uniche voci di premio per addestramento e formazione tecnica che può essere preteso dalla società cedente considerato che nelle note sopra menzionate e nella memoria difensiva presentata la società sportiva ha dichiarato e confermato la propria disponibilità al trasferimento del minore ad altra società insistendo però nelle proprie illegittime richieste economiche e in via subordinata nella pretesa alla diversa somma ritenuta di giustizia considerato pertanto di prendere atto della volontà positivamente manifestata dalla società e ritenendo altresì necessario rideterminare le somme da corrispondere all atto del trasferimento entro gli stretti limiti ammessi dai vigenti Regolamenti P Q M il Tribunale Federale Sezione II accoglie il ricorso presentato da ILARIO GUZON per la Richiesta Nulla Osta relativa allo svincolo del minore Noel Guzon tesserato per l A S D Gruppo Sportivo Prealpino e per l effetto concede il richiesto nulla osta condizionandolo al solo pagamento di quanto dovuto in base alle disposizioni sul trasferimento atleti 2014 2015 bonus di Euro 250 00 Euro 21 00 per ciascun punto di valorizzazione conseguito nella stagione 2014 N 03 15 RICORRENTE ROBERTO FERRARIO RICHIESTA NULLA OSTA PER LO SVINCOLO DEL MINORE LORENZO FERRARIO TESSERATO PER L A S D GRUPPO SPORTIVO PREALPINO NOMINATO relatore il componente effettivo Avv Davide Guarneri il quale espone ed illustra i fatti e le deduzioni contenute nel ricorso proposto dal predetto ricorrente e Protocollato al n 0002021 15 del 25 03 2015 n 03 15 E PRESENTE personalmente il sig Roberto Ferrario padre dell atleta Lorenzo minorenne NESSUNO è presente per il G S Prealpino A s d né per il Comitato regionale Lombardo SI DA ATTO che in data 7 4 2015 alla Segreteria memoria difensiva da parte del predetto Gruppo Sportivo immediatamente trasmessa ai componenti del Tribunale Federale e che viene quest oggi esibita al ricorrente che ne prende atto Il Tribunale Federale Seconda Sezione P R E M E S S O che il ricorrente ha inviato la richiesta di trasferimento alla Società di appartenenza con lettera datata 30 09 14 tempestivamente entro il termine previsto del 31 Ottobre adempimento riconosciuto dal G S Prealpino in proprio riscontro del 12 ottobre 2014 e in propria memoria difensiva datata 7 aprile 2015 che il ricorrente prendeva atto della volontà del Gruppo Sportivo Prealpino di cui alla raccomandata A R datata 12 10 14 con la quale la società manifestava la disponibilità a concedere il richiesto nulla osta per trasferimento a condizione che venissero versate all atto del rilascio del nulla osta le somme previste e stabilite da una delibera datata 04 08 14 adottata dal Consiglio Direttivo del Gruppo Sportivo Prealpino CHE il ricorrente in data 28 29 10 14 inoltrava richiesta di nulla osta per trasferimento del minore Ferrario Lorenzo al Comitato Regionale Lombardo della F C I come previsto dall art 28 comma 2 del Regolamento Tecnico dell Attività Agonistica F C I Strada lettera inviata per conoscenza anche al Gruppo Sportivo Prealpino CHE il Gruppo Sportivo Prealpino con raccomandata a r datata 10 11 14 inviata al Sig Roberto Ferrario e per conoscenza anche al Comitato Regionale Lombardo della F C I Protocollo Comitato Regionale Lombardia n 290 replicava nei confronti dell odierno ricorrente ribadendo quanto in precedenza affermato CHE il Comitato Regionale Lombardo della F C I non dava riscontro alla richiesta di nulla osta per trasferimento avanzata dall odierno ricorrente né nei

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/press_release/2-sezione-pronunce/4666d582-1c07-444b-8702-978f034eda36/ (2015-08-10)
    Open archived version from archive

  • Reclamo Colnaghi Andrea - FCI
    atleta suddetto per non essersi presentato al controllo rapporti Art 11 0 Norme Attuative 2015 ed Ammenda di 500 al suo Direttore sportivo ed 500 alla Società Team Giorgi per non aver rispettato e vigilato sui regolamenti La seduta è stata fissata in quanto il Presidente dopo la lettura degli atti e consultazione del collegio ha ritenuto opportuno convocare una riunione preliminare per esaminare alcune rilevanti questioni procedurali e di merito quale passaggio preliminare alla fissazione dell udienza come previsto dall Art 29 del Regolamento di Giustizia F C I Esaminati gli atti la Corte ha rilevato A Sotto l aspetto procedurale il reclamo è stato presentato tempestivamente al Comitato Regionale Lombardia anziché alla Segreteria della Corte come previsto dall Art 29 del Regolamento di Giustizia considerato che il reclamo è pervenuto alla Segreteria della Corte per il tramite diretto del Comitato regionale Lombardo rilevato che a ciò si è pervenuti in virtù di un errata indicazione proveniente dallo stesso Comitato Regionale il Collegio ritiene di dovere esaminare se tale modalità di deposito avvenuta presso un organo periferico della FCI e successivamente da quest ultimo trasmesso alla Segreteria della Corte sia compatibile con quanto previsto dall Art 29 comma 2 del RdG nel quale viene genericamente indicato il deposito presso la sola Segreteria Ciò al fine di giudicare sulla tempestività del reclamo B In merito alla sanzione applicata dal GSR il Collegio osserva che la norma applicata per la sanzione Punto 11 0 delle Norme Tecniche Attuative 2015 2 mesi di sospensione sembra in conflitto con quanto previsto dall Art 2 29 allegato 5 P I S del R T Attività Agonistica il quale per la stessa fattispecie prevede 1 mese di sospensione Ciò al fine di individuare la corretta normativa applicabile TUTTO CIÒ PREMESSO Il Collegio richiede alla Corte Federale di Appello 2 sezione ai sensi dell Art 33 comma 4 lett F del Regolamento di Giustizia l interpretazione delle norme regolamentari citate ai precedenti punti A e B Il Collegio sospende il presente procedimento ed i relativi termini in attesa della pronuncia della Corte Federale e per l effetto sospende il provvedimento impugnato riservandosi la fissazione del l udienza in Camera di Consiglio nonché ogni altra pronuncia inerente e conseguente all esito del parere espresso dalla Corte Federale di Appello Il Presidente Dott Paolo PADOIN Ultime Notizie Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 58 an hour ago CDM TRIALS a Vocklabruck Povolo è 10 Alessio e l altro azzurro Bertola alla fine 22 non riescono ad accedere alla finale Benito Ros nella cat 20 e il giovane Jack Carthy nella cat 26 si aggiudicano la prova MTB Trials 10 Agosto Ago 2015 16 50 an hour ago Fruet e Bulleri vincono il 6 XC di Ferragosto Dei Tos mette il sigillo sulla Veneto Cup In 300 bikers a Rasai di Seren del Grappa Strada 10 Agosto Ago 2015 16 42 an hour ago JUNIORES sulle strade del Passatore ciclone Savini Una gara juniores legata al nome di

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/press_release/reclamo-colnaghi-andrea/579f23ff-7167-4e2d-a755-7a0dac91d9e4/ (2015-08-10)
    Open archived version from archive