web-archive-it.com » IT » F » FEDERCICLISMO.IT

Total: 555

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Luigi Arienti: Campione Olimpico nell'inseguimento a squadre a Roma 1960
    1937 e fu campione olimpico a Roma nel 1960 nella specialità dell inseguimento a squadre su pista con Marino Vigna Franco Testa e Mario Vallotto Professionista dal 1961 al 1972 la sua carriera iniziò sulla scia del fratello maggiore Angelo del quale si rivelò subito più forte Luigi corse la sua prima gara da tesserato a 16 anni come Esordiente per la Salus di Seregno e in quella stagione colse la sua prima vittoria Da Allievo ed al suo primo anno furono 6 i successi mentre l anno successivo coi colori del Pedale Cambiaghese le vittorie divennero 14 Nel 1958 come Dilettante di 1 i primi posti furono 10 seguirono 15 successi nel 1959 e 41 nel 1960 quando vinse praticamente tutto tra cui i Giochi del Mediterrane su pista il Trofeo De Gasperi una prova olimpica su strada e la già citata medaglia d oro olimpica Nel 1961 passò professionista nella Molteni con Venturelli capitano e Giorgio Albani Direttore Sportivo dove rimase per due stagioni cogliendo 3 vittorie Colonia una prova del Trofeo Cougnet e Circuito di Camaiore Impressionato dalle difficoltà delle corse su strada avendo poca confidenza con le salite Arienti si dedicò principalmente alla pista iniziando a fare le Sei Giorni nel 1961 si presentò a quella di Milano in coppia con il lussemburghese Gillen in maglia Termozeta La seconda Sei Giorni la disputò l anno successivo sempre a Milano in coppia con Castens giungendo all 11 posto dopo che il tedesco fu costretto ad abbandonare negli ultimi due giorni che Arienti disputò da solo Dal 1961 al 1965 nell inseguimento individuale si classificò sempre al secondo posto preceduto da Faggin Visto che aveva davanti un fenomeno passò alla specialità stayer ma anche qui De Lillo e Domenicali gli tolsero la soddisfazione del tricolore per questo si conquistò l appellativo di eterno secondo Partecipò due volte 1967 e 1968 senza fortuna ai mondiali di mezzofondo venendo eliminato nelle batterie preliminari Nei 12 anni di professionismo le partecipazioni alle Sei Giorni si moltiplicarono ne disputò 16 nel 1972 cessò l attività agonistica Ultime Notizie Strada 10 Agosto Ago 2015 21 03 an hour ago ALLIEVI Andrea Bagioli vince il 7 Giro della Valseriana A Massimiliano Benatti la quarta e ultima prova da Nembro a Lonno Strada 10 Agosto Ago 2015 19 55 2 hours ago Record di partecipanti nel Gp Festa dello Sport a Scorzè Vincono l allievo Mazzucco gli esordienti Martignago 1 anno e Tolomio 2 anno l allieva Tomasi e l esordiente Michieletto Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 58 5 hours ago CDM TRIALS a Vocklabruck Povolo è 10 Alessio e l altro azzurro Bertola alla fine 22 non riescono ad accedere alla finale Benito Ros nella cat 20 e il giovane Jack Carthy nella cat 26 si aggiudicano la prova MTB Trials 10 Agosto Ago 2015 16 50 5 hours ago Fruet e Bulleri vincono il 6 XC di Ferragosto Dei Tos mette il sigillo sulla Veneto Cup In 300 bikers a Rasai

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/infopage/luigi-arienti-campione-olimpico-nellinseguimento-a-squadre-a-roma-1960/b514e22c-f9a1-4a76-8548-4561416ef794/ (2015-08-11)
    Open archived version from archive


  • Sante Gaiardoni: due ori alle Olimpiadi di Roma '60.
    allorquando accolto da due ali di folla con la maglia di campione olimpico e due medaglie d oro al collo si trovò di fronte quel maestro desideroso di abbracciarlo e congratularsi con lui No lei no disse sorridente ma deciso Sante ricordando quel braccio e quel dito tesi a indicargli l ultimo banco della classe Sante Giovanni Gaiardoni vede i natali a Villafranca di Verona il 29 giugno del 1939 passerà alla storia per il Campionato del Mondo di velocità professionisti del 1963 ma soprattutto per le due medaglie d oro alle Olimpiadi di Roma del 1960 nel chilometro da fermo e nella velocità Ciclisticamente nasce stradista infatti fra le sue più belle vittorie da dilettante troviamo la Milano Busseto considerata una classica della categoria Verso la fine degli anni cinquanta cominciò a frequentare il Vigorelli di Milano e si capì subito di che pasta era fatto ma aveva davanti a se un fenomeno quale era Valentino Gasparella a cui dovette soccombere nei Campionati del Mondo effettuatisi a Parigi nel 1958 e Amsterdam nel 1959 In questo clima di sudditanza si avvicinò all evento olimpico di Roma del 1960 dove Gasparella era considerato il favorito numero uno della velocità ma quei giorni pieni di intensità agonistica ci restituiranno un campione di straordinaria potenza la sera del 26 agosto Gaiardoni vinse il chilometro da fermo pur dovendo gestire la potenza scaricata sui pedali a causa dell umidità della sera che rendeva viscido il palkè del Velodromo Olimpico stabilì comunque il record del mondo con 1 07 27 Il torneo di velocità iniziò con le qualificazioni subito dopo la prova del chilometro in una notte buia e una pista poco illuminata dove Gaiardoni inseguì i pedalini bianchi dei suoi avversari per batterli sulla linea del traguardo In semifinale lo scontro con l australiano Baensch mise a repentaglio il risultato a causa di una brutta caduta nella seconda prova ma poi con facilità vinse la bella La finale con Sterckx sembrò una formalità per la facilità con cui il nostro Gaiardoni vinse Sul podio oltre a Sterckx gli fece compagnia alla sua sinistra Valentino Gasparella Quella sera Sante concluse una lunga giornata di gloria a via Veneto con i suoi amici Maurizio Arena e Valter Chiari dove romanescamente festeggiarono al grido di Gaiardò Gaiardò Gaiardò Anche lui si unì al coro inneggiando a se stesso confuso tra la folla ignara della sua presenza fra loro Passò professionista nel 1961 iniziando una lunga rivalità con Antonio Maspes non priva di polemiche famosa la finale dei Campionati del Mondo di Rocurt del 1993 dove dopo aver perso la prima prova con due sprint lanciati da lontano Gaiardoni stroncò la resistenza del milanese lasciando nell incredulità lo staff tecnico e tutto l entourage del campione avversario già pronto ai festeggiamenti La sua carriera piena di successi si concluse dopo aver conquistato la medaglia d argento ai Mondiali di Leicester nel 1970 battuto dall australiano Gordon Johnson Ultime Notizie Strada 10 Agosto Ago 2015 21 03 an

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/infopage/sante-gaiardoni-due-ori-alle-olimpiadi-di-roma-60/47ae76c8-02e7-4279-98dd-6da4dbe788fb/ (2015-08-11)
    Open archived version from archive

  • Marino Vigna: oro nel quartetto dell'inseguimento su pista alle Olimpiadi di Roma '60.
    Tre Valli Varesine e la 2 tappa nel Tour de Romandie Losanna del 1964 il Trofeo Laigueglia del 1965 e la Milano Torino del 1966 come dice lui Non vinsi molto ma vinsi bene Stradista e specialista della pista assiduo frequentatore del Vigorelli fu l ultimo ad essere inserito nel quartetto imponendosi a suon di risultati nell approssimarsi all appuntamento olimpico tra cui il titolo italiano dell inseguimento a squadre La sera del 29 Agosto 1960 in semifinale contro l URSS stabilirono il record olimpico con 4 30 90 per battere successivamente in finale la Germania un indecisione in partenza costrinse il quartetto azzurro a un entusiasmante recupero portato a compimento da Franco Testa con una strepitosa tirata di un giro intero poi tutti e quattro furono straordinari fino in fondo Al termine di quello stesso anno ancora nella categoria dilettanti sorprese i tecnici per la vittoria nel Trofeo Baracchi dove in coppia con Fezzardi ottenne un tempo migliore dei professionisti Ronchini e Venturelli Se consideriamo la vittoria nel Trofeo Laigueglia del 65 conseguita ventiquattro ore dopo aver concluso la 6 Giorni di Milano possiamo annoverare Marino Vigna tra i pionieri della multidisciplinarità Sceso di bicicletta salì immediatamente su una importante ammiraglia la Faema con Merckx e Adorni Nonostante fosse più giovane di qualche suo atleta dimostrò una grande capacità di gestione della squadra in quegli anni vinse di tutto Giro d Italia Tour De France Campionato del Mondo e Classiche Ho insegnato a Merckx ad andare piano Sembra un eufemismo o una battuta di spirito ma chi ha vissuto quegli anni ricorda chiaramente un cambiamento nella gestione delle gare a tappe da parte del campione belga prima dell incontro con Vigna ogni tappa era una corsa in linea dopo imparò anche a risparmiare le energie per affrontare i momenti cruciali della gara che sarebbero stati determinanti in funzione del risultato finale A quell esperienza seguì negli anni dal 1976 al 1980 il rapporto di collaborazione con la Federazione Ciclistica Italiana come Commissario Tecnico dei Pistards e successivamente con Alfredo Martini sull ammiraglia della Nazionale il suo curriculum viene poi arricchito dalle nomine nella Commissione Tecnica Federale e nella Lega Professionisti dove tutt ora ricopre l incarico di Presidente della Commissione Tecnica Una stazione della Metropolitana di Milano è stata intitolata a Marino Vigna la fermata Romolo forse in ricordo dell alloro Olimpico di Roma Ultime Notizie Strada 10 Agosto Ago 2015 21 03 an hour ago ALLIEVI Andrea Bagioli vince il 7 Giro della Valseriana A Massimiliano Benatti la quarta e ultima prova da Nembro a Lonno Strada 10 Agosto Ago 2015 19 55 2 hours ago Record di partecipanti nel Gp Festa dello Sport a Scorzè Vincono l allievo Mazzucco gli esordienti Martignago 1 anno e Tolomio 2 anno l allieva Tomasi e l esordiente Michieletto Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 58 5 hours ago CDM TRIALS a Vocklabruck Povolo è 10 Alessio e l altro azzurro Bertola alla fine 22 non riescono ad accedere alla

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/infopage/marino-vigna-oro-nel-quartetto-dellinseguimento-su-pista-alle-olimpiad/63458eb0-7a07-4296-85e4-8fe4af2692e8/ (2015-08-11)
    Open archived version from archive

  • Ottavio Cogliati: campione olimpico a Roma 1960 nella 100 km a squadre
    Storia Storie Personaggi Ottavio Cogliati campione olimpico a Roma 1960 nella 100 km a squadre Ottavio Cogliati campione olimpico a Roma 1960 nella 100 km a squadre Storia Storie Personaggi OTTAVIO COGLIATI Ottavio Cogliati nato a Nerviano il 4 giugno 1939 e venuto a mancare a Magenta il 10 aprile 2008 fu campione olimpico nella 100 km aq squadre ai Giochi Olimpici di Roma nel 1960 con Livio Trapè Antonio Bailetti e Giacomo Forconi Frequentò Fausto Coppi anche se non corse con lui Coppi morì il 2 Gennaio 1960 ma condivisero battute di caccia molto in voga tra i ciclisti nel periodo invernale tanto da essere citato nel libro Gli angeli di Coppi era il mio idolo in bicicletta e a caccia Coppi tirava fuori quello che sembrava non tirare fuori nella vita di tutti i giorni Gli angeli di Coppi Ediciclo Editore srl 1999 p 66 Dopo la vittoria olimpica di Roma 1960 Cogliati passò al professionismo nel 1961 non ottenne alcun piazzamento di rilievo ma fu considerato fra i gregari più forti di quell epoca le sue doti di passista consentivano recuperi straordinari a favore di compagni e capitani un lavoro oscuro ma essenziale al tempo degli assalti alle fontane e ai bar quando i regolamenti non consentivano i rifornimenti dal seguito delle gare Abbandonata presto la carriera da professionista 1964 divenne un personaggio di riferimento nell hinterland milanese per il movimento ciclistico Cugino di Giuseppe Saronni fu tra i fondatori dei Saronni boys con i quali condivise pedalate e raduni ciclistici in occasioni di Giri Vuelte Tour e Classiche del calendario professionistico puntuali le sue presenze nei Pellegrinaggi al Santuario della Madonna del Ghisallo Le sue ceneri sono conservate nella cappelletta costruita nel giardino della casa voluta nel verde dei boschi di Casorezzo dove Ottavio Cogliati aveva espresso il desiderio di riposare Ultime Notizie Strada 10 Agosto Ago 2015 21 03 an hour ago ALLIEVI Andrea Bagioli vince il 7 Giro della Valseriana A Massimiliano Benatti la quarta e ultima prova da Nembro a Lonno Strada 10 Agosto Ago 2015 19 55 2 hours ago Record di partecipanti nel Gp Festa dello Sport a Scorzè Vincono l allievo Mazzucco gli esordienti Martignago 1 anno e Tolomio 2 anno l allieva Tomasi e l esordiente Michieletto Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 58 5 hours ago CDM TRIALS a Vocklabruck Povolo è 10 Alessio e l altro azzurro Bertola alla fine 22 non riescono ad accedere alla finale Benito Ros nella cat 20 e il giovane Jack Carthy nella cat 26 si aggiudicano la prova MTB Trials 10 Agosto Ago 2015 16 50 5 hours ago Fruet e Bulleri vincono il 6 XC di Ferragosto Dei Tos mette il sigillo sulla Veneto Cup In 300 bikers a Rasai di Seren del Grappa Strada 10 Agosto Ago 2015 16 42 5 hours ago JUNIORES sulle strade del Passatore ciclone Savini Una gara juniores legata al nome di Alfredo Martini che ispirò Davide Cassani e le società Pol Zannoni

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/infopage/ottavio-cogliati-campione-olimpico-a-roma-1960-nella-100-km-a-squadre/0cc1cc54-19aa-4d6f-a969-3bb448468da6/ (2015-08-11)
    Open archived version from archive

  • Livio Trapè: oro e argento a Roma '60.
    Proietti a consigliarlo di rinviare il passaggio al professionismo a dopo l Olimpiade di Roma una scelta vincente che consegnò alla storia pagine olimpiche menorabili Era la mattina del 26 Agosto quando Trapè in compagnia di Antonio Bailetti Ottavio Cogliati e Giacomo Forconi nella prova della 100 km a squadre inaugurò sul circuito di Castel Fusano la sequela di successi azzurri nell Olimpiade di Roma 1960 Livio era l ultimo arrivato in una squadra lombarda affiatatissima loro pensavano che fossi un intruso mentre io ero il perno della nazionale italiana I tecnici italiani convinti della sua forza lo inserirono in quel quartetto anche a rischio di minarne gli equilibri la scelta risultò vincente tanto che la vittoria fu strepitosa lungo il percorso raggiunsero diversi quartetti partiti prima di loro e conclusero la prova in compagnia di due squadre avversarie con il tempo di 2h 14 33 53 Sul podio i nostri azzurri salirono con alla destra la Germania e alla sinistra l Unione Sovietica Tre giorni dopo un gruppo di 136 atleti prese il via sul circuito di Grottarossa i faroriti erano i tedeschi già vincitori dei Campionati del Mondo su strada negli ultimi tre anni ma fu un capitano dell Armata Rossa Viktor Kapitonov a scattare sulla salita che dava il nome a quel circuito 40 chilometri lo dividevano dal traguardo finale quando il solo a reagire fu Livio Trapè con un azione breve ed efficace il nostro campione si riportò sul fuggitivo per passare evergicamente al comando e dare un impulso decisivo a quell azione La cronaca ci racconta della generosa azione di Trapè interrotta da un banale equivoco che indusse inutilmente il sovietico a sprintare sotto il traguardo del penultimo giro Nella volata finale l azzurro parte troppo da lontano confidando nelle sue doti di fondo fu un grave errore perchè la tattica più accorta di Kapitonov gli consentì di sfruttare fino in fondo la scia per saltarlo agevolmente negli ultimi metri Terzo concluse il belga Willy Van Den Berghen Passato professionista come capitano della Ghigi nel 1961 presto conseguì la prima vittoria che venne nel Giro di Campania il 30 marzo di quell anno Il Giro d Italia che seguì avrebbe dovuto consolidare le sue indubbie doti fisiche ma un malaugurato incidente interruppe la sua carriera nella 20 tappa si schiantò contro un muro e si fratturò il femore destro per me disgraziatamente è finita la carriera in quella curva di Merano Da allora fisioterapie e interventi chirurgici non furono in grado di restituirci quel Campione consacrato dall oro Olimpico che decise di chiudere con il ciclismo nel 1967 Ultime Notizie Strada 10 Agosto Ago 2015 21 03 an hour ago ALLIEVI Andrea Bagioli vince il 7 Giro della Valseriana A Massimiliano Benatti la quarta e ultima prova da Nembro a Lonno Strada 10 Agosto Ago 2015 19 55 2 hours ago Record di partecipanti nel Gp Festa dello Sport a Scorzè Vincono l allievo Mazzucco gli esordienti Martignago 1 anno e Tolomio 2 anno l

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/infopage/livio-trape-oro-e-argento-a-roma-60/a7920c49-85d3-4828-bb6b-99d8d38fc742/ (2015-08-11)
    Open archived version from archive

  • Antonio Bailetti: campione olimpico a Roma '60 nella 100 km a squadre.
    bravo ma forse ancora troppo giovane Forti siamo partiti a tutta tutti e siamo arrivati a tutta tutti L alloro olimpico coronò la sua brillante stagione tra i dilettanti per tuffarsi nel mondo professionistico Era la prima tappa del Giro di Sardegna il mio esordio tra i professionisti subito dopo il via sono scattato come mio solito quando ero dilettante mi raggiunse e si avvicinò a me Ercole Baldini Ragazzo qui si scatta quando si va a sessanta all ora e chi è il più forte vince obbedii immediatamente e ritornai nei ranghi ma alla quinta giornata mentre si andava a sessanta all ora scattai con Vittorio Adorni per vincere quella tappa in una volata a due mi ero adattato perfettamente a quella legge non scritta Passista veloce di notevoli qualità all esordio tra i professionisti da cui è tratto l episodio sopra descritto si capì sin da subito di avere a che fare con un uomo gentile ma sicuro dei suoi mezzi Vinse tappe del Giro e del Tour corsi consecutivamente nel 1962 e 1963 affiancò capitani come Balmamion vincitore proprio dei Giri d Italia del 1962 e 1963 Gimondi Adorni e Merckx in squadre come la Carpano la Bianchi La Salvarani e la Faemino Dal punto di vista umano persone eccezionali con Balmamion e Felice sono tutt ora amico ma Merckx era troppo superiore Oltre all oro olimpico e molte gare tra i dilettanti esordì tra i professionisti nel 1961 vincendo la 2 semitappa della 6 tappa del Gran Premio Ciclomotoristico la 5 tappa del Giro di Sardegna Nuoro Cagliari e la 2 semitappa della 3 tappa della Tre Giorni del Sud Boiano Campobasso nel 1962 si aggiudicò la Genova Nizza la 2 tappa del Giro di Sardegna Carbonia Cagliari e la 6 tappa Alghero Sassari la 4 tappa del Giro d Italia Montecatini Perugia e la 9 tappa del Tour De France La Rochellòe Bordeaux quindi il Criterium Charitè sur Loire nel 1963 fu primo nella 21 tappa del Giro d Italia Brescia Milano e nella 5 tappa del Tour de France Rouenne Rennes nel 1965 vinse la Ronde de Monaco e nel 1966 il Trofeo Laigueglia Il ciclismo di oggi non mi piace propone biciclette e preparazioni non adeguate al materiale umano Si ritirò nel 1969 in seguito ad un incidente avvenuto in una competizione al Velodromo Vigorelli di Milano Ultime Notizie Strada 10 Agosto Ago 2015 21 03 an hour ago ALLIEVI Andrea Bagioli vince il 7 Giro della Valseriana A Massimiliano Benatti la quarta e ultima prova da Nembro a Lonno Strada 10 Agosto Ago 2015 19 55 2 hours ago Record di partecipanti nel Gp Festa dello Sport a Scorzè Vincono l allievo Mazzucco gli esordienti Martignago 1 anno e Tolomio 2 anno l allieva Tomasi e l esordiente Michieletto Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 58 5 hours ago CDM TRIALS a Vocklabruck Povolo è 10 Alessio e l altro azzurro Bertola alla fine 22 non riescono ad accedere alla finale

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/infopage/antonio-bailetti-campione-olimpico-a-roma-60-nella-100-km-a-squadre/9dee8c65-2e07-40a7-9136-66d839b8a30a/ (2015-08-11)
    Open archived version from archive

  • Vincenzo Nibali - FCI
    News Social Twitter Youtube Feed RSS Menù sezione Home Federazione Federazione STRUTTURA STRUTTURA Recapiti Uffici Federali Presidente Federale Consiglio Federale Revisori dei Conti Giustizia Sportiva Settori e Commissioni Federali Tecnici Federali Membri Italiani in Commissioni UCI e Uec MISSION MISSION Valori del ciclismo Codice Etico DOCUMENTAZIONE DOCUMENTAZIONE Carte Federali Regolamenti Federali Premi e Tasse Bilanci di esercizio Elettorale COMITATI REGIONALI BENEMERENZE SPORTIVE DIRETTORI DI CORSA E SICUREZZA GIUDICI DI GARA GIUSTIZIA SPORTIVA IMPIANTI SPORTIVI Comunicati Salute Salute Antidoping Tutela Della Salute Partecipa Partecipa Affiliazione e Tesseramento Sistema Informatico Accedi a Ksport Tessera Giornaliera Gare e Calendari Assicurazione Convenzioni per i Tesserati La Newsletter Ricerca Società e Tesserati Punteggi Atleti Download Atleti Formazione Formazione Settore Studi Scuole di Ciclismo La Bicicletta La Bicicletta Storia Storie Muoversi in Bicicletta Notizie Utili Gare Eventi News Social Twitter Youtube Feed RSS Home Storia Storie Personaggi Vincenzo Nibali Vincenzo Nibali FCI Vincenzo Nibali l uomo e l atleta nell intervista su Vanity Fair FCI Vincenzo Nibali il volto bello dell Italia che pedala Ultime Notizie Strada 10 Agosto Ago 2015 21 03 an hour ago ALLIEVI Andrea Bagioli vince il 7 Giro della Valseriana A Massimiliano Benatti la quarta e ultima prova da Nembro a Lonno Strada 10 Agosto Ago 2015 19 55 2 hours ago Record di partecipanti nel Gp Festa dello Sport a Scorzè Vincono l allievo Mazzucco gli esordienti Martignago 1 anno e Tolomio 2 anno l allieva Tomasi e l esordiente Michieletto Maglia Azzurra 10 Agosto Ago 2015 16 58 5 hours ago CDM TRIALS a Vocklabruck Povolo è 10 Alessio e l altro azzurro Bertola alla fine 22 non riescono ad accedere alla finale Benito Ros nella cat 20 e il giovane Jack Carthy nella cat 26 si aggiudicano la prova MTB Trials 10 Agosto Ago 2015 16 50 5 hours ago Fruet e Bulleri vincono il 6 XC di Ferragosto Dei Tos mette il sigillo sulla Veneto Cup In 300 bikers a Rasai di Seren del Grappa Strada 10 Agosto Ago 2015 16 42 5 hours ago JUNIORES sulle strade del Passatore ciclone Savini Una gara juniores legata al nome di Alfredo Martini che ispirò Davide Cassani e le società Pol Zannoni Ceretolese e Fosco Bessi per istituire queste corsa Strada 10 Agosto Ago 2015 16 39 5 hours ago ALLIEVI nel GP Chianti vince Galardini L umbro ha lasciato tutti a 13 Km dal traguardo riuscendo a conservare un minimo vantaggio all arrivo nei confronti dell ottimo empolese Magli e del compagno di squadra Asllani Strada 10 Agosto Ago 2015 16 36 5 hours ago ESORDIENTI Dati e Crescioli vincono per distacco In 170 complessivamente i partecipanti a questo Memorial Nevio e Nilvo Maionchi con successi per distacco firmati da due tra i più forti e brillanti esordienti toscani Strada 10 Agosto Ago 2015 16 33 5 hours ago ALLIEVI Casal nettamente a Chiesanuova Uzzanese L esponente della S C Valle di Cembra ha regolato nettamente sul traguardo il compagno di fuga l emiliano Lepri Maglia Azzurra 10

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/section/vincenzo-nibali/cdd93024-c208-4dc6-8327-4447d9b5135f/ (2015-08-11)
    Open archived version from archive

  • Alfredo per sempre! - FCI
    13 06 11 months ago La dichiarazione del presidente della regione Toscana Rossi Abbiamo perso Alfredo Martini Uno che ha corso in bicicletta con Bartali e Coppi uno che ha messo d accordo Moser e Saronni facendogli vincere un mondiale uno che ha fatto vincere 6 mondiali all Italia uno che era sempre vicino a tutti i suoi corridori sia che si chiamassero Pantani o Signor Ne FCI 25 Agosto Ago 2014 13 08 11 months ago La dichiarazione del presidente del CONI Giovanni Malagò Con Martini se ne va l ultimo dei grandi testimoni di un epopea che ha reso il ciclismo uno degli sport più popolari in Italia FCI 25 Agosto Ago 2014 13 09 11 months ago Il pensiero del presidente del Consiglio Matteo Renzi Un pensiero commosso per Alfredo Martini Ha onorato l Italia come ct del ciclismo Ma soprattutto ha mostrato i veri valori dello sport Alla famiglia di Alfredo e alla grande famiglia del ciclismo l abbraccio di tutto il Governo FCI 25 Agosto Ago 2014 21 53 11 months ago Una sensibilità fuori dal comune Alfredo Martini ha rappresentato il punto di riferimento culturale per l Italia sportiva conciliando la doppia anima del nostro paese guelfa e ghibellina Questo ne ha fatto una delle figure di riferimento del 900 italiano non solo dal punto di vista sportivo FCI 26 Agosto Ago 2014 02 00 11 months ago Il messaggio di cordoglio del presidente Di Rocco a Federazione Ciclistica Italiana ha disposto un minuto di silenzio nelle gare del fine settimana e a tutte le Nazionali impegnate agli eventi internazionali di indossare il lutto fino a Ponferrada2014 FCI 27 Agosto Ago 2014 02 00 11 months ago Cassani l ultimo saluto commosso ad Alfredo Ho avuto due padri il secondo è stato Alfredo Ora che in ammiraglia azzurra sono seduto al tuo posto so che quando avrò bisogno di un tuo consiglio potrò chiudere gli occhi e ascoltare ciò che hai da dirmi FCI 27 Agosto Ago 2014 02 00 11 months ago Il ricordo dei tecnici azzurri Oggi alle ore 16 la cerimonia funebre nella Pieve di San Martino a Sesto Fiorentino FCI 27 Agosto Ago 2014 02 00 11 months ago Il messaggio del presidente dell UCI Brian Cookson Figura estremamente importante nella storia del ciclismo italiano FCI 28 Agosto Ago 2014 02 00 11 months ago Il ricordo di Cassani Così ho vissuto con Martini il trionfo di Nibali al Tour Alfredo vedeva in Vincenzo l immagine di un altra Italia diversa da quella che si vocifera di un paese che noi sappiamo esistere in un certo modo attraverso questo modello che abbiamo visto lottare quotidianamente fino alla vittoria FCI 29 Agosto Ago 2014 02 00 11 months ago I ringraziamenti della famiglia La Famiglia Martini nell impossibilità di farlo personalmente desidera ringraziare tutti coloro che con commozione hanno condiviso il dolore per la perdita dello storico CT Azzurro FCI 3 Settembre Set 2014 13 13 11 months ago Il ricordo

    Original URL path: http://www.federciclismo.it/it/section/alfredo-per-sempre/21abe095-051b-439a-9147-3b5e5548ce82/ (2015-08-11)
    Open archived version from archive