web-archive-it.com » IT » G » G8ITALIA2009.IT

Total: 426

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • G8 Summit 2009 - sito ufficiale - I luoghi
    Internazionale Superiore di Studi Avanzati e il Centro Internazionale di Fisica Teorica A Trieste si trova anche la sede della Cei Central European Initiative un ente internazionale formato da 17 Paesi nato con lo scopo di favorire la cooperazione e lo sviluppo nell Europa centrale Nei primi decenni del secolo scorso Trieste è stata anche un centro di richiamo per la letteratura mondiale Due grandi autori italiani del Novecento come il poeta Umberto Saba e lo scrittore Italo Svevo sono nati e vissuti in questa città A Trieste trascorse un lungo periodo della sua esistenza anche James Joyce Il territorio di Trieste vanta inoltre riserve naturali come quella marina di Miramare quella delle falesie di Duino della Val Rosandra dei Monti Lanaro e Orsarior e la pittoresca cittadina istro veneta di Muggia La costiera delle bianche falesie coste rocciose fa da cornice ad un promontorio carsico dagli aspetti naturalistici particolarissimi tra cui la Grotta Gigante la cavità turistica più grande al mondo Le bellezze naturali valorizzano inoltre il vasto patrimonio architettonico come nel caso del Castello di Miramare costruito tra il 1856 e il 1860 per volere dell arciduca Massimiliano d Asburgo su progetto di Carl Junker Il Castello che

    Original URL path: http://www.g8italia2009.it/G8/Home/IncontriMinisteriali/MinisterialeEsteri/G8-G8_Layout_locale-1199882089535_LuoghiEsteri.htm (2015-08-19)
    Open archived version from archive


  • G8 Summit 2009 - sito ufficiale - Il Guerriero di Capestrano
    la responsabilità ha realizzato per il Guerriero di Capestrano uno speciale basamento antisismico alto circa 20 cm che ne garantisce la stabilità in caso di nuove scosse di terremoto Il dispositivo antisimico è in acciaio ed è formato da due piastre sovrapposte di cui la superiore può scorrere sull inferiore Fra le sculture del VI e VII secolo A C ritrovate nelle necropoli il Guerriero è sicuramente una di quelle che meglio si è conservata anche a questo deve la sua fama Il guerriero di Capestrano è il più antico ritrovamento in Abruzzo e dal 1943 anno della sua scoperta nella necropoli dell antica città di Ofena esercita un fascino particolare su archeologi storici dell arte e linguisti Per molti aspetti infatti la statua è avvolta nel mistero il volto coperto da una maschera il cappello a tese tanto larghe da sembrare un sombrero un incisione epigrafica tuttora oscura Quello che sembra certo è che non si tratta di un guerriero qualunque ma di un Capo esponente dell aristocrazia del suo tempo Lo provano i segni del potere militare di offesa e di difesa con cui è raffigurato E soprattutto lo provano i gioielli e gli ornamenti di cui è

    Original URL path: http://www.g8italia2009.it/G8/Home/LaNuovaSede/G8-G8_Layout_locale-1199882089535_Guerriero_Capestrano.htm (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • G8 Summit 2009 - sito ufficiale - Le grandi opere nell'ex Arsenale
    turismo Antiche arcate in granito locale disegnano il perimetro dell edificio delimitando anche i diversi ambienti La struttura in granito fu costruita alla fine del XIX secolo e utilizzata come deposito di carbone per rifornire le navi a vapore Il Molo nelle vicinanze Molo Carbone ha perso da tempo la sua funzione originaria la Marina Militare ha successivamente allestito in questa zona un autoreparto ma custodisce ancora oggi nel nome la memoria di quelle antiche abitudini marinare Il progetto della struttura ha previsto non solo la riabilitazione e il rinforzo delle parti storiche ma anche una grande copertura metallica di protezione posta a un altezza di dieci metri e dotata di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia Gli spazi aperti le pareti a vetro e le finestre che si ancorano alla struttura di copertura lasciando intatte le costruzioni antiche liberano la visuale verso l area esterna permettendo agli elementi architettonici antichi e moderni di dialogare tra loro e con lo scenario circostante SUPERFICI COMUNI E SPAZI DI DISTRIBUZIONE 1 495 MQ AREA UFFICI DELLE DELEGAZIONI 1 169 MQ SERVIZI E SPAZI TECNICI 378 MQ SALE CONFERENZE 404 MQ UFFICI SHERPA 400 MQ TOTALE DELLE SUPERFICI COSTRUITE 3 836 MQ SUPERFICIE DELLA COPERTURA 9 622 MQ IMPIANTO FOTOVOLTAICO 1 300 MQ ENERGIA DI IRRAGGIAMENTO 6 328 140 Kwh anno ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA 302 367 Kwh anno Gli Archi dell Arsenale Area ristorazione Gli Archi dell Arsenale si collocano nel lato occidentale della darsena tra il Padiglione del mare e il complesso residenziale Secondo il progetto originario questo spazio di oltre tremila metri quadri di superficie in occasione del Vertice G8 avrebbe dovuto ospitare i servizi per la ristorazione Ricavato dal restauro di una costruzione che ai tempi dell Arsenale ospitava officine e magazzini l edificio presenta una pianta a cinque navate Il principio generale di intervento ha previsto il consolidamento e la pulitura delle arcate già esistenti e la conservazione delle murature in pietra a vista nelle parti interne La copertura in acciaio aperta nel patio centrale delimitato da essenze tipiche locali svolge una funzione di sostegno e consolidamento dell intera struttura RECEPTION 160 MQ SERVIZI RISTORANTE CAFFETTERIA SPOGLIATOI 90 MQ CUCINE E DISPENSE CATERING 240 MQ SALE DA PRANZO 1 200 MQ PATIO 550 MQ CAFFETTERIA 600 MQ TOTALE DELLE SUPERFICI AL PIANO TERRA 2 840 MQ SPAZI TECNICI 270 MQ TOTALE 3 110 MQ Le Residenze dell Arsenale Nella zona nord dell ex Arsenale sorge un vasto complesso alberghiero costituito da cinque edifici che si inseriscono in un area di circa 38 mila metri quadri Il progetto ha previsto la demolizione di una serie di basse costruzioni in muratura di nessun valore architettonico e storico utilizzate dalla Marina come magazzini di materiali vari Le Residenze dell Arsenale offrono al pubblico 98 camere di cui 9 suite e numerosi spazi legati alle attività di accoglienza Dei cinque corpi del complesso uno è esclusivamente destinato alla residenza due hanno funzioni miste di residenza spa bar ristorante ecc uno risponde alla

    Original URL path: http://www.g8italia2009.it/G8/Home/LaSedeDelVertice/LaSedeOriginaria/G8-G8_Layout_locale-1199882089535_GrandiOpereExArsenale.htm (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • G8 Summit 2009 - sito ufficiale - Le altre opere sull'isola
    Novecento diventando nel tempo parte del patrimonio architettonico e urbanistico dell isola Questo antico edificio restaurato e consolidato è stato il fulcro intorno al quale si è sviluppato l intero progetto di riqualificazione dell area La facciata si presenta come era originariamente priva dei corpi di fabbrica laterali che erano stati aggiunti per potenziare la struttura sanitaria Gli spazi interni che coprono una superficie di quasi tremila metri quadri sono stati ridisegnati per rispondere alle nuove esigenze di ricettività con locali destinati all accoglienza al piano terra e 16 suite nei tre piani superiori Alle spalle di questo albergo ne sorge un altro completamente nuovo e collegato al primo La seconda struttura di circa 14 mila metri quadri di superficie complessiva è costituita da una lunga parte centrale che chiude alle estremità con due corpi disposti a corte La parte centrale si sviluppa su due livelli e ospita gli spazi dedicati alla ristorazione e ai servizi Nei tre piani a corte figurano invece le camere e le suite 85 in tutto Da questa seconda struttura oltre che da un ingresso esterno dedicato si può accedere agli edifici adibiti a bar e ristorante quest ultimo realizzato a vetrate e integrato a una costruzione preesistente completamente restaurata Se il primo albergo affaccia sul litorale separato dal mare solo da un brevissimo tratto di strada il secondo si staglia su un terreno roccioso che sale gradualmente per diversi metri La nuova realizzazione è rivestita dello stesso granito su cui poggia giocando a mimetizzarsi nel paesaggio e a fare da quinta scenica all edificio storico L Ospedale Militare nella Mariscuola La nuova sede dell Ospedale Militare Marittimo si trova oggi all interno della scuola per sottufficiali della Marina la Mariscuola In particolare i lavori più consistenti di ristrutturazione e adeguamento hanno riguardato l edificio chiamato Distaccamento La palazzina che si articola su cinque livelli per un totale di ottomila metri quadri accoglie la struttura sanitaria vera e propria con gli ambulatori i reparti di degenza gli uffici gli spazi ricreativi gli alloggi per il personale i locali per i servizi e la ristorazione Altri interventi hanno realizzato il recupero della foresteria e la costruzione ex novo di una cappella per le funzioni religiose dove prima sorgeva un vecchio magazzino Il Pronto Soccorso dell Ospedale Civile Paolo Merlo Il Pronto Soccorso dell Ospedale Civile della Maddalena che si estende su una superficie di circa 800 metri quadri è stato oggetto di interventi di messa a norma e ampliamento e conta oggi nuove attrezzature mediche reparti separati per le degenze maschili e femminili e un numero maggiore di posti letto Le condotte idriche l impianto di potabilizzazione e il depuratore L approvvigionamento idrico è un problema comune a molte isole specie nelle stagioni calde del periodo estivo Nell ambito dei progetti per il G8 sono stati realizzati diversi interventi per aumentare la disponibilità di acqua potabile alla Maddalena L acqua arriva sull isola attraverso due condotte principali la prima parte da Palau la seconda provienente da

    Original URL path: http://www.g8italia2009.it/G8/Home/LaSedeDelVertice/LaSedeOriginaria/G8-G8_Layout_locale-1199882089535_AltreOpere.htm (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • G8 Summit 2009 - sito ufficiale - Il Summit del 2008 in Giappone
    alimentare È stata decisa la creazione di un Gruppo di Esperti incaricati di monitorare la realizzazione degli impegni assunti a Toyako In tema di lotta al cambiamento climatico il G8 ha espresso la volontà di condividere con il contributo di tutte le principali economie e secondo il principio delle responsabilità comuni ma differenziate l obiettivo di ridurre almeno del 50 le emissioni globali di gas serra entro il 2050 nell ambito del negoziato climatico delle Nazioni Unite È stato affermato l impegno di attuare ambiziosi programmi nazionali per lo sviluppo di tecnologie low carbon volte al conseguimento della sicurezza energetica e di una crescita economica sostenibile È stata anche riconosciuta la necessità di fissare obiettivi di medio termine per l efficienza energetica Il G8 ha riaffermato l importanza dell innovazione tecnologica e del trasferimento delle tecnologie esistenti ai Paesi in Via di Sviluppo È stata sostenuta l importanza di una produzione ed uso sostenibile dei biocarburanti È stato riconosciuto il ruolo del nucleare per ridurre le emissioni di CO2 e per rispondere ai crescenti bisogni nazionali di sicurezza energetica L uso civile dell energia nucleare dovrà ispirarsi ai principi di non proliferazione e di sicurezza nucleare Il G8 ha riaffermato a Toyako gli impegni assunti al Vertice di Gleneagles di aumentare gli aiuti allo sviluppo per l Africa di 25 miliardi di dollari l anno entro il 2010 rispetto al livello del 2004 Il Vertice ha posto particolare attenzione a settori come la salute l acqua ed i sistemi igienico sanitari l istruzione la pace e la sicurezza I tempi di attuazione dell impegno assunto al Vertice di Heiligendamm del 2007 di sostenere con 60 miliardi di dollari la lotta contro le malattie infettive e il rafforzamento della sanità sono stati accelerati È stato ribadito l impegno di garantire l accesso universale alla prevenzione dall AIDS entro il 2010 così come quello di assicurare che tutti i bambini abbiano accesso alle cure mediche di base entro il 2015 All interno di un vasto piano d azione per la sanità il G8 si è impegnato ad attuare le raccomandazioni dell Organizzazione Mondiale della Sanità OMS tra cui quella di garantire una copertura sanitaria adeguata assicurando l obiettivo di garantire non meno di 2 3 operatori sanitari ogni 1000 abitanti Nell ambito della prevenzione della malaria è stata decisa la fornitura di 100 milioni di zanzariere entro il 2010 anche in considerazione del rapporto costi benefici particolarmente favorevole riconosciuto a questo strumento È stata sottolineata l importanza di dare efficace attuazione al Piano di Evian per un uso efficiente e razionale delle risorse idriche Il G8 si è impegnato a sostenere la Fast Track Initiative delle Nazioni Unite per l accesso universale all istruzione primaria e secondaria Accanto ai temi sociali il G8 ha richiamato l attenzione sull urgenza di creare in Africa migliori condizioni per gli investimenti sia esteri che nazionali al fine di promuovere lo sviluppo Il processo di outreach si è articolato a Toyako in tre sessioni a incontro

    Original URL path: http://www.g8italia2009.it/G8/Home/Approfondimenti/ItaliaNelG8/G8-G8_Layout_locale-1199882089535_Summit2008Giappone.htm (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • G8 Summit 2009 - sito ufficiale - Obiettivi del Millennio
    e l autonomia delle donne 4 Ridurre la mortalità infantile 5 Migliorare la salute materna 6 Combattere l HIV AIDS la malaria ed altre malattie 7 Garantire la sostenibilità ambientale 8 Sviluppare un partenariato mondiale per lo sviluppo Molto è stato fatto si stima che grazie alla creazione al Vertice di Genova 2001 del Fondo Globale su HIV AIDS tubercolosi e malaria si siano salvate più di due milioni di vite Tuttavia nonostante l impegno dei paesi più ricchi in materia di aiuti commercio e debito e di quelli più poveri a migliorare il rafforzamento delle proprie istituzioni la lotta alla corruzione e la promozione della democrazia e dei processi partecipativi della società civile molta strada rimane ancora da fare per raggiungere entro il 2015 gli Obiettivi del Millennio Stampa Siti web United Nations Millennium Development Goals La Campagna del Millennio The Global Fund to fight AIDS Tuberculosis and Malaria Vedi anche FAQ Sviluppo e Africa priorità imprescindibili per il G8 Riunione dei Ministri delle Finanze e dei Governatori delle Banche Centrali del G7 Riunione dei Ministri del Lavoro Riunione dei Ministri dell Agricoltura Riunione dei Ministri dell Ambiente La visite delle delegazioni estere alla Maddalena Le visite delle delegazioni

    Original URL path: http://www.g8italia2009.it/G8/Home/Approfondimenti/Sfide/G8-G8_Layout_locale-1199882089535_ObiettiviMillennio.htm (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • G8 Summit 2009 - sito ufficiale - Cambiamenti Climatici
    temperature lo scioglimento dei ghiacciai e la degradazione del suolo è compito dell intera comunità internazionale I Paesi industrializzati dovranno assumere la guida del processo e contribuire in maniera determinante alla riduzione delle emissioni di CO2 ma allo stesso tempo è indispensabile che le economie emergenti e i Paesi in via di sviluppo facciano la loro parte riducendo a loro volta le emissioni di gas ad effetto serra secondo una condivisione equilibrata delle responsabilità Il processo negoziale La Convenzione Quadro delle Nazioni Unite per il Cambiamento Climatico United Nations Framework Convention on Climate Change UNFCCC adottata alla Conferenza di Rio de Janeiro nel 1992 costituisce la sede principale del negoziato internazionale In vista della scadenza del Protocollo di Kyoto nel 2012 la Convenzione delle Nazioni Unite conduce il processo negoziale per definire un accordo di lungo termine sui cambiamenti climatici che sostituisca l attuale Protocollo e coinvolga il maggior numero possibile di paesi Un passo significativo in questo senso è stato compiuto alla Conferenza di Bali nel dicembre 2007 con l adozione della Bali Road Map in cui le parti si sono impegnate alla definizione del futuro accordo globale sul clima entro la Conferenza di Copenaghen a dicembre 2009 Al negoziato delle Nazioni Unite si affiancano il processo G8 e il Major Economies Meeting MEM Quest ultimo lanciato al Vertice G8 di Heiligendamm nel 2007 comprende i Paesi G8 i G5 Cina India Brasile Sudafrica Messico più Australia Corea Indonesia per un formato che rappresenta complessivamente oltre l 80 delle emissioni mondiali di CO2 In vista della Conferenza di Copenaghen alla fine dell anno il G8 2009 costituisce un momento fondamentale per favorire il pieno coinvolgimento di tutti i principali Paesi e contribuire al successo del negoziato delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici Stampa Vedi anche FAQ Sviluppo e Africa

    Original URL path: http://www.g8italia2009.it/G8/Home/Approfondimenti/Sfide/G8-G8_Layout_locale-1199882089535_CambiamentiClimatici.htm (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • G8 Summit 2009 - sito ufficiale - Sicurezza Alimentare
    strutturali responsabili della insufficiente produzione e della crescente insicurezza alimentare I G8 hanno anche annunciato intereventi pluriennali per circa 10 miliardi di euro complessivi che serviranno per finanziare progetti agricoli e infrastrutture necessarie allo sviluppo rurale I Leaders si sono anche impegnati a lanciare un Partenariato Globale per la sicurezza alimentare e ad organizzare per la prima volta un incontro dei Ministri G8 dell Agricoltura nel 2009 Un punto chiave di questo Partenariato è la necessità di basarsi sulle istituzioni esistenti a partire da quelle delle Nazioni Unite con sede a Roma appoggiandosi anche sulla Task Force di alto livello costituita dal SG Ban Ki Moon La Partnership è stata definita come uno strumento essenziale per la sicurezza alimentare caratterizzato da tre elementi 1 mantenere elevata l attenzione politica su questo tema coinvolgendo anche il settore privato e la società civile 2 favorire la condivisione di buone pratiche tra paesi 3 creare una rete di esperti e scienziati per sostenere l azione politica Il G8 ha il compito di facilitare il processo di creazione della Global Partnership che è aperta a tutti i paesi disponibili a porre il tema della sicurezza alimentare al centro dell agenda e a lavorare insieme

    Original URL path: http://www.g8italia2009.it/G8/Home/Approfondimenti/Sfide/G8-G8_Layout_locale-1199882089535_SicurezzaAlimentare.htm (2015-08-19)
    Open archived version from archive



  •