web-archive-it.com » IT » G » GIORGIOMANGANI.IT

Total: 16

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Giorgio Mangani consulente editoriale
    Galleria foto e video Siti collegati motore di ricerca Contatti Curriculum scientifico e professionale Home Profilo biografico scientifico e professionale I programmi di ricerca Pubblicazioni libri e monografie Studi e saggi Saggi sul lavoro scientifico Galleria foto e video Siti

    Original URL path: http://nuke.giorgiomangani.it/ (2016-04-26)
    Open archived version from archive


  • Giorgio Mangani consulente editoriale
    Galleria foto e video Siti collegati motore di ricerca Contatti Curriculum scientifico e professionale Home Profilo biografico scientifico e professionale I programmi di ricerca Pubblicazioni libri e monografie Studi e saggi Saggi sul lavoro scientifico Galleria foto e video Siti

    Original URL path: http://nuke.giorgiomangani.it/Home/tabid/466/Default.aspx (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • Profilo biografico, scientifico e professionale
    di Ancona dal 2003 In questi anni ha tuttavia continuato a lavorare come studioso a diversi programmi di ricerca elaborando un proprio metodo di indagine storico critica della storia del pensiero geografico della cartografia della teoria storia e progettazione del paesaggio Dopo un primo periodo 1980 90 dedicato con l amico Christian Jacob Cnrs Parigi allo studio della geografia del mondo antico si è occupato di storia della cartografia degli Stati Pontifici e degli atlanti fiamminghi in particolare dell atlante di Abramo Ortelio Anversa 1570 che ne aveva inaugurato il genere mettendo in evidenza in maniera inedita la funzione persuasiva propagandistica e religiosa svolta dalle carte geografiche nell età della Riforma e cercando di chiarire i meccanismi costitutivi di quell effetto retorico ed epistemologico che viene definito come mapping Il mondo di Abramo Ortelio Misticismo geografia e collezionismo nel Rinascimento dei Paesi Bassi 1998 rist 2006 Cartografia morale Geografia persuasione identità 2006 Contestualmente a queste ampie sintesi critiche che hanno destato notevole attenzione tra gli studiosi italiani e stranieri come David Woodward University of Wisconsin Madison Denis Cosgrove University of California Los Angeles e Massimo Quaini Università di Genova non hanno mancato di testimoniare cfr i saggi su G Mangani scaricabili dal sito si è dedicato alla storia antropo geografica delle Marche la regione dove vive abitualmente con ricerche dedicate al paesaggio alla rappresentazione cartografica e vedutistica alle narrazioni dei viaggiatori e all impiego delle carte geografiche delle vedute e delle mappe nelle strategie di governo del territorio nelle aree del Ducato di Urbino e della Marca di Ancona all inizio dell età moderna Tali ricerche hanno comportato consistenti lavori di documentazione e catalogazione come il catalogo della Cartoteca Storica delle Marche collezione pubblica fondata assieme a Valerio Paci nel 1987 con sede a Serra San Quirico della collezione cartografica

    Original URL path: http://nuke.giorgiomangani.it/Profilobiograficoscientificoeprofessionale/tabid/468/Default.aspx (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • I programmi di ricerca
    ho cercato di sintetizzare precocemente e anche un po confusamente alcune proposte nel mio La cartografia come semiotica connotativa per una critica semiologica delle ideologie dello spazio geografico 1979 Molte di queste riflessioni trovano spazio in sedi diverse grazie all interessamento di singoli studiosi storici del mondo antico come Bruno Gentili dell Università di Urbino Pietro Janni filologo classico dell Università di Macerata dedicatosi anche alla storia della geografia antica del quale sono stato allievo in quell Università Luciano Canfora antichista dell Università di Bari più recentemente David Woodward curatore della prestigiosa History of Cartography della Chicago University Press che mi offrono il loro consiglio e la possibilità di pubblicare alcuni lavori che qui sintetizzo Atlas d enfans Retorica dello spazio e arte della memoria nella pedagogia geografica degli Atlanti per fanciulli in Erodoto n 5 6 1982 pp 95 101 Un breve intervento in un numero della rivista dedicato alla Geografia nella scuola Il saggio ripercorre i rapporti tra cartografia ed arte della memoria esaminando la funzione prevalentemente mnemotecnica dell insegnamento della geografia come è stato inteso dalla pedagogia dei Gesuiti Carte I luoghi del sapere in O Calabrese R Giovannoli I Pezzini a cura Hic sunt leones Cartografia fantastica e viaggi straordinari Milano Electa 1983 pp 72 75 Inserito in un volume che doveva introdurre criticamente al percorso espositivo di una mostra nel quale compaiono testi e saggi di Italo Calvino Omar Calabrese Marica Milanesi Umberto Eco insieme ai più simili interventi di C Jacob e F Lestringant questo saggio si propone di rintracciare il rapporto profondo intercorso tra la carta e l enciclopedia tra la funzione mnemotecnica e l organizzazione logica del sapere Ne emerge come un programma di analisi degno di ulteriore approfondimento la nozione mistica ermetica e cabbalistica di enciclopedia teatro ed i suoi rapporti profondi con la genesi del Theatrum orbis terrarum Anversa 1570 primo atlante geografico a stampa di Ortelio La macchina dei climi Enciclopedismo geografia economia scritturale in Quaderni Urbinati di Cultura Classica n s vol 14 n 2 1983 pp 131 152 Il saggio era sostanzialmente un progetto di ricerca incentrato sulla geografia stoica che introduce nel pensiero geografico antico un criterio sistematico una logica dei pieni sui vuoti una relazione funzionale stretta tra organizzazione dello spazio teoria dei climi e teoria del linguaggio Nuove prospettive metodologiche per lo studio della geografia del mondo antico in Quaderni di storia n 21 1985 pp 37 76 in collaborazione con Christian Jacob Scritto in collaborazione con Jacob il saggio che è la elaborazione di un intervento al Convegno sulla geografia antica tenutosi nel 1984 all Università di Macerata riepiloga i nodi strategici della riflessione sulla geografia antica ancora irrisolti sottolineando la necessità di superare la tradizionale idea evolutiva del progresso delle conoscenze per affrontare un analisi complessiva e sistematica della disciplina geografica antica e dello statuto da essa rappresentato e dal geografo nella cultura scientifica del tempo passando in rassegna gli studi e gli esempi metodologicamente più significativi Gran parte di questo periodo è dedicata allo studio del pensiero geografico antico nel tentativo di dimostrare sulla scia del messaggio di Vernant e di Detienne che la geografia e la cartografia antiche vanno analizzate con Kuhn come mondi epistemologici intraducibili nelle loro corrispondenti discipline moderne Un esempio di questo orientamento può essere il saggio Procedure congetturali nella geografia greca antica 1990 nel quale lo studio delle procedure congetturali messe in pratica dal geografo antico dimostra il carattere essenzialmente qualitativo del suo ragionamento cartografico anche in quei casi in cui esso sembra pervenire a misurazioni astronomiche e matematiche Abituato a misurare lo spazio congetturando la distanza tra i luoghi con i tempi di percorrenza e ad identificare le regioni parallele paragonando la somiglianza dei climi il cartografo antico mescola dati ed informazioni notevolmente arbitrari per procedere a calcoli ben poco attendibili nel senso che noi moderni possiamo attribuire a questo termine sintomi di una nozione di esperienza del tutto particolare e incomparabile con il moderno empirismo Per una nuova storia della geografia e della cartografia A partire dal 1990 i miei interessi scientifici hanno trovato nella storia del pensiero geografico della geografia culturale ai suoi primi vagiti negli anni Ottanta e della cartografia un ambito particolarmente congeniale Nel 1989 richiesto di coordinare una ricerca sull immagine che la regione marchigiana presentava nella cultura di massa italiana e sulle dinamiche storiche che potevano averla plasmata o modificata mi sono occupato di ricostruire la genesi dell identità regionale secondo un approccio che probabilmente è stato più vicino alla storia della cultura che propriamente alla storia della geografia ma che trova sostanziali convergenze e parallelismi ideologici tra la definizione dello stereotipo del Marchigiano e gli elementi caratterizzanti la cosidetta regione naturale come è stata perimetrata e descritta dalla non lontana geografia fisica italiana Il carattere delle Marche Genesi di un identità regionale 1989 Dal 1992 grazie alla concessione di un contributo regionale ed alla disponibilità dell amministrazione comunale di Serra San Quirico Ancona che ha messo a disposizione un edificio storico adeguato ho potuto raccogliere una collezione storico cartografica regionale dando vita ad un piccolo museo di storia della cartografia la Cartoteca storica regionale delle Marche della quale sono stato a lungo responsabile e conservatore la cui dotazione bibliografica mi ha consentito di ovviare in parte alla mia collocazione non accademica consentendomi di attrezzare una biblioteca specializzata Sono nati in questo ambito alcune guide divulgative Carte e cartografi delle Marche La cartografia storica regionale sec XV XIX 1992 che è stato un occasione per rimediare a qualche errore ed alle lacune nei quali ero incorso nella redazione dell Atlante ha il vantaggio della sintesi e dispone di una bibliografia aggiornata e La chiesa di Santa Lucia e la Cartoteca Storica delle Marche 1996 sintetica guida al museo cui è seguita nel 2001 la catalogazione in CD rom della collezione Nel 1995 ho catalogato secondo le procedure previste dal Catalogo delle stampe la collezione cartografica storica della Biblioteca comunale di Urbania l antica Casteldurante pubblicato in Mangani Paoli 1996

    Original URL path: http://nuke.giorgiomangani.it/Iprogrammidiricerca/tabid/469/Default.aspx (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • Pubblicazioni, libri e monografie
    secolo XVI furono percepiti socialmente come nuovi mezzi di comunicazione capaci di anticipare il linguaggio televisivo moderno Di qui il peso determinante esercitato dalle mappe e dal mapping nello sviluppo della autoconsapevolezza individuale moderna e delle cosidette identità nazionali e locali Come sottolinea l autore non sono state le mappe a veicolare i simboli ma è stata piuttosto la logica del simbolo a fondarsi sul linguaggio cartografico Un analisi della retorica cartografica indispensabile a tutti coloro che fanno uso di mappe e vogliono capirne oltre al fascino l enorme potere che esse mettono in campo Reperibile su http arte fcp it index php cartografia morale html The English in the Marche 2005 Collier Gretton Lee Lussu From the end of the nineteenth century to the 1970s four women writers of English origin described their individual encounters with an Italian region that is little known to the wider public the Marche This land presented a sweet fertile undulating landscape with many fortified villages in which the inhabitants seemed to be stuck in time This was at least the opinion of an English traveller of that time such as G Gretton In 1860 G Gretton described the backwardness of the ruling classes and the bad government of the Papal States After her marriage to a handsome Garibaldian officer the aristocrat M Collier moved to the Marche and provided an account of the excessive promiscuity in the relationships between the gentry and the farmers who in truth did not differ greatly J Lussu who was Margaret Collier s granddaughter narrated the story of her English ancestors and their adventurous and romantic pilgrimage to the Marche Towards the end of the eighteenth century they moved there in search of freedom the same ideal that always inspired Lussu s life as a committed writer and an active politician V Lee set a gothic story in Urbania in the Montefeltro at the end of the nineteenth century She transformed the sweet landscape of the Marche into a misty damp moor which provides the background for an impossible and fatal love story between a Polish visitor the historian Spiridion Trepka and a mysterious portrait of a wonderful lady Medea of Carpi who died four hundred years beforehand Reperibile su www lavoroeditoriale com G Mangani P Persi a cura Nomi di paesi Storia narrazioni e identità dei luoghi marchigiani attraverso la toponomastica Ancona il lavoro editoriale 2005 Secondo Marcel Proust i nomi dei paesi sono all origine di una specie di eccitazione della fantasia e della memoria A differenza delle parole che hanno invece perso questa forza per essersi appiattite nel comunicare informazioni divenute stabili essi evocano immagini interiori che fanno viaggiare la nostra mente in un mondo di colori e di odori con il potere di condizionare la stessa percezione dei luoghi veri e con il rischio di farceli apparire deludenti Il nome di Firenze per esempio gli richiamava l immagine di una città profumata come una corolla mentre quello di Parma gli evocava il colore mauve delle violette che diventava subito profumo pungente Prendendo a prestito il titolo di un capitolo della Recherche questa guida nata nell ambito di un progetto di ricerca condotto all Istituto di Geografia dell Università di Urbino cerca di ricostruire la forza evocativa emotiva dei nomi dei luoghi marchigiani la loro funzione di traccia della memoria per storie aneddoti favole ma anche per le vicende storiche realmente accadute trasfigurate nella tradizione popolare in forme simili al linguaggio dei sogni Ne emerge un itinerario della memoria e dell identità locale derivato non solo dalle corrette etimologie toponomastiche ma anche e soprattutto dalle storpiature e dalle derive fantastiche che hanno storicamente caratterizzato l imposizione dei nomi ai luoghi e la loro continua ricodifica Una guida a quanto vi è e resta di intraducibile di un territorio argine apparentemente impalpabile ma in realtà duro come la pietra contro la totale traducibilità dei luoghi imposta dalle dinamiche culturali della globalizzazione Reperibile su www lavoroeditoriale com L immagine delle città 2001 Mariano Fabio A cura di Fabio Mariano con scritti di Nando Cecini Giorgio Mangani Fabio Mariano L assetto di un territorio e lo sviluppo delle città non vengono condizionati solo dalle infrastrutture materiali le strade i flussi economici gli insediamenti ma sono anche espressione di tradizioni e valori immateriali L immagine delle città ricostruisce le forme le tecniche le ideologie e i modelli culturali che hanno influito in età moderna sulla percezione dei luoghi nel territorio dell attuale Provincia di Ancona nella loro rappresentazione tecnico scientifica come in quella artistica La città e il territorio letti attraverso la storia della cartografia della veduta paesistica delle guide di viaggio artistiche e storiche e dell immagine fotografica si rivelano in questo modo non solo per la storiografia delle Marche ma anche per la storia della cultura documenti da interrogare con strumenti nuovi rivelando informazioni essenziali per una comprensione non superficiale dell identità dei luoghi Reperibile su www lavoroeditoriale com G Mangani Il mondo di Abramo Ortelio Misticismo geografia e collezionismo nel Rinascimento dei Paesi Bassi Modena Franco Cosimo Panini Editore 1998 ristampa 2006 Abramo Ortelio Anversa 1527 1598 antiquario collezionista tra i più autorevoli dei Paesi Bassi al centro di un cenacolo di artisti umanisti e cultori degli studi classici pubblica ad Anversa nel 1570 il primo atlante geografico a stampa dell età moderna il Theatrum orbis terrarum che diverrà ben presto dopo numerose riedizioni e traduzioni nelle principali lingue il libro forse più venduto del secolo XVI nonostante fosse tra i più costosi Con un indagine che ricostruisce la personalità di Ortelio anche attraverso i suoi rapporti epistolari scientifici e religiosi entro l ambiente mistico degli affiliati alla setta clandestina della Famiglia dell Amore di Anversa popolato dalle personalità intellettuali più importanti e significative del nord Europa tra le quali Pieter Bruegel il vecchio il tipografo Cristoforo Plantin l orientalista Guillaume Postel gli artisti Philip Galle e Joris Hoefnagel questa monografia indaga sul significato cifrato e profondo della pubblicazione cartografica del grande geografo sulla sua funzione

    Original URL path: http://nuke.giorgiomangani.it/Pubblicazionilibriemonografie/tabid/470/Default.aspx (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • Studi e saggi
    la toponomastica a cura di Peris Persi e Giorgio Mangani Ancona il lavoro editoriale 2005 Universalizzare il locale Loreto e Recanati in N Cecini A Paglione K Sordy a cura Loreto Recanati Luoghi dell anima Loreto 2004 ma 2005 pp 242 247 Topica del paesaggio in Bollettino della Società Geografica Italiana n 3 2005 pp 557 566 Amerigo Vespucci e la meditazione cartografica in Memorie Geografiche suppl a Rivista Geografica Italiana Atti del convegno Conoscere il mondo Vespucci e la modernità Firenze 28 29 ottobre 2004 a cura di M Tinacci Massello C Capineri F Randelli n s n 5 2005 pp 23 39 Indagine sviluppo rete museale in area Distretto rurale Colli Esini 2004 Towns views for praying The ancient way to think by means of places in Inferno vol X 2005 review published by the University of St Andrews Scotland issue dedicated to Cartography and Urban Representations throughout History Lenia Kouneni ed pp 33 42 L atlante come raccolta del sapere Nascita di un nuovo mezzo di comunicazione Prolusione alla 9 Conferenza nazionale Asita in Atti vol I Milano 2005 pp XVII XXVI Riedito in Geomedia n 1 2006 pp 54 58 L Arcadia e è il paesaggio marchigiano Territorio e persuasione in M Sargolini a cura Paesaggio territorio del dialogo Roma Kappa 2005 pp 89 104 Quaderni del Dip di progettazione e costruzione dell ambiente dell Università di Camerino Introduzione a The English in the Marche Novels and Romantic Landscapes from a new discovered region Ancona Il Lavoro Editoriale 2005 pp 7 15 Vedere da lontano Seminario Parigi 2006 Cartographic Oddities Cracovia 2007 Messen rechnen beten Die Weltkarte von Ricci als Meditationshilfe in Matteo Ricci Europa am Hofe der Ming herausgegeben von F Mignini Milan Mazzotta 2005 ss 37 49 Il racconto del territorio il territorio come racconto Il sentimento del paesaggio nelle terre di Gentile in Terre del Gentile Racconto del territorio Introduzione alla guida edita in occasione della Mostra Gentile da Fabriano e l altro Rinascimento Fabriano aprile luglio 2006 Ancona Regione Marche 2006 pp 17 21 I casi della necessità Il sentimento del paesaggio nel Lario e nelle Marche Relazione alla seconda Conferenza internazionale di ricerca La cultura del paesaggio tra storia arte e natura Centro Italo Tedesco Villa Vigoni Loveno di Menaggio 29 gennaio 1 febbraio 2006 con Barbara Pasquinelli Icone urbane Città per pregare Rapporto di ricerca sul progetto Icone urbane promosso dall Istituto di ricerche per la religiosità popolare e il folklore nelle Marche Serra de Conti Fondazione Cassa di Risparmio di Verona Vicenza Belluno e Ancona 2006 Vedere da lontano Mappe globi cannocchiali e rosari in Kos n s n 253 ottobre 2006 pp 60 64 Nel gabinetto scientifico del naturalista Luigi Paolucci 1849 1935 in Il Museo di scienze naturali Luigi Paolucci Guida alla visita Ancona Sistema Museale della Provincia di Ancona 2006 pp 5 12 Isolario adriatico Varazdin capitale del barocco in Musanet Un progetto di cooperazione tra musei dell Europa adriatica Ascoli Piceno 2006 pp 28 32

    Original URL path: http://nuke.giorgiomangani.it/Studiesaggi/tabid/472/Default.aspx (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • Saggi sul lavoro scientifico
    Cartografia morale 2006 in Charta Geographica n 1 2007 Veronica della Dora Università di California Los Angeles su Cartografia morale 2006 in Imago Mundi n 59 2007 pp 243 244 Massimo Quaini Università di Genova su Il mondo di Abramo Ortelio 1998 e Cartografia morale 2006 in Rivista Geografica Italiana anno CXIV n 2 2007 pp 159 178 Claudio Cerreti Università di Roma La Sapienza in Bollettino della Società Geografica Italiana serie XII vol XII fasc 3 2007 pp 767 770 Sul contributo scientifico offerto dagli studi di Giorgio Mangani alla riflessione del geografo e storico del paesaggio anglo statunitense Denis Cosgrove Universiy of Calisfornia Los Angeles cfr V Della Dora Denis Cosgrove Uomo Universale in Environment and Planning D Society and Space 2008 vol 26 pp 381 388 F Vallerani e V Della Dora Addio a Denis Cosgrove la grandezza dell umiltà in Bollettino della Società Geografica Italiana s XIII vol 1 fasc 2 2008 pp 499 501 V Della Dora Aesthete of Living in corso di pubblicazione su Cultural Geographies Gennaio 2009 Sviluppi e approfondimenti delle ricerche geografiche e storico cartografiche di Giorgio Mangani sono state prodotti da V Della Dora Mapping a Holy Quasi Island Mount Athos

    Original URL path: http://nuke.giorgiomangani.it/Saggisullavoroscientifico/tabid/471/Default.aspx (2016-04-26)
    Open archived version from archive

  • Galleria foto e video
    nel 2009 Ambizione del classico 2014 Guarda il video Icone dell Adriatico testi di Giorgio Mangani regia di Gianluca Corinaldesi video realizzato dal Sistema Museale della Provincia di Ancona per la mostra Santi sull Adriatico La circolazione iconica nel basso Adriatico promossa dale Regioni Puglia Marche dai Ministeri per i beni e le attività culturali Affari Esteri Sviluppo economico organizzazione Innova Puglia Bari Castello Svevo 2009 Guarda il video La Cartoteca storica delle Marche di Serra San Quirico testi di Giorgio Mangani regia di Gianluca Corinaldesi video guida Ipoid realizzata dal Sistema Museale della Provincia di Ancona nell ambito del progetto Sistema museo diffuso promozione e imagine della Regione Marche finanziato con fondi Docup 2000 2006 2008 Guarda il video Icone urbane testi di Giorgio Mangani e Barbara Pasquinelli filmati e montaggio di Franco Perticaroli video realizzato dall Istituto per la storia del folklore e la religiosità popolare delle Marche di Serra de Conti sintesi della ricerca omonima 2004 2006 Icone urbane 2009 Guarda il video C era una volta la miniera di Ca Bernardi Sassoferrato testi di Giorgio Mangani regia di Giorgio Cingolani video guida Ipoid realizzata dalla Mediateca delle Marche per il Sistema Museale della Provincia di Ancona

    Original URL path: http://nuke.giorgiomangani.it/Galleriafotoevideo/tabid/473/Default.aspx (2016-04-26)
    Open archived version from archive