web-archive-it.com » IT » H » HOMERUS.IT

Total: 151

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Solidarietà ARTICOLI Vela Campionato Mondiale Vela Per non Vedenti
    un sordo Il sostantivo Solidarietà ci ricorda subito delle attività di generosità da parte di persone normodotate o ricche o religiose o di associazioni no profit verso coloro che sono meno fortunati di noi Certo lo Zingarelli non sarebbe d accordo perché troverebbe una definizione più esatta ma nell intendere comune questo è ciò che immediatamente pensiamo al sentir pronunciare questa parola Ebbene allora Vi racconto cosa ha fatto Homerus Abbiamo iniziato a Febbraio del 1996 Abbiamo sempre pensato quanto fosse bello per un cieco poter governare da solo una barca a vela e così ci siamo mossi Mano a mano che il programma procedeva ci siamo però accorti che ottenevano dei risultati anche sul piano umano i ciechi diventavano più sicuri più intraprendenti più autonomi venivano da soli e non più accompagnati programmavano avventure facevano noleggiare barche agli amici vedenti non velisti che poi timonavano loro e ipotizzavano attraversate atlantiche Abbiamo allora capito che non stavamo insegnando uno sport fine a sé stesso ma utilizzando questo sport ottenevamo una crescita dell uomo ed una autonomia incredibile E questo è un regalo che mi è stato fatto perché a questo non avevo pensato Spesso sono stato richiesto di portare in barca a vela anche le altre forme di disabilità ma mi sono sempre opposto Sia perché il fare troppo significa decadere in qualità Sia perché il sistema Homerus adatto per i ciechi non è applicabile alle altre disabilità Sia perché portare un disabile a fare un uscita in barca a vela è una cosa fine a se stessa che lascia un bel ricordo che è paragonabile ad un regalo fatto da noi Ma io non so regalare almeno non nella accezione più comune di questa parola Io so donare la mia vita il mio tempo e quindi rinunciare al guadagno

    Original URL path: http://www.homerus.it/Vela-non-vedenti/solidarieta.html (2015-08-19)
    Open archived version from archive


  • Due giorni sul Bamboo ARTICOLI Vela Campionato Mondiale Vela Per non Vedenti
    vedere e conoscere la barca in tutti i suoi dettagli sia in coperta che sotto è un Baltic 51 una bellissima e grande barca da regate di altura ed anche adatta per attraversate oceaniche E dotata di tutte le strumentazioni di navigazione e orientamento ed è equipaggiata con quattro o cinque tipi di fiocchi diversi e due spinnaker un vero e proprio portento Non è stato difficile imparare la dislocazione delle varie attrezzature e delle manovre anche perché se ero nel dubbio subito i ragazi mi dicevano dove si trovava quella determinata manovra Dopo circa 15 minuti sarei dovuto tornare a terra per regolarizzare la mia iscrizione giuro che non volevo scendere perché mi piaceva troppo quella barca Sono sceso ed ho aspettato l arrivo di Stanislao il comandante del Bamboo che ancora non conoscevo il quale mi avrebbe accompagnato a fare l iscrizione Quando è arrivato si è presentato e subito siamo andati nel luogo stabilito per svolgere le operazioni burocratiche Durante il tragitto l ho tempestato di domande sui tossicodipendenti sulla sua comunità su come dovevo parlare ai ragazzi come mi dovevo comportare con loro ecc Lui mi disse che non avrei dovuto fare assolutamente nulla di particolare e se lo ritenevo opportuno avrei potuto fare loro tutte le domande che volevo perché loro non se la prendono ed anzi sono contenti di dare spiegazioni su tutto ciò che concerne la comunità senza alcun problema Tornati al porto mi sono imbarcato definitivamente e da lì è cominciata la mia avventura Inizialmente mi trovavo un po a disagio perché non li conoscevo e poi non sapevo come rapportarmi a loro il momento della cena è stato abbastanza difficile per me perché non c era Stani che mi poteva dare un po di sicurezza poi mi sono fatto coraggio ed ho affrontato il momento cercando di mascherare il più possibile il mio imbarazzo e il mio momentaneo disagio Una cosa sola mi consolava avrei dormito in barca e la cosa mi attirava alquanto Ho dato una mano a preparare la tavola e a sparecchiare ed ho visto che nessuno si faceva dei problemi anzi erano felici che li aiutassi fino ad allora alcuni di loro non avevano mai visto un non vedente in barca e quindi non sapevo come potevano vivere la situazione Dopo cena siamo saliti in coperta a chiacchierare un po e una ragazza Eleonora mi ha chiesto se ce l avrebbe fatta ad uscire dalla droga e non solo mi ha anche detto che Alessandro era in quella comunità da solo un mese e mi chiedeva se anche lui ce l avrebbe fatta Ho trattenuto a malapena la commozione e poi con fare deciso li ho rassicurati dicendo che se andavano avanti così ne sarebbero usciti senza problemi E proprio vero si aggrappano a tutto e cercano ogni minimo conforto per superare al meglio il problema Più tardi quando tutti si preparavano per dormire io sono andato a prua e ho riflettuto un po sui momenti appena

    Original URL path: http://www.homerus.it/Vela-non-vedenti/duegiornisulbamboo.html (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • Vela Mon Amour ARTICOLI Vela Campionato Mondiale Vela Per non Vedenti
    linguaggio non sono abituata Chiudo gli occhi ho perso il vento altri lo cercano per me il prodiere lo cerca anche per me e la barca cammina prende velocità sento l inclinazione giusta il suono d acqua che conferma la sensazione del movimento Arrivano i pensieri alzo un braccio come per allontanarli lo tendo verso la falchetta cerco il vento vorrei comprenderne la direzione e riconoscerlo sulla mia pelle come mi insegnano qui al Circolo Homerus Sentire il vento è fondamentale per condurre la barca e allora vorrei cercare di ritrovarlo per costruirci sopra un semplice ragionamento boma a destra vento da sinistra quindi mura a sinistra vento ore due oppure dieci ore dieci naturalmente allora bolina cazzare un po Mi insegnano a leggere il vento su un ipotetico orologio al centro del quale si colloca la barca con la prua ad ore dodici e la poppa a ore sei Io però il vento lo perdo facilmente il vento di velocità quello apparente mi confondono il ragionamento si squaglia e allora stabilire la direzione è un delirio Vengono i pensieri ammucchiati come piume d uccello dopo una volata dentro l acquazzone e con loro le parole i versi della Spaziani Il cielo dopo la tempesta sceglie i suoi colori per l arcobaleno vorrei scegliere i miei ma viene meno quasi l estremo margine credere ancora nella libertà sarà peccato nevrosi stortura a uno a uno scoppiano nel vento i palloncini rossi dell avventura Sarà la mia sensibilità la bellezza del paesaggio o dell emozione sarà il neoromanticismo o la mia coppa traboccante di miele a sballare l orologio a confondere il vento a farmi perdere il filo di un ragionamento Per me che sto frequentando il primo corso al Circolo Homerus la vela mi apre un orizzonte incredibile un esperienza che vorrei attraversare senza riserve a vele spiegate per comprendere se questo sport va bene per me Vorrei che un palloncino rosso potesse scoppiare nel vento dell avventura quando riuscirò a collocare a dirigere la prua sul filo del vento Sono al timone adesso mi piace questo ruolo il vento è buono per me inesperta come sono leggero fresco e costante lo sento bene anche dalla poppa ma il mio prodiere anzi una prodiera lo sente con sicurezza e mi dà informazioni precise c è sintonia tra noi la mano quasi anticipa le sue parole muovendosi di poco tra l orza e la poggia In barca c è silenzio ascoltiamo il vento il mormorio dell acqua le sensazioni cinestesiche è tutto un aggiustare il proprio assetto con la barca e forse qualcuno si lascia prendere dai propri pensieri chi può s immerge nella contemplazione del paesaggio nella ricerca analitica d increspature d onde di nuvole e correnti d aria intento a districare l intreccio della natura Davanti a me la costa veronese un abbraccio di colline i pensieri si ammucchiano come nuvole raggrumate attorno al desiderio un desiderio cresciuto d inverno e che ormai si fa incontenibile segno di dolore

    Original URL path: http://www.homerus.it/Vela-non-vedenti/velamonamour.html (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • Senza confini e paure ARTICOLI Vela Campionato Mondiale Vela Per non Vedenti
    E la presunzione è che per tutti sia così fino a quando non s incontra questo sereno giovane bresciano che si batte sull acqua e sulla neve percependo un solo colore del mondo il nero del buio Gigi Bertanza cieco da 30 dei suoi 36 anni è uno di quegli eroi che costruiscono miracoli con la fede e con la straordinaria dignità di non piangersi addosso soltanto perché il destino li ha crudelmente mutilati Sorride quando ci racconta che ha cominciato a sciare e naturalmente già da tempo non vedeva all età di 23 anni Il merito è di certi volontari Ho imparato abbastanza bene adesso faccio anche sci agonistico slalom superG e ogni tanto discesa Sono stato a Tignes e poco fa a Soelden per un raduno di allenamento Nell arco dei miei impegni ci sono le gare di Coppa Europa per disabili E da fine gennaio al 6 febbraio prossimi i Mondiali in Austria sempre che mi convochino Dunque con un paio di normalissimi sci Gigi si butta senza vedere Ma ho una guida che mi precede Ha un microfono e una cassa con megafono sulle spalle Mi dà i comandi e io eseguo È così che ho vinto dei titoli italiani in superG Non ho paura C è quel po di tensione che però vale pure per i campioni normodotati io li ammiro per i livelli che raggiungono Certo loro godono osservando gli scenari meravigliosi della montagna io comunque godo immaginandoli perché tengo scolpiti nella memoria i profili di tutto quello che la mia prima infanzia ha avuto il tempo di regalarmi E l amore per la vela È nato nel 1996 tramite il signor Gaoso che ha creato il progetto Homerus per fare imparare ai non vedenti ad andare a vela in modo autonomo È un

    Original URL path: http://www.homerus.it/Vela-non-vedenti/senzaconfiniepaure.html (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • Vele al vento ARTICOLI Vela Campionato Mondiale Vela Per non Vedenti
    di Stella Polare Campionato Mondiale BSI 2009 Campionato Nazionale 2010 La magia della vela Ci sono anch io Match race in pillole I Cavalieri del vento Bilancino 2008 Transbenaco 2002 Il porto di Bogliaco Il Libro di Homerus Ufficio Eroi Solidarietà Due giorni sul Bamboo Vela Mon Amour Senza confini e paure Vele al vento Visita dal Santo Padre Circuito Homerus 2008 Occhi nel vento vento negli occhi Lettera agli

    Original URL path: http://www.homerus.it/Vela-non-vedenti/velealvento.html (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • Visita dal Santo Padre ARTICOLI Vela Campionato Mondiale Vela Per non Vedenti
    Vele al vento Visita dal Santo Padre Circuito Homerus 2008 Occhi nel vento vento negli occhi Lettera agli Amici Centopeople 2007 Velalonga Cuba 2005 Educazione al coraggio Bogliaco si vela Soldini e Gaoso bendati Giovanni battuto dai ragazzi I Campionato anglo italano Sydney 2000 Il Presidente Ciampi Carlo Azeglio Ciampi Il Primo Campionato Il Primo Articolo HOMERUS ASSOCIAZIONE ONLUS IL PROGETTO HOMERUS BASI NAUTICHE PROGETTO CHIRONE TERRASANTA LE REPUBBLICHE MARINARE LE COLONNE D ERCOLE Vela ARTICOLI Visita dal Santo Padre VISITA DAL SANTO PADRE Il 28 ottobre 1998 Homerus è stato invitato a partecipare all udienza papale e utilizzando due pulmini uno prestatoci dal Circolo Vela Gargnano e uno dalla Canottieri Garda di Salò oltre che auto private treno e aereo Roberto Chiara Francesco Maria Angela Elisa Piera Giovanni Giulio Comboni Alberto Rossi Pierpaolo Bonetti Alessandra Barbara e Alessandro Gaoso oltre a molti altri accompagnatori tra i quali anche Sante Bonomo e il dott Marco Rossi in totale 26 persone Vi hanno partecipato E stata una giornata molto emozionate e qualcuno ha dovuto essere soccorso con cardiotonici Ci è stato riservato un posto sul sagrato di sinistra sullo stesso livello dell altare e a 10 metri di distanza dal santo

    Original URL path: http://www.homerus.it/Vela-non-vedenti/SantoPadre.html (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • Circuito Homerus 2008 ARTICOLI Vela Campionato Mondiale Vela Per non Vedenti
    il venerdì mattina a bordo dell imbarcazione appoggio è stata quella di essere di nuovo a casa e non poteva che essere così visto che da oltre 10 anni il Lago di Garda è diventato la nostra palestra privilegiata per gli allenamenti velici il luogo ove appena possibile cerchiamo di venire anche solo per solcarne le acque alla ricerca di un approdo vicino ad un ristorantino durante un escursione domenicale il punto di ritrovo con i numerosi amici che vivono in buona parte d Italia Essere in barca al centro della scena e non solo vederla o sentirla come in TV udire i suoni oramai famigliari come i crick dei winch le vele che sbattono e le boe che urlano i loro suoni ti riporta istantaneamente in un luogo pieno di sensazioni positive come avviene con un odore famigliare anche se percepito lontano nel tempo ti rapisce e ti trascina in altri luoghi ti riporta in situazioni già vissute che non erano scomparse dalla mente ma presenti e vive Ma subito la poesia del momento lascia spazio alle cose da fare al vento che non sembra mai abbastanza alle boe che non sembrano mai allineate ed al tempo che tiranno ci costringe a fare la maggior parte dei match con un solo giro Tutta la macchina perché è un organizzazione complessa e richiede intelligenza e precisione si mette in moto come se si fosse fermata solo ieri partono i countdown aumenta la tensione il gioco inizia I match si susseguono sfruttiamo tutto il tempo disponibile per farne il più possibile sarebbero 21 per completare il round robin e ne facciamo il primo giorno 11 A terra ci contiamo e sia venerdì che sabato e domenica siamo veramente in tanti non solo i 14 atleti ma amche tutti i volontari e gli amici che circondano questa bella famiglia che è Homerus Proviamo a nominarli tutti anche con il rischio perché sono tanti di dimenticare qualche nome Alessandro il nostro Presidente la cui precisione tedesca nell organizzazione degli eventi mette ancora in soggezione molti di noi ma oramai anche quella fase è passata perché Lui oggi sa che il gioco che ha iniziato và avanti con le proprie gambe e quindi si diverte di più si rilassa Patu Giulio e Claudio sono la pietra angolare della nostra associazione su di loro possiamo sempre contare Isi che è l asso del circuito meteor al quale molti di noi partecipano fattivamente Rosi e Dino la famiglia di Claudio con Gaia che in questa tappa ha fatto l observer in barca Luisa Antonella Armando e Loredana ancora infortunata ma impaziente di ricominciare a regatare Sabrina la nuova segretaria che ci è venuta a trovare per conoscerci anche se era un giorno di festa Grazie anche al circolo velico di Toscolano Maderno che ha ospitato noi e le barche e al suo presidente Alcide Morani sempre presente nei giorni della competizione Sabato il poco vento ci ha costretti a ridurre il round robin per arrivare alle

    Original URL path: http://www.homerus.it/Vela-non-vedenti/circuito2008.html (2015-08-19)
    Open archived version from archive

  • Occhi nel vento, vento negli occhi ARTICOLI Vela Campionato Mondiale Vela Per non Vedenti
    riusciremmo a concentrarci solo sul perché e sul come Come per tutti gli sport o per tutte le attività non prettamente lavorative la vela deve piacere Se piace una parte del perché ha già la sua risposta Poi si può affrontare il come E ovvio che per fare le stesse cose di un normodotato brutto ma efficace termine un diversamente abile deve farle in modo più o meno diverso Meno diverso è il modo di vivere le situazioni per un diversamente abile è maggiori sono le possibilità di integrazione fra chi ha normali abilità E chi ha diverse abilità La vela dà grandi possibilità in tal senso perché permette un apprendimento ed una messa in pratica delle cognizioni necessarie al suo esercizio in modo molto normale ancorché nell indispensabile peculiaritàà dell approccio Esistono corsi di vela specifici per non vedenti organizzati dall Associazione Homerus associata F I V che ha la sua base nautica sul Lago di Garda e sui qualiè possibile informarsi visitando il sito www homerus it I corsi proposti sono di due livelli uno di base ed uno di match race Durante il primo corso che si svolge a bordo di imbarcazioni di 21 piedi fuori classe tipo Meteor gli allievi imparano a leggere la barca cioè a conoscere ogni parte dell imbarcazione mediante l esperienza tattile imparano come muoversi a bordo in sicurezza come armare la barca e come effettuare le principali manovre Da subito gli allievi vengono impegnati nei vari ruoli di bordo timoniere o prodiere acuiscono la loro percezione del vento e facendo equipaggio assumono la padronanza dell imbarcazione e della tecnica di navigazione a vela almeno per quello che riguarda i primi rudimenti Gli istruttori sono gli occhi degli allievi ma il corso è del tutto assimilabile ad un normale corso di vela Nel secondo corso oltre ad affinare le capacità acquisite viene insegnata la tecnica di regata uno contro uno o match race utilizzando boe sonore per delimitare il percorso e segnalazioni acustiche differenti per determinare la posizione dei regatanti e se le barche stanno andando mure a dritta o a sinistra L esperienza e la passione fanno il resto Scritto così potrebbe sembrare tutto facile e lineare In realtà ogni situazione va ovviamente affrontata con il doveroso buon senso come un normalissimo obeso di 120 chili non può partecipare alle Olimpiadi come centometrista o una normalissima ragazza di un metro e cinquanta non può fare la centrale in una squadra di pallavolo così non bisogna immaginare un prodiere nonvedente appena uscito dal corso di primo livello alle prese con spi grandi come campi da tennis o un equipaggio di non vedenti a trapezio su un catamarano Però è possibilissimo immaginarlo e soprattutto vederlo timonare un 21 piedi o preparare la scotta del fiocco su un winch come un normalissimo velista Nell approccio all attività velica con i non vedenti o con i diversamente abili in genere Tre sono gli errori prospettici più frequenti da evitare 1 Sindrome del passeggero Essere ben

    Original URL path: http://www.homerus.it/Vela-non-vedenti/occhinelvento.html (2015-08-19)
    Open archived version from archive



  •