www.web-archive-it.com » IT » I » ICONOS.IT

Total: 1235

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • ICONOS: 27: Giove e Europa
    fanciulla rapita a continente catalogo della mostra Firenze 2002 Giunti Firenze 2002 p 57 Annotazioni redazionali Il mito di Europa in questo caso è raffigurato sul pannello centrale di un cassone nuziale una sorta di baule che conteneva la dote della sposa particolarmente in voga nel XV e XVI sec tanto che i principali artisti del Rinascimento si cimentarono nella realizzazione di tali oggetti di uso pratico In un ambientazione cortese il racconto prende forma in cinque momenti differenti adattandosi alla struttura allungata del pannello Sulla destra Europa sempre ben riconoscibile quale principessa con la sua veste riccamente decorata giunge sulla riva del mare in compagnia delle sue ancelle Appena più in là nella folta vegetazione boschiva animata da uccelli e cerbiatti si scorge sempre Europa che con un gesto abbastanza eclatante si distacca dal gruppo delle amiche per avvicinarsi a Giove trasformatosi in un candido toro bianco Eurfc07 Esso docilmente seduto a terra aspetta che la fanciulla salga sulla sua groppa ma quando anche le compagne si apprestano a salire si alza improvvisamente e come si può vedere nella parte centrale del pannello inizia a nuotare nel mare Europa seduta di traverso tenendo con entrambe le mani una ghirlanda sulla testa del toro si volge con aria un po malinconica a guardare la riva che si allontana Eurfc07 mentre i gesti e le espressioni delle amiche denunciano tutto il lo sgomento per quanto è appena accaduto sotto i loro occhi Nella parte sinistra del cassone a conclusione del racconto Giove che riacquisite le sembianze umane ma sprovvisto dei consueti attributi appare come un giovane vestito secondo la moda del tempo mentre incede tenendo sottobraccio Europa La presenza del ratto di Europa a decorare un cassone nuziale come questo può essere spiegata dal fatto che Ovidio e Boccaccio costituiscono le
    http://www.iconos.it/index.php?id=222 (2012-11-10)

  • ICONOS: 28: Giove e Europa
    toro Giove Contesto Precedenti Derivazioni Immagini http www atthalin fr images louvre2 re europa bronze bellano jpg Bibliografia Il mito di Europa da fanciulla rapita a continente a cura di Cristina Acidini Luchinat Giunti Firenze 2002 pp 217 Annotazioni Redazionali a lungo riferito a Bartolomeo Bellano la critica più recente attribuisce questo bronzetto ad una bottega padovana o veneziana dell inizio del Cinquecento e in particolare all ambito di Alessandro
    http://www.iconos.it/index.php?id=223 (2012-11-10)

  • ICONOS: 29: Giove e Europa
    separato da una linea divisoria da altri studi tre teste di leone una statua di Apollo e un orientale proprio come in un taccuino di schizzi La scelta della rappresentazione del mito di Europa e la divulgazione della sua iconografia sono strettamente connessi alla riscoperta dell antico che si operò in Europa settentrionale proprio a partire dal XV secolo e che caratterizzò il linguaggio artistico nordeuropeo del tempo Questa apertura è favorita dagli scambi commerciali sempre più frequenti tra Nord e Sud che oltre ad accorciare le distanze operano una contaminazione tra le diverse culture La diffusione della stampa e la pratica degli artisti di compiere viaggi attraverso l Europa forniscono l occasione per lo scambio la circolazione e la divulgazione di nuovi temi e iconografie Baroni 2002 Il ratto di Europa da parte di Giove in forma di toro è narrato da due brani delle Metamorfosi di Ovidio Eurfc07 che costituiscono la fonte iconografica della composizione specie per alcuni particolari come le mani la destra stringe il corno la sinistra è poggiata sulla groppa o le vesti che tremolando si gonfiano alla brezza Altri particolari sono riferibili ad altre fonti classiche come i Fasti di Ovidio Eurfc08 per i piedi sollevati i Dialoghi Marini di Luciano Eurfc13 che descrivono nereidi cavalcanti delfini che accolgono festanti il passaggio del toro e Gli amori di Leucippe e Clifonte di Achille Tazio Eurfc14 per quanto riguarda la descrizione di Europa il cui corpo traspariva attraverso i vestiti ombellico profondo ventre teso mammelle che sporgevano dolcemente dal petto o il particolare delle compagne di Europa che protendevano le braccia verso il toro Anche gli umanisti reinterpretano i miti classici come Poliziano nelle Stanze per la Giostra pubblicate nel 1494 Eurfr01 dove si accenna ai capelli mossi dal vento alla disperazione delle compagne di
    http://www.iconos.it/index.php?id=224 (2012-11-10)

  • ICONOS: 30: Giove e Europa
    cura di Fossi M Olschki Firenze 1955 Il Giardino di San Marco Maestri e compagni del giovane Michelangelo catalogo della mostra a cura di Barocchi P Cinisiello Balsamo Milano 1992 pp 143 144 n 34 Il mito di Europa da fanciulla rapita a continente a cura di Cristina Acidini Luchinat Giunti Firenze 2002 pp 57 59 213 Annotazioni Redazionali di poco successivi alla composizione dei versi dedicati al mito di Europa presenti nelle Stanze per la Giostra di Giuliano de Medici opera composta da Poliziano nel 1475 Eurfr01 sono i due disegni attribuiti alla bottega di Filippino Lippi da riferire entrambi allo studio per una composizione andata perduta Il primo conservato nel Codice Resta della Biblioteca Ambrosiana di Milano per l immagine si rimanda a Il mito di Europa 2002 p 56 fig 8 presenta la sola figura di Europa chiaramente adagiata sul toro sebbene questo non sia stato raffigurato dall autore che si volge indietro spaventata a guardare le sponde della terra da cui è stata appena strappata Viceversa nel secondo disegno qui in esame conservato agli Uffizi di Firenze Europa sembra tranquilla e guarda il toro questa volta presente nel disegno anche se appena abbozzato con aria complice
    http://www.iconos.it/index.php?id=225 (2012-11-10)

  • ICONOS: 31: Giove e Europa
    Europa toro Giove Contesto Precedenti Filippino Lippi bottega di Ratto di Europa disegno a penna ante 1495 Firenze Uffizi Cfr scheda opera 30 Derivazioni Immagini http collections vam ac uk item O122200 relief the rape of europa Bibliografia Il Giardino di San Marco Maestri e compagni del giovane Michelangelo catalogo della mostra a cura di Barocchi P Cinisiello Balsamo Milano 1992 pp 143 144 n 34 Il mito di Europa
    http://www.iconos.it/index.php?id=226 (2012-11-10)

  • ICONOS: 32: Giove e Europa
    in groppa al toro viene condotta per mare a Creta Personaggi Europa Giove sotto forma di toro Mercurio fanciulle di Tiro Attributi toro Europa trono scettro toro Giove caduceo calzari petaso Mercurio Contesto scena all aperto Precedenti Derivazioni Immagini http www musagora education fr europe europefr bonsignori htm Bibliografia Guthmuller B Mito poesia arte Saggi sulla tradizione ovidiana nel Rinascimento Bulzoni Roma 1997 pp 58 59 65 83 240 241 274 297 309 311 Acidini Luchinat C a cura di Il mito di Europa Da fanciulla a continente Catalogo della Mostra Firenze 2002 Giunti Firenze 2002 pag 215 scheda n 14 Annotazioni redazionali L opera di Giovanni de Bonsignori fu la prima volgarizzazione delle Metamorfosi di Ovidio e da subito conobbe una grande fortuna evidente dalle numerose ristampe eseguite Il testo scritto nel 1377 venne stampato a Venezia nel 1497 e illustrato da un corredo iconografico di 52 incisioni anonime Bonsignori più che tradurre il testo ovidiano tradusse la parafrasi esegetica delle Metamorfosi ovidiane opera di Giovanni del Virgilio ispirandosi proprio alla Expositio una lezione universitaria tenuta da quest ultimo nel 1322 1323 a Bologna Il corredo illustrativo dell Ovidio Metamorphoseos vulgare giocò un ruolo determinante nell iconografia dei miti ovidiani Guthmuller 1997 Le incisioni in cui per la prima volta dopo il Medioevo veniva riproposto il contenuto del mito unito alla sua forma classica furono una fonte iconografica fondamentale per la successiva rappresentazione dei miti ovidiani La xilografia illustra l episodio del rapimento di Europa narrato da Bonsignori Eurfm13 attraverso l uso di una rappresentazione sincronica i diversi momenti della storia sono illustrati dallo sfondo a sinistra in senso antiorario contemporaneamente nella stessa scena In alto a sinistra Giove seduto sul trono affida a Mercurio il compito di spingere verso la spiaggia la mandria del re fenicio Agenore in
    http://www.iconos.it/index.php?id=227 (2012-11-10)

  • ICONOS: 33: Giove e Europa
    2007 p 348 Annotazioni redazionali L incisione correda un passo della celeberrima opera di Francesco Colonna pubblicata a Venezia alla fine del XV secolo come uno dei maggiori successi editoriali del momento Europa è protagonista del primo dei trionfi narrati a partire dal seguente incipit al foglio 80 Poliphilo in questo prescripto loco vide le quatro triumphante seiuge tutte di varie petre et di pretiosissimi gioelli Dalla multitudine promiscua di beati gioveni in laude del summo Iove molto venerabondi Viene fatto intendere che la vera e propria scena raffigurante il momento del ratto si trovi su uno dei pannelli a figure d oro su fondo di diamante del ricco carro trionfale di Europa ornato di ruote di smeraldo e sul quale la fanciulla è trainata stando sul dorso del toro Nella dextera tabella mirai espresso una nobile et regia nympha cum multe coetanee in uno prato incoronante gli victoriosi tauri di multiplici strophiii di fiori et uno adhaerente a essa multo peculiaremete domesticatose Quella nympha confise la sinistra tabula conteneva che ascenso avea sopra il mansueto et candido tauro et quello quella per el tumido mare timida transfretava La prima osservazione che salta all occhio dello spettatore riguarda il paesaggio sia la scena marina a sinistra che quella terrestre a destra e sul fondo popolata dalle ancelle di Europa e da alberi e cespugli sono raffigurate di grandezza decisamente sproporzionata rispetto all imponenza dei personaggi nonostante le fonti medievali diano loro grande importanza Eurfm03 è quindi evidente che l intento dell illustrazione sia quello di dare risalto all aspetto umano e quindi al valore mistico simbolico della figurazione Il gruppo di Europa e del toro immerso quasi del tutto nell acqua si avvia verso il mare aperto mentre la fanciulla a cavalcioni Cfr scheda opera 32 si volta verso le
    http://www.iconos.it/index.php?id=228 (2012-11-10)

  • ICONOS: 34: Giove e Europa
    cura di Il mito di Europa da fanciulla rapita e continente Catalogo della mostra Firenze 2002 Giunti Firenze 2002 p 218 Bacchi A e Giacomelli T a cura di Rinascimento e passione per l antico Andrea Riccio e il suo tempo Catalogo della Mostra Trento 2008 Printer Trento 2008 pp 77 83 316 317 Annotazioni redazionali Questo bronzetto è attribuito ad Andrea Brioso detto il Riccio o ad un artista della sua cerchia che per la finezza esecutiva delle due figure fuse separatamente che compongono il bronzetto la giovane Europa e Giove nelle sembianze di un toro doveva avere avuto una formazione da orafo La scultura dal punto di vista iconografico è un unicum nessuna altra opera d arte contemporanea e non rappresenta il mito in modo così drammatico e violento Sarebbe infatti difficile riconoscere nella fanciulla che agita le braccia e spalanca la bocca gridando e aggredendo il toro la giovane Europa senza ricorrere alla particolare versione del mito proposta da Orazio in uno dei suoi Carmina Libro II ode XXVII Eurfc06 Il poeta descrive la fanciulla che dopo essere stata rapita e portata a Creta da Giove deplora l inganno del Dio ancora in sembianze taurine e minaccia di rompergli le corna con un arma presente in origine anche nel bronzetto in analisi ed oggi scomparsa L autore sceglie quindi di riprendere una fonte letteraria e soprattutto un momento della storia del mito poco seguito dalla tradizione figurativa che gli permette di conferire all opera uno spiccato dinamismo e una violenza particolarmente evidente si veda il toro che in seguito alle invettive della ragazza inarca ferocemente collo e muso e la patetica espressione di Europa Elementi questi tipici di tutte le opere del Riccio caratterizzate inoltre da un invenzione sempre originalissima si pensi che ancora decenni dopo la
    http://www.iconos.it/index.php?id=229 (2012-11-10)