web-archive-it.com » IT » K » KIWIDO.IT

Total: 668

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Kiwido.it :: Zabriskie Point :: SARÀ IN LIBRERIA DA GIUGNO “SEIZE THE TIME”, COFANETTO DVD+LIBRO CON IL LAVORO DI ANTONELLO BRANCA
    l impianto narrativo del film fondendo insieme con estrema abilità i canoni del cinema di finzione e del cinema documentario Un solo attore professionista Norman Jacobs si muove tra visioni pop simboliche dell imperialismo a stelle e strisce contrapposte a visioni della realtà rastrellamenti manifestazioni studentesche esercitazioni della guardia nazionale testimonianze dirette Un America dove i neri e le pantere in particolare vengono assassinati a sangue freddo secondo un preciso disegno repressivo Presentato al Festival di Pesaro il film ha vinto nel 1971 il Premio Qualità del Ministero Turismo e Spettacolo Intorno alla partecipazione del film al Festival di Venezia dello stesso anno si sviluppò una vivace polemica le condizioni poste dalla direzione del Festival infatti furono tali da indurre l autore a non presentare il film Nel libro una galleria inedita di fotografie originali e gli interventi di Elaine Brown cantante e all epoca Deputy Minister of Information del Black Panther Party Nobuko Miyamoto Antonello Branca e Italo Moscati Nel DVD anche What s happening 1967 l America della Beat Generation della Pop Art del Vietnam Il clima culturale antecedente ai movimenti degli anni 70 Con Andy Warhol Allen Ginsberg Roy Lichtenstein Robert Rauschenberg Gregory Corso Fred Mogubgub Marie Benois e il collezionista Leon Kraushar Antonello Branca è stato uno dei documentaristi italiani più significativi degli anni 60 e 70 Nato a Roma ma di origine sarda è fotografo in Kenia a soli 24 anni poi corrispondente da Londra per l Agenzia Italia Il regista inizia qui il suo percorso di documentarista I suoi film oltre ad essere preziosi documenti storici sono anche esemplari di un metodo innovatore Collabora con TV7 il programma d informazione di Rai2 Il suo servizio sul Vajont denuncia le responsabilità umane del disastro e il regista viene messo all indice e allontanato per un

    Original URL path: http://kiwido.it/stampa/dettaglio.asp?id=121 (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • Kiwido.it :: Centro Sperimentale di Cinematografia :: CINEMA TREVI: LE LEZIONI AMERICANE DI ANTONELLO BRANCA
    associazioneantonellobranca org ore 17 00 L alba dell era atomica 1993 Regia Antonello Branca fotografia Alessandro Ojetti musica Daniele Cestana montaggio Vincenzo Mundo suono Tomaso Branca produzione Moby Dick Movies durata 53 L alba dell era atomica documenta utilizzando materiali d archivio le vicende che hanno portato al progetto Manhattan e alla creazione della bomba atomica nel corso del secondo conflitto mondiale Il progetto segna un punto di non ritorno nel rapporto tra ricerca scientifica industria e apparati militari si pongono così le basi nel corso della seconda guerra mondiale per una stretta connessione tra militari ricerca scientifica e produzione industriale connessione che si rafforzerà durante la Guerra Fredda e porterà al consolidarsi del complesso militare industriale americano Fra le molte interviste quelle ad alcuni scienziati che hanno costruito la bomba atomica Il documentario fa parte della trilogia Guerra e tecnologia che nel suo insieme racconta i legami tra apparati militari e sviluppo dell economia americana dagli inizi della Confederazione a seguire Los Angeles una città in automobile 1968 Regia Antonello Branca Andrea Barbato fotografia A Branca musica Peppino De Luca montaggio Rossana Coppola suono Raffaele De Luca produzione Filmakers Research Group durata 47 La California degli anni 60 è un mondo in ebollizione che sembra anticipare il futuro Lo Stato più dinamico e ricco degli Stati Uniti è un enorme laboratorio sociale che precorre i tempi in tutti i campi Il documentario racconta le aporie di una città che ha sviluppato l organizzazione degli spazi sull uso dell automobile Immagini straordinarie documentano le contraddizioni di una scelta che nel rispondere ai bisogni di libertà individuale apre la strada ad un assedio degli spazi occupati da svincoli sopraelevate cimiteri di auto in un crescendo claustrofobico quasi profetico rispetto ai problemi che affliggono le città del XXI secolo ore 19 00 What s happening 1967 Regia e fotografia Antonello Branca musica Peppino De Luca montaggio Rossana Coppola suono Raffaele De Luca produzione Filmakers Research Group durata 50 Il film è un ritratto dell America degli anni 60 visti attraverso l esperienza degli artisti della Beat Generation e della Pop Art Allen Ginsberg Roy Lichtenstein Fred Mogubgub Andy Warhol Marie Benois Robert Rauschenberg Gregory Corso e il collezionista Leon Kraushar Riprese ironiche e incalzanti restituiscono il ritmo travolgente della città di New York intrecciandosi agli artisti che parlano del loro presente I quadri di Warhol Lichtenstein Rauschenberg le animazioni di Mogubgub traducono in immagini il senso delle parole Ne emerge il profilo di un America solcata da contraddizioni dirompenti da un lato la guerra del Vietnam e dall altro l entusiasmo per un passaggio storico che appare aperto a ogni possibile cambiamento Gli anni Sessanta si presentano densi di contraddizioni e di problemi sociali ma potenzialmente saturi di aspettative per il futuro a seguire California il dissenso 1968 Regia Antonello Branca in collaborazione con Andrea Barbato fotografia A Branca musica Peppino De Luca montaggio Rossana Coppola suono Raffaele De Luca produzione Filmakers Research Group durata 47 I campesinos organizzati manifestano a Sacramento

    Original URL path: http://kiwido.it/stampa/dettaglio.asp?id=116 (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • Kiwido.it :: TaxiDrivers :: SPAZIO OBERDAN PRESENTA OTTIMISMO DEMOCRATICO
    Milano torna ad ospitare il 14 febbraio 2010 alle ore 21 i due maggiori talenti del teatro e del cinema d avanguardia italiano Flavia Mastrella e Antonio Rezza L occasione deriva dall uscita in libreria di Ottimismo democratico Kiwido Federico Carra editore un cofanetto contenente 12 loro cortometraggi realizzati fra il 1990 e il 1999 e del mediometraggio Il passato è il mio bastone e un libro fotografico curato dagli

    Original URL path: http://kiwido.it/stampa/dettaglio.asp?id=109 (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • Kiwido.it :: Latina Oggi :: CINEMA DELL'IMPRONTA ALL'EX-MATTATOIO
    MATTATOIO 31 01 2010 La presentazione del libro e dvd di Gioli Torna oggi all Exmattatoio di Aprilia il MattaCinema in collaborazione con Cineclub I Soliti Ignoti Ospite l editore Federico Carra Kiwido che alle 21 30 presenterà il libro e dvd di Paolo Gioli Un cinema dell impronta Durante la serata saranno proiettati i lavori inediti contenuti nel dvd allegato 6 film di Paolo Gioli Paolo Gioli a cui

    Original URL path: http://kiwido.it/stampa/dettaglio.asp?id=106 (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • Kiwido.it :: FunWeek Magazine :: MATTACINEMA: PAOLO GIOLI
    Ignoti MattaCinema Paolo Gioli Un cinema dell impronta Interviene l editore Federico Carra Kiwido INGRESSO GRATUITO PER I SOCI Domenica 31 gennaio un nuovo appuntamento col MattaCinema in collaborazione con Cineclub I Soliti Ignoti Questa settimana sarà ospite dell Exmattatoio l Editore Federico Carra Kiwido che alle 21 30 presenterà il libro dvd di Paolo Gioli Un Cinema dell impronta 2009 Durante la serata saranno proiettati i lavori inediti contenuti nel dvd allegato 6 film di Paolo Gioli Tracce di tracce Figure instabili nella vegetazione Finestra davanti a un albero Farfallio e il capolavoro found footage Anonimatografo per più info http www kiwido it dvd scheda asp id 36 Paolo Gioli a cui il 3 febbraio sarà dedicato un evento in quel tempio dell arte contemporanea che è il Centre Pompidou di Parigi è indiscutibilmente uno dei più importanti fotografi italiani La sua fama è legata soprattutto alle sue straordinarie immagini Polaroid ma anche ai fotofinish e alle fotografie stenopeiche E meno conosciuto anche se comincia ad essere finalmente scoperto nella sua grandezza come filmaker Eppure è autore di oltre 30 film che sviluppano tutta una serie di temi di approcci e di tecniche che dialogano in modo strettissimo con

    Original URL path: http://kiwido.it/stampa/dettaglio.asp?id=107 (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • Kiwido.it :: TaxiDrivers.it :: PAOLO GIOLI. UN CINEMA DELL'IMPRONTA
    che passando dall astratto Tracce di tracce 1969 al figurativo resta prettamente visiva nella prevalente rinuncia ad un contrappunto o ad un accompagnamento sonoro e sposando la convinzione che il silenzio possa offrire maggiori possibilità soprattutto nella ricerca di una più vasta consapevolezza riguardo alle nostre capacità di saper vedere Privilegiando la tecnica del foro stenopeico che rimanda agli albori del cinema un tempo in cui gli standard tecnici non erano fissati tassativamente e riconquistando in tal modo una maggiore manualità nell approccio al materiale così come una maggior corporeità del lavoro stesso Gioli è artefice di un cinema fatto letteralmente con le mani a mano lasciando impronte tattili sulla superficie di un materiale corpo già volutamente violentato ricco di graffi strappi e altre abrasioni tali da interferire con l immagine impressionata e al contempo in grado di evidenziare ancora una volta le tracce del tempo e della storia la vulnerabilità la vita propria della pellicola in tutta la sua fisicità non lasciata al riparo dai pericoli ma esposta ai rischi del consumarsi a contatto con la vita Indagando sulle possibilità scartate andando a spulciare con l attitudine del rigattiere tra i resti e gli oggetti anonimi e ritenuti inutili è il found footage il suo materiale di lavoro Gioli non interviene immediatamente sul corso naturale delle cose ma aspetta che queste si dissolvano vadano in consunzione Non coglie le cose al volo ma medita a lungo facendole complicare ritornandoci sopra con pause lunghissime procedendo per stratificazione e sedimentazione non escludendo niente per principio filmando anche il più polveroso degli angoli e avendo con il passato il rapporto di chi prova a riportare alla luce frammenti di ciò che avrebbe potuto essere E poi una volta compiuto un buon raccolto qui in modo simile al procedimento costruttivo di Godard sviluppa

    Original URL path: http://kiwido.it/stampa/dettaglio.asp?id=104 (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • Kiwido.it :: Rapporto Confidenziale :: FEDERICO CARRA. CONVERSAZIONE. KIWIDO
    ALESSIO GALBIATI Il tuo rapporto con la coppia Rezza Mastrella risale agli inizi della loro esperienza artistica compari come attore in entrambi i loro bellissimi film Escoriandoli del 1996 e Delitto sul Po del 2002 Ma è soprattutto con Ottimismo Democratico splendida raccolta di loro video e con il documentario Il passato è il mio bastone di Rezza Mastrella presentato alle Giornate degli autori Venezia 65 2008 che questo rapporto confluisce in kiwido e che anzi ne costituisce il primo elemento di un catalogo che in poco più di un anno ha saputo imporsi all attenzione di molti in Italia ed all estero Ci puoi raccontare la storia di questo rapporto che immagino sia stato da stimolo per la creazione di kiwido FEDERICO CARRA Già dimenticavo che tra le mie varie performance c è stata anche quella attoriale frutto esclusivo del rapporto personale ormai quasi ventennale con Rezza e Mastrella Non ho mai pensato di farlo per professione né di inserirlo seriamente all interno della mia multidisciplinarietà C è un limite a tutto Il progetto del Dvd con Flavia e Antonio è stato sicuramente il progetto motore di questa avventura Mi sembrava assurdo che non uscisse un Dvd di una coppia così geniale e così seguita Erano anni che tentavo di convincerli a farlo uscire anche mettendoli in contatto con le produzioni con cui collaboravo Alla fine hanno coinciso il momento della loro decisione con quello di avviare la kiwido o forse ci siamo reciprocamente influenzati E come inizio è stato sicuramente favorevole visto che il documento che avevamo appena finito di montare come extra del dvd è stato selezionato al Festival di Venezia Una co produzione in cui hanno collaborato i critici Cristina Piccino Steve Della Casa Giovanni Spagnoletti Fabio Ferzetti Marco Dotti Paolo D Agostini Morando Morandini enrico ghezzi e Roberto Silvestri che si sono prestati al gioco facendosi intervistare in situazioni precarie e deambulanti rimontate poi nello stile RezzaMastrella con un uso irriverente dei fuori scena Le loro produzioni sono infinite e quindi per questo Dvd abbiamo selezionato i cortometraggi in bianco e nero realizzati in coppia fino alla fine degli anni 90 documentati con estrema accuratezza anche nel libro critico e fotografico allegato Seguiranno sicuramente altri Dvd con altri video ma anche con il teatro Agostino Ferrente Roberto Nanni e Federico Carra Image by Sergio Paroletti ROBERTO NANNI ALESSIO GALBIATI Ostinati 85 08 è invece in assoluto la prima pubblicazione monografica delle opere di Roberto Nanni 7 film e 3 gustosissimi extra accompagnati da un piccolo ma prezioso volume che raccoglie due saggi di Bruno Di Marino e Stefano Catucci ma anche fotografie appunti e disegni Com è nata questa pubblicazione che immagino ha preso vita come del resto tutto il catalogo kiwido a stretto contatto con l artista FEDERICO CARRA Roberto Nanni mi è stato presentato proprio da Rezza e Mastrella con i quali ha condiviso il percorso di festival e rassegne di cinema indipendente degli anni Novanta Una cultura e una sensibilità sterminate e un percorso artistico senza precedenti che solo in Italia potevano rischiare di passare inosservati I primi film sono materici e di ricerca realizzati nella Bologna del periodo punk dei primi anni 80 sperimentali questi sì al punto da interrarne le pellicole per mesi senza protezioni forse ad aspettarne una maturazione Dopo questo primo periodo Roberto ha iniziato a collaborare con Steven Brown e con i Tuxedomoon lavorando con le sue proiezioni negli spettacoli dal vivo e ha iniziato a girovagare con loro per l Europa Nel Dvd è presente una selezione dello splendido lavoro fatto per il progetto Greenhouse Effect Steven Brown reads John Keats A Londra tra l altro conobbe Burroughs e Jarman con il quale successivamente realizzò L Amore vincitore conversazione con Derek Jarman vincitore del Festival Cinema Giovani di Torino una delle ultime conversazioni con il regista scomparso in cui il suono è asincrono e il corpo diviene paesaggio un inno alla vita fatto attraversando le più disparate tematiche dai suoi film all attualità dalla pittura alla sua vita personale a cominciare da un infanzia trascorsa in Italia che da uno spaccato della nostra nazione e dell epoca post fascista del tutto inedite e originali Il Dvd contiene inoltre Autoscatto con Cesare Romani Roberto Silvestri Cristina Piccino Antonio Rezza e Flavia Mastrella e con immagini inedite di Jarman un intervista a Steven Brown e l ironico AutoSfratto dello storico amico del periodo bolognese Roberto Freak Antoni degli Skiantos Libreria del cinema Proiezione film di Paolo Gioli Image by Sergio Paroletti PAOLO GIOLI ALESSIO GALBIATI Con la pubblicazione del volume Un cinema dell impronta Imprint Cinema a cura di Sergio Toffetti e Annamaria Licciardello e soprattutto dei 6 film di Paolo Gioli hai compiuto un operazione coraggiosa per due ordini di motivi Il primo sta nella natura stessa della proposta la seconda nella scelta compiuta di pubblicare sei suoi film Dico coraggiosa perché già qualche anno fa Rarovideo avevo pubblicato un dvd con parecchi film del filmmaker di Rovigo una pubblicazione che mi pare però di aver capito dalle parole dello stesso Gioli nell intervista contenuta nel volume che accompagna i film non lo soddisfò completamente Ci puoi insomma raccontare la storia di questo progetto editoriale FEDERICO CARRA L idea del volume è nata originalmente dalla Cineteca Nazionale nelle persone di Annamaria Licciardello e Sergio Toffetti e dal produttore di Gioli Paolo Vampa che stavano progettando un libro sul lavoro cinematografico dell artista È un volume di 256 pagine di grande formato che raccoglie i contributi di Sergio Toffetti Giacomo Daniele Fragapane David Bordwell Dominique Païni Elena Volpato Jean Michel Bouhours Bruno Di Marino Keith Sanborn Nico Stringa e Annamaria Licciardello e un amplissimo apparato iconografico che sottolinea in un continuo gioco di rimandi l inestricabile legame tra le attività pittorica fotografica e cinematografica dell artista Nello sviluppare il progetto abbiamo pensato che fosse impensabile non allegare anche un Dvd con lavori che erano strettamente connessi alle immagini del libro come per le foto rielaborate di Volto sorpreso

    Original URL path: http://kiwido.it/stampa/dettaglio.asp?id=103 (2016-02-18)
    Open archived version from archive

  • Kiwido.it :: Alias - il manifesto :: GIOLI: IL MAGO CHE FA I FILM SENZA MACCHINA DA PRESA
    frequenta l Accademia delle Belle Arti di Venezia e nel 1967 arriva a New York È lì che incontra Paolo Vampa da allora suo produttore amico e complice di un avventura artistica che continua ancora oggi Gioli negli States scopre molte cose ma soprattutto la sua attrazione per le immagini la fotografia e il cinema e nel 68 quando torna in Italia realizza il suo primo film e inizia le sue sperimentazioni in campo fotografico con la tecnica del foro stenopeico Oggi Gioli continua a definirsi un fotografo nell intervista di Giacomo Daniele Frangipane contenuta nel libro Se voglio svagarmi non vado al cinema già ripubblicata nel catalogo della Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro 2009 che a Gioli ha dedicato un omaggio e un volume che comprende l intervento di David Bordwell Paolo Gioli s Vertical Cinema Ma quel suo aspetto un po scapigliato la conversazione colta di chi ama l ironia paradossale fanno pensare a un mago a un alchimista allo scienziato che gioca sapientemente con la tecnica utilizzandone la conoscenza per allargare lo spazio delle possibilità di ricerca e sperimentazione e mai il contrario Nel dvd sei titoli per un totale di 88 minuti troviamo Tracce di tracce 1968 realizzato a partire dalle impronte della mano e del braccio destro su inchiostro di pennarello fresco carta vetrata timbri e altro su una pellicola bianca e non emulsionata Le immagini senza sonoro compongono un associazione libera di forme e di colori sulla quale si possono proiettare o riflettere altre fantasie le proprie lasciando vagare l occhio e il pensiero Probabilmente Gioli di quel nostro underground accantonato negli anni da accademie e istituzioni e dal cinema stesso che per questo oggi si dimostra così afasico visualmente è tra i protagonisti che più lavorano sul passaggio di quelle moving images tra cinema pittura fotografia poesia di un immagine immaginario in continua tensione al movimento Guardando i suoi film gli altri titoli nel dvd sono Figure instabili nella vegetazione 1973 Finestra davanti a un albero 1989 Farfallio 1993 Volto sospeso al buio 1995 Anonimatografo 1972 dedicato al critico Alberto Farassino viene in mente come riferimento più l avanguardia degli anni Venti seppure filtrata nell esperienza e nella cultura dei decenni a venire che quella degli anni Sessanta Il Bunuel di Un Chien andalou l occhio lunare di Odilon Redon la scrittura surrealista di Bataille col sesso che lascia penetrare il mondo e che nel suo cinema è la farfalla vulva e insieme metafora di un vedere L Anemic cinéma di Marcel Duchamp spesso citato da Gioli il cui nome ritroviamo nel titolo di un film Immagini travolte dalla ruota di Duchamp 94 Dice Gioli cfr la stessa intervista nel volume A me piacciono molto le cose laddove sono complicate dove c è una sfida Ho fatto dei film togliendo l otturatore dalla mia cinepresa e utilizzando degli otturatori esterni ad esempio la mia stessa mano o come nel caso del lavoro su Duchamp una ruota di bicicletta Film stenopeico e Immagini

    Original URL path: http://kiwido.it/stampa/dettaglio.asp?id=101 (2016-02-18)
    Open archived version from archive



  •