web-archive-it.com » IT » Q » QIX.IT

Total: 671

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • android | Qix.it
    medio alta dei produttori più noti come Samsung Sony e HTC Il tutto ad un prezzo quasi ridicolo se pensate che per il costo di un iphone 5 me ne potrei portare a casa 7 o 8 Ed è questa secondo me la grande novità i produttori cinesi stanno imparando a produrre device appetibili non solo per il mercato interno che pure è gigantesco ma anche su scala mondiale Se riusciranno a superare lo scoglio della distribuzione e del supporto renderanno la vita estremamente dura ai produttori più affermati e trasformeranno finalmente gli smartphone ovviamente Android in una vera commodity anche per chi ha risorse modeste o vive in un paese in via di sviluppo Bye bye Apple Vita con il Droide Xperia X8 11 settembre 2011 1 commento Quello che vedete qui sopra è lo schermo del mio Acer Liquid qualche giorno fa l ho tirato fuori dalla tasca e mi si è presentato così Lo schermo all esterno è intatto ma il display vero e proprio all interno è andato Sembra essere un problema comune dei Liquid dovuto alla flessibilità della scocca e alla scarsa rigidità del vetro superiore che non è un vetro in realtà ma plastica trasparente Così alla prima sollecitazione un po fuori dalla norma il Liquid si deforma e l LCD interno va in pezzi Contattato il supporto Acer mi hanno chiesto di inviare delle foto una quellla che vedete sopra per poi rispondermi di mandare il telefono e che mi invieranno un preventivo preventivo e che se la riparazione non dovesse essere in garanzia maledetti mi toccherà pagare spedizione e spese di gestione preventivo Per un totale sui 30 quando uno schermo nuovo su ebay ne costa 15 da Hong Kong Voi cosa avreste fatto Ecco appunto E dato che spendere tre quattrocento euro per un cellulare sempre ammesso di averli mi sembra una fesseria mi trovo appiedato per un mesetto il tempo che arrivi la spedizione da Hong Kong Per fortuna avevo in giro un Xperia X8 il modello economico di Sony Ericsson più o meno equivalente all iPhone 3G schermo 320 480 GPS ecc ecc considerat0 da molti una specie di vecchia carretta soprattutto per essere rimasto ufficialmente fermo ad Android 2 1 e per le personalizzazioni poco felici con cui esce dalla fabbrica E invece pur non essendo sicuramente paragonabile a un cellulare Android moderno di fascia media o alta soprattutto per gestione della luminosità brillantezza e risoluzione dello schermo qualità della fotocamera l X8 è assolutamente usabile e può diventare addirittura piacevole a patto di fare qualche modifica alle applicazioni di default e un po di tuning Nel seguito di questo post descrivo le modifiche che ho fatto al mio e aggiungo qualche nota sulle applicazioni Android che preferisco Ad uso e consumo magari di chi sta pensando di approfittare dell offerta Tre per portarsi via un X8 con ricaricabile al prezzo ridicolo di 49 questo post continua leggi il resto Google Motorola e Mantellini 15 agosto 2011 1

    Original URL path: http://qix.it/tag/android/ (2015-06-20)
    Open archived version from archive


  • jiayu | Qix.it
    2009 aprile 2009 marzo 2009 febbraio 2009 gennaio 2009 novembre 2008 ottobre 2008 settembre 2008 agosto 2008 luglio 2008 giugno 2008 maggio 2008 aprile 2008 marzo 2008 febbraio 2008 gennaio 2008 dicembre 2007 novembre 2007 ottobre 2007 settembre 2007 agosto 2007 luglio 2007 giugno 2007 maggio 2007 aprile 2007 marzo 2007 febbraio 2007 gennaio 2007 dicembre 2006 novembre 2006 ottobre 2006 settembre 2006 agosto 2006 luglio 2006 giugno 2006 maggio 2006 aprile 2006 marzo 2006 febbraio 2006 dicembre 2005 novembre 2005 ottobre 2005 settembre 2005 agosto 2005 luglio 2005 giugno 2005 maggio 2005 aprile 2005 marzo 2005 febbraio 2005 gennaio 2005 dicembre 2004 novembre 2004 ottobre 2004 settembre 2004 agosto 2004 luglio 2004 giugno 2004 maggio 2004 gennaio 2004 dicembre 2003 novembre 2003 ottobre 2003 settembre 2003 agosto 2003 giugno 2003 powered by WPFrontman WP friends altroformato it arredarecasa blog it copyright 2004 2011 Ludovico Magnocavallo tutti i diritti riservati Jiayu G3 dove comprarlo e ne vale la pena 18 marzo 2013 6 commenti Riprendo qui alcune risposte che ho mandato per email a chi dopo aver letto il post di qualche giorno fa su Android e i produttori cinesi mi ha chiesto dove acquistare il Jiayu G3 Il discorso vale ovviamente in buona parte anche per molti altri cellulari cinesi di questa fascia questo post continua leggi il resto Android dorato a sfondo rosso 6 marzo 2013 6 commenti Qualche sera fa conversando davanti a una birra con un paio di amici pythonisti sostenevo ovviamente semplificando una questione complessa che la vera forza dirompente di Android non sta tanto nella scelta di un linguaggio di sviluppo diffusissimo come Java classica visione da techie quanto nell avere offerto un sistema operativo sofisticato di qualità globale e orientato ad Internet in maniera totalmente gratuita alla sterminata falange di produttori di hardware

    Original URL path: http://qix.it/tag/jiayu/ (2015-06-20)
    Open archived version from archive

  • WP rant #1 - tassonomie | Qix.it
    argomenti correlati come le categorie Obiettivi Nikon Accessori Nikon la tag nikon la categoria di link Nikon generando così contenuti più ricchi e incrementando la densità di link e keyword rilevanti Peccato che in WP questo non sia possibile per una serie di motivi Perchè le tassonomie di WP sono fucked up Il primo problema che incontriamo è sui termini WP in teoria fa la cosa giusta definendo il campo slug che è traslitterato e minuscolo come univoco in modo da ricondurre ad una sola entità termini uguali con una differenza di maiuscole o minuscole In pratica però le cose sono diverse in caso di problemi di integrità referenziale dovuti al tentativo di inserire un nuovo termine con slug uguale a uno esistente invece di ricondurre il nuovo termine al vecchio WP ne crea uno nuovo estendendo lo slug con un numero progressivo Nel nostro caso inserendo una tag nikon dopo una categoria Nikon o viceversa la tag sarebbe stata associata a un nuovo termine con slug nikon 2 Problema non gravissimo dato che basta attenersi a regole uguali per inserire i nomi di tag e categorie ma abbastanza scocciante e soprattutto senza alcuna giustificazione Il secondo problema è molto più serio e vanifica in gran parte i vantaggi di relazione tra istanze diverse che sono uno dei benefici di uno schema come questo WP infatti definisce le istanze delle tassonomie le singole categorie e tag con il loro id term taxonomy id nella tabella wp term taxonomy e usa correttamente questo stesso id per metterle in relazione con gli oggetti post pagine nella tabella wp term relationships peccato che nella tabella wp term taxonomy ci sia un indice unico sulla coppia di campi term id taxonomy le istanze delle tassonomie sono identificate con l id del termine cui sono in relazione e non con il loro proprio id durante l inserimento e aggiornamento di un post sia nelle form dell interfaccia di amministrazione che nel codice che interagisce con la base dati Cosa significano le due situazioni precedenti La prima che in WP non è possibile avere due istanze della stessa tassonomia con antenati diversi riferite allo stesso termine nel nostro esempio non potremo mai avere due categorie Obiettivi Nikon e Reflex digitali Nikon ognuna con il proprio id di istanza term taxonomy id ma riferite ad un unico termine term id quello che fa WP è creare un nuovo termine come abbiamo visto sopra per la categoria che viene inserita più tardi quindi termine nikon per la prima e nikon 2 per l ultima La seconda situazione significa che anche se modificassimo a mano l indice univoco sulla base dati non riusciremmo comunque ad utilizzare categorie riferite allo stesso termine quando associa le categorie o qualsiasi istanza di tassonomia gerarchica ad un post WP usa una corrispondenza 1 1 tra term taxonomy id e term id e ovviamente se c è una soluzione peggiore tra molte state certi che è quella che viene implementata in produzione gli id che vengono passati tra form e database sono i secondi Per modificare questo comportamento andrebbe riscritta parte della admin e parte delle funzioni che recuperano e impostano le tassonomie associate a post e pagine Dubito che questi problemi verranno rettificati in futuro dato che la codebase di WP è troppo stratificata quello che sto cercando di capire è se c è modo di sostituirsi a WP con un plugin nella console di admin sia quando si genera il box di scelta delle categorie che nella pagina di creazione e modifica delle categorie che nelle funzioni che ricevono i dati di un post e li salvano in un database E ovviamente va anche riscritto l orribile classe Walker usata da WP per generare la lista gerarchica di tassonomie che avevate dubbi sballa la gerarchia lasciando orfane istanze che pure hanno un antenato A furia di sostutuire pezzi di WP forse facevo prima a scrivere un blogging engine da zero Ma forse sono io che non ho la profondità per apprezzare la poetry del code di WP btw poesia è materia obbligatoria nelle facoltà di CS oltreoceano lo sapevate Aggiornamento the plot thickens Dopo qualche altra ora passata sulle tassonomie di WP devo rivedere le mie considerazioni non sono solo una implementazione maldestra di un disegno sono una schifezza abominevole che dovrebbe essere mostrata agli studenti di CS come esempio negativo Avete presente il campo parent della tabella wp term taxonomy Logica vorrebbe che individuando un ogetto relazionato identico a quello da cui parte la relazione con le uniche ovvie differenze di avere attributi diversi term id e livello gerarchico superiore la foreign key fosse ricursiva e puntasse a un record della stessa tabella Cioè che una categoria avesse come antenato un altra categoria Logico no Beh evidentemente non era abbastanza logico per gli sviluppatori che hanno lavorato alle tassonomie di WP la chiave punta infatti alla tabella wp terms In sintesi con un colpo di mano sorprendente sono riusciti a commettere una serie di crimini contro logica un livello di indirezione ulteriore completamente non necessario per cui per trovare la categoria progenitrice occorre seguire la relazione alla tabella dei termini e da questa ridiscendere alla tabella delle tassonomie tenendo conto della chiave primaria però al contrario e filtrando per tassonomia dato che a un termine possono corrispondere n tassonomie tag categoria ecc forzare il disegno ad essere utilizzato con relazioni 1 1 tra tassonomie e termini confondere chi prende in manimo codice e disegno dei dati dato che non esiste una dichiarazione di foreign key da nessuna parte Complimenti bravi Lightpress reboot Google Motorola e Mantellini 13 commenti Silvano 13 luglio 2011 Se l obiettivo fosse solo mostrare all utente argomenti correlati come le categorie Obiettivi Nikon Accessori Nikon la tag nikon la categoria di link Nikon valuterei l idea di effettuare ricerche all interno di wp terms eventualmente anche utilizzando espressioni regolari tenendo conto del numero incrementale accodato allo slug Scenderei a compromessi con l architettura fucked up mai definizione

    Original URL path: http://qix.it/2011/07/wp-rant-1-tassonomie/ (2015-06-20)
    Open archived version from archive

  • Lightpress, reboot | Qix.it
    tag blogging django lightpress python wordpress categorie sviluppo Qualcuno degli ormai rari lettori di questo blog forse ricorderà Lightpress il frontend per WordPress che avevo sviluppato in Blogo e accasato in seguito da Textdrive che lo aveva adottato tra le applicazioni sponsorizzate Dopo parecchio lavoro e un po di virtuali soddisfazioni circa cinque anni fa aveo deciso di interromperne lo sviluppo in parte perchè pur essendo un progetto interessante quasi solo per blog commerciali la licenza GPL faceva sì che in pratica lavorassi come consulente non remunerato i nanopublisher non sono famosi in genere per avere un senso di equità sociale particolarmente sviluppato e in parte perchè i miei interessi si erano nel frattempo spostati verso altre direzioni tra cui Blogbabel Nel retrocranio però l esperienza di Lightpress ha continuato a fermentare e ogni volta che pensavo a mettere su un blog o mettevo le mani su quello di qualche parente o amico mi rendevo conto che l esigenza di tanti anni fa esiste ancora WordPress ha una architettura vecchia che non era particolarmente brillante neppure alle origini ma con il tempo e le stratificazioni successive è diventata davvero pessima generando un sistema ipercomplesso pieno di ridondanza in cui è complicato mettere le mani mai provato a tracciare l origine di un dato attraverso decine di funzioni e include e che non usa nessuna delle tecniche di sviluppo di applicazioni web che sono ormai di uso comune come un sistema di template codice a oggetti o perlomeno la separazione tra dati e viste logiche un ORM non tiratemi fuori l aborto che è wpdb tra l altro utilizzato solo per alcune cose ecc ecc Così qualche tempo fa fa ho iniziato un po per gioco a buttare giù un frontend per WordPress in Django riprendendo alcune delle idee di Lightpress e aggiungendone molte altre e soprattutto cercando il più possibile di seguire la filosofia di progettazione e sviluppo delle applicazioni Python e Django Ci è voluto molto più di quanto pensassi un po per gli inevitabili mismatch tra il disegno della base dati di WordPress multiblog agghiacciante come quasi tutto il resto e il layer ORM di Django un po per la quantità di funzionalità di cui tenere conto commenti threaded o meno categorie e pagine mono o multilivello interazione diversa con utenti WP o anonimi ecc ma dopo quasi sei mesi il primo prototipo è pronto e sta servendo i blog che sono sul mio server tra cui questo che state leggendo Non rivelo ancora il nuovo nome del progetto e non so ancora in che modalità sarà disponibile dual license libera a pagamento per versione mono multisito gratuito per uso personale a pagamento per uso commerciale ecc anche se nei prossimi giorni dovrei avere le idee un po più chiare grazie anche al brainstorming con alcune persone davvero in gamba che ne capiscono decisamente più di me degli aspetti commerciali e di marketing Sentirò probabilmente anche cosa ne pensano alla casa madre facendo un ping a Matt e

    Original URL path: http://qix.it/2011/06/lightpress-reboot/ (2015-06-20)
    Open archived version from archive

  • Spigolature / 15 | Qix.it
    foto quotidianità rete luoghi cambridge milano misc miscellanea mobile mobile e pda motori di ricerca music musica news personal php podcasting podcasts prima pagina python rugby screencasts simpleaggregator sistemi operativi smanettando software staticblog sviluppo tech ipaq palm programmazione tecnologie varie web technology tecnologia tex tv varie web 2 0 web design archivi luglio 2013 aprile 2013 marzo 2013 febbraio 2013 novembre 2012 ottobre 2012 aprile 2012 settembre 2011 agosto 2011 luglio 2011 giugno 2011 maggio 2011 marzo 2011 febbraio 2011 gennaio 2011 dicembre 2010 novembre 2010 ottobre 2010 settembre 2010 giugno 2010 maggio 2010 novembre 2009 settembre 2009 agosto 2009 luglio 2009 giugno 2009 maggio 2009 aprile 2009 marzo 2009 febbraio 2009 gennaio 2009 novembre 2008 ottobre 2008 settembre 2008 agosto 2008 luglio 2008 giugno 2008 maggio 2008 aprile 2008 marzo 2008 febbraio 2008 gennaio 2008 dicembre 2007 novembre 2007 ottobre 2007 settembre 2007 agosto 2007 luglio 2007 giugno 2007 maggio 2007 aprile 2007 marzo 2007 febbraio 2007 gennaio 2007 dicembre 2006 novembre 2006 ottobre 2006 settembre 2006 agosto 2006 luglio 2006 giugno 2006 maggio 2006 aprile 2006 marzo 2006 febbraio 2006 dicembre 2005 novembre 2005 ottobre 2005 settembre 2005 agosto 2005 luglio 2005 giugno 2005 maggio 2005 aprile 2005 marzo 2005 febbraio 2005 gennaio 2005 dicembre 2004 novembre 2004 ottobre 2004 settembre 2004 agosto 2004 luglio 2004 giugno 2004 maggio 2004 gennaio 2004 dicembre 2003 novembre 2003 ottobre 2003 settembre 2003 agosto 2003 giugno 2003 powered by WPFrontman WP friends altroformato it arredarecasa blog it copyright 2004 2011 Ludovico Magnocavallo tutti i diritti riservati Spigolature 15 14 dicembre 2006 3 commenti tag blogging nova24 php python spigolature top100 categorie blogging YouTube è scritto in Python O almeno così sembra dalla frase di Cuong Do Software Architect di YouTube apparsa recentemente su python org La frase suona più o meno

    Original URL path: http://qix.it/2006/12/spigolature-15/ (2015-06-20)
    Open archived version from archive

  • Ruby e i programmatori con la puzza sotto il naso | Qix.it
    studio Flex2 Ritorno all interfaccia riffraff 17 luglio 2006 C è da dire una cosa su php5 alcune ficiur ammiccano a python i e set get call ma ci vorrà una vita perché riescano a infilarsi nella cultura del phpista medio la comunità php ha troppi cattivi esempi 1 ed è molto più difficile cambiare la testa di un milione di persone che di cento 1 m è venuto in mente l esempio di captcha su phpsec org che soffriva di race condition misà che pure s9y da alberto lo fa Folletto Malefico 2 agosto 2006 A me peraltro risulta che PHP5 sia una versione intermedia in modo analogo al versioning del Kernel 2 5 che era una versione di sviluppo pari dispari Ma non ritrovo il link per avvalorare tale fonte quindi prendetela con le pinze In argomento comunque credo che PHP abbia l enorme vantaggio di non avere praticamente alcuno scalino sul livello zero ovvero quello da cos è PHP a scrivo PHP malissimo Apache lo supporta nativamente scrivere un blocco PHP nel normale HTML è banalissimo etc Questo garantisce una soglia di adozione che si fonde benissimo nello spazio fra una pagina statica ed una dinamica Questa cosa però ha fatto pagare a PHP lo scotto forse anche per le sue origini meno nobili di non essere un efficiente linguaggio quando si deve progettare qualcosa IN PHP La differenza è sostanziale ed è ancora più rilevante quando confrontiamo le velocità dei framework e notiamo che PHP è l unico a perdere connessioni Cmq sono perfettamente d accordo sul discorso J2EE Java mi sta un po qui se vuoi passa a vedere un articolo in merito all Usabilità del Codice che ho scritto e mi auguro davvero che altri linguaggi meno gonfiati dal marketing di SUN in questo caso ma più ideologici arrivino al successo Aggiungo una domanda che mi è risaltata fuori ora io mi continuo a chiedere perché Google faccia così poco evangelismo a riguardo di Python non vi pare strano Filippo Fadda 7 agosto 2006 Francamente non sono d accordo con nessuna delle opinioni Ho sviluppato per anni applicazioni client server e three tier prevalentemente su piattaforma Windows e riconosco che negli anni 90 lo sviluppo per componenti l ha fatta da padrone All epoca era quasi necessario utilizzarli ed effettivamente potevano in alcuni casi abbreviare i tempi di sviluppo non sempre Poi alcuni linguaggi OOP fortemente tipizzati come ad esempio l Object Pascal non hanno mai avuto i generici se non attraverso librerie di terze parti che li emulavano erano carenti sotto il profilo delle espressioni regolari vi erano pochi contenitori tra l altro anche male implementati ecc Ma erano tutte questioni accessorie non determinanti perché quelli erano gli anni dei componenti e ciò che serviva era un RAD con un buon supporto per i componenti Addirittura spesso si usavano strati di accesso ai dati intermedi come il BDE ODBC ADO che determinavano un degrado delle prestazioni ma ci si accontentava Oggi gran parte

    Original URL path: http://qix.it/2006/07/ruby-e-i-programmatori-con-la-puzza-sotto-il-naso/ (2015-06-20)
    Open archived version from archive

  • Rails, Django o Symfony? | Qix.it
    2011 dicembre 2010 novembre 2010 ottobre 2010 settembre 2010 giugno 2010 maggio 2010 novembre 2009 settembre 2009 agosto 2009 luglio 2009 giugno 2009 maggio 2009 aprile 2009 marzo 2009 febbraio 2009 gennaio 2009 novembre 2008 ottobre 2008 settembre 2008 agosto 2008 luglio 2008 giugno 2008 maggio 2008 aprile 2008 marzo 2008 febbraio 2008 gennaio 2008 dicembre 2007 novembre 2007 ottobre 2007 settembre 2007 agosto 2007 luglio 2007 giugno 2007 maggio 2007 aprile 2007 marzo 2007 febbraio 2007 gennaio 2007 dicembre 2006 novembre 2006 ottobre 2006 settembre 2006 agosto 2006 luglio 2006 giugno 2006 maggio 2006 aprile 2006 marzo 2006 febbraio 2006 dicembre 2005 novembre 2005 ottobre 2005 settembre 2005 agosto 2005 luglio 2005 giugno 2005 maggio 2005 aprile 2005 marzo 2005 febbraio 2005 gennaio 2005 dicembre 2004 novembre 2004 ottobre 2004 settembre 2004 agosto 2004 luglio 2004 giugno 2004 maggio 2004 gennaio 2004 dicembre 2003 novembre 2003 ottobre 2003 settembre 2003 agosto 2003 giugno 2003 powered by WPFrontman WP friends altroformato it arredarecasa blog it copyright 2004 2011 Ludovico Magnocavallo tutti i diritti riservati Rails Django o Symfony 14 luglio 2006 6 commenti tag django framework php python rails ruby categorie sviluppo Interessante benchmark via sulle performance dei tre framework più diffusi per Ruby Rails Python Django e PHP Symfony I risultati sono abbastanza sorprendenti non tanto per le migliori performance di Django rispetto a Rails quanto per le pessime performance di PHP Dopo anni di dominio incontrastato il primato di PHP per le applicazioni web scricchiola sempre di più il pessimo design del linguaggio la qualità mediocre della community lo scimmiottamento di Java in PHP 5 mentre il resto del mondo Open Source predilige linguaggi più lineari come Python e Ruby e ora le performance scadenti Io da un po di tempo sono passato a Django voi che aspettate

    Original URL path: http://qix.it/2006/07/rails-django-o-symfony/ (2015-06-20)
    Open archived version from archive

  • programmazione | Qix.it
    è un esempio straordinario di come non si dovrebbe programmare sia dal punto dell architettura quale architettura del disegno dei dati degli algoritmi quali algoritmi che del codice vero e proprio In breve ogni volta che ci metto le mani mi viene il rigetto e ogni volta riscrivo un pezzo grande il frontend prima in PHP e ora in Django o piccolo varie funzionalità del backend Questa volta è il turno delle categorie con cui sto lottando da qualche giorno Per preservare la mia scarsa sanità mentale ho deciso di sfogarmi qui in modo da a avere magari qualche feedback anche ne se immagino già il tono da ma chi te lo fa fare Sei rimbecillito a WP è una figata sei tu che non capisci una fava possibile e b inaugurare una galleria degli orrori sempre che non mi stufi prima e decida di scrivere un sistema di blogging da zero Quei due o tre lettori interessati possono continuare dopo il salto questo post continua leggi il resto Erlang e i processi umani 30 agosto 2006 Dallla discussione virtuale di ieri qui qui e qui è scaturito un link al bellissimo Concurrency is easy in cui Joe Armstrong sviluppa un analogia tra l architettura per processi e messaggi di Erlang e la vita reale Una lettura illuminante per chi sviluppa e decisamente consigliata anche a chi si occupa di altro Se non ne avete mai sentito parlare Erlang è un linguaggio di programmazione nato in casa Ericsson verso la metà degli anni 80 con caratteristiche specializzate per lo sviluppo di applicazioni e logiche di controllo per apparati di telecomunicazione il funzionamento anche in caso di errori software o hardware la possibilità di distribuire l elaborazione su più sistemi e di svolgere processi in parallelo in maniera leggera ed efficiente In Erlang la Ericsson ha realizzato i software di controllo di alcuni dei suoi apparati telecom più avanzati e di successo centralini switch ATM ecc e verso la fine degli anni 90 ha deciso di rilasciarlo con licenza Open Source Erlang è utilizzato oltre che per applicazioni telecom in tutti quei casi dove sono necessaria una scalabilità orizzontale a bassissimo costo performance Soprattutto di rete eccezionali e un affidabilità spinta Per avere un idea di cosa è possibile in Erlang date un occhiata a questo benchmark vecchiotto ma sempre interessante tra Yaws un server HTTP scritto appunto in Erlang e Apache Se volete capirne un po di più trovate alcuni link a libri e documentazione sulla mia tag di del icio us Sempre più architettura 29 agosto 2006 1 commento Due bei post di oggi sottolineano l importanza crescente dell architettura nelle applicazioni Web Why Processes Scale Better Than Threads su Labnotes e Evaluating Proxy Engines and Load Balancers sul blog di Joyeur Interessante nel primo post il confronto tra i modelli di sviluppo per processi e thread con una breve analisi storica delle differenze genetiche tra stack LAMP da una parte e Java Windows dall altra Un confronto quello

    Original URL path: http://qix.it/tag/programmazione/ (2015-06-20)
    Open archived version from archive



  •