web-archive-it.com » IT » R » REDATTORESOCIALE.IT

Total: 1870

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Alunni disabili, la Calabria stanzia 150 mila euro per i sussidi didattici - Redattore Sociale
    tutte le photogallery Lette in questo momento La meraviglia del circo sociale clown e funamboli in viaggio verso l Etiopia I volontari dell ambulatorio light per i poveri la banalità del bene Questo Giubileo polverizzato è la mossa più audace di papa Francesco Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Alunni disabili la Calabria stanzia 150 mila euro per i sussidi didattici Coppedè Fish Calabria sollecita le province a richiedere i fondi specifici al ministero dell Interno 13 settembre 2015 CATANZARO Per il nuovo anno scolastico che inizia domani la regione Calabria ha previsto lo stanziamento di 150 mila euro per l acquisto di sussidi didattici destinati all integrazione degli alunni con disabilità grave e con disturbi dell apprendimento Nello specifico l assessorato regionale all Istruzione informa tutti gli istituti calabresi che sul sito della regione è pubblicato il Piano per il diritto allo studio anno 2015 approvato con Dgr n 276 del 4 agosto 2015 Il governo calabrese rimarca la finalità di voler promuovere il pieno sviluppo cognitivo affettivo relazionale e scolastico degli alunni con disabilità un obiettivo prioritario per cui sono state messe a disposizione delle risorse pur nella ristrettezza delle disponibilità economiche dell ente Le istituzioni scolastiche interessate potranno presentare specifica e motivata richiesta alla regione entro e non oltre il 15 ottobre 2015 indicando il tipo di sussidio didattico da acquistare e il relativo preventivo di spesa A sostegno degli alunni disabili è intervenuta anche la presidente regionale della Fish Calabria Federazione italiana superamento handicap Nunzia Coppedè che ha rivolto un appello alle cinque province calabresi Coppedè ha ricordato agli enti preposti la possibilità di richiedere al Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e territoriali Direzione

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/490239/Alunni-disabili-la-Calabria-stanzia-150-mila-euro-per-i-sussidi-didattici (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • "Non ce la faccio più": così una giovane disabile mentale denuncia i suoi aguzzini - Redattore Sociale
    I volontari dell ambulatorio light per i poveri la banalità del bene Questo Giubileo polverizzato è la mossa più audace di papa Francesco Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Non ce la faccio più così una giovane disabile mentale denuncia i suoi aguzzini Subiva maltrattamenti dalla madre e dal suo compagno che abusava di lei Carabinieri e operatori sociali hanno condotto un indagine silente e mirata che ha consentito di scoprire la triste realtà in pieno centro di Lamezia 13 settembre 2015 LAMEZIA Ogni giorno subiva insulti e mortificazioni da parte della madre e del suo convivente un aguzzino che ripetutamente abusava sessualmente di lei grazie alla complicità e alla connivenza della stessa mamma Angela nome di fantasia è una giovane di 33 anni affetta da ritardo mentale fin dalla nascita una forma di disabilità che ha fatto credere alla madre e al suo compagno che la figlia non sarebbe mai stata in grado di dire ad alcuno quello che era costretta a subire ogni giorno I due criminali erano comunque convinti che se anche avesse parlato nessuno mai avrebbe creduto alle parole di Angela Invece la giovane è riuscita a venire fuori dall inferno in cui la stessa madre l aveva fatta sprofondare I militari dell Arma di Lamezia sotto la direzione della procura della Repubblica lametina hanno condotto un indagine silente e mirata Un equipe ad hoc ha lavorato in sordina con attività non intrusive nei confronti della vittima e con l obiettivo precipuo di proteggere la ragazza e liberarla dalla sua terribile situazione L attività svolta dagli investigatori scattata dopo aver ricevuto delle segnalazioni ha consentito di scoprire come la povera vittima venisse non solo maltrattata ma anche

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/490238/Non-ce-la-faccio-piu-cosi-una-giovane-disabile-mentale-denuncia-i-suoi-aguzzini (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • Pensione d'invalidità pignorata, Equitalia: "Troveremo insieme la soluzione migliore" - Redattore Sociale
    giudici Minori Save the Children appello all Onu per l emergenza siccità in Etiopia Cinema al Policlinico Gemelli raccolti 85 mila euro Foto Audio Foto Parco giochi accessibile come lo vorrebbero i bambini tutte le photogallery Milano la casa rifugio dove mamme e bambini ricominciano a vivere tutti gli audio Ritratti di disabili nel mondo avanti nonostante le barriere tutte le photogallery Lette in questo momento La meraviglia del circo sociale clown e funamboli in viaggio verso l Etiopia I volontari dell ambulatorio light per i poveri la banalità del bene Questo Giubileo polverizzato è la mossa più audace di papa Francesco Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Pensione d invalidità pignorata Equitalia Troveremo insieme la soluzione migliore La società di riscossione tributi replica alla denuncia della signora Fornoni Non potevamo in alcun modo sapere che avesse una figlia disabile né che la sua pensione fosse versata su conto cointestato Le consentiremo di saldare il debito senza toccare i soldi della figlia 11 settembre 2015 ROMA Equitalia non poteva in alcun modo sapere che la signora Fornoni avesse una figlia disabile né che la sua pensione d invalidità venisse versata su un conto corrente cointestato così stamattina la società di riscossione tributi replica all articolo apparso ieri su Redattore sociale che ha raccolto la denuncia della donna A novembre 2014 aggiunge Equitalia la signora aveva ottenuto una rateizzazione del suo debito di rilevante entità nei confronti degli enti creditori Il piano di dilazione concesso tuttavia è decaduto perché la signora non aveva versato alcuna rata In tali situazioni Equitalia è tenuta per legge ad attivare le procedure di recupero delle somme richieste dagli enti pubblici creditori Proprio perché la signora aveva

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/490160/Pensione-d-invalidita-pignorata-Equitalia-Troveremo-insieme-la-soluzione-migliore (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • "Basta discriminare i disabili gravi": la protesta della consigliera comunale - Redattore Sociale
    ROMA Questa non è solo una protesta per mio figlio ma una battaglia sociale e politica perché questo sistema non è più sostenibile non dà pari diritti e dignità a tutti i disabili Elena Improta consigliera del Gruppo Misto nel secondo municipio di Roma per quattro giorni è stata in sciopero della fame con la solidarietà di diverse associazioni tra cui Fish Onlus Federazione Italiana Superamento Handicap per chiedere al commissario ad acta del servizio sanitario del Lazio Nicola Zingaretti una deroga alla normativa regionale che regolamenta i centri diurni ex articolo 26 della legge 833 78 La richiesta è che ogni struttura accreditata si faccia carico di 2 o 3 persone con disabilità ad alto carico assistenziale 1 1 ovvero con necessità di un operatore fisso h24 Dopo il carico emotivo tutti i rifiuti e le spese che come genitori siamo obbligati a sopportare afferma Improta non possiamo accettare che i centri diurni rimborsati dal servizio sanitario nazionale possano permettersi di scegliere quali persone con disabilità seguire e quali no Elena Improta in sciopero della fame per il figlio disabile Ci sono tantissimi genitori che hanno preso così tante botte dai loro figli con disabilità grave che non hanno più la forza per protestare lo faccio anche per loro dice Improta per spiegare il suo gesto forte e racconta di una situazione insostenibile per le famiglie con disabilità nella regione Lazio Da un lato centri diurni pubblici lasciati liberi di non accettare alcuni ragazzi perché hanno disabilità troppo gravi e bisognose di attenzioni nonostante i rimborsi di 129 euro al giorno garantiti dal Servizio Sanitario Nazionale dall altro una normativa regionale che impone rigidi vincoli formali che rendono difficile l accreditamento alle Asl da parte di nuove e più disponibili associazioni In mezzo i genitori delle ragazze e dei ragazzi ad alto carico assistenziale lasciati soli nella gestione della quotidianità dei loro figli o costretti a pagarsi privatamente l assistenza di operatori specializzati al costo di 25 euro l ora che moltiplicati per le 4 ore minime giornaliere fanno 2400 euro al mese Una situazione insostenibile contro cui Improta ha deciso di scagliarsi dopo tante parole inascoltate con il suo corpo che assicura non alimenterà più finché non riceverò risposte concrete Finora mio figlio Mario e stato accolto per tre ore e mezza al giorno in un centro diurno a Viale Angelico a condizione che noi pagassimo un operatore per stare con lui tutto il tempo oltre ai 129 euro al giorno che comunque prendeva dalla regione racconta Improta Dopo sette anni di lista d attesa ci siamo rivolti a un altro centro il Don Orione che però ha rifiutato di accogliere Mario e quando ci siamo rivolti alla Asl ci hanno risposto che non potevano obbligarli a prenderlo in carico Vi sono altre regioni italiane che hanno un sistema diverso che parte dai bisogni delle persone e non dalla disponibilità delle strutture spiega Improta serve un bando che stabilito il numero e il grado di disabilità delle persone

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/490152/Basta-discriminare-i-disabili-gravi-la-protesta-della-consigliera-comunale (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • Non paga le tasse, Equitalia pignora la pensione della figlia disabile - Redattore Sociale
    i poveri la banalità del bene Questo Giubileo polverizzato è la mossa più audace di papa Francesco Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Non paga le tasse Equitalia pignora la pensione della figlia disabile Accade a Bergamo a una donna di 57 anni non va bene il bar che gestisce dal 2008 e negli ultimi tre anni accumula un debito di 78 mila euro Pagavo le cambiali ma non le tasse ho sbagliato Ma non può pagare mia figlia le hanno scippato tre mensilità perché il conto è cointestato Ma ora l Inps verserà l importo alla posta quei soldi sono di Roberta 10 settembre 2015 ROMA Equitalia sta scippando la pensione d invalidità di mia figlia Ma lei non deve pagare per le difficoltà della sua famiglia E io sto facendo di tutto per fermare quest ingiustizia Giovanna Fornoni 57 anni non ha avuto fortuna con il bar che ha preso in gestione nel 2008 nonostante l esperienza non le manchi per 15 anni ha gestito uno spazio ristoro in una scuola poi il bar di un circolo Arci finché ha deciso di acquistare questa nuova licenza prendendo per la prima volta anche i tabacchi Inizialmente è andata bene poi è iniziata la discesa inesorabile La crisi è un problema comune mi sto accorgendo che tante attività qui in città dopo l estate non hanno riaperto la saracinesche E quando sono iniziate le difficoltà ho fatto degli errori ammette P er pagare le cambiali a chi mi aveva venduto l attività ho trascurato le tasse e in tre anni ho accumulato un debito di 78 mila euro Ho la casa ipotecata ed Equitalia mi ha già pignorato il conto corrente personale e quello dell attività quest ultimo peraltro in rosso di 5 mila euro Ma poi ha messo le mani sulla pensione di mio figlia prelevandomi tre mensilità consecutive E non ho potuto né voluto tollerarlo è un ingiustizia nonché un illecito Ho scritto alla stampa per denunciare Equitalia deve rispettare la legge proprio come tutti noi Per questo ho deciso di non firmare la rateizzazione del debito finché quei soldi non saranno restituiti a mia figlia La pensione di Roberta 26 anni e una disabilità psico cognitiva che la rende del tutto non autosufficiente ammonta a 798 euro al mese l Inps li versa sul conto cointestato a me e lei per questo Equitalia ha potuto metterci le mani Se avesse avuto un suo conto personale non sarebbe potuto accadere ma la banca non me l ha permesso perché mia figlia non ha un amministratore di sostegno Un mio errore anche questo a cui porrò al più presto rimedio Intanto Giovanna ha trovato il modo per salvaguardare comunque la pensione di sua figlia Ho chiesto all Inps di mandarla per via postale da ottobre sarà così ed Equitalia non potrà più prendersela Dubita invece Giovanna che servirà a qualcosa

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/490096/Non-paga-le-tasse-Equitalia-pignora-la-pensione-della-figlia-disabile (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • Toscana, 550 mila euro per l’inclusione scolastica dei disabili - Redattore Sociale
    in Etiopia Cinema al Policlinico Gemelli raccolti 85 mila euro Foto Audio Foto Parco giochi accessibile come lo vorrebbero i bambini tutte le photogallery Milano la casa rifugio dove mamme e bambini ricominciano a vivere tutti gli audio Ritratti di disabili nel mondo avanti nonostante le barriere tutte le photogallery Lette in questo momento La meraviglia del circo sociale clown e funamboli in viaggio verso l Etiopia I volontari dell ambulatorio light per i poveri la banalità del bene Questo Giubileo polverizzato è la mossa più audace di papa Francesco Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Toscana 550 mila euro per l inclusione scolastica dei disabili La Regione ha stanziato la cifra per l anno scolastico alle porte per favorire lo sviluppo delle potenzialità dei bambini disabili e con bisogni educativi speciali nelle scuole materne elementari e medie paritarie a gestione privata 10 settembre 2015 FIRENZE Come per l anno scolastico precedente anche per il 2015 2016 la Regione Toscana si impegna a contribuire con 550 mila euro al progetto per favorire l inclusione l integrazione scolastica e lo sviluppo delle potenzialità dei bambini disabili e con bisogni educativi speciali nelle scuole materne elementari e medie paritarie a gestione privata Lo schema di accordo tra Regione Toscana e Federazione Italiana delle Scuole Materne Federazione Regionale Toscana finalizzato alla realizzazione del progetto è stato approvato nel corso dell ultima seduta di giunta Il progetto intende garantire anche per l anno scolastico 2015 2016 la continuità degli interventi finalizzati ad assicurare ai bambini e ragazzi in età evolutiva portatori di disabilità il pieno inserimento nella vita di relazione e nel mondo della scuola attraverso il sostegno delle azioni già realizzate negli anni precedenti

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/490095/Toscana-550-mila-euro-per-l-inclusione-scolastica-dei-disabili (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • Un carrello "speciale", e fare la spesa con un figlio disabile non è un problema - Redattore Sociale
    l Etiopia I volontari dell ambulatorio light per i poveri la banalità del bene Questo Giubileo polverizzato è la mossa più audace di papa Francesco Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Un carrello speciale e fare la spesa con un figlio disabile non è un problema Non è facile spingere un carrello e contemporaneamente una carrozzina è quello che devono fare tanti genitori con figli disabili Così in Irlanda una catena di supermercati ha raccolto l appello di una mamma E ha messo a disposizione un carrello speciale 10 settembre 2015 ROMA Fare la spesa può diventare un impresa e lo è in effetti per chi ha un figlio disabile che non può camminare ma che ormai è troppo grande per sedersi nel seggiolino del carrello Spingere questo e allo stesso tempo la carrozzina non è praticamente possibile tanto che girare tra gli scaffali del supermercato si trasforma per tanti in una vera acrobazia In Irlanda però una soluzione si è trovata grazie all intraprendenza di una mamma e all efficienza di una delle principali catene di supermercati una soluzione semplice un carrello come gli altri ma con un seggiolino più ampio al suo interno adatto ad accogliere un figlio disabile non più tanto piccolo La mamma si chiama Gina Grant la catena di supermercati da cui si serve è la Dunne Stores La difficoltà che provava ogni volta nel fare la spesa l ha raccontata in poche righe indirizzate all azienda Quando metto mio figlio nel carrello della spesa lo stress per lui è insopportabile e aumenta sempre di più E la risposta non si è fatta attendere poco dopo il supermercato le ha messo a disposizione un carrello studiato

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/490078/Un-carrello-speciale-e-fare-la-spesa-con-un-figlio-disabile-non-e-un-problema (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • Firenze, oltre 500 esperti mondiali a convegno su disabilità intellettiva - Redattore Sociale
    Migranti l Ue non si chiuda Sulla famiglia Tesoro inesauribile Unioni Civili Fish Considerare anche le questioni connesse alla disabilità Bagnasco 6 3 milioni di pasti dalle mense Caritas è disagio alimentare Protezione internazionale serve formazione ad hoc per i giudici Minori Save the Children appello all Onu per l emergenza siccità in Etiopia Cinema al Policlinico Gemelli raccolti 85 mila euro Foto Audio Foto Parco giochi accessibile come lo vorrebbero i bambini tutte le photogallery Milano la casa rifugio dove mamme e bambini ricominciano a vivere tutti gli audio Ritratti di disabili nel mondo avanti nonostante le barriere tutte le photogallery Lette in questo momento La meraviglia del circo sociale clown e funamboli in viaggio verso l Etiopia I volontari dell ambulatorio light per i poveri la banalità del bene Questo Giubileo polverizzato è la mossa più audace di papa Francesco Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Firenze oltre 500 esperti mondiali a convegno su disabilità intellettiva L evento è organizzato dall Associazione Europea per la Salute Mentale nella Disabilità Intellettiva in collaborazione con la Misericordia 09 settembre 2015 FIRENZE 510 iscritti provenienti da 21 paesi del mondo sono arrivati oggi a Firenze per il 10 Congresso europeo sulla Disabilità Intellettiva L evento è organizzato dall Associazione Europea per la Salute Mentale nella Disabilità Intellettiva EAMHID e dal CREA con la collaborazione della Misericordia di Firenze e della Fondazione Opera Diocesana Assistenza Onlus ODA di Firenze Sono presenti al Palazzo dei Congressi di Firenze molti dei massimi esperti internazionali dei problemi di salute mentale dei disturbi del neurosviluppo da tutta Europa così come di molti studenti e giovani ricercatori L appuntamento di quest anno è dedicato al tema dell evoluzione

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/490066/Firenze-oltre-500-esperti-mondiali-a-convegno-su-disabilita-intellettiva (2016-01-26)
    Open archived version from archive



  •