web-archive-it.com » IT » R » REDATTORESOCIALE.IT

Total: 1870

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Il coro degli ultraottantenni che si esibisce nelle case di riposo - Redattore Sociale
    il mattino nemmeno sospettava attivo dal 1994 nel circolo La Ruota di Bolzano grazie ai volontari dell Auser Rivolto agli over 80 prevede anche laboratori di teatro e disegno Così riprendono in mano la loro vita 18 gennaio 2016 BOLZANO Spesso vediamo gli anziani solo per i loro malanni ma tutti hanno qualcosa da esprimere Basta solo credere davvero nelle persone indipendentemente dalla loro età A parlare è Gabriella Bissacco dell Auser di Bolzano sezione in cui dal 1994 è attivo il progetto Il pomeriggio conosce cose che il mattino nemmeno sospettava Di cosa si tratta L idea è sperimentare diverse tecniche espressive per favorire l inclusione e il diritto allo sviluppo della creatività in tutte le età della vita È così che al Circolo La Ruota di Bolzano diventato ormai come il salotto di casa gli ultraottantenni possono mettersi alla prova con il canto l improvvisazione teatrale il disegno o i laboratori di racconto autobiografico Il coro conta una ventina di partecipanti tra cui una signora di 96 anni racconta Bissacco Sono tutte persone con patologie importanti disabilità problemi di memoria e cognitive Ma quando cantano riprendono in mano la loro vita Sono molto richiesti si esibiscono nelle case di riposo dove non distingui tra coristi e ospiti e recentemente hanno cantato nel Duomo di Bolzano in occasione della Giornata dell Alzheimer Si vestono bene si pettinano e le signore mettono il rossetto cosa che magari non facevano da tempo spiega Bissacco Le canzoni le scelgono loro canzoni che parlano di ricordi di memoria e storia cantano e non vedono il tempo di oggi ma quello passato Con loro ci sono 4 volontarie Auser che si occupano anche della logistica e del trasporto È sorprendente vederli e anche se ormai sono tanti anni che li seguo mi commuovo ancora

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/498206/Il-coro-degli-ultraottantenni-che-si-esibisce-nelle-case-di-riposo (2016-01-26)
    Open archived version from archive


  • Il volontariato in Italia: oltre 44 mila le associazioni - Redattore Sociale
    mai realizzata in Italia La maggior parte opera nel campo dell assistenza sociale 11 812 e della sanità 9 098 da sole queste due classi racchiudono il 55 per cento del totale delle associazioni Seguono quelle che si occupano di cultura sport e ricreazione Anziani e minori sono le categorie primarie di utenti con il 25 4 per cento mentre si dedicano a malati e disabili il 18 per cento delle organizzazioni Si occupano di nomadi immigrati o profughi il 5 7 per cento Al nord e nel centro si trovano oltre la metà delle associazioni Lombardia Toscana Lazio Piemonte Emilia Romagna sono le regioni in cui le realtà del volontariato sono più radicate Se però si confronta il numero di abitanti con quello delle organizzazioni sono Friuli Venezia Giulia e la Valle d Aosta ad avere più onlus Al sud e nelle isole si registrano invece le percentuali più basse rispettivamente il 17 e il 6 per cento del totale La metà delle associazioni opera con meno di 16 volontari solo il 15 per cento ha un numero superiore a 50 Per quanto riguarda i soci ne hanno meno di 60 il 50 per cento mentre poco più del 10 per cento ha una base associativa molto estesa oltre 500 soci La rappresentanza legale è composta per i due terzi da uomini Negli ultimi sette anni il numero di nuove associazioni costituite è diminuito costantemente nel 2014 si è registrato un meno 15 per cento rispetto all anno precedente Le associazioni più piccole per numero di volontari e per numero di soci sono anche quelle più giovani il 50 per cento è stato costituito dal 2000 in poi La metà delle organizzazioni con più di 60 volontari ha oltre 25 anni di storia Quelle più anziane si occupano di sanità il 50 per cento ha quasi 30 anni di attività mentre quelle di più recente costituzione sono nel settore ambientale anno 2006 della protezione civile anno 2005 o della cooperazione internazionale anno 2004 Non sono riconosciute oltre il 90 per cento delle organizzazioni del nord Veneto 97 per cento Lombardia 93 per cento Valle d Aosta 91 per cento l Emilia Romagna 90 Il Lazio invece ha la più alta percentuale di associazioni riconosciute Nel Sud il Molise è l unica regione con oltre il 90 per cento delle associazioni non riconosciute mentre in Puglia e Sicilia oltre il 66 per cento sono riconosciute La maggior parte ha come ambito territoriale di riferimento il comune di appartenenza e solo 5 su 100 hanno un riferimento territoriale nazionale o internazionale L 83 per cento infine ha la qualifica fiscale di onlus Solo il 4 delle associazioni ha un presidente under 35 I presidenti delle OdV hanno in media 58 anni dieci in più rispetto ai volontari delle stesse organizzazioni e arrivano a ricoprire quel ruolo dopo un periodo lungo di gavetta I giovani adulti con meno di 35 anni sono quasi un quarto dei volontari 23 9 e solo il

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/498181/Il-volontariato-in-Italia-oltre-44-mila-le-associazioni (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • “Svuota l’armadio”: dalle cose che non si usano più i fondi per i ragazzi a rischio - Redattore Sociale
    di tirocini e borse lavoro in collaborazione con Caritas e servizi pubblici 22 gennaio 2016 COSENZA Svuota l armadio è l iniziativa in programma per domenica prossima a Cosenza a cura della cooperativa sociale Dignità del lavoro presieduta da Giovanni Serra In pratica chi volesse disfarsi dei soliti regali non graditi di capi d abbigliamento accessori libri ed oggetti per la casa mai inutilizzati li può portare nella sede della cooperativa e in cambio gli verrà offerta la colazione Tutto ciò che arriverà sarà venduto e il ricavato sarà destinato alla raccolta fondi Regala un opportunità un iniziativa che punta ad offrire una chance a giovani che hanno intrapreso strade sbagliate e che hanno bisogno di occasioni buone per cambiare verso La cooperativa di tipo B è nata nel 2012 ed ha proprio questa mission dare opportunità di lavoro a giovani in difficoltà ragazzi che hanno compiuto reati minori a rischio giovani tossicodipendenti La presentazione della raccolta fondi Regala un opportnità Con questa finalità la cooperativa promuove esperienze di tirocinio formativo e borse lavoro con l obiettivo concreto dell inserimento nel mondo del lavoro in collaborazione con la Caritas con i servizi sociali pubblici come ad esempio il centro di Giustizia minorile e le organizzazioni di volontariato attive sul territorio Serra e i suoi collaboratori puntano molto sulla cultura per offrire una seria possibilità di riscatto ai ragazzi in difficoltà La raccolta fondi servirà a sostenere due iniziative importanti la gestione del bookshop del Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza che sarà attivo dal prossimo mese di febbraio e che avrà un punto vendita dei prodotti editoriali realizzati dai ragazzi della cooperativa La seconda iniziativa riguarda la creazione e la gestione di un laboratorio di editoria e stampa digitale Con il laboratorio attrezzato saranno realizzati quindi molti dei prodotti che saranno venduti nel bookshop guide fumetti didattici giochi educativi gadget in cantiere anche altri servizi editoriali che saranno offerti al mercato locale e nazionale La Regione Calabria ha concesso un finanziamento parziale di circa 38 mila euro attraverso i fondi comunitari Per realizzare il progetto occorrono ancora circa 35 mila euro Giovanni Serra spiega come costituire e gestire una cooperativa sociale Il nostro impegno spiega Serra si fonda sull idea che aiutare non significa fare assistenzialismo ma accompagnare le persone a scoprire e valorizzare i loro talenti realizzando se stessi e partecipando pienamente alla vita sociale Finora i ragazzi accolti e seguiti nel loro percorso di recupero per una vita attiva sul piano lavorativo e sociale sono stati quelli provenienti da classi sociali medio basse l età media è stata quella dei vent anni Molti di loro hanno commesso reati prima dei 18 anni Nel 2014 Dignità del lavoro è stata partner del progetto Vocational training of arrested and convicteds in Europe rehabilitation programs in prisons analysis of the classification systems Formazione professionale di arrestati e condannati in Europa programmi di riabilitazione in prigione analisi dei sistemi di classificazione promosso dal ministero della Giustizia della Turchia Per alcuni

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/498582/Svuota-l-armadio-dalle-cose-che-non-si-usano-piu-i-fondi-per-i-ragazzi-a-rischio (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • "Basta sofferenze in Siria": l'appello di oltre 120 organizzazioni umanitarie - Redattore Sociale
    photogallery Milano la casa rifugio dove mamme e bambini ricominciano a vivere tutti gli audio Ritratti di disabili nel mondo avanti nonostante le barriere tutte le photogallery Lette in questo momento Ghetto classic Bach e Beethoven per scappare dall inferno di Korogocho Una missionaria italiana e un imam insieme aiutano i profughi del Centrafica L Italia ricorda la Shoah per leggere il presente e progettare il futuro Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Basta sofferenze in Siria l appello di oltre 120 organizzazioni umanitarie La fine della crisi in Siria e delle sofferenze patite da milioni di civili a chiederlo con un appello congiunto sono oltre 120 organizzazioni umanitarie e agenzie delle Nazioni Unite Chiediamo non solo ai governi ma ad ognuno di voi cittadini di tutto il mondo di alzare le vostre voci 21 gennaio 2016 Roma La fine della crisi in Siria e delle sofferenze patite da milioni di civili A chiederlo con un appello congiunto sono oltre 120 organizzazioni umanitarie e agenzie delle Nazioni Unite tra cui l Unicef L appello delinea anche una serie di azioni pratiche e immediate che possono ampliare l accesso umanitario e la distribuzione di aiuti a tutti coloro che hanno bisogno all interno della Siria Ognuno puo sottoscrivere l appello condividendolo ritwittandolo o mettendo un like sui social media sulla pagina Facebook e Twitter Tre anni fa i leader delle agenzie umanitarie delle Nazioni Unite hanno lanciato un appello urgente indirizzato a coloro che avrebbero potuto mettere fine al conflitto in Siria I leader sollecitavano ogni sforzo per salvare il popolo siriano Basta con la sofferenza e lo spargimento di sangue avevano detto si legge nell appello Questo succedeva tre anni fa

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/498486/Basta-sofferenze-in-Siria-l-appello-di-oltre-120-organizzazioni-umanitarie (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • Biblioteche e musei aperti grazie ai volontari che accolgono i visitatori - Redattore Sociale
    Genova i volontari Auser collaborano nell accoglienza alla Nuova biblioteca universitaria ospitata nello storico ex Hotel Colombia A Roma gli over 60 fanno volontariato nei centri culturali A Campobasso rendono possibile l apertura domenicale al pubblico del Museo Pistilli 20 gennaio 2016 GENOVA Costruito negli anni Venti del Novecento l Hotel Colombia è un luogo simbolo a Genova Per gran parte del secolo scorso il grande albergo ha infatti accolto i viaggiatori in gran parte provenienti dal mare Nelle sue sale è stato girato Profumo di donna il film di Dino Risi 1974 con Vittorio Gassman tratto dal romanzo Il buio e il miele di Giovanni Arpino e di cui Martin Brest nel 1992 fece il remake con Al Pacino Poi l hotel è stato dismesso è rimasto chiuso per diversi anni finché è stato acquistato dal ministero per i Beni e le Attività culturali e ristrutturato Dal 2015 una parte dell ex Hotel Colombia accoglie la Nuova biblioteca universitaria di Genova in 13 mila metri quadrati sono conservati oltre 700 mila volumi tra cui manoscritti libri rari e raccolte storiche Oggi ad affiancare gli operatori della biblioteca nell attività di accoglienza dei visitatori ci sono anche 16 volontari dell Auser Liguria Il progetto della biblioteca ha permesso di restituire un luogo importante alla città e a noi genovesi che lo potevano vedere solo da fuori racconta Attilia Narizzano di Auser Liguria e quando ci hanno proposto una collaborazione in convenzione con il ministero e la biblioteca non mi sembrava vero Oggi i cittadini in particolare gli studenti ma anche i turisti e i viaggiatori posono accedere alla struttura per leggere seguire conferenze assistere a concerti e vedere mostre All inizio i nostri volontari lavoravano su 3 turni giornalieri mentre ora ne abbiamo solo uno al pomeriggio continua Narizzano Si occupano di accogliere gli utenti indirizzarli nelle varie sezioni accompagnarli alle mostre Tra i volontari ci sono ultrasessantenni ma anche persone più giovani che mettono il loro tempo a disposizione perché interessati all arte alla letteratura alla cultura e poter entrare in un luogo come la biblioteca universitaria è sicuramente un piacere Sono molto motivati e svolgono queste attività molto volentieri Accoglienza al pubblico informazioni sui servizi bibliotecari distribuzione e ricollocazione del materiale librario riordino degli scaffali collaborazione nell allestimento delle sale per eventi Sono alcune delle attività realizzate dai volontari dell Auser nelle blioteche comunali e nei centri culturali di Roma Il progetto Volontari nelle biblioteche è attivo dal 1996 nell ambito dell istituzione Sistema biblioteche e Centri culturali di Roma Capitale e mira a promuovere la cittadinanza attiva il valore della cultura come bene comune il diritto all accesso gratuito all informazione e alla cultura attraverso il supporto al personale delle biblioteche per migliorare il funzionamento dei servizi all utenza e favorendo la conoscenza del patrimonio culturale Sono circa 80 i volontari prevalentemente over 60 coinvolti nelle diverse attività A Campobasso dal 2013 è attivo il progetto di Accoglienza al Museo Pistilli Nato da una sollecitazione della Sovrintendenza

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/498356/Biblioteche-e-musei-aperti-grazie-ai-volontari-che-accolgono-i-visitatori (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • Firenze, le Misericordie inaugurano Centro studi nazionale - Redattore Sociale
    vivere tutti gli audio Ritratti di disabili nel mondo avanti nonostante le barriere tutte le photogallery Lette in questo momento Ghetto classic Bach e Beethoven per scappare dall inferno di Korogocho Una missionaria italiana e un imam insieme aiutano i profughi del Centrafica L Italia ricorda la Shoah per leggere il presente e progettare il futuro Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Firenze le Misericordie inaugurano Centro studi nazionale L inaugurazione si terrà venerdì 22 gennaio a Figline Valdarno Sarà una vera e propria Accademia della reciprocità e del dono che nasce con lo scopo di analizzare i caratteri essenziali che il volontariato ha assunto nella realtà sociale 19 gennaio 2016 FIRENZE Venerdì 22 gennaio alle 11 30 presso il Polo Lionello Bonfanti di Incisa Val d Arno FI si terrà l inaugurazione del Centro Studi Nazionale delle Misericordie Alfredo Merlini Una vera e propria Accademia della reciprocità e del dono che nasce con lo scopo di analizzare i caratteri essenziali che il volontariato ha assunto nella realtà sociale e approfondire le dinamiche di trasformazione che lo hanno attraversato e lo stanno attraversando e che implicano una riflessione sugli orizzonti e sugli sviluppi futuri del fenomeno Multidisciplinare e aperta al lavoro in rete la nuova articolazione scientifica delle Misericordie mira al confronto e alla condivisione di idee dati e spunti operativi nell ottica della valorizzazione della pluralità delle vocazioni del volontariato diffuso che oggi in un sistema di welfare pubblico non sempre efficiente e funzionale costituisce spesso la risposta principale per la comunità Abbiamo deciso di intitolare il Centro Studi al confratello Alfredo Merlini originario proprio del Valdarno e Presidente della Confederazione in un epoca di grande crescita per le Misericordie

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/498351/Firenze-le-Misericordie-inaugurano-Centro-studi-nazionale (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • Firenze, la Misericordia dona 30 quintali di pane - Redattore Sociale
    Tesoro inesauribile Unioni Civili Fish Considerare anche le questioni connesse alla disabilità Bagnasco 6 3 milioni di pasti dalle mense Caritas è disagio alimentare Protezione internazionale serve formazione ad hoc per i giudici Minori Save the Children appello all Onu per l emergenza siccità in Etiopia Cinema al Policlinico Gemelli raccolti 85 mila euro Foto Audio Foto Parco giochi accessibile come lo vorrebbero i bambini tutte le photogallery Milano la casa rifugio dove mamme e bambini ricominciano a vivere tutti gli audio Ritratti di disabili nel mondo avanti nonostante le barriere tutte le photogallery Lette in questo momento Ghetto classic Bach e Beethoven per scappare dall inferno di Korogocho Una missionaria italiana e un imam insieme aiutano i profughi del Centrafica L Italia ricorda la Shoah per leggere il presente e progettare il futuro Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Firenze la Misericordia dona 30 quintali di pane Domani si celebra San Sebastiano martire patrono della Misericordia di Firenze dal 1575 e come da tradizione nella sede di piazza Duomo e nelle sezioni dell Arciconfraternita verranno distribuiti i panelli benedetti 19 gennaio 2016 FIRENZE Domani mercoledì 20 gennaio si celebra San Sebastiano martire patrono della Misericordia di Firenze dal 1575 Come da tradizione nella sede di piazza Duomo e nelle sezioni dell Arciconfraternita verranno distribuiti i panelli benedetti simbolo di solidarietà e carità verso i bisognosi Oltre 30 quintali di pane verranno donati a tutte le persone che si recheranno in una delle sedi della Misericordia di Firenze I panellini benedetti verranno anche consegnati alle scuole agli ospedali agli istituti religiosi e alle associazioni assistenziali Alle ore 9 nell Oratorio di piazza Duomo sarà celebrata la Santa Messa prelatizia con le

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/498327/Firenze-la-Misericordia-dona-30-quintali-di-pane (2016-01-26)
    Open archived version from archive

  • Gela, un cantiere sociale per recuperare i tesori inutilizzati della città - Redattore Sociale
    raccolti 85 mila euro Foto Audio Foto Parco giochi accessibile come lo vorrebbero i bambini tutte le photogallery Milano la casa rifugio dove mamme e bambini ricominciano a vivere tutti gli audio Ritratti di disabili nel mondo avanti nonostante le barriere tutte le photogallery Lette in questo momento Ghetto classic Bach e Beethoven per scappare dall inferno di Korogocho Una missionaria italiana e un imam insieme aiutano i profughi del Centrafica L Italia ricorda la Shoah per leggere il presente e progettare il futuro Notiziario Calendario In primo piano I diritti dei bambini fuori famiglia dalla teoria alla pratica Realizzare i diritti dei bambini 28 01 2016 Facebook Tweet Gela un cantiere sociale per recuperare i tesori inutilizzati della città Promosso dalle associazioni di volontariato si aprirà domani Focus sui beni comuni la sicurezza sociale la mobilità l ambiente la lotta alla povertà 19 gennaio 2016 Si aprirà il 20 gennaio il cantieregela il percorso laboratoriale e di riflessione promosso dal Coordinamento delle associazioni di volontariato della città di Gela e che vede anche il coinvolgimento del Cesvop il Csv di Palermo per recuperare e riqualificare i molti tesori inutilizzati nella città Il primo appuntamento sarà un workshop scientifico sui beni comuni in programma nella Casa del volontariato in via Ossidiana 27 L iniziativa che vuole coinvolgere coloro che desiderano impegnarsi per il bene comune sarà dunque uno spazio trasversale aperto ad associazioni volontari studenti partiti o movimenti politici comitati di quartiere consiglieri comunali assessori Il cantieregela sarà diviso in 5 tavoli tematici spiega Savatore Buccheri del Csv locale ai quali si potrà accedere tramite iscrizione Le aree tematiche sono 1 sicurezze sociale emergenza educativa e prevenzione della devianza 2 mobilità urbana spazi verdi e sostenibilità ambientale 3 lotta alla povertà e al disagio promozione dell occupazione giovanile e cooperazione

    Original URL path: http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/498323/Gela-un-cantiere-sociale-per-recuperare-i-tesori-inutilizzati-della-citta (2016-01-26)
    Open archived version from archive



  •