web-archive-it.com » IT » S » SEGNALO.IT

Total: 248

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  •  POLITICHE DEI SERVIZI SOCIALI - ricerche bilbiografiche, www.segnalo.it
    un corrispettivo commisurato al reddito complessivo dedotto di una quota pari al minimo vitale Il progetto Martinazzoli definisce abbastanza in dettaglio le condizioni ed i requisiti per definire lo stato di bisogno ASSETTO ISTITUZIONALE Una sostanziale convergenza é riscontrabile per quanto concerne le competenze dello Stato Il progetto della Toscana precisa che é di competenza statale anche se può essere delegato alle regioni ed agli enti locali l accertamento delle condizioni che possono dare diritto alla integrazione del reddito fino al minimo vitale Divergenti le posizioni in ordine al Ministero cui farebbero riferimento i servizi socio assistenziali non precisato nel progetto Foschi Ministero della sanità opportunamente riordinato per il progetto Martinazzoli Ministero della sicurezza sociale per gli assessori regionali Ministero per gli affari sociali per la Toscana Inoltre il progetto Foschi e quello toscano non prevedono il Consiglio nazionale della sanità e dei servizi sociali chiamato della sicurezza sociale nel progetto degli assessori Per quanto riguarda il ruolo delle regioni non ci si discosta dall ordinamento generale Tutti prevedono specifici strumenti programmatori individuati nei piani di sviluppo dei servizi sociali chiamati di assistenza sociale nel progetto della Toscana Singolare é il progetto socialista che prevede una collocazione istituzionale specifica per le strutture di assistenza alle gestanti che intendono partorire in condizioni di riservatezza attualmente di competenza delle province Il progetto degli assessori elenca in modo puntuale alcuni compiti amministrativi affidati agli enti regionali requisiti per l iscrizione ai registri criteri per le convenzioni parametri per facilitare gli appalti delle cooperative di solidarietà sociale criteri per l entità del costo dei servizi misure dei rimborsi ai privati E comunque generalizzato un modello istituzionale che prevede una collaborazione fra soggetti pubblici e privati all interno di criteri generali fissati dalla regione I compiti delle province sono di tipo programmatorio sub regionale e pertanto tali enti vengono sollevati dai residui compiti socio assistenziali che ancora mantengono e che sono diventati anacronistici in riferimento al sistema che si é venuto affermando Tuttavia il progetto socialista prevede la possibilità in talune condizioni di individuare ambiti territoriali ed enti diversi anche per l esercizio delle funzioni programmatorie Inoltre nel progetto della Toscana emerge un ruolo più forte delle province dove si afferma che adottano un piano provinciale a cui si conformano i programmi comunali In linea di principio il rapporto comuni usl é affrontato nello stesso modo i comuni sono i titolari di tutte le funzioni amministrative in materia di assistenza sociale ma nel progetto socialista questa affermazione non é esplicita Le maggiori divergenze si registrano in ordine all esercizio delle funzioni per il partito della Democrazia cristiana si lascia aperta la possibilità a più soggetti istituzionali comuni unità socio sanitarie locali organi di decentramento nel progetto degli assessori ed in quello socialista é la legge regionale a distribuire l attribuzione delle funzioni in generale é previsto che i servizi di base non meglio precisati vengano esercitati dai comuni Il progetto toscano prevede la possibilità di intese per svolgere specifici servizi per conto di altri comuni

    Original URL path: http://www.segnalo.it/Paolo/1988/PROGETTIRIFOASSI-1988.htm (2016-04-30)
    Open archived version from archive


  •  POLITICHE DEI SERVIZI SOCIALI - ricerche bilbiografiche, www.segnalo.it
    in un campo socio culturale dinamico caratterizzato da grandi variazioni Basti pensare ad una serie di fenomeni riconducibili al mutamento sociale che hanno significativi impatti sui sistemi di servizio SYMBOL 183 f Symbol s 10 h l invecchiamento demografico e la mobilità migratoria SYMBOL 183 f Symbol s 10 h la riduzione della natalità ed i conseguenti cambiamenti delle situazioni relazionali dell infanzia nei vari contesti urbani 4 SYMBOL 183 f Symbol s 10 h calo dell offerta del lavoro di cura nella famiglia e nei gruppi parentali in rapporto alla scolarizzazione ed occupazione femminile 5 SYMBOL 183 f Symbol s 10 h mutamenti delle strutture di socializzazione famiglia scuola tempo libero SYMBOL 183 f Symbol s 10 h differenziazione dei soggetti individuali e collettivi e nascita di nuovi movimenti SYMBOL 183 f Symbol s 10 h modificazione delle situazioni di disagio SYMBOL 183 f Symbol s 10 h le debolezze dei modelli culturali che dovrebbero sostenere gli individui nelle fasi di passaggio della vita adolescenza rotture relazionali vecchiaia malattia Ai mutamenti sociali consegue una certa configurazione storica della domanda di beni pubblici o comunque orientati sal sistema pubblico un crescente numero di persone vengono incluse nelle aree della protezione l utenza cresce sotto il profilo quantitativo aumenta la sensibilità sulla qualità dei servizi emerge una cultura dei diritti di cittadinanza Il sistema dell offerta qui inteso come insieme delle organizzazioni e delle strutture formali che provedono alle prestazioni è a sua volta attraversato da tensioni sovraccarico da domanda che si accompagna a tagli alla spesa sociale forte differenziazione e specializzazione delle unità di offerta aumento delle interrelazioni fra pubblico e privato 2 Le politiche del controllo In riferimento ai quadri analitici sopra delineati le politiche sociali e le relative legislazioni possono essere viste come modalità di regolazione del rapporto fra la domanda sociale e l offerta di servizi Questa azione regolatrice può essere esplorata a due livelli a macrosociale cioè ponendo l attenzione sulle grandi trasformazioni dello stato della spesa sociale dei modelli di welfare state b microsociale cioè in riferimento ai comportamenti individuali e di gruppo Per quanto riguarda la prima chiave e di lettura occorre ricordare che tra la fine del secolo XIX e l inizio del XX la struttura materiale dello stato e le sue funzioni si sono radicalmente trasformati La seguente tavola sintetizza in modo schematico questo passaggio 6 Tavola 1 stato di diritto stato sociale sistema economico separazione stato mercato interrelazione stato mercato sistema politico diritti individuali diritti sociali e diritti di cittadinanza sistema socio culturale prime forme di assistenza pubblica forte peso delle istituzioni di controllo assicurazioni sociali obbligatorie e previdenza sociale estensione dei ruoli tecnici e delle professioni sociali Nel passaggio dallo stato di diritto in cui la sfera economica non deve subire interferenze esterne allo stato sociale mutano le relazioni fra i tre sistemi l azione dello stato non ha più soltanto la funzione economica di correggere le disfunzioni del mercato 7 ma anche quella di intervenire attivamente nei processi di

    Original URL path: http://www.segnalo.it/Paolo/1988/polsoc-controllo-venezia1988.htm (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Comunicazione preliminare a: Politiche sociali II, LM Scienze pedagogiche, Università di Milano Bicocca
    serie di incontri ottobre dicembre 2013 Per iscriversi prego inviare al mio indirizzo paolo ferrario email it questo messaggio sono Cognome Nome e desidero iscrivermi alla Mailing List del corso Politiche sociali II 2013 Ho inoltre progettato e realizzato un blog intitolato AULE VIRTUALI http aulevirt com che riporta con criterio cronologico dal presente al passato i materiali di studio di ogni unità didattica e attraverso il quale sarebbe anche possibile interagire attraverso i commenti L indirizzo del blog è questo http aulevirt com category 1 formazione a corsi di formazione in atto alla universita di milano bicocca politiche sociali ii2013ott dic scienze pedagogicheuniversita di milano bicocca La mia attività di ricerca sui temi di Politica sociale applicata ai servizi sociali e socioeducativi è avviene attraverso l attività di formazione permanente lo studio dei libri specialistici in materia e il seguente strumento di monitoraggio delle fonti informative reperibili sul Web http polser wordpress com Gli iscritti al corso possono ricevere gli avvisi di aggiornamento anche dall Ambiente per l apprendimento in rete Docebo che ha una pagina che rimanda ai materiali didattici del corso Gli avvisi arrivano agli studenti tramite il loro indirizzo E Mail rilasciato dall Università Per chi

    Original URL path: http://www.segnalo.it/AULEVIRT/2012%20Scienze%20Pedagogiche/ComunicaPrelim.htm (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Programma del Corso POLITICHE SO
    sociali anche allo scopo di confrontarsi con l attuale crisi socioeconomica messa a punto di strumenti e metodi di analisi professionale delle politiche sociali i tre livelli di analisi delle politiche sociali 1 istituzioni 2 amministrazione ed organizzazione 3 professioni Cosa sono i paradigmi di analisi delle politiche sociali e quali chiavi di lettura forniscono Il modello Stato e Mercato Il modello antropologico Cultura Individuo Società Il modello Sistema e Sottosistemi e gli intrecci storici e operativi fra servizi sanitari servizi sociali e servizi educativi il modello Bisogni Domanda Offerta e Il modello Problema Situazione Il modello istituzionale Il modello Mappa Rete Il costituirsi del sistema italiano dei servizi nell arco temporale 1972 2001 l attuale configurazione delle politiche nel primo decennio del 2000 Stato e Regioni nella regolazione della politica dei servizi alla persona e alla comunità politica sanitaria politica dei servizi sociali ed educativi Analisi di alcune specifiche politiche anche alla luce degli interessi dei partecipanti alle lezioni a titolo esemplificativo famiglie e minori disabilità e handicap anziani e non autosufficienza bioetiche dinamiche demografiche e migrazioni setting per l analisi degli specifici casi regionali Alla conclusione del corso sarà elaborato un Glossario delle parole chiave prese in considerazione

    Original URL path: http://www.segnalo.it/AULEVIRT/2012%20Scienze%20Pedagogiche/Programma%202012.htm (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • POLITICHE SOCIALI II MODALITA' DELL'ESAME
    sguardo alle modalità di lettura professionale delle politiche sociali nella prospettiva professionale ossia i contenuti ed ai metodi di studio suggeriti durante il corso La preparazione e conseguente relazione scritta avviene attraverso lo studio dei seguenti materiali formativi Per il QUADRO GENERALE il manuale di formazione Paolo Ferrario Politica dei servizi sociali strutture trasformazioni legislazione Carocci Faber Roma 2001 con esclusione dei capitoli 1 2 3 unitamente alle DISPENSE DIDATTICHE e AUDIO LEZIONI curate dal docente in occasione di questo corso e che ne costituiscono il coerente e sistematico aggiornamento per gli INTERESSI SPECIFICI allo scopo di favorire gli approfondimenti individuali UN TESTO A SCELTA fra quelli indicati in bibliografia vai alla Bibliografia In caso di interessi personali di approfondimento è possibile concordare altri testi di studio purché inerenti al tema delle politiche sociali E proprio in tal modo che si intende perseguire l obiettivo di integrare i contenuti del corso alle più complessive strategie di autoformazione delle studentesse e studenti A titolo esemplificativo i l testo scritto può essere La autonoma rielaborazione di una parte del corso attraverso gli appunti delle lezioni le dispense e le audio lezioni una schedatura anche per parti mirate dei testi scelti per la preparazione una recensione del testo scelto con allargamento dello sguardo di studio agli altri materiali di studio una mappa cognitiva con descrizione della sua struttura e relativi contenuti un capitolo del proprio progetto di tesi di laurea magistrale nel caso sia già in elaborazione una rielaborazione di eventuali materiali professionali documentazioni di servizio relazioni tecniche carte dei servizi piani di lavoro progetti in itinere purchè siano in connessione con i contenuti del corso e relative indicazioni di studio Non ci sono particolari indicazioni sulla lunghezza del testo nè pagine minime nè pagine massime poichè la sua valutazione avviene in riferimento agli obiettivi puntualmente descritti qui sopra Dunque c è ampia libertà di scelta con solo due vincoli Il contenuto deve riguardare le politiche sociali con esplicito riferimento ai quadri teorici forniti il testo deve essere originale e personale evitando l anti etico copia e incolla facilitato dalle tecnologie del web 3 Procedura per la TRASMISSIONE DEL TESTO 1 Il testo scritto va inviato a paolo ferrario email it almeno una settimana prima della data di esame cui si è iscritti indicando cognome nome numero di matricola indirizzo Email riportandoli anche sul frontespizio della relazione 2 Invierò una risposta di avvenuta ricezione e di accettazione del testo purchè rispondente agli obiettivi del corso In caso non arrivasse questo messaggio prego di controllare il corretto indirizzo dell invio del testo didattico che ripeto è paolo ferrario email it In caso di mancata accettazione per mancanza dei requisiti del testo punti 1 e 2 di cui sopra avviserò tempestivamente 3 Successivamente e comunque prima dell appello di esame fissato dalla segreteria didattica comunicherò all indirizzo Email indicato sul frontespizio della tesina la valutazione qualitativa del testo esame sufficiente media buona ottima 4 La valutazione quantitativa in trentesimi avverrà sulla base del colloquio orale

    Original URL path: http://www.segnalo.it/AULEVIRT/2012%20Scienze%20Pedagogiche/modesame-ScPed2012.htm (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Bibliografia e modalità di esame: Politiche sociali II, LM Scienze pedagogiche, Università di Milano Bicocca
    e fare tirocinio Manuale di Tirocinio per l educatore Franco Angeli edizioni Milano 2009 p 304 Dell Aringa Treu Tiziano a cura di Le riforme che mancano Il Mulino Bologna 2009 p 494 Toth Federico Le politiche sanitarie modelli a confronto Editori Laterza Bari 2009 p 130 Alesina Alberto Ichino Andrea L Italia fatta in casa indagine e sulla vera ricchezza degli italiani Mondadori 2009 p 146 Trattandosi di un testo interessante ma piuttosto unilaterale consiglio chi lo dovesse scegliere di ricercare sul web qualche articolo di confutazione delle teorie sostenute dagli autori Madama Ilaria Le politiche di assistenza sociale Il Mulino 2010 p 250 D Amico Nicola Storia e storie della scuola italiana dalle origini ai giorni nostri Zanichelli Bologna 2010 p 800 Sergio Tramma Pedagogia della comunità criticità e prospettive educative FrancoAngeli Milano 2010 Donabedian Avis a cura di Stefania Rodella Il maestro e le margherite la qualità dell assistenza sanitaria Il Pensiero Scientifico Torino 2010 p 202 Modina Silvio Economia delle ASP aziende di servizi alla persona FrancoAngeli Milano 2008 p 218 Guerzoni Luciano a cura di La riforma del welfare dieci anni dopo la Commissione Onofri Il Mulino Bologna 2008 p 520 Mariapaola Colombo Svevo Le politiche sociali dell Unione Europea FrancoAngeli 2005 p 256 Carlo Borzaga Luca Fazzi a cura di Manuale di politica sociale Franco Angeli edizioni Milano 2005 p 336 Giorgio Bissolo Luca Fazzi a cura di Costruire l integrazione sociosanitaria attori strumenti metodi Carocci Faber Roma 2005 p 375 Facchini Carla Anziani e sistemi di Welfare Lombardia Italia Europa rapporto 2005 Spi Cgil Cadef FrancoAngeli 2005 pag 230 Luzzi Saverio Salute e sanità nell Italia repubblicana Donzelli editore 2004 p 410 POLITICA DEI SERVIZI FAMIGLIE E MINORI Lenti Leonardo Long Joelle Diritto di famiglia e servizi sociali Laterza 2011 p 350 Palmieri Cristina a cura di Crisi sociale e disagio educativo Spunti di ricerca pedagogica FrancoAngeli 2012 p 234 Bertotti Cristina Bambini e famiglie in difficoltà teorie e metodi di intervento per assistenti sociali Carocci Faber 2012 p 240 Demetrio Duccio Rigotti Francesca Senza figli una condizione umana Raffaello Cortina 2012 p 268 Chiarugi Margherita Anichini Sergio Sono un bullo quindi esisto I volti della violenza nella ricerca della felicità FrancoAngeli 2012 p 170 Belotti Valerio Milani Paola Ius Marco Satta Caterina Serbati Sara Crescere fuori famiglia lo sguardo degli accolti e le implicazioni per il lavoro sociale Regione del Veneto Assessorato ai servizi sociali 2011 p 176 in formato Pdf Valerio Belotti Salvatore La Mendola Il futuro del presente per una sociologia delle bambine e dei bambini Guerini Scientifica 2010 p 382 Galli Susanna Tomè Mauro a cura di La tutela del minore dal diritto agli interventi FrancoAngeli Milano 2009 p 238 Scivoletto Chiara a cura di Mediazione penale minorile rappresentazioni e pratiche FrancoAngeli Milano 2009 p 222 Mattesini Mara I servizi dell infanzia Costi forme di gestione innovazione percorsi di crescita Maggioli editore 2008 p 248 P OLITICA DEI SERVIZI ANZIANI e LAVORO DI CURA Quaia Luciana Intime erranze Il

    Original URL path: http://www.segnalo.it/AULEVIRT/2012%20Scienze%20Pedagogiche/BiblioEsame.htm (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Comunicazione preliminare a: Politiche sociali II, LM Scienze pedagogiche, Università di Milano Bicocca
    che implicano un sovraccarico di tempo di lavoro che non posso sostenere e che non sono compatibili con la mie attività professionali fondamentali visto anche che a 65 anni non sono ancora in pensione Il mio investimento di tempo di studio servizio formativo e comunicazione per questi corsi è interamente assorbito da lezioni scrittura delle dispense audio lezioni Bibliografie tematiche Filmografie adattamento alla didattica del sito www segnalo it e del blog didattico aulevirt com esami Tuttavia in regime di volontariato sono disponibile a consulenze bibliografiche attraverso i miei archivi documentali 1 blog di ricerca mappeser com e 2 di formazione aulevirt com con riferimento allo studio delle politiche sociali per singoli capitoli che le studentesse e studenti ritenessero di includere nella loro tesi con le precisazioni che indico qui di seguito 1 argomento connesso ai contenuti trattati nei corsi di formazione che tengo alla Università di Milano Bicocca ed alla mia valutazione qualitativa e quantitativa dell esame di Politiche sociali II se già effettuato 2 contatti e comunicazioni per mezzo di email paolo ferrario email it blog didattico http aulevirt com eventualmente Skype lo uso solo per appuntamento da stabilire via email testi che produrrò in risposta a quesiti

    Original URL path: http://www.segnalo.it/AULEVIRT/2012%20Scienze%20Pedagogiche/consulenze%20tesi%20laurea.htm (2016-04-30)
    Open archived version from archive

  • Paolo Ferrario, Politica dei servizi sociali Carocci Faber - Indice
    4 Previdenza e assistenza nell ordinamento italiano Bibliografia 3 Le politiche sanitarie 3 1 Le aree sanitarie 3 2 Sanità pubblica ed igiene 3 3 Malattie infettive e malattie psichiche 3 4 Mutue e assicurazioni di malattia 3 5 Gli ospedali Bibliografia Parte seconda I servizi sociali e sanitari assetti istituzionali ed organizzativi 4 Il sistema dei servizi sociali 4 1 Introduzione 4 2 Politiche e reti dei servizi sociali 4 3 La pubblica amministrazione strutture e trasformazioni 4 4 Assistenza e servizi sociali 4 5 Regioni e politiche dei servizi 4 6 Comuni e servizi sociali 4 7 Ipab ed enti nazionali di assistenza 4 8 Il Terzo sistema 4 9 Cooperative sociali volontariato e banche del tempo 4 10 Migrazioni e domanda di servizi Legislazione statale Bibliografia Riviste 5 Il sistema dei servizi sanitari 5 1 Introduzione 5 2 I servizi sanitari prima della riforma 5 3 Servizio sanitario nazionale e Piani sanitari 5 4 Unità sanitarie locali e Aziende sanitarie locali assetti istituzionali 5 5 Aziende sanitarie locali l organizzazione 5 6 Gli ospedali 5 7 Integrazione socio sanitaria e distretti Legislazione statale Bibliografia Parte terza Aree problematiche e reti dei servizi 6 Politiche e servizi per la famiglia e i minori 6 1 Introduzione 6 2 Trasformazioni della famiglia 6 3 Indicatori di tutela materno infantile 6 4 Situazioni di rischio nell infanzia e adolescenza 6 5 Famiglia affidi e adozioni 6 6 Reti di offerta per la famiglia e l infanzia dagli anni 60 agli anni 80 6 7 Reti di offerta per la famiglia e l infanzia gli anni 90 Legislazione statale Bibliografia 7 Politiche e servizi per l handicap 7 1 Introduzione 7 2 Aspetti sociali e culturali 7 3 Indicatori quantitativi e qualitativi 7 4 La legislazione sull invalidità civile 7 5

    Original URL path: http://www.segnalo.it/Paolo/pferpolsoc.htm (2016-04-30)
    Open archived version from archive