web-archive-it.com » IT » S » SYSADMIN.IT

Total: 602

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • SysAdmin.it Staff Blog
    c è a disposizione un coupon valido per uno sconto di 50 Venerdì prossimo 10 02 2009 nella consueta newsletter settimanale sarà indicato il codice del coupon da inserire nel momento dell iscrizione posted Monday February 09 2009 1 33 PM Feedback 0 Filed Under News dalla Redazione Evento online Anteprima di Windows 7 L evento si svilupperà nell arco di una settimana dal 25 febbraio al 3 marzo sul nuovo portale per i contenuti video di Microsoft Italia BE IT http www microsoft com italy beit Il 25 febbraio alla 14 30 sarà possibile assistere alla keynote in diretta dopo la quale saranno rese disponibili una serie di sessioni on demand dedicate a Windows 7 ci saranno anche alcune sessioni dedicate a Internet Explorer 8 Le sessioni sono divise in due track una per gli sviluppatori e una per i sistemisti e hanno lo scopo di fornire un anteprima delle nuove funzionalità offerte dal Window 7 Alla fine della settimana sarà possibile partecipare ad una round table in diretta durante la quale sarà possibile porre delle domande agli speaker delle diverse sessioni La landing page dell evento è http www microsoft com italy beit eventi windows7 posted Monday February 09 2009 11 19 AM Feedback 0 Filed Under News dalla Redazione Wednesday February 04 2009 Un nuovo Cuore per SysAdmin it Ciao a tutti volevamo informarmi che poco fà abbiamo terminato il trapianto di cuore al nostro portale Da qualche minuto infatti SysAdmin it gira interamente sul nuovo RDBMS Microsoft SQL Server 2008 Già qualche mese fà quando avevamo iniziato i test in laboratorio le prime impressioni furono subito molto positive la conferma l abbiamo avuta poco fà con il rilascio in produzione Dateci anche il vostro feedback Un ringraziamento particolare và a Danilo Lissoni di Microsoft Italia Saluti Lo Staff posted Wednesday February 04 2009 5 08 PM Feedback 0 Filed Under SysAdmin it Release Tuesday January 27 2009 Natale 2008 insieme per l Unicef Tiriamo le somme Purtroppo ci dispiace dirlo la raccolta non è andata come ci aspettavamo Sinceramente con oltre 7 400 utenti iscritti si poteva e si doveva fare di più Chissà forse bisognerebbe prendere esempio da quelle community che devolgono in associazioni benefiche parte dei soldi ricavati dalle quote di iscrizione ai rispettivi portali Scusate dello sfogo ma siamo rimasti un pò delusi Di seguito comunque riportiamo quello che siamo riusciti a comprare con la raccolta dello scorso Natale Saluti Lo Staff posted Tuesday January 27 2009 9 14 PM Feedback 0 Filed Under News dalla Redazione Monday December 01 2008 SysAdmin it Mobile si rinnova Da qualche minuto è online sul portale SysAdmin it Mobile la nuova sezione WebLinks Per facilitare e velocizzare l accesso è sufficiente digitare oltre che a http mobile sysadmin it anche http m sysadmin it Nella nuova sezione che va ad affiancarsi a quella relativa alla WebTV troverete diversi link a siti web ottimizzati per i dispositivi mobili che spaziano dalle notizie in tempo reale alla pubblica

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/staff/ (2016-01-31)
    Open archived version from archive


  • Peppacci
    seguente chiave di registro HKEY LOCAL MACHINE Software Microsoft Windows NT Current Version Perflib 009 Facendo un export della chiave appena indicata vedrete una lista indicizzata di tutti i Performance Counter e chiaramente non troverete quelli che vi mancano non provate ad inserirli a mano perche sarebbe inutile Il modo più veloce per fare il rebuild dei Performance Counter di Exchange 2003 è quello di estrarre la lista dei file ini utilizzati per caricare i contatori e rilanciare l installazione di seguito cinque semplici passaggi 1 Posizionarsi nella cartella dei binari di Exchange c program files exchsrvr bin con una sessione cmd exe 2 Eseguire il seguente comando findstr m drivername ini exchperf cmd 3 editare con notepad il file exchperf cmd e per ogni riga in cui compare un file ini preporre il comando lodctr Es linea originale alfa ini modificata lodctr alfa ini 4 salvare le modifiche al file e sempre da cmd eseguire il file exchperf cmd Terminata la procedura riavviate la macchina Va sottolineato che per i Counter di OMA Outlook Mobile Access va eseguita la re installazione dei contatori diversamente da quanto detto precedentemente va eseguito il seguente file d installazione con i parametri indicati C Program Files Exchsrvr OMA browse bin OmaBrowseInstall exe counters create Nel seguente link http support microsoft com kb 300956 en us viene descritto come ripristinare i Performance Counter di default caricati al momento dell installazione del Sistema Operativo fate attenzione però tutti quelli aggiunti dalle varie applicazione nel tempo andranno persi quindi ricaricati a mano Saluti posted Monday October 12 2009 9 45 PM Feedback 0 Filed Under Exchange Server Wednesday August 12 2009 Creare numerosi utenti e relative mailbox con EMS Exchange Management Shell Creare numerosi utenti e relative mailbox con EMS Exchange Management Shell Ambiente Domain Controller win 2008r2 Enterprise Edition win 2008 Enterprise Edition con Exchange 2007 Enterprise Edition Spesso capita la necessità in un ambiente di test di creare numerosi Users con le relative mailbox associate in maniera automatizzata senza doverlo farle singolarmente Di seguito verranno elencati i passi fondamentali da eseguire con EMS Exchange Management Shell e come realizzare un file Users csv da cui fare l import dei dati Per prima cosa dobbiamo creare un utente di riferimento con la sua MailBox inserendolo nella Organizational Unit di riferimento TestGroup01 New Mailbox Alias user01 Database mailbox01 First Storage Group Mailbox Database Name user01 OrganizationalUnit TestGroup01 FirstName user01 LastName user01 DisplayName user01 UserPrincipalName user01 2008r2domain local Come vedete dall output bisogna impostare la password dell utente L utente appena creato Ora useremo l utente appena creato per impostare un Template di riferimento Template Get Mailbox user01 Stesso discorso per impostare un template per la password Password ConvertTo SecureString Pass 123 AsPlainText Force Ora dobbiamo creare un file users csv dove andremo ad inserire gli utenti da importare Chiaramente con un minimo di manualità con Microsoft Excel questa lista può facilmente raggiungere numerose righe Ora andremo a fare un import dal file Users csv creando degli utenti inseriti in quella lista prendendo come riferimento i Template precedentemente creati sia per l utente che per la password Import CSV C Users CSV ForEach New Mailbox Name Name UserPrincipalName UPN Database MailboxDatabase OrganizationalUnit OrganizationalUnit Password Password Template Template Lista aggiornata degli utenti Saluti a tutti posted Wednesday August 12 2009 9 21 AM Feedback 0 Filed Under Exchange Server Thursday June 25 2009 Messaggio di servizio posted Thursday June 25 2009 11 19 PM Feedback 0 Monday May 11 2009 Tar Pit Tar Pit Di seguito riporto gli appunti di un collega Stefano Clabrese di cui o condiviso tale problematica Sui server della piattaforma che gestiamo macchine Win 2003 con Exchange 2003 e Recipient Filtering abilitato arrivano quotidianamente migliaia per qualcuno anche milioni di email spam inviate a utenti esistenti e non Una volta accettata la mail l RFC 2821 vorrebbe che per queste email venga generato un rapporto di mancato recapito che ritorna al mittente della email Queste persone malintenzionate mediante uno script possono in poche ore inviare milioni di richieste al server smtp pubblicato su Internet filtrando quindi le risposte di tipo 550 user unknown per catturare gli indirizzi email validi e quindi per loro ma anche per chi deve gestire la posta elettronica estremamente preziosi Si rende quindi necessaria una scelta filtrare al livello di server MX questi indirizzi verificando preventivamente all accettazione della mail l esistenza della mailbox oppure smettere di inviare NDR verso internet Raccomandazioni RFC a parte finiremmo per filtrare anche gli NDR destinati verso utenti esistenti che hanno semplicemente sbagliato a digitare l indirizzo del nostro utente non possiamo mica pretendere che tutti conoscano il CTRL K Se si dovesse optare per la prima scelta è molto probabile che ad una prima diminuzione dello spam e del numero di NDR inviate verso internet vedremmo seguire un aumento della dimensione dei log SMTP Dovuti a cosa Immaginate un po qualcuno si è accorto che stiamo filtrando gli utenti per cui molto semplicemente sta usando uno script che genera indirizzi email in modo casuale e li sta confrontando con le risposte del nostro smtp 550 non buono 550 non buono 550 non buono 250 ah questo è buono Da domani questo indirizzo può iniziare a ricevere Unsolicited Content Email cioè SPAM Si vabbè le possibili combinazioni sono troppe per riuscire a matchare completamente la nostra rubrica però se considerate che si può partire con un dizionario prepopolato di parole nomi cognomi e che probabilmente si può inviare un rcpt to ogni pochi ms dipende ovviamente dalle performance del server qualche email valida di sicuro la trova E vi gonfia il log in modo totalmente incontrollato Soluzioni Ad esempio il tar pit letteralmente una macchia di catrame in cui far impantanare gli spammer Cioè si degradano leggermente i tempi di risposta dell SMTP ed il gioco è fatto Prerequisito è Windows Server 2003 SP1 nessuna patch o fix solo l implementazione di un parametro sul registro del servizio SMTPSVC ed un riavvio dello stesso

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/peppacci/ (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • 10010101010101
    Ecco un repository dove poter scegliere una serie di gadgets inseribili non solo nella prorpia homepage di google o come add in della propria sidebar ma anche tramite codice in qualsiasi pagina web Google live posted Tuesday October 10 2006 7 28 PM Feedback 0 Google code search Ecco il nuovo servizio di Google ancora in beta che permette di ricercare snippet di codice per ora ancora non molti linguaggi supportati in tutto il web Programmatori avanti posted Tuesday October 10 2006 7 17 PM Feedback 0 Thursday October 05 2006 System Information Report dal prompt dei comandi digitare start wait winmsd report c report txt categories systemsummary posted Thursday October 05 2006 3 41 PM Feedback 0 Tuesday October 03 2006 Rubata la poltrona di Zapatero posted Tuesday October 03 2006 10 46 AM Feedback 0 Monday October 02 2006 Windows Xp Service Pack 1 R I P Dal 10 di Ottobre rimandato di un mese termina il supporto per la Service Pack 1 di Windows Xp Chi non avesse ancora installato la Sp2 dovrebbe farlo ora che non saranno più disponibili le security patch per i possessori di sistemi sp1 posted Monday October 02 2006 4 56 PM Feedback 0 E N P A http www enpa it it 48585 inviando un sms a questo numero dal 15 settembre al 15 ottobre puoi aiutare la Protezione Animali Sono cominciati infatti i preparativi per la Giornata degli Animali l ormai consolidato appuntamento annuale che l Enpa organizza ad ottobre Quest anno la Giornata degli Animali si terrà sabato 7 e domenica 8 ottobre in centinaia di piazze italiane Torino 8 OTTOBRE PARCO DEL VALENTINO posted Monday October 02 2006 3 52 PM Feedback 0 Statistiche e dialer Segnalo un link ad un articolo interessante riguardante l accoppiata servizi di

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/ma7u/ (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • robimassa
    di rete sistemi operativi ed oggetti che utilizzano l SNMP come protocollo di gestione controllo Un plugin di estensione dello Zenoss è scritto per interpretare alcuni counter disponibili sui devices Cisco ASA Firewall Le informazioni raccolte possono riportare in un grafico il numero di sessioni VPN attive e la loro durata In questo modo è immediato il colpo d occhio sullo stato degli accessi al sistema Se il Firewall viene configurato per inviare trap SNMP allo Zenoss a fronte degli eventi scaturiti dalle autenticazioni avremo il dettaglio di ogni connessione c on riportati Utente ip di provenienza ora e durata della connessione E possibile poi configurare il sistema di gestione degli eventi di Zenoss affinchè invii una mail al verificarsi di determinate condizioni fig 1 Quello riportato qui sotto è un estratto della trap che viene inviata dall Ios ASA al collettore Zenoss Il messaggio viene ricevuto ed immagazzinato in relazione all oggetto monitorato Con alcune piccole modifiche ai default delle notifiche dei messaggi è possibile far inviare parte della trap tramite Email per eventuali allarmi fig 2 Dalla console eventi bisogna creare un trigger che venga attivato alla ricezione di una trap che contenga nel messaggio clogMessageGenerated Successivamente sulla base del trigger definire una notifica avendo cura di modificare od aggiungere una variabile che comprenda il campo con il rapporto sulla connessione campo che si desume dal dettaglio della trap in fig 2 ossia clogHistMsgText che dovrà essere impostato nel seguente modo evt clogHistMsgText all interno del Body Format della notifica Di default nelle notifiche vengono inviati più campi che in questo caso possono essere eliminati in quanto contengono dati non utili allo scopo Nel passo successivo dovrà essere selezionato uno o più Subscriber che altro non è che un utente di Zenoss con la propria informazione relativa alla email Da questo momento ogni ricezione da parte di Zenoss di un messaggio di questo tipo produce l invio alla mail definita per l utente di parte del messaggio contenente l informazione sull evento relativo all accesso in VPN sull ASA Importante ancora notare che nella parte dedicata alla Notifcation bisogna rimuovere la spunta su Send only on Initial Occurrence altrimenti verrà soltanto inviato il primo messaggio alla prima connessione e per i successivi non verrà inviata ulteriore notifica Lo Zenpack plugin utilizzato per il monitoraggio del Cisco ASA è stato rilasciato e testato sulle versioni 3 x di Zenoss ma gli esempi e le informazioni contenute nel post si riferiscono allo stesso Zenpack installato sulla versione 4 2 1 Riferimenti http www zenoss com http wiki zenoss org ZenPack Cisco Adaptive Security Appliance posted Friday September 20 2013 10 42 PM Feedback 0 Wednesday September 18 2013 Squid usato come Reverse Proxy con riscrittura dell URL In un precedente post ho riportato la configurazione necessaria per la configurazione di un reverse proxy nel caso preso in considerazione l utilizzo era per la protezione di un Exchange OWA L utilizzo dei RE WRITERS è utile qualora si voglia controllare ed indirizzare la navigazione degli utenti ma in questo caso è stato impiegato per semplificare un URL particolarmente complicato in accesso tramite reverse proxy ad un servizio aziendale reso disponibile esternamente L URL originale è https portale azienda dominio it cart1 cart2 cart3 cart4 pagina html Volendo quindi semplificare l URL agli utenti in https portale azienda dominio it cart1 è stato necessario l utilizzo di un re writer che intercetta le chiamate e le redirige correttamente secondo l URL completo e quindi corretto Esistono diverse modalità e diversi programmi anche molto sofisticati che effettuano questa operazione tutti esterni a SQUID e vengono chiamati direttamente dal software di cache al quale restituiscono poi i valori eventualmente modificati In questo caso il sistema più semplice è risultato essere l utilizzo di uno script PERL richiamato dalla direttiva redirect program definita nel file di configurazione dello SQUID esempio di file Squid con usato come reverse proxy e re writer di parte dell URL cache effective user squiduser cache effective group wheel https port 443 accel vhost cert usr local squid certificato portale crt key usr local squid certificato w3rev2 key cache peer 1 2 3 4 parent 9082 0 no query originserver login PASS proxy only redirect rewrites host header off acl TUTTI src all http access allow TUTTI attivazione redirect per modifica URL dall esterno redirect program usr local squid script RedirectUrl pl definizione della posizione dei log del formato e della rotazione logfile rotate 55 log mime hdrs off access log var log squid log access log cache store log var log squid log store log cache log var log squid log cache log definizione della posizione della cache cache dir ufs var log squid cache 100 16 256 cache mem 50 MB pid filename var run squid pid script RedirectUrl pl richiamato da SQUID usr bin perl use strict 1 Lettura della variabile da elaborare stringa contenente l URL while my elems split my url elems 0 if url m https portale azienda dominio it cart1 i url https portale azienda dominio it cart1 cart2 cart3 cart4 pagina html 1 print url n else URL non modificato print url n E necessario che il file pl relativo allo script abbia i permessi di esecuzione riferimenti http wiki squid cache org Features Redirectors http www powershelladmin com wiki Linux squid proxy url rewriting or redirection posted Wednesday September 18 2013 10 58 PM Feedback 0 Friday September 13 2013 ZIMBRA 7 2 servizio non avviabile Ad un anno dall installazione improvvisamente il servizio è risultato essere inaccessibile ed al riavvio con il comando zmcontrol start oppure zmcontrol status vengono riportati in console questi due messaggi Unable to determine enabled services from ldap Unable to determine enabled services Cache is out of date or doesn t exist Il problema è nel fatto che all atto dell installazione viene generato un certificato con validità di 365 giorni trascorsi i quali il servizio Zimbra non è più in grado di operare con il comando

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/robimassa/ (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Blog di Ercole
    KB 1001699 for information on installing Wyse Multimedia Support in a supported guest operating system Support for additional backup software from third party vendors including CA BrightStor ArcServe 11 5 SP1 CommVault Galaxy version 6 1 SP4 IBM TSM Storage Agent version 5 3 3 Legato NetWorker 7 3 2 Jumbo Update 1 Symantec Backup Exec version 11d Veritas NetBackup Exec version 6 0 Support for several new guest operating systems including Microsoft Windows Server 2003 SP2 Red Hat Enterprise Linux RHEL 5 without paravirtualization Red Hat Enterprise Linux RHEL 4 5 Novell Netware 6 5 SP6 and Sun Solaris 10 Update 3 Please refer to the Guest Operating System Installation Guide for more information on guest operating system support Support for new versions of management agents including Dell Open Manage 5 2 HP Insight Manager Agents 7 8 Driver updates for the bnx2 cciss e1000 and mptscsi drivers Support for the forcedeth driver for the nVidia NForce Network Controller Please refer to the I O Compatibility Guide for ESX Server 3 x and the Storage Compatibility Guide for ESX Server 3 x for more information A number of bugs have been fixed as described in the section Issues Resolved in ESX Server 3 0 2 The new vmkerrcode utility allows you to display a table of all VMkernel errors a brief description and the corresponding error codes in both decimal and hexadecimal format Please refer to KB 1000084 for more information When used with ESX Server 3 0 2 VMware Consolidate Backup 1 0 3 supports iSCSI storage in addition to fiber channel storage Virtual machines residing on any iSCSI arrays listed in the Storage SAN Compatibility Guide for ESX Server 3 x may now be backed up through the VMware Consolidate Backup framework For more information please refer to the VMware Consolidate Backup 1 0 3 release notes Support for new server hardware including the Dell Poweredge 2970 with BIOS version 1 0 0 Support for the HP P800 SA controller posted Thursday August 02 2007 10 43 PM Feedback 0 Wednesday August 01 2007 VMTS patch manager per VMware esx Gli amministratori di Vmware Esx server sanno che il patching del sistema è una qualcosa di infernale e da fare manualmente per ogni host ESX Segnalo VMTS Patch manager http www vmts net un ottimo software che si collega al sito vmware scarica le patches e automaticamente aggiorna i vostri sistemi Il tutto con interfaccia grafica Ciao posted Wednesday August 01 2007 11 55 AM Feedback 10 Friday June 22 2007 SpyMe Tools Un grande registry tool SpyMe Tools www lcibrossolutions com spyme tools htm Un grande tool FREEWARE che permette in maniera efficace di fare un dump del registro installare programmi o fare settaggi e creando un secondo dump confrontarlo col primo in modo da individuare quali chiavi di registro sono cambiate Permette inoltre il monitoring REAL TIME del registro mentre si effettuano azioni Formidabile per creare file REG ad hoc e distribuirli via script GPO

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/ercole77/ (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Mappo
    il tifo l entusiamo sia solo per le vittorie e non per la bellezza sociale di questo gioco posted Friday February 09 2007 1 51 PM Feedback 75 Friday February 02 2007 Tenacia Per chi non conoscesse questa immagine dico subito che nel disegno c è una stella Non la vedete Osservate meglio e una stella a 5 punte Non la vedete ancora Beh con un po di pazienza e perseveranza ci riuscirete sembra che alcuni impieghino un attimo a trovarla altri ore altri ancora giorni ma e inevitabile che poi all improvviso puff vi salta davanti agli occhi Coraggio posted Friday February 02 2007 9 18 PM Feedback 19 Monday September 11 2006 Lumalive Nemmeno Lucas aveva immaginato una cosa del genere Lumalive posted Monday September 11 2006 2 12 PM Feedback 1998 Friday September 08 2006 questioni di kernel Qualche anno fa durante una lezione di ingegneria del software il prof se ne usci fuori con una frase del tipo oggi disponiamo di macchine sempre piu potenti e affidabili e di dimensioni sempre minori mentre quindi aumenta la qualita dell hardware non direi che altrattanto migliora la qualita del software Questa frase mi ha fatto eco nella mia testa piu di una volta specialmente se penso che per far girare gli ultimi sistemi operativi o applicazioni devo possedere potenze di calcolo sempre maggiori quando fino a qualche anno fa mi bastava 64K per far girare un server Unix Certo cambiano i linguaggi il modo di progettare ma l efficenza In questi giorni stavo discutendo con un mio collega il fatto che non ho mai capito perche Microsoft non abbia mai sviluppato l idea di distribuire un kernel anziche tutto un sistema Nell era dove si cerca di modularizzare pure l efficacia di un paio di stringhe delle scarpe non sarebbe stata una buona idea sviluppare nel tempo solo il kernel come succede ad esempio per Linux e simili e sviluppare l ambiente e le interfacce separatamente senza ripresentare ogni 3 anni un sistema nuovo e da patchare Senz altro sarei stato piu contento perche avrei potuto personalizzare e assemblare il mio sistema come faccio con il mio pc posted Friday September 08 2006 6 02 PM Feedback 103 Monday September 04 2006 creativita Peccato lo avessi saputo prima avrei scelto con piu cura le conferenze da seguire tutte a pagamento ma ne e valsa davvero la pena Se qualcuno e stato qui mi piacerebbe sapere che impressioni ha avuto posted Monday September 04 2006 11 01 AM Feedback 37 Wednesday August 09 2006 Digerire anche i casi piu difficili Dopo una settimana mi sono deciso ad assaggiare il liquore alla genziana che un amico sistemista mi ha insegnato a preparare Messo da parte dubbi e problemi sistemistici ho preso gli ingredienti e ho provato questa strana mistura ottima direi altro che Petrus o Fernet P ottima come digestivo o fine pasto La posto qui nel caso qualcuno come me amasse gli alcolici fatti in casa 1 litro di

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/mappo/ (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • GIOVANNI
    July 27 2006 ERRORI BACKUP PIANIFICATO PUO SUCCEDERE A CAUSA DI SERVIZI NON AVVIATI O IN ERRORE OPERAZIONI PIANIFICATE ARCHIVI REMOVIBILI CHE DI SOLITO SONO IMPOSTATI SU MANUALE AVVIATO O AUTOMATICO AVVIATO SI PREFERISCE DI SOLITO LA SECONDA PERMESSI L ACCOUNT CHE SI UTILIZZA PER ACCEDERE E UN ACCOUNT NON AUTORIZZATO IN LETTURA SCRITTURA O DEL PROCESSO STESSO OPPURE DELLA RISORSA UTILIZZATA PER MEMORIZZARE IL BACKUP STESSO ERRORI HARDWARE DEL DISPOSITIVO DI MEMORIZZAZIONE posted Thursday July 27 2006 1 12 PM Feedback 85 Filed Under SERVER Wednesday July 19 2006 SERVER DECENTE CONFIGURAZIONE MINIMA CONFIGURAZIONE HARDWARE 2 HD IN MIRRORING HARDWARE O SOFTWARE 1 DAT O 1 HD USB ESTERNO PER BACKUP 1 UPS CON SOFTWARE DI GESTIONE E POSSIBILITA DI AUTOSPEGNIMENTO IN CASO DI PROLUNGATA ASSENZA DELLA CORRENTE 2 SCHEDE DI RETE UNA CON LA CLASSE DEL ROUTER UN ALTRA CON CLASSE 192 168 10 xxx PER ESEMPIO CONFIGURAZIONE GENERALE DEL SERVER UN UNICA PARTIZIONE DISCO ALMENO 3 PUNTI DI RIPRISTINO DA DISASTER DATI SENSIBILI CENTRALIZZATI SUL SERVER IMPOSTAZIONE POLITICHE DI ACCESSO AL SISTEMA ELENCO UTENTI PERMESSI UTENTE CARTELLE DA VEDERE INSIEME AL CLIENTE ACCESSI ALLE CARTELLE DEL SERVER ACCESSI AI PC ACCESSI MAIL INTERNET CREARE UNA CARTELLA DI

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/giovanni/ (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • lucab
    Peccato la settimana scorsa ero riuscito a riprendere a correre dopo uno stop di poco più di 10 mesi ovvero l età di mia figlia e le prime 3 uscite erano andate alla grande contavo di iniziare la settimana prossima qualche lavoro un po più impegnativo ma niente devo rinviare Nel frattempo cambierò le scarpe che a questo punto reputo essere la causa più probabile dei miei dolori le mie Asics Kayano andranno in pensione questa volta senza aver visto neanche da lontano il cartello dei 1000 km ma che evidentemente hanno mal sopportato il prolungato stop posted Friday August 25 2006 11 02 AM Feedback 68 Filed Under Varie Monday August 07 2006 SQL Scripter Chiunque lavori con SQL Server avrà prima o poi avuto l esigenza di allineare i dati presenti in una tabella con quelli di un altra L esigenza può essere facilmente risolta utilizzando una serie di istruzioni T SQL in grado di eliminare i record non più necessari aggiornare eventualmente quelli esistenti ed inserire i nuovi Nel caso in cui le tabelle da allineare siano parecchie può tornare utile ricorrere a tool di terze parti tra cui il mio preferito è SQL Data Compare prodotto dalla RedGate Entrambe queste soluzioni però sono attuabili se l origine e la destinazione sono connessi fra loro Nel caso in cui si debba procedere a generare degli script per essere eseguiti in un secondo tempo la cosa si complica L unico metodo che conoscevo fino a qualche giorno fa era utilizzare questa stored procedure di Narayana Vyas Kondreddi http vyaskn tripod com code htm inserts le cui funzionalità sono state incapsulate da Andrea Montanari nel suo Dba Manager Ho scoperto recentemente SQL Scripter scaricabile liberamente dal link http www sqlscripter com che permette non solo la generazione dello script

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/lucab/ (2016-01-31)
    Open archived version from archive



  •