web-archive-it.com » IT » S » SYSADMIN.IT

Total: 602

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • DevAdmin Blog - Wednesday, September 18, 2013 Entries
    April 2009 11 March 2009 10 February 2009 11 January 2009 8 December 2008 10 November 2008 16 October 2008 19 September 2008 14 August 2008 27 July 2008 25 June 2008 5 May 2008 10 April 2008 4 March 2008 8 February 2008 7 January 2008 6 December 2007 9 November 2007 11 October 2007 10 September 2007 7 August 2007 5 July 2007 7 June 2007 6 May 2007 7 April 2007 5 March 2007 8 February 2007 5 January 2007 9 December 2006 2 November 2006 6 October 2006 7 September 2006 8 August 2006 4 July 2006 14 June 2006 10 May 2006 16 April 2006 13 March 2006 15 February 2006 27 January 2006 18 December 2005 12 November 2005 15 October 2005 11 September 2005 4 August 2005 12 July 2005 17 June 2005 12 May 2005 9 April 2005 17 March 2005 12 February 2005 2 January 2005 1 December 2004 2 November 2004 2 October 2004 1 September 2004 5 August 2004 2 July 2004 1 June 2004 1 May 2004 2 April 2004 3 March 2004 7 February 2004 11 January 2004 7 Post Categories Links rss Code Snippets Scripts rss Text rss Tips rss Security rss Navision rss Design rss Database rss IT rss NET rss Web rss SharePoint rss Exchange rss Virtualization rss Blogs aLex Blog2theMax hackers microsoft Microsoft Dynamics NAV MSDN Italia Sysinternals TechNet Italy Virtual PC Guy Visual Basic T T ZenIT Blog Friends Adriano Arrigo Corrado Cavalli Emanuele Mattei Gianluca Busiello Giuseppe Traficante Manuele Macario Mario Serra Michele Garavello Raffaele Rialdi Stefano Bellisario Knowledge Base Applications Development Platforms Servers MVP Sites Bob Powell GDI Corrado Cavalli MCSEworld Namespace Edanmo Raffaele Rialdi WorkThin TS Supersite Resources Development IT Microsoft MSDN Security TechNet Useful sites Wednesday September 18 2013 Internet Explorer mancata impostazione della home page Talvolta può capitare che Internet Explorer IE non utilizzi l home page imposta di seguito elencherò un paio di scenari in cui questo problema può verificarsi Scenario 1 incorrette impostazioni nel registro di sistema Come descritto nella KB2493729 You cannot change your home page in Internet Explorer 8 or in Internet Explorer 7 può essere dovuto all errata impostazione di alcune chiavi de registro e può essere risolto come segue Eliminare se esiste la chiave HKCU Software Policies Microsoft Internet Explorer Verificare che il valore Default Page URL nella chiave HKCU SOFTWARE Microsoft Internet Explorer Main sia impostato all url dell home page desiderata Scenario 2 mancata connessione al sito Microsoft Quando IE viene avviato per la prima volta deve eseguire la configurazione del browser e per farlo si connette al link http go microsoft com fwlink LinkId 74005 che avvia la prima configurazione ed esegue il redirect su http runonce msn com runonce3 aspx Per la precisione l url potrebbe essere uno dei seguenti http go microsoft com fwlink LinkId 76277 http go microsoft com fwlink LinkId 74005 http go microsoft com fwlink LinkId 59527 Se l utente non ha accesso

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/ermannog/archive/2013/09/18.aspx (2016-01-31)
    Open archived version from archive


  • Internet Explorer: mancata impostazione della home page
    June 2008 5 May 2008 10 April 2008 4 March 2008 8 February 2008 7 January 2008 6 December 2007 9 November 2007 11 October 2007 10 September 2007 7 August 2007 5 July 2007 7 June 2007 6 May 2007 7 April 2007 5 March 2007 8 February 2007 5 January 2007 9 December 2006 2 November 2006 6 October 2006 7 September 2006 8 August 2006 4 July 2006 14 June 2006 10 May 2006 16 April 2006 13 March 2006 15 February 2006 27 January 2006 18 December 2005 12 November 2005 15 October 2005 11 September 2005 4 August 2005 12 July 2005 17 June 2005 12 May 2005 9 April 2005 17 March 2005 12 February 2005 2 January 2005 1 December 2004 2 November 2004 2 October 2004 1 September 2004 5 August 2004 2 July 2004 1 June 2004 1 May 2004 2 April 2004 3 March 2004 7 February 2004 11 January 2004 7 Post Categories Links rss Code Snippets Scripts rss Text rss Tips rss Security rss Navision rss Design rss Database rss IT rss NET rss Web rss SharePoint rss Exchange rss Virtualization rss Blogs aLex Blog2theMax hackers microsoft Microsoft Dynamics NAV MSDN Italia Sysinternals TechNet Italy Virtual PC Guy Visual Basic T T ZenIT Blog Friends Adriano Arrigo Corrado Cavalli Emanuele Mattei Gianluca Busiello Giuseppe Traficante Manuele Macario Mario Serra Michele Garavello Raffaele Rialdi Stefano Bellisario Knowledge Base Applications Development Platforms Servers MVP Sites Bob Powell GDI Corrado Cavalli MCSEworld Namespace Edanmo Raffaele Rialdi WorkThin TS Supersite Resources Development IT Microsoft MSDN Security TechNet Useful sites Considerazioni sulla rete Live Migration e CSV Home MikroTik The Dude e PowerShell Internet Explorer mancata impostazione della home page Talvolta può capitare che Internet Explorer IE non utilizzi l home page imposta di seguito elencherò un paio di scenari in cui questo problema può verificarsi Scenario 1 incorrette impostazioni nel registro di sistema Come descritto nella KB2493729 You cannot change your home page in Internet Explorer 8 or in Internet Explorer 7 può essere dovuto all errata impostazione di alcune chiavi de registro e può essere risolto come segue Eliminare se esiste la chiave HKCU Software Policies Microsoft Internet Explorer Verificare che il valore Default Page URL nella chiave HKCU SOFTWARE Microsoft Internet Explorer Main sia impostato all url dell home page desiderata Scenario 2 mancata connessione al sito Microsoft Quando IE viene avviato per la prima volta deve eseguire la configurazione del browser e per farlo si connette al link http go microsoft com fwlink LinkId 74005 che avvia la prima configurazione ed esegue il redirect su http runonce msn com runonce3 aspx Per la precisione l url potrebbe essere uno dei seguenti http go microsoft com fwlink LinkId 76277 http go microsoft com fwlink LinkId 74005 http go microsoft com fwlink LinkId 59527 Se l utente non ha accesso agli URL su go microsoft com e runonce msn com che vengono utilizzati per la prima configurazione del browser ogni volta

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/ermannog/archive/2013/09/18/internet-explorer-mancata-impostazione-della-home-page.aspx (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • DevAdmin Blog
    policy è anche consigliata tra le best practices dell implementazione di SQL Server su VM in Azure disponibile al seguente Performance Considerations for SQL Server in Windows Azure Virtual Machines in quanto non è impostata di default nelle SQL Server platform image For databases of any significant size enabling instant file initialization can improve the performance of some operations involving database files such as creating a database or restoring a database adding files to a database or extending the size of an existing file autogrow and so on For information see How and Why to Enable Instant File Initialization To take advantage of instant file initialization you grant the SQL Server MSSQLSERVER service account with SE MANAGE VOLUME NAME and add it to the Perform Volume Maintenance Tasks security policy If you are using a SQL Server platform image for Windows Azure the default service account NT Service MSSQLSERVER isn t added to the Perform Volume Maintenance Tasks security policy In other words instant file initialization is not enabled in a SQL Server Windows Azure platform image After adding the SQL Server service account to the Perform Volume Maintenance Tasks security policy restart the SQL Server service Sempre nella white paper Performance Guidance for SQL Server in Windows Azure Virtual Machines vengono resi disponibili i test sulla creazione e il restore di un DB di 100 GB con e senza l impostazione dell instant file initialization Per ulteriori informazioni si veda Database File Initialization Per chi desidera approfondire le potenzialità offerte da Azure vi ricordo i prossimi IT Camp su Azure posted Sunday December 08 2013 10 22 AM Feedback 0 Filed Under Links Tips Database Saturday December 07 2013 Il formato VHDX Con Windows Server 2012 è stato introdotto un nuovo formato per i dischi virtuali denominato VHDX che apporta una serie di miglioramenti Supportano fino a 64 TB contro i 2 TB dei VHD Garantiscono una maggior protezione dei dati da fail dovuti a mancanza di corrente Migliorano l allineamento dei VHD per lavorare su dischi con settori di grandi dimensioni I dischi dinamici e differenziali possono utilizzare block size di dimensioni maggiori E stato introdotto un 4 KB logical sector virtual disk che aumenta le performance nelle applicazioni workloads progettati per settori 4 KB Consentono il salvataggio di metadati custom che l utente potrebbe voler memorizzare versione OS patch applicate Consentono il Trim ovvero permette allo storage fisico di recuperare lo spazio non utilizzato Per la precisione anche i VHD in Windows Server 2012 hanno subito dei miglioramenti come indicato nella Performance Tuning Guidelines for Windows Server 2012 infatti i VHD creati in WS2012 sono ottimizzati per l allineamento a 4 KB The VHD format was the only virtual hard disk format that was supported by Hyper V in past releases In Windows Server 2012 the VHD format has been modified to allow better alignment which results in significantly better performance on new large sector disks Any new VHD that is created on a Windows Server 2012 operating system has the optimal 4 KB alignment This aligned format is completely compatible with previous Windows Server operating systems However the alignment property will be broken for new allocations from parsers that are not 4 KB alignment aware such as a VHD parser from a previous version of Windows Server or a non Microsoft parser Any VHD that is moved from a previous release does not automatically get converted to this new improved VHD format You can check the alignment property for all the VHDs on the system and it should be converted to the optimal 4 KB alignment You create a new VHD with the data from the original VHD by using the Create from Source option By default VHDs are exposed with a physical sector size of 512 bytes This is done to ensure that physical sector size dependent applications are not impacted when the application and VHDs are moved from a previous version of Windows Server to Windows Server 2012 After you confirm that all VHDs on a host are not impacted by changing the physical sector size to 4 KB you can set the following registry key to modify all the physical sector sizes of all the VHDs on that host to 4 KB This helps systems and applications that are 4 KB aware to issue 4 KB sized I Os to the VHDs HKEY LOCAL MACHINE SYSTEM CurrentControlSet Services vhdmp Parameters Vhd1PhysicalSectorSize4KB REG DWORD A non zero value will change all VHDs to report 4k physical sector size By default disks with the VHDX format are created with the 4 KB physical sector size to optimize their performance profile regular disks and large sector disks In WS2012 è stato introdotto il supporto per i Native 4 K Disks avevo parlato di questa problematica nel post Windows 2008 R2 Errore 517 durante il backup Quindi Hyper V può memorizzare i virtual disk su questi dischi come riportato nella Performance Tuning Guidelines for Windows Server 2012 Hyper V in Windows Server 2012 makes it possible to store virtual hard disks This is done by implementing a software RMW algorithm in the virtual storage stack layer that converts 512 byte access and update requests to corresponding 4 KB accesses and updates Because VHD file can only expose themselves as 512 byte logical sector size disks it is very likely that there will be applications that issue 512 byteI O requests In these cases the RMW layer will satisfy these requests and cause performance degradation This is also true for a disk that is formatted with VHDX that has a logical sector size of 512 bytes It is possible to configure a VHDX file to be exposed as a 4 KB logical sector size disk and this would be an optimal configuration for performance when the disk is hosted on a 4 KB native physical device Care should be taken to ensure that the guest and the application that is using the virtual disk are backed by the 4 KB logical sector size The VHDX formatting will work correctly on a 4 KB logical sector size device Di seguito lo schema del formato dei file VHDX Le parti che compongono un VHDX sono strutture che come detto precedentemente supportano large allocation e sono 1 MB aligned Nel dettaglio tali strutture sono L Header region che identifica la posizione della altre region log BAT e metadata table E composta da due header ma che non sono mai contemporaneamente attive per aumentare la resilienza ed evitare la corruzione L Intent log è un buffer circolare in cui vengono scritte le modifiche alle metastrutture del VHDX prima di essere scritte nella locazione finale In questo modo nel caso si verifichi un interruzione di corrente durate la scrittura alla successiva riapertura le modifiche saranno riapplicate dal log permettendo al VHDX di ritornare in uno stato consistente Il log non mantiene le modifiche del payload blocks quindi no protegge i dati in essi contenuti La Data region che è composta dalla BAT che contiene i puntatori ai user data blocks e ai sector bitmap block Nel VHD invece i sector bitmaps sono aggregati nei loro blocks invece di essere posizionati in testa ad ogni payload block La Metadata region che contiene una tabella di puntatori ai user defined metadata e ai virtual hard disk file metadata block size physical sector size e logical sector size I requisiti per l utilizzo dei VHDX sono Sistema operativo Windows Server 2012 Windows 8 o superiore Ruolo Hyper V Per poter utilizzare la funzionalità di trim occorre Hardware Trim capable ovvero in grado di inviare le unmap notifications che Hyper V in WS 2012 è in grado di gestire I VHDX devono essere connessi come virtual SCSI devices o come directly attached physical disks detti anche pass through disks o come natively attached VHDX based virtual disks Per ulteriori approfondimenti sulla funzionalità di Trim si veda quanto riportato nella Performance Tuning Guidelines for Windows Server 2012 Virtual hard disk files exist as files on a storage volume and they share available space with other files Because the size of these files tends to be large the space that they consume can grow quickly Demand for more physical storage affects the IT hardware budget so it s important to optimize the use of physical storage as much as possible Currently when applications delete content within a virtual hard disk which effectively abandons the content s storage space the Windows storage stack in the guest operating system and the Hyper V host have limitations that prevent this information from being communicated to the virtual hard disk and the physical storage device This prevents the Hyper V storage stack from optimizing the space usage by the VHDX based virtual disk files It also prevents the underlying storage device from reclaiming the space that was previously occupied by the deleted data In Windows Server 2012 Hyper V supports unmap notifications which allow VHDX files to be more efficient in representing that data within it This results in smaller files size and it allows the underlying physical storage device to reclaim unused space Only Hyper V specific SCSI Enlightened IDE and virtual Fibre Channel controllers allow the unmap command from the guest to reach the host virtual storage stack Hyper V specific SCSI is also used for pass through disks On the virtual hard disks only virtual disks formatted as VHDX support unmap commands from the guest For these reasons we recommend that you use VHDX files attached to a SCSI controller when not using regular pass through or virtual Fibre Channel disks Conclusioni Nel caso in cui si migrino le VM su WS2012 da sistemi precedenti è consigliabile convertire i VHD al nuovo formato VHDX come indicato nella Performance Tuning Guidelines for Windows Server 2012 When you upgrade to Windows Server 2012 we recommend that you convert all VHD files to the VHDX format due to these benefits The only scenario where it would make sense to keep the files in the VHD format is when a virtual machine has the potential to be moved to a previous release of the Windows Server operating system that supports Hyper V E possibile convertire i VHD in VHDX tramite la console Hyper Manager tramite la funzionalità Edit Disk a riguardo si veda Converting a VHD to a VHDX L unico caso in cui può avere un senso non migrare il formato da VHD a VHDX è quello in cui si prevedere di spostare le VM su versioni precedenti di Hyper V come ad esempio WS2008 R2 Per un prova sul campo dei benefici ottenuti nella migrazione da VHD a VHDX grazie al supporto large sector disks e ai 4 KB logical sector si veda Why you want to be using VHDX in Hyper V whenever possible and why it s important to know your baselines Se desiderate provare le funzionalità di WS2012 R2 vi ricordo che su TechNet Evaluation Center è possibile scaricare la versione di valutazione di Windows Server 2012 R2 mentre il 17 18 19 dicembre a Catania si terranno una serie di IT Camp su WS2012 R2 System Center 2012 R2 e W8 1 posted Saturday December 07 2013 8 44 PM Feedback 0 Filed Under Links IT Virtualization Monday December 02 2013 IT Camp WS2012 R2 e System Center 2012 Torino Il 29 Novembre al Microsoft Innovation Center di Torino io Mario Serra Roberto Massa e Daniele Scrivano abbiamo tenuto l IT Camp su Windows Server 2012 R2 e System Center 2012 SP1 R2 Innanzitutto desideravo ringraziare quanti sono intervenuti dedicandoci il loro tempo e i miei compagni di sessione che hanno fatto un ottimo lavoro nel presentare lo stato dell arte per quanto riguarda la realizzazione e la gestione di infrastrutture virtuali secondo Microsoft Come promesso elenco di seguito alcune risorse per approfondire gli argomenti trattati I TechNet Virtual Labs ovvero labs simili a quelli che avete potuto utilizzare durante l evento su varie tecnologie tra cui Windows Server 2012 R2 Windows Server 2012 System Center 2012 R2 System Center 2012 SP1 System Center 2012 La Microsoft Virtual Academy in cui è possibile seguire percorsi di formazione su specifiche tecnologie tra cui quelli dedicati a Virtualization Sytem Center Windows Server Windows Azure Il TechNet Evaluation Center da cui è possibile scaricare le iso dei prodotti per testarli in modalità di valutazione per 180 giorni tra cui Windows Server 2012 R2 System Center 2012 R2 SQL Server 2012 SP1 Windows 8 1 Enterprise Di seguito invece una serie di documenti per approfondire gli argomenti trattati Windows Server 2012 R2 Licensing Datasheet System Center 2012 R2 Licensing Datasheet System Center 2012 Licensing FAQ Hybrid Cloud with NVGRE WSSC 2012 R2 System Center 2012 R2 e SQL Server Installazione di Virtual Machine Manager 2012 R2 Windows Server 2012 Hyper V Replica Overview Windows Server 2012 Hyper V Replica in ambiente di dominio Windows Server 2012 Hyper V Replica in ambiente extra dominio tramite HTTPS Per quanto riguarda le slide chi fosse interessato ad averle in formato PDF mi contatti e provvederò a inviarle per mail Vi ricordo anche i futuri appuntamenti ovvero gli IT Camp Catania 17 19 dicembre e gli IT Camp Windows Azure In un prossimo post vedrò di darvi alcune indicazioni per mettere in piedi un infrastruttura di test posted Monday December 02 2013 11 58 AM Feedback 0 Filed Under Links IT Virtualization Sunday November 24 2013 IT Camp Catania 17 19 dicembre Tra il 17 e il 19 dicembre a Catania si terranno ben 4 eventi di formazione gratuiti con speaker d eccezione 17 Dicembre giornata intera IT Camp di Windows Server 2012 R2 Speakers Mario Serra Andrea Mauro Roberto Massa https msevents microsoft com CUI EventDetail aspx EventID 1032571685 Culture it IT community 0 18 Dicembre mattina IT Camp di Windows 8 1 Speakers Mario Serra Daniele Scrivano https msevents microsoft com CUI InviteOnly aspx EventID 12 8B 85 7A 89 F3 B9 07 3E 39 21 44 BD 0F 0E A5 Culture it IT community 0 18 Dicembre pomeriggio IT Camp di System Center 2012 R2 Speaker Silvio Di Benedetto https msevents microsoft com CUI InviteOnly aspx EventID 12 8B 85 7A 89 F3 B9 07 5D 09 E4 08 A8 7E A0 03 Culture it IT community 0 19 Dicembre giornata intera IT Camp Windows Azure Speaker Paola Presutto https msevents microsoft com CUI InviteOnly aspx EventID 12 8B 85 7A 89 F3 B9 07 13 E3 B4 4A 51 95 2F 4D Culture it IT community 0 Amici siciliani quest anno non potete proprio lamentarvi Babbo Natale è stato proprio magnanimo con voi Correte ad iscrivervi e verificate di avere i prerequisiti necessari sul vostro computer per poter usufruire del labs come indicato nel link d iscrizione di ciascun evento posted Sunday November 24 2013 8 28 PM Feedback 0 Saturday November 23 2013 I video delle sessioni del SID 2013 Da qualche giorno su Channel 9 sono disponibili le sessioni che si sono tenute ai Server Infrastructure Days 2013 Al seguente link http channel9 msdn com Events Server Infrastructure Days Server Infrasctructure Days 2013 trovate l elenco di tutte le sessioni tra cui trovate anche una delle mie e di Mario Serra su Active Directory WS03 Windows Server 2012 Active Directory Disaster Recovery Presto però dovrebbero venire pubblicate anche le sessioni mancanti Per chi desidera vedere le sessioni del SID 2012 sono disponibili al seguente http technet microsoft com it it video server infrastructure day 2012 aspx posted Saturday November 23 2013 4 41 PM Feedback 2 Filed Under Links IT IT Camp Windows Azure Per chi vuole chiarirsi le idee su Private Cloud Public Cloud e in particolare la soluzione Microsoft del Public Cloud ovvero Windows Azure la risposta sono gli IT Camp Windows Azure Un ottima occasione di formazione gratuita con la formula sessioni più lab per provare a mettere subito in pratica le funzionalità presentate Di seguito le prossime date con i relativi link per l iscrizione Giovedì 12 dicembre Bari https msevents microsoft com cui EventDetail aspx culture it IT EventID 1032571854 IO xGBlj2LwoIuzhvEH4GvlGQ 3d 3d Giovedì 19 dicembre Catania https msevents microsoft com CUI InviteOnly aspx EventID 12 8B 85 7A 89 F3 B9 07 13 E3 B4 4A 51 95 2F 4D Culture it IT community 0 Per usufruire del laboratori è necessario portare il proprio PC verificando di avere i prerequisiti necessari come indicato nei link d iscrizione posted Saturday November 23 2013 12 00 PM Feedback 0 Filed Under Links IT Virtualization Thursday November 21 2013 BGInfo gestione delle custom query WMI Se avete provato ad usare BGInfo su un sever col ruolo Hyper V installato e reti virtuali definite avrete notato che vengono visualizzati una serie di IP nulli il motivo è che la query WMI usata da BGInfo non esclude gli IP di Network Adapter non abilitati all utilizzo del TPC IP come ad esempio le NIC fisiche su cui è connesso un Virtual Switch per gestire una Rete Esterna Per risolvere il problema è possibile definire un nuovo Field in BGInfo che selezioni solo gli IP di Network Adapter abilitate al TCP IP con la seguente query WMI sulla classe Win32 NetworkAdapterConfiguration SELECT IPAddress FROM Win32 NetworkAdapterConfiguration where IPEnabled TRUE a riguardo si veda How to Remove the none IP Address Entries in BGInfo Background Analogamente è possibile selezionare solo gli indirizzi IP dei server DNS configurati sulle Network Adapter abilitate al TCP IP SELECT DNSServerSearchOrder FROM Win32 NetworkAdapterConfiguration where IPEnabled TRUE Di seguito invece la query per determinare i Default Gateway delle Network Adapter abilitate al TCP IP SELECT DefaultIPGateway FROM Win32 NetworkAdapterConfiguration where IPEnabled TRUE Per ulteriori informazioni sull uso di WMI in BGInfo per gestire la visualizzazione delle imposazioni di rete si veda anche Custom WMI to eclude none and IPv6 posted Thursday November 21 2013 11 21 AM Feedback 0 Filed Under Links Tips IT Thursday November 14 2013 Cloud Conference 2013 Il 25 novembre a Milano si svolgerà la Cloud Conference 2013 dedicata a chi sviluppa pubblica e gestisce applicazioni in ambiente public cloud usando le piattaforme più diffuse Amazon Web Services Google Cloud Platform VMware vCloud Hybrid Service e Microsoft Windows Azure La finalità della conference è valutare come organizzare infrastrutture e architettura IT cloud based o ibride che sfruttano il cloud e in particolare i servizi di Infrastructure as a Service per creare soluzioni di replica geografica disaster recovery remoto backup remoto alta affidabilità ed elevata scalabilità Inoltre saranno valutati aspetti di integrazione e federazione delle infrastrutture on premises con piattaforme e soluzioni Software as a Service come per esempio Microsoft Office 365 In altre parole un ottima occasione per Sistemisti Infrastructure Architect Developer e Project Manager per approfondire la tematica del cloud e quali sono le attuali offerte sul mercato L evento è organizzato da EventHandler che anche questa volta è riuscito a portare sul palco esperti che lavorano sin dalle prime beta sui prodotti oggetto della conferenza e son autori di libri tecnici di successo trainer con esperienza internazionale e consulenti di rilievo La conferenza di articolerà su 12 sessioni suddivise in due track parallele erogate da più di 10 speaker i video delle sessioni saranno poi disponibili dal 13 gennaio 20214 L agente è disponibile al seguente http www cloudconference it events 2013 agenda aspx mentre per la registrazione è possibile utilizzare il seguente http www cloudconference it events 2013 register aspx posted Thursday November 14 2013 8 11 PM Feedback 0 Filed Under Links IT Web Virtualization Tuesday November 12 2013 IT Camp Windows Server 2012 R2 29 Novembre Torino Il 29 Novembre al Microsoft Innovation Center di Torino io Mario Serra Roberto Massa e Daniele Scrivano saremo speaker all IT Camp su Windows Server 2012 R2 e System Center 2012 SP1 R2 Sarà un intera giornata di approfondimento tecnico con possibilità di provare le tecnologie oggetto dell IT Camp dal vivo tramite laboratori L IT Camp sarà quindi organizzato come un corso MOC e rappresenta un ottima possibilità di formazione gratuita per chi ancora non si è avvicinato a Windows Server 2012 o vuole approfondire le novità introdotte in Windows Server 2012 R2 o ancora desidera valutare quale sono sono le funzionalità contenute nella suite System Center per quanto riguarda la gestione di una infrastruttura virtuale Il link per iscriversi lo trovate al seguente IT Camp Windows Server 2012 R2 TORINO affrettavi perché i posti disponibili sono limitati I partecipanti dell evento dovranno portare il proprio computer per poter accedere ai per accedere ai laboratori per verificare che il PC abbia tutti i requisiti necessari accedere al seguente link https vlabs holsystems com vlabs RequirementsChecker posted Tuesday November 12 2013 9 45 PM Feedback 0 Filed Under Links IT Virtualization Saturday November 02 2013 System Center 2012 R2 e SQL Server Tra i requisiti di System Center 2012 R2 c è SQL Server come riportato nel seguente System Requirements for System Center 2012 R2 e in particolare le versioni Enterprise e Standard a 64 Bit di SQL Server 2012 Sp1 supporta tutti i componenti di System Center 2012 R2 Di seguito ad esempio l architettura su cui si basa SCVMM 2012 R2 Per il supporto dei componenti con versioni precedenti di SQL Server ovvero SQL Server 2012 Enterprise o Standard a 64 bit SQL Server 2008 R2 SP2 SP1 Standard o Datacenter si veda la matrice di compatibilità disponibile al seguente SQL Server che riporto di seguito Come riportato nel System Center 2012 R2 Licensing Datasheet se SQL Server viene utilizzato esclusivamente in combinazione con System Center non sono necessarie licenze o CAL di SQL Server System Center 2012 R2 is licensed by License required only for endpoints being managed No additional licenses are needed for management servers or SQL Server technology Consistent licensing model across editions Processor based license covering up to two processors for server management User or OSE based license for client management Sempre nel System Center 2012 R2 Licensing Datasheet viene indicato che System Center 2012 R2 sia nella versione Datacenter che Standard garantisce i diritti di utilizzare il software di gestione e il supporto al SQL Server Runtime SQL Server Standard Edition Questo significa che System Center 2012 R2 come accadeva anche per System Center 2012 a riguardo si veda System Center 2012 licensing FAQ permette di utilizzare una versione di SQL Server in versione Standard che ovviamente potrà essere utilizzata solo ed esclusivamente al fine di fornire il database delle configurazioni ai componenti della suite System Center Ovviamente se nell infrastruttura si ha già SQL Server in una delle versioni compatibili con i componenti di System Center che di desidera utilizzare è possibili e utilizzare questa installazione preesistente Se invece nell infrastruttura non è disponibile SQL Server o non è disponibile una versione di SQL Server compatibile con i componenti di System Center che di desidera utilizzare sarà possibile utilizzare il runtime di SQL Server che è incluso in tutti i componenti della suite di System Center Di seguito quanto riportato nel libro Microsoft System Center 2012 UNLEASHED Microsoft has simplified the SQL Server licensing requirements for System Center now allowing an organization to run the included SQL Server 2008 Standard Edition server without having to purchase SQL Server or any SQL client licenses The version of SQL Server that comes with System Center 2012 is the same SQL Server Standard Edition that can be installed on any system just from a licensing perspective no separate licenses are required for SQL Server The SQL license that is included in the Configuration Manager Server 2012 with SQL Server Technology is a SQL Server 2008 Standard Edition license Per quanto riguarda i dettagli tecnici di come si utilizza la licenza di SQL Server contenuta in System Center 2012 la risposta si trova nel tread SQL Server 2012 License with System Center 2012 dei forum di Technet a cui ha risposto Ronni Pedersen Microsoft MVP ConfigMgr Q If the SQL media requires a license to install how does one go about installing SQL Server 2012 for SCCM 2012 A The license key is embedded in the ISO which you download from the Volume Licensing center Ovvero acquistando System Center 2012 R2 viene fornita tramite il Volume Licensing Service Center la possibilità di scaricare un ISO di SQL Server con una Product Key embedded un grazie a Silvio Di Benedetto aka S Net Microsoft MVP System Center Cloud and Datacenter Management per avermi confermato questa informazione Appurato che SQL Server occorre ma che se non presente nell infrastruttura è possibile procurarselo tramite il Volume Licensing Service Center rimane da smarcare la questione di come sia meglio strutturare l infrastruttura di management Considerazioni circa il Domain Controller Sicuramente vale sempre la regola di non installare su un Domain Controller i componenti di management e SQL Server Considerazioni circa SQL Server In piccole infrastrutture è possibile installare SQL Server e i componenti della suite di System Center sullo stesso sistema ma nell ottica di di suddividere i carichi se possibile è meglio installare i componenti di System Center su di un sistema e SQL Server su un sistema diverso In questo modo sarà anche più semplice gestire l alta affidabilità dell infrastruttura di management nel caso la si volesse implementare Per quanto riguarda la questione quante instanze di SQL Server utilizzare ho trovato particolarmente utile il seguente post SQL Instances and System Center 2012 SYSCTR SQL SCOM SCCM SCSM che non è altro che una raccolta di varie considerazioni di vari MVP in ambito SQL Server e System Center in cui vengono date le motivazioni per cui non è conveniente utilizzare più istanze dedicate ai vari componenti di System Center ma in ogni caso come descritto nell articolo Planning SQL Server for System Center 2012 di Daniele Grandini Microsoft MVP System Center Cloud and Datacenter Management non è possibile avere un unica istanza di SQL Server per tutta la suite System Center Returning to our original question the answer is even if on a performance and scalability point of view we have a configuration that can be supported by single SQL system we cannot have a single SQL Server instance at a bare minimum we need 1 SQL Server 2012 SP1 Engine for OM SM CM Orc AC and VMM 1 SQL Server 2012 SP1 SSRS for OM 1 SQL Server 2012 SP1 SSRS for SM 1 SQL Server 2012 SP1 SSRS for DPM 1 SQL Server 2012 SP1 SSRS for CM Quindi per quando riguarda infrastrutture di ridotte dimensioni in cui non sia prevista l implementazione dell HA sull infrastruttura di management o che questa sia realizzata virtalizzando in un cluster le VM in cui sono installati i componenti della suite la soluzione più semplice può essere quella del Divide et Impera Ovvero installare ogni componente della suite di System Center su un sistema VM diversa e installare SQL Server in ogni sistema VM Per altre informazioni sulle best practices circa l utilizzo e la configurazione di SQL Server con la suite System Center si vedano PPT SQL Server 2012 for System Center Administrators Clarification on SQL Server Collation Requirements for System Center 2012 SQL Server guide for System Center 2012 Vi ricordo che su TechNet Evaluation Center è possibile scaricare la versione di valutazione di System Center 2012 R2 e la versione di valutazione di Windows Server 2012 R2 Inoltre sono resi disponibili anche le seguenti risorse per approfondire le novità di System Center 2012 R2 System Center 2012 Virtual Labs Evaluation Guide for System Center 2012 R2 and the Windows Azure Pack Microsoft Virtual Academy What s New in System Center 2012 R2 Jump Start posted Saturday November 02 2013 7 08 PM Feedback 0 Filed Under Links Design Database IT Virtualization Thursday October 31 2013 Errore 0x8024D001 in Windows Update su XP SP3 Scenario Macchina virtuale appena installata con Windows XP SP3 32 bit Issue avviando Windows Update viene restituito l errore 0x8024D001 Analizzando il log di Windows Update windir WindowsUpdate log il problema è dovuto al fatto che il Windows Update Agent non è l ultimo disponibile versione 7 6 7600 256 e non viene aggiornato automaticamente Required Version for binary C WINDOWS system32 cdm dll is 7 6 7600 256 Binary C WINDOWS system32 cdm dll Target version 7 4 7600 226 Required 7 6 7600 256 Required Version for binary C WINDOWS system32 wuapi dll is 7 6 7600 256 Binary C WINDOWS system32 wuapi dll Target version 7 4 7600 226 Required 7 6 7600 256 Required Version for binary C WINDOWS system32 wuauclt exe is 7 6 7600 256 Binary C WINDOWS system32 wuauclt exe Target version 7 4 7600 226 Required 7 6 7600 256 Required Version for binary C WINDOWS system32 wuaucpl cpl is 7 6 7600 256 Binary C WINDOWS system32 wuaucpl cpl Target version 7 4 7600 226 Required 7 6 7600 256 Required Version for binary C WINDOWS system32 wuaueng dll is 7 6 7600 256 Binary C WINDOWS system32 wuaueng dll Target version 7 4 7600 226 Required 7 6 7600 256 Required Version for binary C WINDOWS system32 wucltui dll is 7 6 7600 256 Binary C WINDOWS system32 wucltui dll Target version 7 4 7600 226 Required 7 6 7600 256 Required Version for binary C WINDOWS system32 wups dll is 7 6 7600 256 Binary C WINDOWS system32 wups dll Target version 7 4 7600 226 Required 7 6 7600 256 Required Version for binary C WINDOWS system32 wups2 dll is 7 6 7600 256 Binary C WINDOWS system32 wups2 dll Target version 7 4 7600 226 Required 7 6 7600 256 Section name syntax Only file name is supported CheckIfClientUpdateNeeded failed error 0x8024d001 Per risolvere il problema dopo diversi tentativi ho utilizzato la seguente procedura Passo 1 Verificare che gli aggiornamenti automatici siano attivati da Pannello di Controllo Passo 2 Assicurarsi che il sistema acceda ad Internet non tramite un proxy ho verificato che a volte tramite un proxy il Windows Update Agent non riesce ad auto aggiornarsi Passo 3 Installare il Windows Update Agent versione 7 4 7600 226 disponibile tramite la KB 946928 come riportato nella KB non è disponibile il setup dell ultima versione del Windows Update Agent ovvero la 7 6 7600 256 ma questa è disponibile solo tramite Windows Update Passo 4 Registrare la wups2 dll tramite la Microsoft Fix it 50597 disponibile nella KB 943144 Metodo 2 Passo 5 Riavviare il computer Passo 6 Installare Internet Explorer 8 disponibile al seguente Download Internet Explorer 8 Passo 7 Eseguire la Microsoft Fix it 50777 disponibile nella KB 2497281 Passo 8 Eseguire il clear della cache di Windows Update tramite i seguenti comandi net stop wuauserv net stop bits rmdir S Q windir softwaredistribution net start wuauserv net start bits wuauclt detectnow Passo 8 Verificare che il Windows Update Agent venga aggiornato alla versione 7 6 7600 256 tramite il log di Windows Update windir WindowsUpdate log 1048 aa4 Service 1048 aa4 Service START Service Service startup 1048 aa4 Service 1048 aa4 Misc Registering binary C WINDOWS system32 regsvr32 exe s C WINDOWS system32 SoftwareDistribution Setup ServiceStartup wups dll 7 6 7600 256 wups dll 1048 aa4 Misc Registering binary C WINDOWS system32 regsvr32 exe s C WINDOWS system32 SoftwareDistribution Setup ServiceStartup wups2 dll 7 6 7600 256 wups2 dll 1048 aa4 Agent WU client version 7 6 7600 256 1048 aa4 Agent Base directory C WINDOWS SoftwareDistribution 1048 aa4 Agent Access type No proxy 1048 aa4 Agent Network state Connected Una volta aggiornato il Windows Update Agent è possibile aggiornare il sistema tramite Windows Update o tramite la nuova console Microsoft Update anche utilizzando un eventuale proxy posted Thursday October 31 2013 5 51 PM Feedback 0 Filed Under Links Tips IT Sunday October 20 2013 PowerShell 4 Desired State Configuration Con la versione 4 0 di PowerShell introdotta con Ws2012 R2 e W8 1 e disponibile come download per WS2008R2 W7 e WS2012 W8 tramite il Windows Management Framework 4 0 WMF è stata resa disponibile la funzionalità Windows PowerShell Desired State Configuration DSC DCS premette di verificare la corretta configurazione dei componenti di un sistema locale o remoto di implementare il continuous deployment e di evitare il configuration drift in modo dichiarativo autonomo e idempotente Tramite DCS è infatti possibile realizzare degli script dichiarativi DSC Configuration nei quali è possibile specificare i componenti DSC Resource che devono essere presenti o a assenti su di un computer locale o remoto DSC Node inoltre è possibile specificare come i componenti debbano essere configurati Tramite le DCS Resources è possibile configurare un gran numero di funzionalità e risorse del sistema tra cui Estrazione di file zip in path specifici Gestione delle variabili d ambiente del sistema Gestione file e directory Gestione gruppi e utenti locali Log di messaggi di configurazione Installazione gestione package Windows Installer e setup exe Configurazione di processi e gestione di servizi Gestione chiavi di registry e valori Aggiunta rimozione ruoli e funzionalità Esecuzione PS script block Definizione di DSC Resource custom file MOF Script Module psm1 Module manifest psm1 Per i dettagli sull implementazione dei DSC script block si veda Get Started with Windows PowerShell Desired State Configuration e Windows PowerShell Desired State Configuration Data mentre per ulteriori informazioni sulla configurazione delle DSC Resources si veda Windows PowerShell Desired State Configuration Resources L esecuzione dello script genera un file MOF Managed Object Format cui nome è pari al nome del nodo in una subdirectory con nome pari allo script nella directory corrente nel caso vi siano nello script più nodi verranno creati più file MOF E possibile specificare la directory su cui redirigere la creazione dei file MOF tramite specificando il parametro OutputPath Tramite il CmdLet Start DscConfiguration è possibile applicare le configurazioni contenute nel file MOF al server o ai server locali o remoti questo tipo di distribuzione dei file MOF viene definito Push Model Utilizzando questo modello per lo Staging i DCS Data file MOF saranno inviati al sistema da configurare che dovrà disporre anche degli eventuali custom providers utilizzati che dovranno essere memorizzati nella directory SYSTEMROOT System32 WindowsPowerShell v1 0 Modules PSDesiredStateConfiguration PSProviders DCS mette a disposizione una serie di CmdLet per il test e la verifica delle configurazioni session New CimSession ComputerName Server01 Credential Domain UserName Rilevazione configurazione corrente Get DscConfiguration CimSession session Restore di una configurazione precedente Restore DscConfiguration CimSession session Confronto della configurazione attuale con la configurazione desiderata il CmdLet ritorna True le due configurazioni coincidono Test DscConfiguration CimSession session Per ulteriori informazioni sul CmdLets di DSC si veda Windows PowerShell Desired State Configuration Cmdlets E possibile testare la funzionalità DSC basata sul Push Model tramite il virtual lab Desired State Configuration with Window Server 2012 R2 disponibile al seguente Explore Virtual Labs E possibile in alternativa gestire la distribuzione dei file MOF con un modello di tipo Pull configurando un Pull server ovvero un server web basato su IIS con un interfaccia OData Open Data Protocol questo tipo di approccio è più indicato nel caso sia necessario gestire tramite DSC più server i dettagli del DCS Pull Model Protocol sono pubblici in conformità all iniziativa Microsoft Open Specifications e disponibili al seguente MS DSCPM Desired State Configuration Pull Model Protocol Per installare un Pull Server è necessario aggiungere la feature Windows PowerShell Desired State Configuration Service tramite Server Manager o tramite il comando Add WindowsFeature Dsc Service la feature aggiungerà le necessarie dipendenze quali IIS i moduli necessari e il Management OData Extension Il sistema da gestire contatterà il Pull server tramite un URI e un ID per ottenere la sua configurazione e verificare se tutti i custom provider sono disponibili in caso contrario li scaricherà E possibile distribuire ai server remoti la configurazione per utilizzare un DSC Pull Server utilizzando lo stesso DSC tramite uno script PS di configurazione DSC di questo tipo Configuration SetPullMode Node Server01 Set the DSC engine LCM to Pull mode DesiredStateConfigurationSettings LCM ConfigurationID e528dee8 6f0b 4885 98a1 1ee4d8e86d82

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/ermannog (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • RedRain
    word News Tweet Visualizza le statistiche Adriano Arrigo Crea il tuo badge Grab this badge here Feedjit Live Blog Stats Archives April 2012 1 March 2012 4 January 2012 1 December 2011 3 October 2011 2 September 2011 5 July 2011 2 June 2011 1 May 2011 6 April 2011 4 March 2011 3 February 2011 6 January 2011 1 December 2010 2 November 2010 2 October 2010 2 September 2010 10 July 2010 2 June 2010 3 May 2010 1 April 2010 5 March 2010 5 February 2010 5 January 2010 4 December 2009 3 November 2009 2 October 2009 8 September 2009 2 August 2009 2 July 2009 3 June 2009 1 May 2009 2 April 2009 3 March 2009 1 February 2009 2 January 2009 3 December 2008 3 November 2008 8 October 2008 9 September 2008 9 July 2008 9 June 2008 3 May 2008 10 April 2008 6 March 2008 6 February 2008 6 January 2008 4 December 2007 1 November 2007 6 September 2007 2 August 2007 3 July 2007 5 June 2007 7 May 2007 2 April 2007 3 March 2007 4 February 2007 7 January 2007 3 December 2006 3 November 2006

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/redrain/contact.aspx (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • RedRain - Tuesday, April 03, 2012 Entries
    demon co uk index htm fat32format htm Mi raccomando se vi piace fate una donazione via Paypal posted Tuesday April 03 2012 10 32 AM Feedback 0 News Tweet Visualizza le statistiche Adriano Arrigo Crea il tuo badge Grab this badge here Feedjit Live Blog Stats Archives April 2012 1 March 2012 4 January 2012 1 December 2011 3 October 2011 2 September 2011 5 July 2011 2 June 2011 1 May 2011 6 April 2011 4 March 2011 3 February 2011 6 January 2011 1 December 2010 2 November 2010 2 October 2010 2 September 2010 10 July 2010 2 June 2010 3 May 2010 1 April 2010 5 March 2010 5 February 2010 5 January 2010 4 December 2009 3 November 2009 2 October 2009 8 September 2009 2 August 2009 2 July 2009 3 June 2009 1 May 2009 2 April 2009 3 March 2009 1 February 2009 2 January 2009 3 December 2008 3 November 2008 8 October 2008 9 September 2008 9 July 2008 9 June 2008 3 May 2008 10 April 2008 6 March 2008 6 February 2008 6 January 2008 4 December 2007 1 November 2007 6 September 2007 2 August 2007 3

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/redrain/archive/2012/04/03.aspx (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • Formattare un disco esterno in FAT32 - Update
    uk index htm fat32format htm Mi raccomando se vi piace fate una donazione via Paypal posted on Tuesday April 03 2012 10 32 AM Print Comments have been closed on this topic News Tweet Visualizza le statistiche Adriano Arrigo Crea il tuo badge Grab this badge here Feedjit Live Blog Stats Archives April 2012 1 March 2012 4 January 2012 1 December 2011 3 October 2011 2 September 2011 5 July 2011 2 June 2011 1 May 2011 6 April 2011 4 March 2011 3 February 2011 6 January 2011 1 December 2010 2 November 2010 2 October 2010 2 September 2010 10 July 2010 2 June 2010 3 May 2010 1 April 2010 5 March 2010 5 February 2010 5 January 2010 4 December 2009 3 November 2009 2 October 2009 8 September 2009 2 August 2009 2 July 2009 3 June 2009 1 May 2009 2 April 2009 3 March 2009 1 February 2009 2 January 2009 3 December 2008 3 November 2008 8 October 2008 9 September 2008 9 July 2008 9 June 2008 3 May 2008 10 April 2008 6 March 2008 6 February 2008 6 January 2008 4 December 2007 1 November 2007 6 September

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/redrain/archive/2012/04/03/formattare-un-disco-esterno-in-fat32-update.aspx (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • RedRain - Friday, March 16, 2012 Entries
    c è la bacheca Metti il foglio sotto il banco e quando vuoi scrivere qualcosa ad un tuo amico vai al suo banco prendi il foglio e ci scrivi sopra A quel punto io posso rispondergli scrivendo sul mio foglio oppure posso andare al suo banco e scrivere sul suo foglio Ah ehm complimenti Come vedete dalla foto sopra si è inventato il logo il nome dell applicazione e anche se non originalissimo il layout Al momento pare abbia riscosso un buon successo Come tutte le applicazioni che si rispettino attualmente è in una fase beta ad inviti Se interessati o per sottoporre richieste di nuove features potete scrivere a paolo at arrigo eu Tag di Technorati Facebook posted Friday March 16 2012 8 51 AM Feedback 0 News Tweet Visualizza le statistiche Adriano Arrigo Crea il tuo badge Grab this badge here Feedjit Live Blog Stats Archives April 2012 1 March 2012 4 January 2012 1 December 2011 3 October 2011 2 September 2011 5 July 2011 2 June 2011 1 May 2011 6 April 2011 4 March 2011 3 February 2011 6 January 2011 1 December 2010 2 November 2010 2 October 2010 2 September 2010 10 July 2010 2 June 2010 3 May 2010 1 April 2010 5 March 2010 5 February 2010 5 January 2010 4 December 2009 3 November 2009 2 October 2009 8 September 2009 2 August 2009 2 July 2009 3 June 2009 1 May 2009 2 April 2009 3 March 2009 1 February 2009 2 January 2009 3 December 2008 3 November 2008 8 October 2008 9 September 2008 9 July 2008 9 June 2008 3 May 2008 10 April 2008 6 March 2008 6 February 2008 6 January 2008 4 December 2007 1 November 2007 6 September 2007 2 August 2007

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/redrain/archive/2012/03/16.aspx (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • E se Facebook fosse analogico ?
    in centro c è la bacheca Metti il foglio sotto il banco e quando vuoi scrivere qualcosa ad un tuo amico vai al suo banco prendi il foglio e ci scrivi sopra A quel punto io posso rispondergli scrivendo sul mio foglio oppure posso andare al suo banco e scrivere sul suo foglio Ah ehm complimenti Come vedete dalla foto sopra si è inventato il logo il nome dell applicazione e anche se non originalissimo il layout Al momento pare abbia riscosso un buon successo Come tutte le applicazioni che si rispettino attualmente è in una fase beta ad inviti Se interessati o per sottoporre richieste di nuove features potete scrivere a paolo at arrigo eu Tag di Technorati Facebook posted on Friday March 16 2012 8 51 AM Print Comments have been closed on this topic News Tweet Visualizza le statistiche Adriano Arrigo Crea il tuo badge Grab this badge here Feedjit Live Blog Stats Archives April 2012 1 March 2012 4 January 2012 1 December 2011 3 October 2011 2 September 2011 5 July 2011 2 June 2011 1 May 2011 6 April 2011 4 March 2011 3 February 2011 6 January 2011 1 December 2010 2 November 2010 2 October 2010 2 September 2010 10 July 2010 2 June 2010 3 May 2010 1 April 2010 5 March 2010 5 February 2010 5 January 2010 4 December 2009 3 November 2009 2 October 2009 8 September 2009 2 August 2009 2 July 2009 3 June 2009 1 May 2009 2 April 2009 3 March 2009 1 February 2009 2 January 2009 3 December 2008 3 November 2008 8 October 2008 9 September 2008 9 July 2008 9 June 2008 3 May 2008 10 April 2008 6 March 2008 6 February 2008 6 January 2008 4 December 2007

    Original URL path: http://blogs.sysadmin.it/redrain/archive/2012/03/16/e-se-facebook-fosse-analogico.aspx (2016-01-31)
    Open archived version from archive



  •