web-archive-it.com » IT » U » USIDELLACANAPA.IT

Total: 73

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • USI DELLA CANAPA - una risorsa di nome canapa
    per cominciare l effetto stupefacente è piuttosto moderato parlo per esperienza lunga e diretta collettiva e singola permette ad esempio di preparare la cena senza sbagliare il sale di passeggiare fino in centro per comprare il giornale di rivolgere la parola al giornalaio e scambiare qualche chiacchiera se viene Qualcuno chi ne ha può andare a prendere i bambini a scuola e fare un salto dalla nonna Per quello che mi riguarda sono interessata all effetto tranquillizzante Favorisce il buon umore o talvolta la concentrazione Questi blandi effetti migliorano il mio riposo privato e sociale Aumenta l appetito I consumatori che io conosco amano farlo dopo cena dopo aver lavato i piatti quando ci si domanda come passare le ultime ore di serata Siamo quarantenni gente qualunque che si incontra tutti i giorni in comune negli uffici negli ospedali nei luoghi pubblici Non sono una tossicodipendente e desidero passare il tempo libero nel mio privato e come mi aggrada certa di non attentare alla mia salute e soprattutto a quella degli altri più di quanto il vivere legale comporta E ora di liberalizzare l uso della canapa indiana che nulla ha a che vedere con le droghe sintetiche e mai ha creato gli stessi problemi dell alcol né sul piano sociale né a livello di salute Insospettabile Illegal lettera pubblicata su il Resto del Carlino di Ferrara domenica 27 febbraio 2000 L uso medico della canapa indiana Gentile Redazione vorrei rivolgermi alla consumatrice di canapa indiana ma anche a tutti quei lettori che si saranno forse scandalizzati leggendo la sua lettera pubblicata nel Vs giornale il 27 febbraio Io non sono un fumatore di canapa indiana Tempo fa ho scoperto su Internet la canapa e i suoi usi industriali che sono di grande interesse sia per ragioni economiche che ambientali e visto che in italiano non c era nulla ho deciso di costruire io un sito su questo argomento indirizzo canapa 4net com Presto però mi sono accorto che il principale ostacolo al rilancio di questa coltura alla quale sono molto interessati i contadini gli industriali nonché gli ambientalisti e alla quale è stato dedicato proprio a Ferrara l 8 febbraio scorso un convegno organizzato dal Consorzio Canapaitalia è che con alcune varietà di canapa canapa indiana si produce una droga che si chiama marijuana Da allora ho letto anche su Internet tutto ciò che è possibile reperire sull argomento e ora ritengo di poter affermare che la marijuana o canapa indiana non provoca né dipendenza né danni fisici Relazioni scientifiche autorevoli come il rapporto Roques commissionato dal Governo francese o il rapporto dell OMS dichiarano esplicitamente che la pericolosità della cannabis indica è sostanzialmente inferiore a quella dell alcol o del tabacco Ma c è di più Ho anche scoperto una scoperta fatta dopo i 50 anni e che non avrei mai creduto di poter fare che proprio la canapa indiana cioè quella proibita ha numerosi ed importanti usi medici farmaco molto efficace come analgesico antiemetico e antidepressivo il

    Original URL path: http://www.usidellacanapa.it/medicina/due-lettere.php (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • USI DELLA CANAPA - una risorsa di nome canapa
    una follia pensare che questa sostanza rammollisca il cervello o che conduca inesorabilmente al consumo di droghe pesanti Nonostante la propaganda anti erba che circola negli Stati Uniti la maggior parte delle persone è felicemente consapevole del fatto che nessun grave disastro sociale ha colpito l Olanda dove da anni i derivati della canapa indiana vengono venduti apertamente nei coffee shop E necessaria un astuzia veramente perversa per distorcere i dati che vengono da Amsterdam in modo che siano di supporto alla continuazione del proibizionismo Certamente nessuna persona di buon senso potrebbe credere che la marijuana sia completamente innocua ma d altra parte perfino nella polizia si promuove la decriminalizzazione di questa droga Solo i politici sembrano ancora irrazionalmente terrorizzati dall idea di un rilassamento nella legge essi ritengono di poter continuare come hanno fatto finora mettendo tutte le droghe sullo stesso piano Comunque prima di decidere esattamente cosa significherà in pratica la decriminalizzazione dobbiamo considerare accuratamente ogni aspetto della canapa indiana dai suoi effetti a lungo termine sul cervello agli effetti sociali della riforma legale Se ci dovrà essere un cambiamento fino a che punto questo dovrà giungere Da una parte potremmo scegliere una soluzione all olandese dall altra potremmo decidere di fare poco più che razionalizzare te sanzioni legali e permettere ai medici di prescrivere la marijuana a pazienti colpiti da gravi malattie E se gli spinelli dovranno essere distribuiti da Servizio sanitario nazionale per esempio quali informazioni dovranno essere riportate sulla confezione Dovremo aspettare finché i ricercatori avranno trovato il modo di diluire la marijuana nell aerosol L impellente bisogno di un dibattito aperto sulla canapa indiana è appunto la ragione per cui l OMS ha sbagliato a cedere alle pressioni politiche censurando in una recente relazione una sia pure controversa nota informativa in cui si confrontavano

    Original URL path: http://www.usidellacanapa.it/medicina/new-scientist.php (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • USI DELLA CANAPA - una risorsa di nome canapa
    della canapa indiana pubblicata nel dicembre scorso dall OMS ma è stato eliminato all ultimo minuto dopo un estenuante discussione tra funzionari dell OMS gli esperti del settore che avevano preparato la relazione e un gruppo di consiglieri esterni Lo studio sulla canapa indiana il primo sull argomento commissionato dall OMS dopo quindici anni era atteso con impazienza da medici e specialisti di tossicodipendenza La giustificazione ufficiale dell esclusione del confronto tra i derivati della canapa indiana e altre sostanze legali è che l affidabilità e la rilevanza per la salute pubblica di tali confronti sono opinabili All interno dell OMS c è chi afferma che il confronto era scientificamente valido e che a determinarne la cancellazione sono state le pressioni politiche A quanto pare sarebbero stati i rappresentanti dell Istituto nazionale degli Stati Uniti per il controllo dell abuso di stupefacenti United States national institute on drug abuse e del Programma internazionale delle Nazioni Unite per il controllo degli stupefacenti United Nations internationai drug control programme a mettere in guardia l OMS rispetto all eventualità che il confronto potesse giovare ai gruppi sostenitori della legalizzazione della canapa indiana Uno dei ricercatori che ha preparato la relazione ha dichiarato Agli occhi di qualcuno qualunque confronto di questo tipo è un sostegno alla legalizzazione della marijuana Un altro ricercatore Billy Martine del Medicai College di Richmond in Virginia ha riferito che alcuni funzionari dell OMS sono andati fuori di testa quando hanno visto le bozze della relazione La parte esclusa nella versione che ci è pervenuta dice che il motivo del confronto non è di promuovere l uso di una droga al posto di un altra ma piuttosto di eliminare i due pesi e le due misure con cui finora sono stati valutati gli effetti della Cannabis sulla salute Ciononostante nella

    Original URL path: http://www.usidellacanapa.it/medicina/osm.php (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • USI DELLA CANAPA - una risorsa di nome canapa
    riportano percentuali che arrivano al 37 Comunque molti di questi guidatori risultano positivi anche al test per l alcol e perfino nei casi che in cui è accertata solamente la canapa non sarebbe corretto parlare di guida in condizione di alterazione fisica e psichica correlata a sostanze stupefacenti proprio perché questa droga rimane per lungo tempo nel corpo La marijuana in effetti limita la destrezza e le facoltà visive nella simulazione di guida ma esperimenti di guida su strada mostrano che perfino alte dosi di marijuana hanno un effetto minore dell alcol forse anche perché di solito fumare non rende spericolati come bere In uno degli esperimenti effettuati è stato osservato che la canapa indiana assunta a basse dosi rendeva i guidatori più cauti A grandi linee lo stesso dovrebbe risultare vero anche per i più lievi effetti che può avere a lungo termine l erba sul cervello Ricercatori come Pope e Morgan possono guardare i dati in modo molto diverso ma sono d accordo su una cosa per i neuroni le sbronze forti sono ben peggio dell erba SECONDA ACCUSA Negli USA più di 120 000 persone si sottopongono ogni anno a cure mediche a causa della loro dipendenza da canapa indiana Dopo anni di declino l uso di derivati della canapa indiana fra gli adolescenti è in rapido aumento in quasi tutti i paesi industrializzati Dunque è in arrivo una generazione di tossicodipendenti da canapa indiana Il borghese medio che si concede uno o due spinelli alla settimana può trovare ridicola quest idea ma ai medici che hanno in cura la minoranza di consumatori ormai incapaci di controllarsi la questione appare ben più seria All atto pratico si tratta di valutare anzitutto quali siano le proporzioni di questa minoranza e poi di capire se la depenalizzazione o addirittura la liberalizzazione potrebbe farla lievitare L esperienza dei Paesi Bassi suggerisce che la risposta al secondo quesito è No Al primo interrogativo è invece ben più difficile rispondere Il dato delle 120 000 persone in cura per uso di Cannabis fornito dall Istituto nazionale statunitense contro l abuso di droghe National Institute on Drug Abuse NIDA non può essere preso sul serio Esso include infatti gente arrestata per crimini legati alla canapa indiana a cui la cura medica viene offerta come alternativa al processo penale cosi come lavoratori che vengono sorteggiati per un test casuale delle urine risultano positivi alla canapa e optano per la riabilitazione al fine di evitare il licenziamento Questi numeri non ci dicono nulla sul numero di persone che si trovano effettivamente in una condizione di dipendenza Alla Columbia University di New York Denise Kandel una specialista in epidemiologia della dipendenza ha imboccato un altra strada Analizzando i dati raccolti ogni anno durante l United States national household survey on drug abuse l indagine nazionale sul consumo di droga è giunta alla conclusione che sintomi impercettibili di assuefazione sono assai più diffusi tra gli adolescenti di quanto si pensasse in precedenza Statistiche inattese Circa il 15 degli adolescenti che fumano marijuana riferiscono di avere tre o più sintomi di dipendenza compresi in una lista di sei possibili sintomi I sintomi vanno dal sentirsi dipendente o non essere capaci di diminuire il consumo fino all usare quantità sempre maggiori di canapa per raggiungere lo stesso effetto Applicando questo stessi criteri all alcol risulta che la marijuana negli adulti dà dipendenza quanto l alcol e perfino di più negli adolescenti Questo sconvolge i consumatori di marijuana ma non Kandel la quale ritiene che i ragazzi siano insolitamente sensibili alla marijuana per ragioni biologiche nonché sociali Per come la vede lei il motivo per cui abbiamo così tanti alcolisti è semplicemente il fatto che ci siano tante persone che bevono Il problema con questo tipo di ricerca è che tutto dipende da cosa si intende per dipendenza Un tossicodipendente solitamente viene considerato come una persona soggetta sia a crisi di astinenza che a danni alla salute a lungo termine Ma i criteri di autovalutazione di Kandel sono basati su una definizione più ampia Se li applicassimo al caffè molti di noi si qualificherebbero dipendenti Allo stesso modo molte persone descriverebbero se stessi come dipendenti dalla televisione o dal cioccolato o dal fare le compere Un analisi di Kandel suggerisce che i giovani fumatori di marijuana mostrano sintomi di dipendenza con maggiore facilità dei loro coetanei che bevono birra ma non ci dice quale delle due sostanze sia più pericolosa nel creare dipendenza Quello che è chiaro è che superati i vent anni questa dipendenza risulta assai meno frequente e tra le persone che ancora fumano droga dopo i cinquant anni meno di uno su 30 risulta dipendente secondo i criteri di Kandel Le percentuali di dipendenza dalla nicotina seguono un andamento opposto Questo ci porta alla statistica forse più significativa sul potere di creare dipendenza della canapa indiana più del 90 delle persone che l hanno provata hanno già smesso da tempo Mentre la maggioranza dei bevitori e dei fumatori continua a bere e a fumare sigarette ben oltre il primo rigoglio della giovinezza molte persone mollano lo spinello dopo i trent anni TERZA ACCUSA Fumare marijuana può provocare disfunzioni del tessuto polmonare Il partito anticannabis asserisce che fumare un paio di spinelli è dannoso per i polmoni quanto fumare un intero pacchetto di sigarette I loro oppositori dicono che fumare marijuana non ha mai causato la morte di nessuno per cancro ai polmoni Ma allora fumare marijuana è più o meno dannoso che fumare tabacco A simili quesiti cerca di trovare una risposta Donald Tashkin uno specialista dei polmoni dell Università della California a Los Angeles Negli ultimi 15 anni l équipe di Tashkin ha tenuto sotto stretto controllo il sistema respiratorio di 130 consumatori abituali di marijuana confrontandoli con gruppi di persone che fumano solo tabacco tabacco e marijuana o niente del tutto E il più importante studio di questo tipo mai eseguito al mondo e i risultati fino ad adesso suggeriscono che sotto certi aspetti la

    Original URL path: http://www.usidellacanapa.it/medicina/sballo.php (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • USI DELLA CANAPA - una risorsa di nome canapa
    il 3 degli olandesi aveva usato la canapa indiana almeno una volta nel 1970 e che nel 1991 la percentuale era salita al 12 La previsione per il 1998 è del 14 La maggior parte di questo aumento dice Korf è dovuta al fatto che le percentuali di consumo nell arco della vita sono cumulative la gente che aveva fumato almeno una volta nel 1970 è ancora in circolazione e si somma nel tempo ai consumatori più giovani E più indicativo dice confrontare il numero di adolescenti che cominciano a usare la canapa indiana Nel 1970 le stime dicono che il 20 dei diciottenni ne aveva fatto uso almeno una volta nel 1980 la percentuale era scesa al 15 Nel 1987 era arrivata al 18 una crescita dovuta secondo Korf all aumento del numero dei coffee shop verso la metà degli anni Ottanta Ora si dice che circa il 30 dei diciottenni olandesi abbia provato la canapa indiana sebbene alcuni ricercatori pensino che questa cifra sia sovrastimata un errore dovuto agli studi svolti ad Amsterdam una città dove i coffee shop abbondano Ma è vero che il numero di persone che provano la canapa indiana è aumentato da quando essa è stata legalizzata Parrebbe di sì Al Centro di ricerca sulla droga Sas e Peter Cohen hanno diviso gli abitanti di Amsterdam studiati nel 1987 1990 e 1994 in due gruppi quelli nati prima del 1958 che avevano più di 18 anni nel 1976 e quelli nati dopo il 1976 per i quali la canapa indiana è sempre stata legale Solo il 19 dei vecchi ha provato la canapa indiana contro il 38 del gruppo più giovane La differenza potrebbe essere in parte fuorviante I sondaggi olandesi dimostrano che la grande maggioranza delle persone che usano canapa indiana lo fanno quasi esclusivamente dai 20 ai 30 anni Questa droga è divenuta popolare nei Paesi Bassi verso la metà degli anni Sessanta quindi troppo tardi per le persone del gruppo più vecchio che avevano oltre trent anni Ciononostante i dati suggeriscono che effettivamente la percentuale di persone che ha provato la canapa indiana dopo la depenalizzazione è aumentata Ma il dato che conta dice Sas è il numero di coloro che continuano a usarla Ad Amsterdam il 55 delle persone che dicono di aver provato la canapa indiana finiscono poi per fumarla solo una ventina di volte in tutto Gli altri l hanno fumata più spesso ma più di metà non ne ha fatto uso nell ultimo mese I dati mostrano dice Sas che legalizzare la canapa indiana può rendere più probabile che uno la provi ma non rende più probabile che continui a usarla In ogni caso non è del tutto sicuro che la prima metà di questa conclusione sia esatta Korf trova che il grafico del numero di tedeschi che fanno uso di canapa indiana praticamente segue i picchi e i minimi di quello degli olandesi tra il 1970 e il 1990 sebbene la canapa indiana fosse illegale in

    Original URL path: http://www.usidellacanapa.it/medicina/vraag.php (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • USI DELLA CANAPA - una risorsa di nome canapa
    metodi utilizzati sono stati identici a quelli adottati nelle prove di valutazione nel biennio 1998 1999 Risultati Quasi tutti i caratteri esaminati sono risultati statisticamente differenti nelle due prove La differenza di due settimane fra le semine non si è tradotta soprattutto a causa dell andamento meteorologico particolarmente caldo e asciutto in un eguale ritardo alla raccolta Inoltre la seconda prova si è avvantaggiata dell intervento irriguo iniziale e ha presentato oltre a un maggior investimento finale nessuna componente produttiva è risultata correlata significativamente con il numero di piante alla raccolta una maggiore statura delle piante e valori più alti di produzione La varianza del fattore medio è risultata significativamente superiore a quella dell interazione ambiente per varietà che laddove significativa è stata trascurata L emergenza delle cultivar è stata abbastanza uniforme e compresa in un intervallo di 3 giorni La fioritura è iniziata molto precocemente per le varietà francesi terza decade di maggio prima di giugno quando ancora non avevano raggiunto lo sviluppo desiderato probabilmente per le alte temperature verificatesi in maggio e l assenza di precipitazioni le altre tesi hanno risentito di questo fatto in misura inferiore e sono fiorite in epoca ordinaria fine luglio primi di agosto Ciò ha sensibilmente influenzato l altezza delle piante Fedora infatti ha concluso il proprio sviluppo ad appena un metro Futura non ha raggiunto il metro e mezzo differenziandosi da tutte le altre cultivar per questo carattere Fibranova in assoluto è risultata la più alta non differendo però statisticamente da altre accessioni La graduatoria relativa alla lunghezza delle bacchette è simile a quella del carattere precedente fa eccezione l ibrido Carmagnola X Carmagnola gigante che ha mostrato il maggiore scarto non fibroso all apice delle piante Fibranova in assoluto ha mantenuto la leadership e insieme a Carmagnola selezionata e all ibrido Carmagnola X Kompolty H TC ha superato i 2 m di lunghezza Kompolty H TC ha fatto registrare i maggiori diametri basale e apicale in quest ultimo caso non differenziandosi statisticamente da Red petiole Carmagnola X Kompolty H TC e dal polincrocio Questo carattere è strettamente dipendente dalla densità delle piante la varietà ungherese è quella che ha mostrato infatti il più basso investimento Nessuna delle altre cultivar in prova ha presentato rilevanti scostamenti dalla media Riguardo alla produzione l ibrido Carmagriola X Bolognese ha fornito la maggiore biomassa superando i 100 q ha di sostanza secca ma non differenziandosi statisticamente da altre sei accessioni Quattro le varietà con produzioni inferiori alla media fra cui le francesi che per questo si sono discostate da tutte le altre tesi a confronto La differenziazione varietale relativa alla produzione di bacchetta è risultata molto meno evidente dato che ben 10 cultivar non si sono diversificate statisticamente dalla migliore in assoluto Carmagnola X Kompolty con 76 2 q ha La resa media nonostante l annata poco favorevole e le scarse prestazioni di alcune varietà ha raggiunto un valore soddisfacente superiore a quello registrato in prove analoghe nel biennio precedente Carniagnola X Bolognese è l

    Original URL path: http://www.usidellacanapa.it/ricerca/sperimentazione_2000.php (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • USI DELLA CANAPA - una risorsa di nome canapa
    della tecnica colturale al fine di aumentare le rese migliorare qualitativamente il prodotto e soprattutto contenere i costi di produzione Del Gatto e Laureti 1999 Allo scopo di fornire indicazioni sulle cultivar più rispondenti al fini della scelta varietale la Sezione operativa di Osimo Ancona dell Istituto sperimentale per le colture industriali Isci ha realizzato in collaborazione con l Azienda servizi nel settore agroalimentare delle Marche Assam una sperimentazione finanziata dalla Regione Marche nel biennio 1998 99 in due località MATERIALI E METODI La sperimentazione è stata realizzata a Osimo dall Isci e a Jesi dall Assam Sono state confrontate 6 varietà due italiane Carmagnola e Fibranova una francese Futura 77 e tre ungheresi Kompolti Kompolti H TC e Uniko B in uno schema sperimentale a blocco randomizzato con quattro ripetizioni in asciutto a Osimo e a parcella suddivisa con tre ripetizioni in asciutto e in irriguo a Jesi Le principali operazioni agronomiche sono riportate nella tabella 1 La preparazione del terreno è stata effettuata in modo convenzionale come per altre colture da rinnovo La semina è stata realizzata meccanicamente a fila continua in entrambi gli anni e in entrambe le località con seme in eccesso per ottenere con successivo diradamento un investimento di 80 100 piante m2 Durante la conduzione delle prove sono stati determinati numero di piante alla raccolta diametro medio dei fusti a 5 cm dalla base e dalla sommità altezza delle piante a Osimo è stato effettuato anche il rilievo dell epoca di fioritura Alla raccolta su 20 piante per parcella è stato determinato il rapporto tra foglie e bacchetta porzione del fusto dalla base alla parte superiore con fibra resistente determinata sfilacciando con la costa di un coltello a contrasto con il pollice della mano la pianta a partire dall apice Le parti mediane di 5 bacchette per parcella sono state sottoposte manualmente a stigliatura verde separando la corteccia tiglio dal cilindro centrale canapulo Bacchette foglie tiglio e canapulo sono stati poi essiccati in forno per 24 ore a 105 gradi C La loro incidenza relativa è stata utilizzata per determinare le rispettive produzioni unitarie Del Gatto et al 1999b L irrigazione è stata effettuata per infiltrazione laterale da solchi somministrando 700 m3 ha ogni adacquamento indipendentemente dall evapotraspirazione AMBIENTE DI SPERIMENTAZIONE Le caratteristiche dei terreni che hanno ospitato le prove sono riportate in tabella 2 Essi hanno presentato componenti chimico fisiche simili sono risultati ricchi in fosforo e potassio assimilabile ben dotati in azoto totale e a reazione subalcalina a Osimo si è riscontrata una dotazione superiore in calcare e inferiore in fosforo e potassio assimilabili L andamento termico grafici 1 e 2 delle due località è decorso in maniera praticamente identica tranne che per la prima decade di aprile del 1998 quando a Jesi si è avuta una temperatura media superiore di circa 5 gradi C Le piogge sono cadute più copiose a Jesi durante tutto il ciclo della coltura in particolare nell intervallo estivo RISULTATI E DISCUSSIONE Gli ambienti a confronto sono

    Original URL path: http://www.usidellacanapa.it/ricerca/sperimentazione_1998-1999.php (2016-01-31)
    Open archived version from archive

  • USI DELLA CANAPA - una risorsa di nome canapa
    alla coltura della canapa Il nuovo regolamento Ce allegato XIII articolo 7 ter stabilisce fra l altro che per ottenere il contributo è necessario verificare non prima del ventesimo giorno dall inizio della fioritura ed entro il decimo giorno successivo alla fine il contenuto del THC In sede di Commissione tutti i Paesi membri tranne l Italia hanno accettato senza particolari obiezioni questa condizione Non è stato possibile far comprendere agli altri partner europei in particolare ai francesi che nel nostro Paese il rispetto di una simile condizione è estremamente penalizzante per la produzione di fibra di canapa di elevata qualità Il problema sorge perché proprio nelle varietà dioiche il 50 delle piante quelle maschili nel momento di piena e fine fioritura presenta la fibra già eccessivamente lignificata e perciò di qualità scadente Potendo invece raccogliere prima di quest epoca tutte le piante avrebbero una buona e uniforme qualità della fibra e inoltre un contenuto di T HC più basso rispetto ai momenti successivi Nel nostro caso utilizzare unicamente varietà dioiche italiane nel momento in cui saranno disponibili sufficienti quantità di semi obbliga gli agricoltori a produrre canapa con una fibra di bassa qualità per rispettare le regole rischiando comunque di oltrepassare i limiti di THC In alternativa si potrebbe utilizzare canapa monoica oppure unisessuata In quest ultimo caso tutte le piante saranno allo stesso stadio di maturazione al momento della raccolta Con il nuovo limite di THC tutte le cultivar dioiche tra cui le tre italiane fatta eccezione forse per la Carmagnola non potranno probabilmente essere impiegate Questo perché il loro contenuto medio di THC anche se nel 2000 è risultato inferiore allo 0 2 in alcune annate meno favorevoli può arrivare molto vicino allo 0 3 Si sta procedendo con la selezione per abbassare ulteriormente il loro contenuto di THC ma il processo richiede tempo Nel 1995 il Ministero per le politiche agricole e forestali ha finanziato un progetto di ricerca sulla canapa da fibra il quale a causa della forte pressione di altri Ministeri impegnati nel controllo delle sostanze stupefacenti era prevalentemente incentrato sulla selezione di varietà con caratteri morfologici che permettessero di distinguere visivamente la canapa tessile da quella da droga A seguito delle ultime ricerche svolte dall Istituto sperimentale per le colture industriali di Bologna sono state ottenute due nuove linee dioiche derivate dalla Fibranova che sono caratterizzate da un colore giallo delle foglie apicali yellow aper e dal picciolo fogliare antocianico red petiole Queste due popolazioni sono state selezionate e presentano un contenuto di THC più basso rispetto alla varietà di origine e nel 2001 la seconda ha completato l iter per l inserimento nel Registro nazionale delle varietà Negli anni 60 uno dei più attivi ricercatori italiani impegnati nel miglioramento genetico della canapa dr D Allavena scriveva La canapa monoica apre dunque un nuovo interessante campo di ricerca ai selezionatori italiani Dopo quasi quarant anni le prospettive di diffusione della canapa monoica in Italia sono ancora incerte e solo ora che il problema

    Original URL path: http://www.usidellacanapa.it/ricerca/scelta_variety.php (2016-01-31)
    Open archived version from archive



  •