web-archive-it.com » IT » V » VETERINARIBRINDISI.IT

Total: 343

Choose link from "Titles, links and description words view":

Or switch to "Titles and links view".
  • Chiarimenti in materia di farmacosorveglianza
    riferimento al piano di farmacosorveglianza inviatoci dal Ministero della Salute e relativo ai controllli da effettuare negli impianti di cura degli animali e presso i medici veterinari che esercitano attività zooiatrica questo SIAV C ritiene far cosa utile puntualizzare modalità

    Original URL path: http://www.veterinaribrindisi.it/index.php?view=article&id=120:chiarimenti-in-materia-di-farmacosorveglianza&tmpl=component&print=1&layout=default&page= (2016-02-14)
    Open archived version from archive


  • Il cliente vuole il preventivo? un fac simile
    un documento scritto il cliente deve essere informato del grado di complessità dell incarico con l indicazione di tutte le informazioni utili relativamente agli oneri ipotizzabili dall inizio al termine dell incarico L obbligo di fornire al cliente un preventivo scritto sussiste solo ed esclusivamente se da questi richiesto Se il Legislatore ha inteso privilegiare la trasparenza a favore dell utente la forma scritta appare opportuna per evitare future contestazioni osserva Giovanni Stassi consulente fiscale dell ANMVI Dal punto di vista del professionista il preventivo è infatti un atto che consente di vincolare il cliente ai propri impegni e lo si potrà far valere in caso di insolvenza Il fac simile realizzato per ANMVI dal consulente Stassi si basa sulle disposizioni di legge in vigore dal 24 gennaio incluso l obbligo di comunicare gli estremi della polizza di responsabilità civile professionale eventualmente in essere L obbligo di stipula sarà introdotto dal 13 agosto 2012 Inoltre anche se è sparito rispetto alle prime intenzioni del Governo il carattere onnicomprensivo del compenso nell informazione da rendere al cliente viene richiesta l analiticità del compenso Che l informazione sia resa per iscritto o verbalmente dovranno essere specificate tutte le voci di costo comprensive

    Original URL path: http://www.veterinaribrindisi.it/index.php?view=article&id=116:il-cliente-vuole-il-preventivo-un-fac-simile&tmpl=component&print=1&layout=default&page= (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Disponibile la domanda per i Comitati zonali
    Disponibile la domanda per i Comitati zonali E possibile scaricare dalla sezione Modulistica la domanda per i comitati zonali pubbilicata sul sito dell Anmvi

    Original URL path: http://www.veterinaribrindisi.it/index.php?view=article&id=113:disponibile-la-domanda-per-i-comitati-zonali&tmpl=component&print=1&layout=default&page= (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Professioni: abolite le tariffe minime e massime; il preventivo scritto non è obbligatorio
    liberi professionisti Preventivo scritto su richiesta del cliente In materia di disposizioni sulle professioni regolamentate articolo 9 il provvedimento contiene alcune novità rispetto alle bozze circolate nei giorni scorsi Anzitutto il preventivo scritto diventa facoltativo e non più obbligatorio come invece previsto nella prima versione uscita dal Consiglio dei Ministri Il preventivo del professionista va pattuito per iscritto solo se è il cliente a richiederlo Abolite le tariffe minime e massime Resta confermata l abrogazione delle tariffe delle professioni nel sistema ordinistico tariffe minime e massime ma il giudice in caso di liquidazione dei compensi potrà fare riferimento ai parametri stabiliti con decreto del ministro vigilante È in ogni caso nulla ogni pattuizione del compenso tra professionista e cliente fatta sulla base di tali parametri Compenso adeguato all importanza dell opera Il compenso per le prestazioni professionali deve essere pattuito al momento del conferimento dell incarico professionale Il professionista deve rendere noto al cliente il grado di complessità dell incarico fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento alla conclusione dell incarico Inoltre la misura del compenso previamente resa nota al cliente anche in forma scritta se da questi richiesta deve essere adeguata all importanza

    Original URL path: http://www.veterinaribrindisi.it/index.php?view=article&id=115:professioni-abolite-le-tariffe-minime-e-massime-il-preventivo-scritto-non-e-obbligatorio&tmpl=component&print=1&layout=default&page= (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • MANOVRA: STANGATA SENZA CRESCITA
    settembre 2012 a copertura della clausola di salvaguardia e da attuare solo nel caso in cui sia necessario In tal modo si evita che scatti la riduzione automatica di tutte le deduzioni e detrazioni fiscali in particolare sulla famiglia Un ulteriore aumento dell IVA sulle prestazioni veterinarie già portate al 21 con la manovra d agosto porterà al crollo della spesa veterinaria nelle famiglie con animali da compagnia Se non ci sarà una piena compensazione tramite lo strumento delle detrazioni fiscali da intendersi anche come strumento di lotta all evasione l innalzamento dell aliquota porterà alla paralisi della prevenzione veterinaria E urgente ripensare il regime IVA e le detrazioni fiscali riportando la veterinaria all interno delle riflessioni sulla sanità non si tratta di consumi ma di azioni di salute animale con riflessi sulla sanità pubblica Al Vice Ministro all Economia Vittorio Grilli e al Ministro per lo Sviluppo Economico Corrado Passera l ANMVI chiede di aggiungere la veterinaria alle ulteriori riflessioni sulla sanità Ieri in conferenza stampa il Ministro Vittorio Grilli ha infatti dichiarato che intende approfondire con il Collega dello Sviluppo Economico i finanziamenti alla sanità Abbiamo qualche idea su cui faremo ulteriori riflessioni ha detto aggiungendo che con il decreto di ieri il Governo non ha finito di lavorare E il momento secondo ANMVI di valutare le ricadute negative sulla sanità pubblica e sui conti pubblici del peso fiscale sulla prevenzione veterinaria e di ragionare sulle possibilità di risparmio e di lotta agli sprechi nella gestione dei fondi pubblici destinati al randagismo Non servirà a nulla insistere sul gettito se non si fermeranno gli sprechi Crescita e liberalizzazioni Il decreto salva Italia non cita i professionisti ma solo le piccole e medie imprese fra i destinatari delle misure per la semplificazione ad esempio i rifiuti sanitari e in

    Original URL path: http://www.veterinaribrindisi.it/index.php?view=article&id=107:manovra-stangata-senza-crescita&tmpl=component&print=1&layout=default&page= (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • MANOVRA: STANGATA SENZA CRESCITA
    è deliberato in 2 punti percentuali a decorrere dal primo settembre 2012 a copertura della clausola di salvaguardia e da attuare solo nel caso in cui sia necessario In tal modo si evita che scatti la riduzione automatica di tutte le deduzioni e detrazioni fiscali in particolare sulla famiglia Un ulteriore aumento dell IVA sulle prestazioni veterinarie già portate al 21 con la manovra d agosto porterà al crollo della spesa veterinaria nelle famiglie con animali da compagnia Se non ci sarà una piena compensazione tramite lo strumento delle detrazioni fiscali da intendersi anche come strumento di lotta all evasione l innalzamento dell aliquota porterà alla paralisi della prevenzione veterinaria E urgente ripensare il regime IVA e le detrazioni fiscali riportando la veterinaria all interno delle riflessioni sulla sanità non si tratta di consumi ma di azioni di salute animale con riflessi sulla sanità pubblica Al Vice Ministro all Economia Vittorio Grilli e al Ministro per lo Sviluppo Economico Corrado Passera l ANMVI chiede di aggiungere la veterinaria alle ulteriori riflessioni sulla sanità Ieri in conferenza stampa il Ministro Vittorio Grilli ha infatti dichiarato che intende approfondire con il Collega dello Sviluppo Economico i finanziamenti alla sanità Abbiamo qualche idea su cui faremo ulteriori riflessioni ha detto aggiungendo che con il decreto di ieri il Governo non ha finito di lavorare E il momento secondo ANMVI di valutare le ricadute negative sulla sanità pubblica e sui conti pubblici del peso fiscale sulla prevenzione veterinaria e di ragionare sulle possibilità di risparmio e di lotta agli sprechi nella gestione dei fondi pubblici destinati al randagismo Non servirà a nulla insistere sul gettito se non si fermeranno gli sprechi Crescita e liberalizzazioni Il decreto salva Italia non cita i professionisti ma solo le piccole e medie imprese fra i destinatari delle misure

    Original URL path: http://www.veterinaribrindisi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=107:manovra-stangata-senza-crescita (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • SEGNALAZIONE DI SOSPETTO AVVELENAMENTO
    nell espletamento dei compiti assegnatigli dall Ordinanza 18 dicembre 2008 e successive modifiche e integrazioni Il proprietario o il responsabile dell animale deceduto a causa di esche o bocconi avvelenati o che presenta sintomi di avvelenamento deve segnalare il caso alle Autorità competenti tramite il medico veterinario che emette la diagnosi di sospetto sulla base di una sintomatologia conclamata Si tratta di un obbligo che sussiste sia nel caso di specie domestiche sia nel caso di specie selvatiche Nel caso di animali senza proprietario per responsabile dell animale si intende l Ente gestore territorialmente competente e o il Sindaco In questi casi la segnalazione può essere fatta anche da privati cittadini attraverso le autorità di Polizia Giudiziaria carabinieri polizia di stato guardie forestali polizie locali guardie zoofile che provvederanno a richiedere l intervento dei Servizi Veterinari ufficiali e a comunicarlo al Sindaco Giocano un ruolo importante ai fini della corretta applicazione delle disposizioni ministeriali le procedure operative che tutte le Autorità coinvolte devono adottare ed è proprio per standardizzare e uniformare le procedure su tutto il territorio nazionale che il Ministero della salute ha predisposto dei fac simile di moduli e schede da utilizzare Allegato Dimensione MODULO SEGNALAZIONE SOSPETTO AVVELENAMENTO

    Original URL path: http://www.veterinaribrindisi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=106:segnalazione-di-sospetto-avvelenamento (2016-02-14)
    Open archived version from archive

  • Interventi chirurgici vietati come da convenzione
    e tutte le mutilazioni sono disciplinate come da articolo 10 della Convenzione In base all articolo 10 Interventi chirurgici della Convenzione gli interventi chirurgici destinati a modificare l aspetto di un animale da compagnia o finalizzati ad altri scopi non curativi debbono essere vietati in particolare a il taglio della coda b il taglio delle orecchie c la recisione delle corde vocali d l esportazione delle unghie e dei denti Lo stesso articolo 10 autorizza solo alcune eccezioni a se un veterinario considera un intervento non curativo necessario sia per ragioni di medicina veterinaria sia nell interesse di un determinato animale b per impedire la riproduzione Altra novità della nuova Ordinanza il fatto che anche le esposizioni oltre la vendita e la commercializzazione sono espressamente indicate fra le situazioni vietate agli animali sottoposti ad interventi chirurgici eseguiti in violazione della Convenzione Europea Restano ferme le finalita curative e con modalita conservative certificate da un medico veterinario Al di fuori di quanto previsto dall Ordinanza le violazioni sono da considerarsi maltrattamento animale ai sensi dell articolo 544 ter del codice penale Resta ora da chiarire la portata della nota del Ministro Ferruccio Fazio che alcune settimane fa dava una serie di

    Original URL path: http://www.veterinaribrindisi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=105:interventi-chirurgici-vietati-come-da-convenzione- (2016-02-14)
    Open archived version from archive



  •